Vai al contenuto

Topic generale di astrofisicacome da titolo

fisica astrofisica meccanica quantistica

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 67 risposte

#1
cybersquall

cybersquall
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 111

Buonasera ragazzi.

Ho pensato, perchè non creare un topic generale per le scienze fisiche e astrofisiche?

Sono materie molto affascinanti e penso che tutto ciò che è nell'immensamente grande si riscontrano nell'immensamente piccolo.

Vi lascio a questo bellissimo video che ho trovato sul destino dell'universo e spero di trovare altri cultori dell'universo come me.Mi affascina tantissimo la meccanica quantistica.

Buona serata!



#2
Itachi

Itachi
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14841

Sono fermamente convinto che se ogni essere umano avesse un minimo di consapevolezza di quale granello di polvere è rispetto allo spazio e tempo dell'universo il 99% dei problemi della nostra società sarebbero risolti.

 

Riguardo il video in questione l'avevo visto tempo fa, molto bello.

Una volta spiegai il concetto di morte termica dell'universo a una persona che conoscevo, mi rispose che era assurdo che un concetto simile fosse vero, che semplicemente era "triste".

 

Credo che purtroppo la visione "romantica" della vita per quanto sia comprensibile oggi tenda a creare una sorta di barriera di apprendimento per la quale si rifiuta tutta una serie di conoscenze che poi pero sono legate ad altri aspetti della vita. Primo tra tutti appunto il proprio ruolo e posizione nella realtà.

 

 

Aggiungo che dagli stessi autori c'è anche quello sulla nascita dell'universo

 



#3
Xmaster

Xmaster
  • Eye Terminator

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8466
Argomento molto interessante che personalmente ho un po messo da parte da qualche tempo. Il problema dell astrofisica conosciuta dall uomo è che se ti ci appassioni non ci metti molto ad esaurire gli argomenti. (Nel senso amatoriale ovviamente non dello studio vero e proprio, quello è un tema infinito).
Ho guardato documentari e letto tutto quello che mi capitava sotto mano ma poi le notizie cominciavano ad essere sempre quelle. La verità è che l uomo non sa molto di quello che c è oltre il sistema solare. Una volta approfondita la conoscenza dei pianeti che ci circondano, delle lune, del sole , buchi neri, formazioni di galassie , stime dello spazio e speculazioni su come andrà a finire nessuno sa più niente e resti con il cerino in mano. Discorso totalmente diverso per la meccanica quantistica, estremamente affascinante ed estremamente difficile da capire realmente.

Modificata da Xmaster, 18 October 2019 - 07:56 AM.


#4
Andṛn

Andṛn
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2644

Argomento molto interessante che personalmente ho un po messo da parte da qualche tempo. Il problema dell astrofisica conosciuta dall uomo è che se ti ci appassioni non ci metti molto ad esaurire gli argomenti. (Nel senso amatoriale ovviamente non dello studio vero e proprio, quello è un tema infinito).
Ho guardato documentari e letto tutto quello che mi capitava sotto mano ma poi le notizie cominciavano ad essere sempre quelle. La verità è che l uomo non sa molto di quello che c è oltre il sistema solare. Una volta approfondita la conoscenza dei pianeti che ci circondano, delle lune, del sole , buchi neri, formazioni di galassie , stime dello spazio e speculazioni su come andrà a finire nessuno sa più niente e resti con il cerino in mano. Discorso totalmente diverso per la meccanica quantistica, estremamente affascinante ed estremamente difficile da capire realmente.

Piú che altro c'è poco da spiegare senza scendere nei dettagli di matematica e fisica. In un documentario non puoi mettere nemmeno una formuletta, e poi le cose si complicano presto. È qualcosa che bisogna studiare con un po' di sacrificio. Internet permette accedere praticamente agli stessi dati degli scienziati quasi in tempo reale. Il problema è che senza studio non si possono interpretare. Per esempio a me piace "studiare" gli esoplaneti. Su un sito web ci sono tutti i dati su tutti gli esoplaneti conosciuti, ma se uno non si è studiato un po l'argomento, che ci fa con tutti quei numeri e quelle lettere greche? un buon modo di iniziare a imparare sono i mocc, su siti come coursera e edx.Recentemente ne ho fatto uno sulle onde gravitazionali e l esperimento ligo su edx, è alla fine una specie di seminario, accessibile anche senza essere fisici, ma a un livello di approfondimento che un documentario non potrebbe avere. Solo che è in spagnolo, anzi, argentino. Sapere bene l inglese e possibilmente una seconda lingua è essenziale per certe cose.

Modificata da Andṛn, 18 October 2019 - 08:34 AM.


#5
d1ablo

d1ablo
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 12562

Sono fermamente convinto che se ogni essere umano avesse un minimo di consapevolezza di quale granello di polvere è rispetto allo spazio e tempo dell'universo il 99% dei problemi della nostra società sarebbero risolti.

 

verissimo, sono pienamente d'accordo, c'ho pensato anch'io più di una volta

 

 

avendo un padre astrofisico, se non ci fosse stata l'informatica che è la mia passione principale (e che tra l'altro garantisce una possibilità nettamente maggiore di lavoro) sicuro avrei preso questa strada all'università



#6
Xmaster

Xmaster
  • Eye Terminator

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8466

Piú che altro c'è poco da spiegare senza scendere nei dettagli di matematica e fisica. In un documentario non puoi mettere nemmeno una formuletta, e poi le cose si complicano presto. È qualcosa che bisogna studiare con un po' di sacrificio. Internet permette accedere praticamente agli stessi dati degli scienziati quasi in tempo reale. Il problema è che senza studio non si possono interpretare. Per esempio a me piace "studiare" gli esoplaneti. Su un sito web ci sono tutti i dati su tutti gli esoplaneti conosciuti, ma se uno non si è studiato un po l'argomento, che ci fa con tutti quei numeri e quelle lettere greche? un buon modo di iniziare a imparare sono i mocc, su siti come coursera e edx.Recentemente ne ho fatto uno sulle onde gravitazionali e l esperimento ligo su edx, è alla fine una specie di seminario, accessibile anche senza essere fisici, ma a un livello di approfondimento che un documentario non potrebbe avere. Solo che è in spagnolo, anzi, argentino. Sapere bene l inglese e possibilmente una seconda lingua è essenziale per certe cose.




Da quanto ho potuto capire lo studio attuale degli esopianeti è molto approssimativo anche per gli addetti ai lavori. Quando pubblicano gli articoli con : scoperto pianeta con x caratteristiche usano molto spesso il condizionale perché in realtà non possono osservare nulla direttamente, li "vedono" indirettamente e ottengono informazioni da calcoli di massa per l oscillazione della stella, posizione rispetto la stella stessa etc. Eventuali misurazioni dirette dell atmosfera dovrebbero arrivare con i telescopi di prossima generazione..

#7
Andṛn

Andṛn
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2644



Da quanto ho potuto capire lo studio attuale degli esopianeti è molto approssimativo anche per gli addetti ai lavori. Quando pubblicano gli articoli con : scoperto pianeta con x caratteristiche usano molto spesso il condizionale perché in realtà non possono osservare nulla direttamente, li "vedono" indirettamente e ottengono informazioni da calcoli di massa per l oscillazione della stella, posizione rispetto la stella stessa etc. Eventuali misurazioni dirette dell atmosfera dovrebbero arrivare con i telescopi di prossima generazione..


Lo studio non è approssimativo, è solo nuovo, del resto conosciamo bene solo 8 pianeti, e la maggior parte degli esoplaneti non assomiglia a nessuno di loro! sicuramente perché è piú facile trovare pianeti grandi o vicini alla loro stella, e la maggioranza dei pianeti li troviamo in orbite inferiori a quelle di mercurio... Bisogna scoprire ancora un sacco di cose per costruire modelli precisi. L'atmosfera comunque giá si osserva direttamente quando il pianeta transita davanti alla stella. Ovviamente lo spettro che se ne ricava va interpretato, e unito s dati come diametro, densitá e temperatura ci si puó divertire un bel po', facendo supposizioni di come sarebbe un tal pianeta.

#8
cybersquall

cybersquall
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 111
Penso che il diniego della morte e del concetto di fine sia una sorta di tabu' per la nostra cultura.

#9
Andṛn

Andṛn
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2644

Penso che il diniego della morte e del concetto di fine sia una sorta di tabu' per la nostra cultura.


diciamo che la fine dell universo si scontra un po' con le religioni che sono basate sul concetto della vita oltre la morte. Ma personalmente non vedo che ci sia di triste nel raffeddamento dell universo, l'umanitá, la terra e il sole avranno smesso di esistere da miliardi di anni.

#10
cybersquall

cybersquall
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 111

diciamo che la fine dell universo si scontra un po' con le religioni che sono basate sul concetto della vita oltre la morte. Ma personalmente non vedo che ci sia di triste nel raffeddamento dell universo, l'umanitá, la terra e il sole avranno smesso di esistere da miliardi di anni.

Ho sbagliato a quotare volevo rispondere ad itachi

#11
cybersquall

cybersquall
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 111

video molto interessante che permette ai non addetti ai lavori di approcciarsi alla teoria delle stringhe.

 

a proposito di vita aliena,ed esopianeti, questo video è sul paradosso di fermi.

Mi sono innamorato di questa serie di video :wub:


Modificata da cybersquall, 19 October 2019 - 02:44 PM.


#12
Escher

Escher
  • ᕙ༼ ,,இܫஇ,, ༽ᕗ

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8385105
So fan da anni di questo canale, bellissimo cavolo!

#13
Xmaster

Xmaster
  • Eye Terminator

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8466
https://notiziescien...oni-di-anni-fa/


Le attenzioni degli studiosi si concentrano da sempre su marte, perché ci si può atterrare, perché è vicino e perché forse una volta aveva condizioni che potevano sostenere la vita.
Ad oggi è un pianeta morto, è come studiare un fossile.
Alla luce delle ultime speculazioni su venere dal mio punto di vista lo rendono il vero pianeta gemello della terra.
Temperature stabili tra 20 e 50 gradi per miliardi di anni e presenza di oceani. Massa quasi uguale alla terra,uno scudo magnetico ben funzionante e considerato che il sole 1 miliardo di anni fa doveva scaldare meno di oggi probabilmente li c erano condizioni uguali in tutto e per tutto a quelle che abbiamo qui oggi.
Ora è un forno infernale ma se non si fosse inceppato qualcosa forse ad oggi avremmo una seconda casa dietro l angolo

#14
Xmaster

Xmaster
  • Eye Terminator

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8466
https://www.repubbli...-239196222/amp/


Mi domando come si possano fare affermazioni di questa portata o anche quando leggo pensieri sulla terraformazione su marte.
Per me è l equivalente di dire resusciteremo un morto.
Semplicemente non si può fare.
Se la vita non si sviluppa naturalmente è il segno inequivocabile che quel posto non è adatto a sostenerla. Non ha campo magnetico, il suo mantello non si rigenera, l acqua è evaporata, perfino il suo colore ci dice che è arrugginito. Francamente non mi immagino come si può pensare di rendere quel posto a misura d uomo. Va bene lo studio del suo passato ma più di quello non vedo altro.

#15
Itachi

Itachi
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14841

https://www.repubbli...-239196222/amp/


Mi domando come si possano fare affermazioni di questa portata o anche quando leggo pensieri sulla terraformazione su marte.
Per me è l equivalente di dire resusciteremo un morto.
Semplicemente non si può fare.
Se la vita non si sviluppa naturalmente è il segno inequivocabile che quel posto non è adatto a sostenerla. Non ha campo magnetico, il suo mantello non si rigenera, l acqua è evaporata, perfino il suo colore ci dice che è arrugginito. Francamente non mi immagino come si può pensare di rendere quel posto a misura d uomo. Va bene lo studio del suo passato ma più di quello non vedo altro.

 

 

La terraformazione è una scienza vera e propria, ed è possibile.

Ci sono diverse soluzioni per ovviare a quei problemi ma ovviamente richiedono tempi immensi e risorse fuori da ogni scala.

 

Sia chiaro, ovviamente adesso non ha senso nemmeno parlarne, ovvio che la priorità sia il pianeta attuale.

 

Ma è, in linea teorica, possibile.






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo