Vai al contenuto

Nirvana, 20 anni di Nevermind24 Settembre 1991 - 24 Settembre 2011


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 91 risposte

#16
sergente Blink

sergente Blink
  • *EF*

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 10752
qui vedo molto parlare di tecnica come se fosse una cosa essenziale per fare buona musica, ma la musica non è questo a mio modo di vedere, prima di tutto viene dalla testa e dalle emozioni che sei in grado di far uscire.
il musicista bravo tecnicamente è una figura comune... tanto comune che diventa buono solo per le orchestre o per coverizzare, se non è in grado di far uscire ciò che ho scritto un secondo fa.
ecco, questo imho è ciò che contraddistingue una band, un movimento che non morirà mai come i nirvana, dalle altre.

#17
Stein

Stein
  • tagomagoeye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 46992

qui vedo molto parlare di tecnica come se fosse una cosa essenziale per fare buona musica, ma la musica non è questo a mio modo di vedere, prima di tutto viene dalla testa e dalle emozioni che sei in grado di far uscire.
il musicista bravo tecnicamente è una figura comune... tanto comune che diventa buono solo per le orchestre o per coverizzare, se non è in grado di far uscire ciò che ho scritto un secondo fa.
ecco, questo imho è ciò che contraddistingue una band, un movimento che non morirà mai come i nirvana, dalle altre.

se la tecnica fosse davvero un elemento essenziale per fare un buon disco, l'80% dei dischi rock che hanno fatto la storia verrebbero spazzati via di colpo. Cio' che conta e' la creativita' e alcuni qui dentro stanno mettendo in dubbio quella che poteva essere presente in Nevermind ;)

#18
cancelled_self_2012

cancelled_self_2012
  • Eye Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 9881

qui vedo molto parlare di tecnica come se fosse una cosa essenziale per fare buona musica, ma la musica non è questo a mio modo di vedere, prima di tutto viene dalla testa e dalle emozioni che sei in grado di far uscire.
il musicista bravo tecnicamente è una figura comune... tanto comune che diventa buono solo per le orchestre o per coverizzare, se non è in grado di far uscire ciò che ho scritto un secondo fa.
ecco, questo imho è ciò che contraddistingue una band, un movimento che non morirà mai come i nirvana, dalle altre.


mamma mia ._.

la tecnica è importante per fare buona musica come lo è la grammatica per fare un buon libro.
La tecnica in OGNI forma d'arte ha il suo peso eccome....

I Nirvana hanno venduto un botto, così come Madonna ha venduto un botto....così come justin bieber stà vendeno un botto.

La tecnica tralaltro non è il saper suonare, ma anche il saper comporre.
Certo oggi un cavallo che dipinge con un pennello in bocca crea "opere d'arte" così come cacca in scatola è un "opera d'arte".

Ma secondo me se invece analizziamo artisti veri, questi non prendono colori a caso e li buttano su una tela (magari qualcuno in arte moderna si ma è discutibile), ma sono maestri nel miscelare i colori e nell'uso del pennello per riprodurre qualcosa che hanno in testa (o davanti agli occhi).

L'arte se vuoi parte da un'idea ma questa va sviluppata e non buttata lì come capita.....sennò sei carente....

Tecnica nel suonare, tecnica nel comporre, creatività....imho ci vogliono tutti per fare un capolavoro....

O in alternativa basta un riff catchy e tanto marketing ma in questo caso non si parla di arte....

#19
autechre

autechre
  • Decay product

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Collaboratore Forumeye
  • Messaggi: : 23965
conta anche la produzione e la supervisione tecnica
quella di Butch Vig per Nevermind è stata la marcia in più
l'ottimizzazione di un album rock "standard"

i giovani ribelli con le tematiche proposte (i nirvana) e mtv hanno fatto il resto

Modificata da autechre, 27 September 2011 - 02:59 PM.


#20
sergente Blink

sergente Blink
  • *EF*

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 10752

mamma mia ._.

la tecnica è importante per fare buona musica come lo è la grammatica per fare un buon libro.
La tecnica in OGNI forma d'arte ha il suo peso eccome....

I Nirvana hanno venduto un botto, così come Madonna ha venduto un botto....così come justin bieber stà vendeno un botto.

La tecnica tralaltro non è il saper suonare, ma anche il saper comporre.
Certo oggi un cavallo che dipinge con un pennello in bocca crea "opere d'arte" così come cacca in scatola è un "opera d'arte".

Ma secondo me se invece analizziamo artisti veri, questi non prendono colori a caso e li buttano su una tela (magari qualcuno in arte moderna si ma è discutibile), ma sono maestri nel miscelare i colori e nell'uso del pennello per riprodurre qualcosa che hanno in testa (o davanti agli occhi).

L'arte se vuoi parte da un'idea ma questa va sviluppata e non buttata lì come capita.....sennò sei carente....

Tecnica nel suonare, tecnica nel comporre, creatività....imho ci vogliono tutti per fare un capolavoro....

O in alternativa basta un riff catchy e tanto marketing ma in questo caso non si parla di arte....


non dico che non sia importante, dico che se fai una classifica dei requisiti che servono per fare buona musica, la pura tecnica si posiziona in fondo alla classifica imho. Certo, lo strumento lo devi comunque conoscere eh... :asd:
E' diverso per la composizione che imho è fondamentale. ai nirvana mancava questa qualità? :huh:
il discorso sui riff riguarda più i gusti che ognuno di noi possiede...c'è chi ama riff semplici come c'è chi predilige le band con eccessi di virtuosismo.



mamma mia ._.

la tecnica è importante per fare buona musica come lo è la grammatica per fare un buon libro.
La tecnica in OGNI forma d'arte ha il suo peso eccome....

La tecnica tralaltro non è il saper suonare, ma anche il saper comporre.


:pff:

infatti mi stavo riferendo solamente al saper suonare


conta anche la produzione e la supervisione tecnica
quella di Butch Vig per Nevermind è stata la marcia in più
l'ottimizzazione di un album rock "standard"

i giovani ribelli con le tematiche proposte (i nirvana) e mtv hanno fatto il resto


quoto, però non facciamo passare i nirvana unicamente come creature di mtv...

#21
cancelled_self_2012

cancelled_self_2012
  • Eye Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 9881

ai nirvana mancava questa qualità? :huh:

a chi ma i nirvana e chi mi fa questa domanda consiglio sempre il libro autobiografico di dave grohol (che stimo moltissimo invece).

#22
sergente Blink

sergente Blink
  • *EF*

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 10752

a chi ma i nirvana e chi mi fa questa domanda consiglio sempre il libro autobiografico di dave grohol (che stimo moltissimo invece).



allora seguirò il tuo consiglio ;)
Dave artista completo :sisi:

#23
Kprut

Kprut
  • Senza parole

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 44519
Figa, nel rock e nel pop una buona parte dei musicisti non è eccelsa tecnicamente (o perlomeno è ai livelli dei nirvana) eppure qualcosa da dire lo avevano. Mi vengono in mente i beatles che tecnicamente erano pessimi ma avevano degli ottimi arrangiatori, mi vengono in mente i rolling stones che sono uno dei gruppi più stupidi tecnicamente sulla faccia della terra, gli ac/dc, i cure e altri mille. ma no, il simbolo dell'incapacità tecnica sono i nirvana e i pistols.

#24
autechre

autechre
  • Decay product

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Collaboratore Forumeye
  • Messaggi: : 23965

quoto, però non facciamo passare i nirvana unicamente come creature di mtv...


ma no, tranquillo

#25
Grim Reaper

Grim Reaper
  • ...and watch the weather change...

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13855

I Nirvana hanno venduto un botto, così come Madonna ha venduto un botto....così come justin bieber stà vendeno un botto.

ripeto, limitare nevermind al solo successo commerciale (oppure alla complessità tecnica) significa dare una chiave di lettura un po' ristretta della cosa...

è un disco importante per altro. come dici tu tanti dischi vendono a vagonate, ma pochi vengono ricordati 20 anni dopo...
Il punto è questo: perché è diventato un disco storico? Non per la tecnica, di questo ne siamo certi. In alcuni brani addirittura la chitarra di cobain è leggermente scordata...

Ripeto che per me il grande merito ce l'ha Butch Vig, e poi grazie ai live i Nirvana hanno rafforzato il loro status di cult band...

#26
AlexPaterson

AlexPaterson
  • Mr. Creosote

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 6233

secondo me non va inquadrato in certi termini. Cioè, è ovvio che nello stesso periodo sono usciti dischi migliori tecnicamente, ma non credo ci siano molti altri dischi "simbolo" non solo per un genere musicale, ma per una generazione intera.

Inoltre parliamo di un disco venuto dal nulla. Qualcuno qui ha detto che è stato pompato da mtv come vasco rossi. Ma è esattamente il contrario: mtv ha colto la palla al balzo, visto che ricordo bene che ai tempi della pianificazione del tour di nevermind, il gruppo scelse solo club e piccoli locali, sapendo che la promozione sarebbe stata più o meno sugli stessi livelli del disco precedente. E sono davvero pochi i casi in cui un disco venuto dal nulla raggiunge tali livelli ed entra di diritto nella storia della musica contemporanea...

Si, perchè David Geffen veniva fuori dal nulla, non aveva già lanciato artisti da Donna Summer ai Guns 'n roses.
Vatti a vedere la sua biografia su wikipedia, poi capisci perchè durante la sua carriera è riuscito a far diventar famosa anche musica di scarsa qualità.
Il fatto inoltre che Geffen Records fu venduta ad MCA proprio nel 1990 ti fa capire perchè gli artisti sotto contratto con Geffen ebbero l'impatto mediatico che ebbero durante i primi anni del decennio. Pensa a Get a Grip degli Aerosmith, disco peraltro anni luce migliore di Nevermind.
Soldi investiti. Solo quello. Si parla di 710 milioni di dollari solo per l'acquisto di Geffen Records, non oso immaginare quanto abbian speso per pubblicizzare Nevermind.
Altro che piccoli locali, gruppo sconosciuto e storie.
Senza David Geffen sarebbero rimasti nei loro garage, senza la MCA non avrebbero avuto Nevermind in cima alle classifiche.

Ci illudiamo che la qualità della musica sia un elemento importante per il successo di un gruppo, ma non è così. Il successo del rock e del pop è fondato per la stragrande maggioranza dei casi sul grande quantitativo di soldi investiti, non certo sulla qualità della musica.
David Geffen è solo un altro dei ricchi manager che hanno capito l'antifona: i teenager ascoltano musica, i teenager sono iperattivi, i teenager hanno bisogno di focalizzare le loro emozioni su qualcosa di energico. Diamogli della musica energica e facciamoci su tanti soldi, scoperanno e si drogheranno ascoltando gli album che produciamo e quando avranno 30 anni ricompreranno il remaster guardando i loro figli con una lacrima nostalgica negli occhi.

Non voglio esser polemico, ma chi parla di musica dovrebbe imparare a farlo prendendo il più possibile le distanze dalle emozioni che la musica gli / le suscita. Altrimenti non ci accorgeremo mai quanto Nevermind facesse schifo, solo perchè la prima canna ce la siam fumata ascoltando Smells like a teen spirit alla radio, nascosti nel garage, prima che papà tornasse dal lavoro.

Ma vogliamo parlare di quando eravamo teenager o vogliam parlare di musica ?

Figa, nel rock e nel pop una buona parte dei musicisti non è eccelsa tecnicamente (o perlomeno è ai livelli dei nirvana) eppure qualcosa da dire lo avevano. Mi vengono in mente i beatles che tecnicamente erano pessimi ma avevano degli ottimi arrangiatori, mi vengono in mente i rolling stones che sono uno dei gruppi più stupidi tecnicamente sulla faccia della terra, gli ac/dc, i cure e altri mille. ma no, il simbolo dell'incapacità tecnica sono i nirvana e i pistols.

Qui ti sbagli: George Martin arrangiava insieme a Lennon e Mc Cartney, non da solo.
Un conto è la tecnica pessima sui rispettivi strumenti, verità pressochè indiscutibile riguardo ai Beatles in generale. Il miglior strumentista era Harrison. Mc Cartney aveva un utilizzo del basso non certo da fenomeno dello strumento, ma sapeva usarlo in modo armonico, per far muovere le melodie che, peraltro, scriveva lui. Gli altri due eran delle capre.
Altro paio di maniche la capacità compositiva.
Un pezzo come Blackbird, Kurt Cobain si sognava di scriverlo durante la notte.
E si svegliava bagnato.

Modificata da AlexPaterson, 28 September 2011 - 07:17 PM.


#27
sergente Blink

sergente Blink
  • *EF*

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 10752

Ci illudiamo che la qualità della musica sia un elemento importante per il successo di un gruppo, ma non è così. 1 Il successo del rock e del pop è fondato per la stragrande maggioranza dei casi sul grande quantitativo di soldi investiti, non certo sulla qualità della musica.
David Geffen è solo un altro dei ricchi manager che hanno capito l'antifona: i teenager ascoltano musica, i teenager sono iperattivi, i teenager hanno bisogno di focalizzare le loro emozioni su qualcosa di energico. Diamogli della musica energica e facciamoci su tanti soldi, scoperanno e si drogheranno ascoltando gli album che produciamo e quando avranno 30 anni ricompreranno il remaster guardando i loro figli con una lacrima nostalgica negli occhi.

2 Non voglio esser polemico, ma chi parla di musica dovrebbe imparare a farlo prendendo il più possibile le distanze dalle emozioni che la musica gli / le suscita. Altrimenti non ci accorgeremo mai quanto Nevermind facesse schifo, solo perchè la prima canna ce la siam fumata ascoltando Smells like a teen spirit alla radio, nascosti nel garage, prima che papà tornasse dal lavoro.

Ma vogliamo parlare di quando eravamo teenager o vogliam parlare di musica ?


1 Il discorso vale per le meteore della musica, non sicuramente per chi l'ha segnata...la pubblicità è solo una componente che però fa parte di tutto il circo.

2 La musica è arte e come tale deve suscitare emozioni, imho non si può ridurla ad un "wow, che gran bending..."

#28
AlexPaterson

AlexPaterson
  • Mr. Creosote

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 6233

1 Il discorso vale per le meteore della musica, non sicuramente per chi l'ha segnata...la pubblicità è solo una componente che però fa parte di tutto il circo.

2 La musica è arte e come tale deve suscitare emozioni, imho non si può ridurla ad un "wow, che gran bending..."


1 Pia illusione, la realtà è che se son riusciti a produrre [Censura] e vendertela, sapranno come rivendertela.
Inoltre, non fosse morto Kurt Cobain, non staremmo a parlarne oggi.
Han solo colto la palla al balzo per vendere i cofanetti 15 anni dopo.
Grazie Kurt, il tuo mito vivrà per sempre.
Nel nostro conto in banca.

2 L'arte non è solo emozione, l'arte è idea. Più l'arte si avvicina all'idea più è arte buona. Il bending non è un'idea, il bending è una tecnica.
Kurt Cobain idee non ne aveva molte e quelle che aveva non erano buone.
Kurt Cobain aveva solo tanto dolore dentro.
Purtroppo per lui.

#29
Grim Reaper

Grim Reaper
  • ...and watch the weather change...

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13855

Altro che piccoli locali, gruppo sconosciuto e storie.

ricordo bene le foto...non era una balla. Posso anche dirti su che rivista avevo trovato l'articolo. :D

Geffen aveva già prodotto tantissima roba, era già un nome colossale...vero. Ma i nirvana sempre un gruppo semi-sconosciuto erano, girala come ti pare. Come justin bieber?Ok. Ma se butti qualche milione di dollari per la promozione di un disco justin bieber, non credo sarà in ogni caso considerato un disco di culto, no? semplicemente un disco con vendite astronomiche...ma tra 10 anni chi [Censura] se lo ricorderà?

E in ogni caso: credi che nevermind sia il disco che ha avuto la promozione più imponente della musica rock? non credo proprio. Eppure è uno dei più famosi. Di altri gruppi ultra pompati (mooolto più dei nirvana) dalle case discografiche ce ne sono a centinaia. Anche a te chiedo: quanti hanno influenzato (nel bene o nel male) generazioni intere come nevermind? Di quanti si ricorda l'anniversario dell'uscita?

Di nuovo: non è solo una questione di soldi fatti o di soldi che c'erano dietro la promozione del disco.


Ci illudiamo che la qualità della musica sia un elemento importante per il successo di un gruppo, ma non è così. Il successo del rock e del pop è fondato per la stragrande maggioranza dei casi sul grande quantitativo di soldi investiti, non certo sulla qualità della musica.

Si perfetto, vero. Ma disco di grande successo non significa disco di culto. Disco promosso con 710 milioni non significa disco di culto. Disco di grande qualità non significa disco di culto.

Ma vogliamo parlare di quando eravamo teenager o vogliam parlare di musica ?

Ecco, non lo dico per "affetto" verso quel periodo. Ai tempi dell'uscita di nevermind avevo 8 anni e facevo la terza elementare credo...l'ho ascoltato per la prima volta parecchi anni dopo, quindi non parlo per ricordi lontani...per altro all'inizio lo detestavo abbastanza.

oh, sia chiaro: io nevermind non lo inserirei nemmeno nella lista dei miei 100 (CENTO) dischi preferiti eh, ma negare che sia un disco importante è assurdo per come la vedo io.
Non parlo solo della QUALITA' del disco. Parlo dell'influenza. Non capisco come fai a negare questo, anche se ti fa schifo il disco...

poi mi dirai che sono mille i fattori che hanno influenzato questo status del disco: dalla morte di cobain, alla cultura del grunge, alla spinta di tutto il movimento garage che è uscito fuori. Ok, vero. Ma tutto questo contribuisce. Mancano le idee? Beh sì, nulla di rivoluzionario dal punto di vista musicale. Ma dal punto di vista culturale...cioè, io nevermind l'ho studiato all'università per un esame :fg:

PS: TVTB

#30
AlexPaterson

AlexPaterson
  • Mr. Creosote

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 6233
Grim, non nego che Nevermind sia uno dei 5 dischi più influenti usciti nel rock degli anni '90.
Lo è e per questo viene ricordato dopo 20 anni da gente che quegli anni non li ha vissuti.
Ma, mi ripeto, è un disco che trova nella autoreferenzialità stilistica del rock il suo maggior difetto.
Non è un disco che ha aperto a nuove sonorità, come invece potevano essere il secondo dei Mr. Bungle o Kid A, ergo è stato un disco inutile all'evoluzione del modo di far rock.
Inoltre, sei sicuro che se Cobain non si fosse suicidato staremmo ancora qui a parlarne ? Dei Nirvana colpiva più la sua personalità da psicolabile che la sua capacità compositiva. Su questo è difficile negare.
Poi oh, a uno può piacere, sapessi quanta musica inutile ascolto....
Ne riparleremo al ventennale dalla morte di Amy Winehouse, spero per justin Bieber che non si suicidi a 19 anni.




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo