Vai al contenuto

Cosa sta diventando Internet?pensieri di un utente demoralizzato


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 106 risposte

#1
Nemus_

Nemus_
  • Dread it. Run from it. Happy ending still arrives.

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 6851
Premessa: io mi ritengo una persona di cultura media. Leggo abitualmente saggistica e narrativa, lavoro nell'informatica da 10+ anni, so leggere e scrivere senza fare errori marchiani
Volevo condividere con questa board, che frequento da quasi 20 anni, una riflessione su tre episodi di cui sono stato protagonista su facebook nelle ultime settimane.
 
1
In una pagina che raccoglieva immagini e commenti nota come "Analfabeti funzionali" avevano postato una vignetta, un meme. La vignetta era molto poco chiara e io nei commenti scrissi che non riuscivo a capire cosa volesse dire. In poche ore sono stato sommerso di commenti sarcastici di utenti che mi davano dell'analfabeta a mia volta. La cosa interessante che ricordo chiaramente è che NESSUNO mi ha spiegato la vignetta
 
2
In una pagina che raccoglie e smaschera bufale su internet (Bufale.net) era apparso il fact-checking di una notizia su Greta Thumberg che dichiarava che il sovranismo è complice del cambiamento climatico (la notizia era vera). Io espressi la mia opinione dicendo che trovavo una mossa pericolosa politicizzare l'ambientalismo, che creerebbe ancora più radicalizzqzione nel pensiero degli elettori, non ero quindi d'accordo con Greta; ovviamente essendo la mia un'opinione politica mi aspettavo che ci fosse chi non era d'accordo con me. Sono stato riempito di commenti sprezzanti e dulcis in fundo si è aggiunto anche l'Admin della pagina, che mi ha invitato ad abbandonare la pagina "e portare via il mio fango". La cosa interessante qui è che la pagina dovrebbe essere politicamente agnostica, in quanto di mero fact-checking
 
3
In un gruppo di fotografi amatoriali ho inserito un annuncio in cui dicevo pressapoco "Cerco un fotografo per un evento..." La formula in quel caso era sbagliata in quanto avrei dovuto dire "Sono rimasti dei posti liberi per un evento...", e un utente me l'ha fatto gentilmente presente, se non fosse che nel frattempo altri si sono agganciati per darmi, indovinate un po'? Dell'analfabeta. Tra cui anche l'amministratore della pagina.
 
Per riassumere, tre situazioni, due domande e una opinione, stesso risultato: insulti personali senza appello.
 
Ora mi chiedo: cosa sta diventando internet? Sto iniziando a provare un sincero disgusto verso quella che una volta era una piccola oasi di tranquillità e ora sempre più pare essere un raduno di frustrati. Mi capita sempre più spesso di rinunciare a esprimere la mia opinione perché mi manda ai matti vedere travisati o iperbolizzzati i miei concetti solo per poterne poi fare carne da macello.
Tutto ciò inzia a farmi pensare seriamente che l'esperimento "internet" non stia riuscendo a superare la prova della massificazione della sua utenza.
 
Voi cosa ne pensate?

Modificata da Nemus_, 04 June 2019 - 04:47 AM.


#2
Alfo'

Alfo'
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 17608
È l arroganza della finta conoscenza. Tutti si credono più intelligenti degli altri perché grazie a internet hanno disposizione una "finta" conoscenza infinita. Finta nel senso che si pensa che basti fare una ricerca su Google per conoscere qualcosa, quando magari un altro ha studiato 10 anni per comprendere in fondo la stessa cosa.

Tipo adesso che si credono tutti dei fenomeni della ristorazione perché guardano qualche programma in TV. Qquando vai a mangiare senti solo lamentele per il servizio, la qualità degli ingredienti e bla bla bla. Lamentele da chi non sa neanche fare un piatto di pasta e non ha la minima idea di nulla ma crede di sapere tutto perché guarda borghese.

Il tutto condito da un moralismo/perbenismo culturale generale del momento storico e alimentato dal fatto che parliamo da dietro uno schermo. Questo aumenta l arroganza e il voler prevaricare sull altro.

#3
gabblo

gabblo
  • Eye Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 9074

 

Premessa: io mi ritengo una persona di cultura media. Leggo abitualmente saggistica e narrativa, lavoro nell'informatica da 10+ anni, so leggere e scrivere senza fare errori marchiani
Volevo condividere con questa board, che frequento da quasi 20 anni, una riflessione su tre episodi di cui sono stato protagonista su facebook nelle ultime settimane.
 
1
In una pagina che raccoglieva immagini e commenti nota come "Analfabeti funzionali" avevano postato una vignetta, un meme. La vignetta era molto poco chiara e io nei commenti scrissi che non riuscivo a capire cosa volesse dire. In poche ore sono stato sommerso di commenti sarcastici di utenti che mi davano dell'analfabeta a mia volta. La cosa interessante che ricordo chiaramente è che NESSUNO mi ha spiegato la vignetta
 
2
In una pagina che raccoglie e smaschera bufale su internet (Bufale.net) era apparso il fact-checking di una notizia su Greta Thumberg che dichiarava che il sovranismo è complice del cambiamento climatico (la notizia era vera). Io espressi la mia opinione dicendo che trovavo una mossa pericolosa politicizzare l'ambientalismo, che creerebbe ancora più radicalizzqzione nel pensiero degli elettori, non ero quindi d'accordo con Greta; ovviamente essendo la mia un'opinione politica mi aspettavo che ci fosse chi non era d'accordo con me. Sono stato riempito di commenti sprezzanti e dulcis in fundo si è aggiunto anche l'Admin della pagina, che mi ha invitato ad abbandonare la pagina "e portare via il mio fango". La cosa interessante qui è che la pagina dovrebbe essere politicamente agnostica, in quanto di mero fact-checking
 
3
In un gruppo di fotografi amatoriali ho inserito un annuncio in cui dicevo pressapoco "Cerco un fotografo per un evento..." La formula in quel caso era sbagliata in quanto avrei dovuto dire "Sono rimasti dei posti liberi per un evento...", e un utente me l'ha fatto gentilmente presente, se non fosse che nel frattempo altri si sono agganciati per darmi, indovinate un po'? Dell'analfabeta. Tra cui anche l'amministratore della pagina.
 
Per riassumere, tre situazioni, due domande e una opinione, stesso risultato: insulti personali senza appello.
 
Ora mi chiedo: cosa sta diventando internet? Sto iniziando a provare un sincero disgusto verso quella che una volta era una piccola oasi di tranquillità e ora sempre più pare essere un raduno di frustrati. Mi capita sempre più spesso di rinunciare a esprimere la mia opinione perché mi manda ai matti vedere travisati o iperbolizzzati i miei concetti solo per poterne poi fare carne da macello.
Tutto ciò inzia a farmi pensare seriamente che l'esperimento "internet" non stia riuscendo a superare la prova della massificazione della sua utenza.
 
Voi cosa ne pensate?

 

Mi stupisce più che altro che trovassi in internet un'oasi di tranquillità, da che esistono i commenti alle notizie ed i social è un continuo di situazioni analoghe a quelle che hai descritto.

 

Per come la vedo io oltretutto, questa massa di frustrati della rete è fomentata e facilmente manipolata a livello politico, basta loro un'immagine per farli scattare e gridare allo scandalo, ecco perché non ritengo che il fenomeno si potrà attenuare in futuro.

 

L'unico sistema sarebbe avere un'identità digitale pari a quella reale, ma sappiamo che è utopia.



#4
Genocide

Genocide
  • RIP Nonno Stan

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 114405

 

Premessa: io mi ritengo una persona di cultura media. Leggo abitualmente saggistica e narrativa, lavoro nell'informatica da 10+ anni, so leggere e scrivere senza fare errori marchiani
Volevo condividere con questa board, che frequento da quasi 20 anni, una riflessione su tre episodi di cui sono stato protagonista su facebook nelle ultime settimane.
 
1
In una pagina che raccoglieva immagini e commenti nota come "Analfabeti funzionali" avevano postato una vignetta, un meme. La vignetta era molto poco chiara e io nei commenti scrissi che non riuscivo a capire cosa volesse dire. In poche ore sono stato sommerso di commenti sarcastici di utenti che mi davano dell'analfabeta a mia volta. La cosa interessante che ricordo chiaramente è che NESSUNO mi ha spiegato la vignetta
 
2
In una pagina che raccoglie e smaschera bufale su internet (Bufale.net) era apparso il fact-checking di una notizia su Greta Thumberg che dichiarava che il sovranismo è complice del cambiamento climatico (la notizia era vera). Io espressi la mia opinione dicendo che trovavo una mossa pericolosa politicizzare l'ambientalismo, che creerebbe ancora più radicalizzqzione nel pensiero degli elettori, non ero quindi d'accordo con Greta; ovviamente essendo la mia un'opinione politica mi aspettavo che ci fosse chi non era d'accordo con me. Sono stato riempito di commenti sprezzanti e dulcis in fundo si è aggiunto anche l'Admin della pagina, che mi ha invitato ad abbandonare la pagina "e portare via il mio fango". La cosa interessante qui è che la pagina dovrebbe essere politicamente agnostica, in quanto di mero fact-checking
 
3
In un gruppo di fotografi amatoriali ho inserito un annuncio in cui dicevo pressapoco "Cerco un fotografo per un evento..." La formula in quel caso era sbagliata in quanto avrei dovuto dire "Sono rimasti dei posti liberi per un evento...", e un utente me l'ha fatto gentilmente presente, se non fosse che nel frattempo altri si sono agganciati per darmi, indovinate un po'? Dell'analfabeta. Tra cui anche l'amministratore della pagina.
 
Per riassumere, tre situazioni, due domande e una opinione, stesso risultato: insulti personali senza appello.
 
Ora mi chiedo: cosa sta diventando internet? Sto iniziando a provare un sincero disgusto verso quella che una volta era una piccola oasi di tranquillità e ora sempre più pare essere un raduno di frustrati. Mi capita sempre più spesso di rinunciare a esprimere la mia opinione perché mi manda ai matti vedere travisati o iperbolizzzati i miei concetti solo per poterne poi fare carne da macello.
Tutto ciò inzia a farmi pensare seriamente che l'esperimento "internet" non stia riuscendo a superare la prova della massificazione della sua utenza.
 
Voi cosa ne pensate?

 

 

Nulla di nuovo rispetto a ciò che è sempre stato.

 

Alla fine il web avvicina le persone permettendo di parlare con gente di cui non te ne frega nulla, quindi è normale che ci siano meno freni inibitori.

 

Capitano queste cose.

 

Io in una pagina fb atta ad evidenziare le dissonanze del popolo 5 stelle (mettiamola così) mi son trovato ad essere attaccato solo perchè facevo notare che stavano esagerando con talune esternazioni (e sono l'ultimo a voler difendere il grillino medio, anzi). Mi sono arrivate tipologie di offese e commenti della stessa caratura delle persone che attaccavano quotidianamente. Ho fatto presente la cosa, mi son fatto una risata e ho tolto il segui alla pagina.

Amen.

 

Cioè a conti fatti che ti frega se pippo89 ti dà dell'analfabeta?

 

Indubbiamente c'è un aumento di queste situazioni ma solo perchè ci son più persone su internet rispetto a 10 anni fa. Oggi chiunque abbia un telefonino lo trovi su internet


Modificata da Genocide, 04 June 2019 - 08:18 AM.


#5
Obi-Wan

Obi-Wan
  • Nelle vittorie come nelle sconfitte, Roger forever!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 32882

Fortunatamente gli anni di moderazione su Forumeye nel periodo caldo PS2vsXbox e PS3vsX360 sono stati un'esperienza formativa notevole sia dal punto dell'utilizzo della parola scritta sia dal punto di vista della comprensione di chi è dall'altra parte dello schermo e quindi riuscire ad adattarsi di volta in volta e a capire come comportarsi.

Personalmente quando commento qualche cosa di "serio" che sia politica, economia, scienza, tecnologia ecc. sono sempre molto "argomentativo", discretamente prolisso oltre ad utilizzare un linguaggio articolato ma "polite"...questo fondamentalmente fa sì che un post lungo sia già automaticamente ignorato dall'utenza media che si esprime a slogan e alla fine sono sempre pochi quelli che decidono di rispondere alle varie argomentazioni. I "napalm51" che magari ti insultano manco li considero.



#6
Xmaster

Xmaster
  • Eye Terminator

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8375
Io purtroppo la vedo in modo molto più cinico. Internet permette alle persone di mostrarsi per quello che sono senza la maschera dell apparenza che la gente quotidianamente indossa nel mondo reale. È un fenomeno che si può notare anche quando si è nel traffico, per un qualche motivo si pensa che protetti da una scatola di metallo si possa impunemente sfanculare chiunque, pedoni, ciclisti e altri automobilisti come se non potessero vederci o farci nulla (anche se ogni tanto qualcuno capisce che non funziona proprio cosi quando trova quello con la giornata guasta che lo tira fuori dal finestrino).
Internet fa la stessa cosa, ci spoglia delle apparenze semplicemente perché non rischiamo un pugno nel naso, non rischiamo il posto di lavoro, crediamo di non rischiare nulla di nulla e non abbiamo nemmeno empatia per chi c è dall altra parte, tanto non sappiamo nemmeno che faccia può avere. Caso mai per qualcuno è anche una valvola di sfogo, magari per quelli che a lavoro non possono mai alzare la testa e passano la vita a dire sissignore, ecco che su internet possono essere loro a maltrattare qualcuno.
Io non ripongo grandi speranze nella massa, credo purtroppo che un gran numero di persone siano proprio come le troviamo su internet, stronz1 , frustrati, ignoranti e cafoni solo che quando li incontri per strada sono anche falsi perché non vogliono fartelo vedere. Per fortuna ci sono anche delle ottime persone solo che sono più rare e bisogna avere la fortuna di incrociarle.
Aggiungerei anche che è proprio per questo che reputo fb un esperimento sociale che ha tristemente rivelato la pochezza di contenuti di buona parte del genere umano. O perlomeno quei 4/500 contatti che ho io. Gente che straccia le balle frignando dei suoi problemi, gente che mette foto anche mentre è in cesso a defecare, gente che mostra ogni cosa che mangia o ogni spostamento che fa, gente che dice banalità e vive in un luogo comune e poi gente che aggredisce tutto e tutti per dimostrare a se stesso di essere il detentore della verità. Per me fb si può tranquillamente gettare nella differenziata come buona parte del genere umano

Modificata da Xmaster, 04 June 2019 - 09:41 AM.


#7
- Luke -

- Luke -
  • Redwood Original

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 32976
Imho è un problema facilmente risolvibile: basta togliere i like ai post da facebook.
 
La gente in genere posta insulti, sbeffeggi, battutine sceme e commenti da troll per beccarsi i big like dalla community X o Y, scalare la classifica di visualizzazione dei post e magari sperare di finire su Commenti Memorabili e pagine simili.
 
Aggiungici pure la quintalata di fake account che trollano in libertà su fb protetti dall'anonimato e la frittata è servita.


#8
Xmaster

Xmaster
  • Eye Terminator

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8375

Imho è un problema facilmente risolvibile: basta togliere i like ai post da facebook.
 
La gente in genere posta insulti, sbeffeggi, battutine sceme e commenti da troll per beccarsi i big like dalla community X o Y, scalare la classifica di visualizzazione dei post e magari sperare di finire su Commenti Memorabili e pagine simili.
 
Aggiungici pure la quintalata di fake account che trollano in libertà su fb protetti dall'anonimato e la frittata è servita.


XD commenti memorabili è stato l apice dello schifo. Ci sono i primi 4o 5 commenti che un sorriso te lo strappano fatti da gente effettivamente brillante e poi sotto vedo i commenti da qualche mio contatto che imperterrito prova a dire qualcosa di divertente ma in realtà scrivono solo banalità imbarazzanti. È una brutta cosa credere di essere simpatici e non accorgersi che la verità è molto distante. Bisognerebbe tentare di essere più obbiettivi con se stessi.

Modificata da Xmaster, 04 June 2019 - 10:39 AM.


#9
Ryu13

Ryu13
  • pago a merce arrivata,ma i vostri soldi li avrete!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 14667

Mi stupisce più che altro che trovassi in internet un'oasi di tranquillità, da che esistono i commenti alle notizie ed i social è un continuo di situazioni analoghe a quelle che hai descritto.
 
Per come la vedo io oltretutto, questa massa di frustrati della rete è fomentata e facilmente manipolata a livello politico, basta loro un'immagine per farli scattare e gridare allo scandalo, ecco perché non ritengo che il fenomeno si potrà attenuare in futuro.
 
L'unico sistema sarebbe avere un'identità digitale pari a quella reale, ma sappiamo che è utopia.

Esatto.
Io è da quando ho iniziato a scrivere nei forum che ho trovato gente che fa commenti abbastanza inutili fini e se stesso,che prende in giro,che giudica,che deve dire assolutamente quello che le frulla in testa senza filtri perchè non sia mai (se scrivessi io quello che penso nei forums senza in minimo di filtro e buon senso sarei bannato in 10 secondi).
È sempre stato così fin dall'inizio.
Ora semplicemente le piattaforme social sono aumentate (facebook,instagram,ecc) e la gente puó scrivere piu di frequente grazie allo smartphone (una volta per commentare sul forum l'unica era accendere il buon pc che peró non era con te h24..).
Il punto è che la gente ha sempre il vizio di esprimere la propria opinione e dire 'la sua' sempre e comunque,anche se poi non si ha nulla da dire.
'Emblematico' è quando su Amazon si chiede qualcosa su un prodotto.
Non so a voi,ma a me è capitato spesso di ricevere la classica risposta 'non saprei'.
Ma se non sai non rispondere


Io purtroppo la vedo in modo molto più cinico. Internet permette alle persone di mostrarsi per quello che sono senza la maschera dell apparenza che la gente quotidianamente indossa nel mondo reale. È un fenomeno che si può notare anche quando si è nel traffico, per un qualche motivo si pensa che protetti da una scatola di metallo si possa impunemente sfanculare chiunque, pedoni, ciclisti e altri automobilisti come se non potessero vederci o farci nulla (anche se ogni tanto qualcuno capisce che non funziona proprio cosi quando trova quello con la giornata guasta che lo tira fuori dal finestrino).
Internet fa la stessa cosa, ci spoglia delle apparenze semplicemente perché non rischiamo un pugno nel naso, non rischiamo il posto di lavoro, crediamo di non rischiare nulla di nulla e non abbiamo nemmeno empatia per chi c è dall altra parte, tanto non sappiamo nemmeno che faccia può avere. Caso mai per qualcuno è anche una valvola di sfogo, magari per quelli che a lavoro non possono mai alzare la testa e passano la vita a dire sissignore, ecco che su internet possono essere loro a maltrattare qualcuno.
Io non ripongo grandi speranze nella massa, credo purtroppo che un gran numero di persone siano proprio come le troviamo su internet, stronz1 , frustrati, ignoranti e cafoni solo che quando li incontri per strada sono anche falsi perché non vogliono fartelo vedere. Per fortuna ci sono anche delle ottime persone solo che sono più rare e bisogna avere la fortuna di incrociarle.
Aggiungerei anche che è proprio per questo che reputo fb un esperimento sociale che ha tristemente rivelato la pochezza di contenuti di buona parte del genere umano. O perlomeno quei 4/500 contatti che ho io. Gente che straccia le balle frignando dei suoi problemi, gente che mette foto anche mentre è in cesso a defecare, gente che mostra ogni cosa che mangia o ogni spostamento che fa, gente che dice banalità e vive in un luogo comune e poi gente che aggredisce tutto e tutti per dimostrare a se stesso di essere il detentore della verità. Per me fb si può tranquillamente gettare nella differenziata come buona parte del genere umano

Triste da dire ma quello di dici è verissimo anche secondo me.
Ho conosciuto anche io amici che su internet ti scrivono gli sfottó peggiori,sono pesanti,ecc e poi dal vivo fanno vedere che sono tutt'altro tipo di persona incolpando i social ('ma quella mica è la vita reale'),come dire che nei social tutto è concesso..ma anche no.

Modificata da Ryu13, 04 June 2019 - 10:57 AM.


#10
skizzo_85

skizzo_85
  • Utente Vintage

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 25036
La questione per me (e perdonatemi se sono così puzzettino) è la diffusione alla totalità della popolazione di un posto estremamente semplice su internet, i social, e di uno strumento estremamente semplice per andarci, gli smartphone.

Dieci anni fa, non cento, facebook era agli albori e gli altri social ancora in fase embrionale, gli abbonamenti per mobile con pacchetti dati erano scarsi e molto costosi, diciamo che anche i dispositivi fino al 2011/2012 (iPhone 4 e Samsung GS2 come riferimento) erano rudimentali.

Vuol dire che prima dovevi essere una persona che:
-possedeva un computer
-sapeva utilizzarlo
-aveva l'intenzione di andare su internet

In questo modo, e non nascondiamoci dietro un dito, tagliavi fuori una grossissima fetta della popolazione, verso il basso.
Ora con uno smartphone da 100 euro e 7 euro al mese è internet che ti viene a cercare.
E via di gente che non ha mai scritto una mail nella sua vita a mandare i buongiornissimo kaffeh.

#11
Xmaster

Xmaster
  • Eye Terminator

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8375

La questione per me (e perdonatemi se sono così puzzettino) è la diffusione alla totalità della popolazione di un posto estremamente semplice su internet, i social, e di uno strumento estremamente semplice per andarci, gli smartphone.

Dieci anni fa, non cento, facebook era agli albori e gli altri social ancora in fase embrionale, gli abbonamenti per mobile con pacchetti dati erano scarsi e molto costosi, diciamo che anche i dispositivi fino al 2011/2012 (iPhone 4 e Samsung GS2 come riferimento) erano rudimentali.

Vuol dire che prima dovevi essere una persona che:
-possedeva un computer
-sapeva utilizzarlo
-aveva l'intenzione di andare su internet

In questo modo, e non nascondiamoci dietro un dito, tagliavi fuori una grossissima fetta della popolazione, verso il basso.
Ora con uno smartphone da 100 euro e 7 euro al mese è internet che ti viene a cercare.
E via di gente che non ha mai scritto una mail nella sua vita a mandare i buongiornissimo kaffeh.



A me onestamente è servito per farmi un idea più precisa del livello della società. Mi rendo conto che sovrastimavo di tanto la massa. Poi a togliermi ogni dubbio ci ha pensato il mio lavoro. Passate 10 anni dietro un banco come commesso e poi guarderete il mondo con altri occhi. Altro che fb la reata' è di gran lunga peggiore. Ci sono giorni che mi chiedo : ma questo come fa a vivere ad avere un lavoro e a stare al mondo? C è gente che dire analfabeta è poco.

#12
skizzo_85

skizzo_85
  • Utente Vintage

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 25036


A me onestamente è servito per farmi un idea più precisa del livello della società. Mi rendo conto che sovrastimavo di tanto la massa. Poi a togliermi ogni dubbio ci ha pensato il mio lavoro. Passate 10 anni dietro un banco come commesso e poi guarderete il mondo con altri occhi. Altro che fb la reata' è di gran lunga peggiore. Ci sono giorni che mi chiedo : ma questo come fa a vivere ad avere un lavoro e a stare al mondo? C è gente che dire analfabeta è poco.


That's my boy.

#13
Solid Sn@ke

Solid Sn@ke
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 1150

Esatto.
Io è da quando ho iniziato a scrivere nei forum che ho trovato gente che fa commenti abbastanza inutili fini e se stesso,che prende in giro,che giudica,che deve dire assolutamente quello che le frulla in testa senza filtri perchè non sia mai (se scrivessi io quello che penso nei forums senza in minimo di filtro e buon senso sarei bannato in 10 secondi).
È sempre stato così fin dall'inizio.
Ora semplicemente le piattaforme social sono aumentate (facebook,instagram,ecc) e la gente puó scrivere piu di frequente grazie allo smartphone (una volta per commentare sul forum l'unica era accendere il buon pc che peró non era con te h24..).
Il punto è che la gente ha sempre il vizio di esprimere la propria opinione e dire 'la sua' sempre e comunque,anche se poi non si ha nulla da dire.
'Emblematico' è quando su Amazon si chiede qualcosa su un prodotto.
Non so a voi,ma a me è capitato spesso di ricevere la classica risposta 'non saprei'.
Ma se non sai non rispondere


Triste da dire ma quello di dici è verissimo anche secondo me.
Ho conosciuto anche io amici che su internet ti scrivono gli sfottó peggiori,sono pesanti,ecc e poi dal vivo fanno vedere che sono tutt'altro tipo di persona incolpando i social ('ma quella mica è la vita reale'),come dire che nei social tutto è concesso..ma anche no.


Sono sul web da quando ero bambino (99/2000, non ricordo precisamente) e posso confermare che è sempre stato così, solo che dal 2008 circa, l'anno del boom di facebook, con l'avvento di milioni (poi miliardi) di persone la cosa si è moltiplicata all'infinito.

Comunque il problema maggiore per me non è questo ma il fatto che internet sia diventato un'estensione della socialità nel peggior modo possibile, ovvero nell'apparire/ostentare, ciò prima era confinato al gruppo di amici/quartiere/ambiente scolastico o lavorativo, ora invece grazie prima a facebook e poi instagram tutti devono ostentare la propria (finta) felicità e la loro presunta bellezza/figaggine a più persone possibili, rendendo di fatto anche internet un oasi di falsità dove lottare per far vedere di essere (sentirsi) superiore agli altri ed è questa la vera disgrazia. Almeno prima la stramaggioranza della gente usava internet per sparare cavolate, rilassarsi o divertirsi un po, adesso invece sono tutti come quelli che facevano i buffoni coi motorini per strada, si vantavano di presunti rimorchi mai avvenuti, dei viaggi qua e la, delle scarpe e i vestiti firmati, del nuovo aberrante cellulare di quelli che si aprivano, ecc.

In pratica se internet prima era un posto dove avere un angolo di pace o libertà, adesso è l'opposto, visto che dopo aver finto tot. ore al giorno fuori casa (in cui comunque la maggior parte è sui social con lo smartphone), torni e devi continuare la farsa, mentre stai mangiando con la forchetta in una mano e con l'altra lo smartphone, non puoi riposarti mai. Che schifezza.

#14
Adalgrim

Adalgrim
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 31414
Prima degli smartphone e dei social Internet era molto più fico, questo è un fatto inopinabile, cera anche la netiquette... pazzesco!!!
Il problema fondamentalmente è che ce troppa gente.

#15
Ryu13

Ryu13
  • pago a merce arrivata,ma i vostri soldi li avrete!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 14667
Comunque a me pare evidente che gli 'haters' sul web e nella vita reale sono persone insoddisfatte della propria vita e che godono delle disgrazie altrui e a ferire il prossimo.




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo