Vai al contenuto

Us [Topic Ufficiale]Il nuovo film di Jordan Peele


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 40 risposte

#31
UomoDiMare

UomoDiMare
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1966

l'industria è appunto formata da industrie che vogliono fare soldi, se ad un certo punto si accorgono che la massa va lo stesso al film pure producendo prodotti mediocri, continua a sfornare prodotti mediocri e narcotizzare la gente. 

 

La saga conjuring è oggettivamente un prodotto creato con tutti i crismi, ma essendo un prodotto moderno deve attenersi ahimé ai canoni moderni e infatti ho detto che contiene scene ridicole e lungaggini inutili, diciamo che è il male peggiore tra tanti mali, di certo superiore ad altri che sono inguardabili proprio.

 

L'esorcista all'epoca mandava la gente in ospedale, oggi ovviamente no, tutto un altro mondo (erano i primi anni 70, non si era mai visto niente del genere prima)

ma, a parte contaminazioni in digitale onestamente inutili, quel film fa paura per l'atmosfera che sa creare e sopratutto nei momenti senza Regan a schermo, questo è il piu alto pregio del film, che molti cineasti evidentemente non vogliono capire o seguire, perché oggi, come ho gia detto, deve essere tutto ipercinetico (a partire dai trailer) altrimenti il teenager brufoloso moderno con la fissa per i videogiochi, la gente in calzamaglia e la tecnologia,  (il principale target) non va al cinema per vedere gente che parla parla parla parla e non si vede ancora una faccia demoniaca o gente che cammina sui muri.

 

ma lungi da me criticare il film da un trailer, ho gia detto che sto criticando il trailer in se.

Get Out non l'ho visto poi, quindi non sto criticando il regista in partenza. 

Se poi c'è il metaforone alla base tanto meglio, ma un trailer cosi ipercinetico, come è gia stato detto, sembra un film comico, con supereroi ragazzini, guarda il trailer immaginando che ognuno di loro abbia un mantello e vedrai....

 

 

Ok, ma è ovvio che l'industria voglia un tornaconto economico per i film che vengono prodotti, non parliamo di associazioni di filantropi e bisogna campare. Il problema, a questo punto, è il pubblico che fa guadagnare un solo tipo di film o l'industria che raccoglie questo dato e agisce di conseguenza? Secondo me sia il pubblico che le produzioni hanno le loro colpe, ma propenderei per attribuire più colpe al primo. 

Riprendendo il discorso dei trailer, che colpa ne ha chi monta il trailer se il grande pubblico risponde positivamente a quella pubblicità? 

 

L'Esorcista come hai già scritto tu è stato girato in tempi molto diversi da quelli odierni, non ha troppo senso far paragoni sulla capacità di spaventare per un film del '73 rispetto ad un film odierno. Ricordiamoci che un anno dopo L'Esorcista usciva al cinema Terremoto di Robson che fece letteralmente tremare intere sale e terrorizzare parecchi spettatori del tempo, eppure, nonostante il pubblico si sia spaventato lo stesso, parliamo di un film che non ha avuto nemmeno un quarto dell'impatto del film di Friedkin. Questo perché come dicevo non è il fatto di inquietare, creare angoscia, paura o non far dormire la notte che poi determina l'importanza di un film horror. 

Non concordo per nulla su The Conjuring che oltre a non avere nessun crisma, è un film studiato a tavolino rigurgitando un decennio e passa di cinema horror commerciale. Ma poi dire che si sia dovuto adattare ai canoni moderni non ha il minimo senso... Chi gliel'ha detto? Non si può criticare il calo di qualità dell'horror medio moderno e poi prendere questa sagucola da quattro soldi come esempio di horror "con tutti i crismi". 


Modificata da UomoDiMare, 28 December 2018 - 02:35 PM.


#32
Quilty

Quilty
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3029

No, perché se l'Esorcista fa paura ancora oggi e fa paura, significa che quel modo di fare cinema ancora oggi funzionerebbe.

 

La verità è che ci hanno abituati (o meglio ci siam fatti narcotizzare noi) dalla roba ipercinetica moderna e crediamo che questa sia roba interessante.

 

Non sto dicendo che non sono usciti ottimi horror, per esempio ci sono i 2 Conjuring che si prendono il loro tempi, sopratutto il 2 con quella bella storia d'amore tra i 2 coniugi e l'ottima recitazione dei ragazzini e della loro madre, sebbene ci siano lungaggini assurde, tempi un po morti prima del telefonatissimo spavento e robaccia inguardabile e ridicola tipo l'uomo magro. 

 

Ma io sono d'accordo con te, quasi su tutto. I danni dello "stile MTV" non possono essere sottovalutati, perché ci sono interi film girati in quel modo (mi viene in mente subito il remake di 13 Ghosts, ma anche alcuni episodi di Saw sono un ammasso, alla lunga insopportabile, di flash, zoomate, inquadrature sghembe e montaggio impazzito).

Il trailer di Us, però, mi piace lo stesso, perché oltre alla confezione ormai standard per i trailer, mi è parso di vederci un'idea, uno spunto, qualche immagine interessante. Magari sono stato influenzato dal fatto di aver visto e apprezzato Get Out... Ecco, forse la cosa migliore è consigliarti di vederlo, non ti spaventerà a morte ma potrà darti un'idea di cosa aspettarsi - nella migliore delle ipotesi - da questa opera seconda.



#33
Solidino

Solidino
  • MGS4 cacca e Kojima una sla.

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 34358

Questo perché come dicevo non è il fatto di inquietare, creare angoscia, paura o non far dormire la notte che poi determina l'importanza di un film horror. 

 

Non concordo per nulla su The Conjuring che oltre a non avere nessun crisma, è un film studiato a tavolino rigurgitando un decennio e passa di cinema horror commerciale. Ma poi dire che si sia dovuto adattare ai canoni moderni non ha il minimo senso... Chi gliel'ha detto? Non si può criticare il calo di qualità dell'horror medio moderno e poi prendere questa sagucola da quattro soldi come esempio di horror "con tutti i crismi". 

E cos'è che ne determina l'importanza in un film horror?  

 

Conjuring 2 l'hai visto? E' decisamente superiore in fatto di creazione atmosfera e ha ottimi dialoghi e una trama che ti prende, ma sopratutto il rapporto dei 2 attori è qualcosa di fenomenale, si viene letteralmente trasportati dalla loro storia.

 

 

 

Ma io sono d'accordo con te, quasi su tutto. I danni dello "stile MTV" non possono essere sottovalutati, perché ci sono interi film girati in quel modo (mi viene in mente subito il remake di 13 Ghosts, ma anche alcuni episodi di Saw sono un ammasso, alla lunga insopportabile, di flash, zoomate, inquadrature sghembe e montaggio impazzito).

Il trailer di Us, però, mi piace lo stesso, perché oltre alla confezione ormai standard per i trailer, mi è parso di vederci un'idea, uno spunto, qualche immagine interessante. Magari sono stato influenzato dal fatto di aver visto e apprezzato Get Out... Ecco, forse la cosa migliore è consigliarti di vederlo, non ti spaventerà a morte ma potrà darti un'idea di cosa aspettarsi - nella migliore delle ipotesi - da questa opera seconda.

se mi dici cosi mi alzi l'hype, mi aspetto il metaforone stile Cold Rock eh!! 

 

Insomma mi aspetto il plot twist che

Spoiler

 

ma che non sia una roba come quella di The Visit per carità eh!!! XD


Modificata da Solidino, 28 December 2018 - 02:50 PM.


#34
Quilty

Quilty
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3029

 

se mi dici cosi mi alzi l'hype, mi aspetto il metaforone stile Cold Rock eh!! 

 

Insomma mi aspetto il plot twist che

Spoiler

 

ma che non sia una roba come quella di The Visit per carità eh!!! XD

 

 

Magari il problema sta proprio qui: partire con aspettative eccessive, o con aspettative troppo precise. Bisognerebbe approcciarsi ai film con interesse, curiosità, ma anche apertura. E' proprio perché tutti si aspettavano il plot twist che Shyamalan ha cominciato ad infilarli quasi a forza nei suoi film, con esiti sempre meno convincenti.

 

Get Out è satirico, non a caso il paragone che ho letto più spesso non è con qualche classico horror, ma con il glorioso Indovina Chi Viene A Cena? Difficile dire se possa essere di tuo gradimento, ma (e questo vale per tutti gli utenti e per tutti i film) abbiamo speso per parlarne più tempo di quello che sarebbe stato necessario per vederlo.



#35
UomoDiMare

UomoDiMare
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1966

 

E cos'è che ne determina l'importanza in un film horror?  

 

Conjuring 2 l'hai visto? E' decisamente superiore in fatto di creazione atmosfera e ha ottimi dialoghi e una trama che ti prende, ma sopratutto il rapporto dei 2 attori è qualcosa di fenomenale, si viene letteralmente trasportati dalla loro storia.

 

 

 

 

Di meriti ce ne possono essere tanti, uno dei quali, forse quello che determina di più l'importanza del film, è la capacità di declinare temi sociali utilizzando la grammatica del genere horror. Oppure potrebbero essere importanti per il modo in cui mettono in discussione l'aspetto formale del cinema horror, la saga di Scream ad esempio credo che non abbia spaventato nessuno vista anche l'alta dose di black humor, l'intento autoreferenziale e satirico, eppure ha avuto un'importanza enorme per il genere slasher (tant'è che dopo il primo Scream si inizia a parlare di neoslasher).  

Se l'importanza di un horror fosse determinata dalla semplice capacità di spaventare, sarebbe impossibile determinare perfino gli esponenti migliori del genere, visto che sensazioni come ansia e terrore dipendono in primo luogo da quanto lo spettatore è sensibile a quello che viene mostrato su schermo. 

 

I The Conjuring li ho visti entrambi compresi gli spin-off dei due Annabelle e il recente disastro di The Nun e credo che tutti, compreso The Conjuring 2, soffrano della struttura con jumpscare a tavolino messi in loop di cui ti lamentavi prima (e che credo siamo tutti d'accordo nel definire come pietosa), la sceneggiatura non è nemmeno una variante su tema rispetto a tutto il filone di horror commerciali sulle possessioni post-Amityville Horror, i meriti sono più pubblicitari che cinematografici. Nella storia della coppia protagonista non ci ho visto nulla di coinvolgente, i personaggi sono scritti a tavolino come i jumpscare e non basta provare la carta dell'alchimia di coppia per correggere la piattezza di due personaggi che non hanno nulla da dire (se non improvvisare una cover di Elvis?). Visto che hai preso più volte L'Esorcista di Friedkin come metro di paragone per tutto il genere horror, pensa a quanto in quest'ultimo la figura dell'esorcista sia delineata con molta più profondità, mettendone in luce il tormento interiore, lo sconforto, la paura e infine il coraggio... In The Conjuring questo lavoro sui personaggi non c'è e penso sia sotto gli occhi di chiunque abbia visto entrambi i film. 

Se poi consideriamo che The Conjuring forse più di Insidious sta contaminando l'horror "mainstream" con elementi seriali maturati da tutt'altre forme di cinema... Davvero non capisco come fai a sconfortarti per l'horror moderno fatto di jumpscare scontati a manetta e produzioni in blocco per poi elogiare quello che è forse l'esponente più grande di tutto ciò! 



#36
Solidino

Solidino
  • MGS4 cacca e Kojima una sla.

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 34358

 

 

 

Di meriti ce ne possono essere tanti, uno dei quali, forse quello che determina di più l'importanza del film, è la capacità di declinare temi sociali utilizzando la grammatica del genere horror. Oppure potrebbero essere importanti per il modo in cui mettono in discussione l'aspetto formale del cinema horror, la saga di Scream ad esempio credo che non abbia spaventato nessuno vista anche l'alta dose di black humor, l'intento autoreferenziale e satirico, eppure ha avuto un'importanza enorme per il genere slasher (tant'è che dopo il primo Scream si inizia a parlare di neoslasher).  

Se l'importanza di un horror fosse determinata dalla semplice capacità di spaventare, sarebbe impossibile determinare perfino gli esponenti migliori del genere, visto che sensazioni come ansia e terrore dipendono in primo luogo da quanto lo spettatore è sensibile a quello che viene mostrato su schermo. 

 

I The Conjuring li ho visti entrambi compresi gli spin-off dei due Annabelle e il recente disastro di The Nun e credo che tutti, compreso The Conjuring 2, soffrano della struttura con jumpscare a tavolino messi in loop di cui ti lamentavi prima (e che credo siamo tutti d'accordo nel definire come pietosa), la sceneggiatura non è nemmeno una variante su tema rispetto a tutto il filone di horror commerciali sulle possessioni post-Amityville Horror, i meriti sono più pubblicitari che cinematografici. Nella storia della coppia protagonista non ci ho visto nulla di coinvolgente, i personaggi sono scritti a tavolino come i jumpscare e non basta provare la carta dell'alchimia di coppia per correggere la piattezza di due personaggi che non hanno nulla da dire (se non improvvisare una cover di Elvis?). Visto che hai preso più volte L'Esorcista di Friedkin come metro di paragone per tutto il genere horror, pensa a quanto in quest'ultimo la figura dell'esorcista sia delineata con molta più profondità, mettendone in luce il tormento interiore, lo sconforto, la paura e infine il coraggio... In The Conjuring questo lavoro sui personaggi non c'è e penso sia sotto gli occhi di chiunque abbia visto entrambi i film. 

Se poi consideriamo che The Conjuring forse più di Insidious sta contaminando l'horror "mainstream" con elementi seriali maturati da tutt'altre forme di cinema... Davvero non capisco come fai a sconfortarti per l'horror moderno fatto di jumpscare scontati a manetta e produzioni in blocco per poi elogiare quello che è forse l'esponente più grande di tutto ciò! 

un horror che non inquieti, o ti metta tensione o piu semplicemente paura, non è un film horror è qualcos'altro ceh vuole fare altro.

 

Scream era altamente metacinema, neanche è classificabile come genere horror, come funny games, sono esperimenti cinematografici pienamente riusciti.

 

Ovvio che se cominci a crescere le cose cambiano (gusti e sensibilità) e cio che ti faceva paura prima non ti fa piu paura oggi, ma non mi verrai mica a dire che un ragazzino di 12 anni non sarebbe impaurito da l'esorcista perché il film ha 40 anni sulle spalle? 

 

Reagisci all'horror in base all'età che ti ritrovi, ma un film che sà spaventare, saprà sempre spaventare, come un libro bello di 100 anni fa, sarà sempre bello. 

 

Se dopo la visione di un horror mi alzo col sorrisino compiaciuto dalla trama metacinema o da altre esperienze del gnere, senza aver avuto addosso la strizza, il film ha fallito come horror.

 

Ti do perfettamente ragione su Conjuring, ma ha ben altri pregi al suo interno e a fine film senti di aver visto qualcosa che ne è valsa la pena guardare.

Il film FA paura e non poca, questo basta e avanza.



#37
UomoDiMare

UomoDiMare
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1966

un horror che non inquieti, o ti metta tensione o piu semplicemente paura, non è un film horror è qualcos'altro ceh vuole fare altro.

 

Scream era altamente metacinema, neanche è classificabile come genere horror, come funny games, sono esperimenti cinematografici pienamente riusciti.

 

Ovvio che se cominci a crescere le cose cambiano (gusti e sensibilità) e cio che ti faceva paura prima non ti fa piu paura oggi, ma non mi verrai mica a dire che un ragazzino di 12 anni non sarebbe impaurito da l'esorcista perché il film ha 40 anni sulle spalle? 

 

Reagisci all'horror in base all'età che ti ritrovi, ma un film che sà spaventare, saprà sempre spaventare, come un libro bello di 100 anni fa, sarà sempre bello. 

 

Se dopo la visione di un horror mi alzo col sorrisino compiaciuto dalla trama metacinema o da altre esperienze del gnere, senza aver avuto addosso la strizza, il film ha fallito come horror.

 

Ti do perfettamente ragione su Conjuring, ma ha ben altri pregi al suo interno e a fine film senti di aver visto qualcosa che ne è valsa la pena guardare.

Il film FA paura e non poca, questo basta e avanza.

 

 

Io in The Conjuring 1/2 ci vedo la stessa struttura del film horror medio, quindi non capisco come possa fare più paura rispetto a tutti gli altri film commerciali simili che sono usciti negli ultimi anni, prima di tutto perché le scene non sono per nulla forti oltre a giocare sempre con jumpscare telefonatissimi, che ormai conosciamo a memoria. Insomma il modo di fare horror è quello lì, se vuoi spiegarmi in cosa sia più spaventoso leggerò volentieri. Ma comunque, lasciando stare se facciano paura o meno, cosa che per me non è fondamentale, è un film con una trama vista e rivista e che non ti lascia nulla di cui parlare a fine visione.

In entrambi i film questa coppia di esorcisti sembrano i supereroi di turno che combattono i demoni in nome di Dio, che è l'unica fonte di salvezza certa contro le altrettanto certe marachelle del diavolo. Insomma non si mette mai in discussione nulla, di certo non mi ricorderò dei jumpscare fatti male né mi darà da riflettere una storia su una coppia che non mi ha detto nulla se non che il diavolo si impossessa della gente e va combattuto predicando Dio come salvatore della nostra anima. Non dico che pretendessi chissà quali riflessioni profonde, ma che nemmeno la storia ha qualcosa da dire così come non ce l'hanno le atmosfere o le tecniche utilizzate. 

Non credo che i film horror vengano fatti nell'ottica di spaventare i bambini, se devono essere spaventosi lo devono essere per tutti. Shining, L'Esorcista, La Cosa, Halloween e tutte le altre pietre miliari di questo genere sono dei film immensi a prescindere dal fatto che ti spaventino o meno. Non devi per forza avere paura guardando Shining per rimanere estasiato dalle atmosfere create da Kubrick e dagli spunti di riflessione che la storia ti offre. 

 

Perdere tempo ad etichettare meglio Scream ha poco senso, è vero che va considerato metacinema ma va anche bene parlarne come di un film horror perché è scritto, diretto e montato seguendo i canoni del cinema horror. Così su due piedi avrei potuto prendere anche Videodrome come film horror che credo non possa far paura a nessuno. 


Modificata da UomoDiMare, 29 December 2018 - 07:55 PM.


#38
sauron82

sauron82
  • "E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacri

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 19698
Non siete leggermente ot?

#39
Solidino

Solidino
  • MGS4 cacca e Kojima una sla.

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 34358

Non devi per forza avere paura guardando Shining per rimanere estasiato dalle atmosfere create da Kubrick e dagli spunti di riflessione che la storia ti offre. 

 

esatto atmosfera, lo sto ripetendo da giorni qui dentro, e conjuring 1 e 2 ne hanno a pacchi è innegabile questo.



#40
Feral

Feral
  • Roman Empire

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [SMod]SuperMod
  • Messaggi: : 36002
Trailer in ITA




#41
Mr Bloody

Mr Bloody
  • Wake up, Alan

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 15897

Inquietantissimo. Un trailer confezionato splendidamente.






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo