Vai al contenuto

Ancestors: l'evoluzione dell'uomo secondo il creatore di Assassin's Creed

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 20 risposte

#16
Pox

Pox
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1665
Se sviluppato e supportato a dovere sarà un gioco da avere assolutamente.
Rivivere l'evoluzione umana è una cosa bellissima e emozionante per chi saprà apprezzarlo.
Seguo con interesse.
Purtroppo mi sa manca ancora molto all'uscita ma io non vedo l'ora.
Spero solo che se fosse a "episodi "ci sia un bel pass che li contiene tutti.

#17
ThinkPositive

ThinkPositive
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2221
Davvero interessante

#18
Utente180850

Utente180850
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 37

Ma Wild, il gioco di Ancel che doveva uscire su PS4 che fine ha fatto? C'entra qualcosa, visto che questi si sono separati da Ubisoft?


io presi la ps4 solo per quel titolo e ancora nulla..spero sia ancora in lavorazione.

#19
Vagabond

Vagabond
  • Let's all watch as the world goes to the devil

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 21950

Questo è un titolo che sto tenendo d'occhio da un bel po'! Da paleoantropologo, non potevo non farlo!

Una domanda e una precisazione:
Si sa da quale specie dovrebbe cominciare l'avventura? Si parla di 10 mln di anni fa e, stando al più antico reperto ritrovato (7 mln), potrebbe trattarsi del Sahelanthropus chadensis immagino.
In questa prima parte si utilizza solo una specie? E si sa quali sarebbero i piani per gli sviluppi futuri? Sognerei di poter giocare con un gruppo di Neanderthal prima o poi :smile-07:

Inoltre (ma questa è una critica da addetto ai lavori) state utilizzando il termine specie erroneamente :smile-04:
La nostra specie è sapiens, il nostro genere Homo. Qui si sta parando di famiglia! :smile-04:


Non sapevo fossi paleoantropologo, posso approfittarne per chiederti un consiglio da appassionato? Mi è piaciuto molto il libro Sapiens di Yuval Noah Harari, in particolare la parte relativa al periodo di convivenza dei nostri antenati con altre specie umane (Neanderthal, Denisova, ecc). Soprattutto mi affascina la questione sui casi di ibridazione e le conseguenze evolutive che ancora conserviamo a livello genetico in piccole percentuali.
Sperando di approfondire quest'argomento mi sono fiondato su Il grande racconto dell'evoluzione umana di Giorgio Manzi, ma a poche pagine dalla fine ancora non ha affrontato la vicenda, se non per poche righe... per caso conosci qualche testo (non eccessivamente tecnico) per saperne di più a riguardo? Immagino che trattandosi di una scoperta relativamente recente non si trovino molti libri che ne parlano approfonditamente.
Grazie in anticipo e scusate l'OT.

#20
NickNick

NickNick
  • Eye Bastard

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 5491

Questo è un titolo che sto tenendo d'occhio da un bel po'! Da paleoantropologo, non potevo non farlo!

Una domanda e una precisazione:
Si sa da quale specie dovrebbe cominciare l'avventura? Si parla di 10 mln di anni fa e, stando al più antico reperto ritrovato (7 mln), potrebbe trattarsi del Sahelanthropus chadensis immagino.
In questa prima parte si utilizza solo una specie? E si sa quali sarebbero i piani per gli sviluppi futuri? Sognerei di poter giocare con un gruppo di Neanderthal prima o poi :smile-07:

Inoltre (ma questa è una critica da addetto ai lavori) state utilizzando il termine specie erroneamente :smile-04:
La nostra specie è sapiens, il nostro genere Homo. Qui si sta parando di famiglia! :smile-04:


Non sapevo fossi paleoantropologo, posso approfittarne per chiederti un consiglio da appassionato? Mi è piaciuto molto il libro Sapiens di Yuval Noah Harari, in particolare la parte relativa al periodo di convivenza dei nostri antenati con altre specie umane (Neanderthal, Denisova, ecc). Soprattutto mi affascina la questione sui casi di ibridazione e le conseguenze evolutive che ancora conserviamo a livello genetico in piccole percentuali.
Sperando di approfondire quest'argomento mi sono fiondato su Il grande racconto dell'evoluzione umana di Giorgio Manzi, ma a poche pagine dalla fine ancora non ha affrontato la vicenda, se non per poche righe... per caso conosci qualche testo (non eccessivamente tecnico) per saperne di più a riguardo? Immagino che trattandosi di una scoperta relativamente recente non si trovino molti libri che ne parlano approfonditamente.
Grazie in anticipo e scusate l'OT.

Ciao! Eh è una questione affascinante ma molto delicata, da trattare (può generare fraintendimenti o approssimazioni) ma anche da ricercare (vedi l'ultimo Homo scoperto, luzonensis, identificato prettamente su caratteri morfologici senza uno straccio di dna).

Comunque, a tutti consiglio una pietra miliare, L'uomo di Neanderthal di Svante Paabo (il grande racconto del sequenziamento del dna neandertaliano, affascinante avventura e intriso di concetti sull'ibridazione tra specie).
Secondo e più divulgativo (e meglio scritto di Manzi -non me ne vogliano i ragazzi della Sapienza) è Homo sapiens: la grande storia della diversità umana di Cavalli-Sforza e Pievani. Mooolto bello, molto preciso (considerando però l'uscita nel 2015 se non sbaglio).
Infine, tiro in ballo un grande genetista italiano, Guido Barbijani ed il suo L'invenzione delle razze. Capire la biodiversità umana. Puntuale, preciso, leggero da leggere e un pizzico di politica che male non fa.

Ora, devi considerare che la materia evolve di anno in anno come poche cose fanno, la paleogenetica poi è un flusso costante. Non ho idea di qualche testo divulgativo che possa essere esplicativo al 100% su tutti i temi dell'argomento. Quindi, il modo migliore per rimanere aggiornato è leggere la pubblicazione scientifica (PNAS, PlosONE, Journal of Anthropological Sciences, Nature e Science, eLife e altre riviste); i libri che ti ho consigliato presentano alcune cose che oggi sono superate, ad esempio.
Però come letture e come strumenti per farsi un'idea, non sono affatto male :smile-06:

Modificata da NickNick, 14 April 2019 - 04:55 PM.


#21
Vagabond

Vagabond
  • Let's all watch as the world goes to the devil

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 21950

Ciao! Eh è una questione affascinante ma molto delicata, da trattare (può generare fraintendimenti o approssimazioni) ma anche da ricercare (vedi l'ultimo Homo scoperto, luzonensis, identificato prettamente su caratteri morfologici senza uno straccio di dna).

Comunque, a tutti consiglio una pietra miliare, L'uomo di Neanderthal di Svante Paabo (il grande racconto del sequenziamento del dna neandertaliano, affascinante avventura e intriso di concetti sull'ibridazione tra specie).
Secondo e più divulgativo (e meglio scritto di Manzi -non me ne vogliano i ragazzi della Sapienza) è Homo sapiens: la grande storia della diversità umana di Cavalli-Sforza e Pievani. Mooolto bello, molto preciso (considerando però l'uscita nel 2015 se non sbaglio).
Infine, tiro in ballo un grande genetista italiano, Guido Barbijani ed il suo L'invenzione delle razze. Capire la biodiversità umana. Puntuale, preciso, leggero da leggere e un pizzico di politica che male non fa.

Ora, devi considerare che la materia evolve di anno in anno come poche cose fanno, la paleogenetica poi è un flusso costante. Non ho idea di qualche testo divulgativo che possa essere esplicativo al 100% su tutti i temi dell'argomento. Quindi, il modo migliore per rimanere aggiornato è leggere la pubblicazione scientifica (PNAS, PlosONE, Journal of Anthropological Sciences, Nature e Science, eLife e altre riviste); i libri che ti ho consigliato presentano alcune cose che oggi sono superate, ad esempio.
Però come letture e come strumenti per farsi un'idea, non sono affatto male :smile-06:


Il libro di Cavalli-Sforza e Pievani lo tenevo d'occhio già da un po' e ora che me l'hai citato ho un motivo in più per ordinarlo, ma darò un'occhiata anche agli altri che hai detto. Grazie mille! :smile-106:




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo