Vai al contenuto

Westworld 2x08: Kiksuya, la recensione

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 6 risposte

#1
Robin Scherbatsky

Robin Scherbatsky
  • Eye Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 9053
Westworld 2x08: Kiksuya, la recensione
Nell'ottavo episodio di Westworld ci prendiamo una pausa dagli eventi principali, focalizzandoci sulla storia di Akecheta, capo della Ghost Nation
..
Leggi l'articolo completo: Westworld 2x08: Kiksuya, la recensione



#2
Kimitake

Kimitake
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 237
L'unica critica che mi viene da fare all'episodio è appunto quella sui suoi spostamenti indisturbati, ma è anche vero che molte delle scene che vediamo sono ambientate diversi anni prima rispetto agli eventi della prima e seconda stagione. Per questo motivo è possibile che le loro tecnologie fossero un po' meno sviluppate e il personale meno numeroso (ma queste sono solo ipotesi mie campate per aria, anche perché potrei ricordare male alcune cose). Ricordo male o nella prima stagione veniva detto che la Ghost Nation era una linea narrativa completamente sotto il controllo di Ford, nonostante la volontà di Lee di scriverne le storie?
Sono meno d'accordo sulla facilità di prendere coscienza di sé. Akecheta ci mette un sacco di tempo prima di avere piena consapevolezza del suo essere e di ciò che lo circonda realmente. Per dire, Maeve impiega davvero poco in confronto a lui, nonostante i primissimi impulsi siano stati al principio proprio merito di Akecheta.
In ogni caso non vedo l'ora di vedere la storia di e tra William e sua moglie settimana prossima :smile-07:

#3
Jalamba305

Jalamba305
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Redazione
  • Messaggi: : 101

L'unica critica che mi viene da fare all'episodio è appunto quella sui suoi spostamenti indisturbati, ma è anche vero che molte delle scene che vediamo sono ambientate diversi anni prima rispetto agli eventi della prima e seconda stagione. Per questo motivo è possibile che le loro tecnologie fossero un po' meno sviluppate e il personale meno numeroso (ma queste sono solo ipotesi mie campate per aria, anche perché potrei ricordare male alcune cose). Ricordo male o nella prima stagione veniva detto che la Ghost Nation era una linea narrativa completamente sotto il controllo di Ford, nonostante la volontà di Lee di scriverne le storie?
Sono meno d'accordo sulla facilità di prendere coscienza di sé. Akecheta ci mette un sacco di tempo prima di avere piena consapevolezza del suo essere e di ciò che lo circonda realmente. Per dire, Maeve impiega davvero poco in confronto a lui, nonostante i primissimi impulsi siano stati al principio proprio merito di Akecheta.
In ogni caso non vedo l'ora di vedere la storia di e tra William e sua moglie settimana prossima :smile-07:


Vero, ma se ci pensi vediamo prendere coscienza molti personaggi grazie al lavoro di Akecheta. Non lo volevo evidenziare come difetto, ma anzi, va a rappresentare un dettaglio importante sulla costruzione degli host e una coscienza potenziale.

#4
Wiedzmin

Wiedzmin
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4228
Una delle puntate più belle della serie, fino ad adesso...

#5
Croche99

Croche99
  • Normal Eye Fan

  • StellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 466

L'unica critica che mi viene da fare all'episodio è appunto quella sui suoi spostamenti indisturbati, ma è anche vero che molte delle scene che vediamo sono ambientate diversi anni prima rispetto agli eventi della prima e seconda stagione. Per questo motivo è possibile che le loro tecnologie fossero un po' meno sviluppate e il personale meno numeroso (ma queste sono solo ipotesi mie campate per aria, anche perché potrei ricordare male alcune cose). Ricordo male o nella prima stagione veniva detto che la Ghost Nation era una linea narrativa completamente sotto il controllo di Ford, nonostante la volontà di Lee di scriverne le storie?
Sono meno d'accordo sulla facilità di prendere coscienza di sé. Akecheta ci mette un sacco di tempo prima di avere piena consapevolezza del suo essere e di ciò che lo circonda realmente. Per dire, Maeve impiega davvero poco in confronto a lui, nonostante i primissimi impulsi siano stati al principio proprio merito di Akecheta.
In ogni caso non vedo l'ora di vedere la storia di e tra William e sua moglie settimana prossima :smile-07:

probabilmente mi svugge qualcosa. perche dici " primissimi impulsi siano stati al principio proprio merito di Akecheta"?

#6
Instagib

Instagib
  • DVDRLZ per gli amici

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Collaboratore Forumeye
  • Messaggi: : 14574

probabilmente mi svugge qualcosa. perche dici " primissimi impulsi siano stati al principio proprio merito di Akecheta"?

Spoiler
 



#7
Croche99

Croche99
  • Normal Eye Fan

  • StellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 466

Spoiler

Spoiler


Spoiler

Modificata da Croche99, 13 June 2018 - 06:36 PM.





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo