Vai al contenuto

Resident Evil: i fan della serie sono troppo grandi, secondo Capcom

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 47 risposte

#1
The Newser

The Newser
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 104811
Resident Evil: i fan della serie sono troppo grandi, secondo Capcom
La maggior parte dei fan di Resident Evil ha un'età compresa tra i 30 e i 40 anni. Lo rivela un'indagine condotta da Capcom che spiega come si tratti di una situazione di forte rischio, visto che molti di loro potrebbero non avere più il tempo o l'interesse di seguire la saga, generando quindi un danno non indifferente al franchise. Cosa fare allora? Attirare i giovani.
Leggi la news completa: Resident Evil: i fan della serie sono troppo grandi, secondo Capcom


#2
Squall90

Squall90
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 1047
RIDICOLI!

#3
Goldenboy275

Goldenboy275
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 681
Quando ho giocato il primo resident evil avevo 16 anni e non mi piaceva il genere horror. Per me quel gioco fu un'apertura ad un nuovo mondo. Sarà la "vecchiaia"... Il fatto che oggi ne ho visti parecchi di giochi ma resident evil ha smarrito la sua anima in un limbo di giochi tutti uguali, dove la fanno da padrone le americanate holliwoodiane piuttosto che l'atmosfera da film horror (anche di serie B). Dovrebbero sicuramente mantenere i progressi compiuti in ambito tecnico (soprattutto nello spostamento dei personaggi) ma dovrebbe ritornare alle origini per quanto riguarda l'atmosfera. Le nuove leve e anche gli anziani apprezzerebbero sicuramente.

#4
Edgar Allan Poe

Edgar Allan Poe
  • Normal Eye Fan

  • StellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 302
In altre parole la Capcom mi sta invitando a non comprare più la sua roba? Ok, se proprio insiste. Ci sa proprio fare in ambito marketing.

#5
Flagello Sam

Flagello Sam
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 49965

Lol, e voi fate i giochi per quei poveracci di 30-40 anni, io stò nel mezzo quindi significa che le idee le avete chiare, io ve lo compro a occhi chiusi un RE fatto come si deve, come il Rebirth, fatelo e vedrete, che quelli sono i veri giocatori che vi comprano la roba :sisi:



#6
ROcK

ROcK
  • Mercante di carrelli della spesa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 45244

significa che in tanti anni non sono riusciti ad acquistare nuovi fan dopo quelli che hanno giocato agli episodi su psx.

un dramma...come se a mario ci giocassero solo quelli che hanno giocato l'originale negli anni 80...e pochissimi bambini.

 

a sto punto serve un reboot. strano perché il 6 già pareva una bimbomikiata fatta a immagine e somiglianza degli orridi film con Milla Jovovich.

 

spero non optino per un reboot emo a la devil may cry con il quale hanno ottenuto lo splendido risultato di non attirare nuova utenza...e perdere quella vecchia ( in tutti i sensi :sese: )



#7
donkisciotte

donkisciotte
  • cry me a river

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 14211

il 5 non era male . non buono come il 2 o il 4 ma era ok .

il 6 proprio non ha nulla di bello .

 

tutto imho .



#8
Zeldalicious

Zeldalicious
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1611

se ne parlava in un'altra sezione,

quel comunicato si basa su considerazioni che valutano un fenomeno "ludico-artistico-popolare" in maniera asettica, come fosse il bilancio di una società soggetto a revisione matematica dei conti.

non tiene conto del fattore emotivo, vero motore dell'acquisto di videogiochi. senza contare (enorme fattore) il diverso contesto culturale.

in giappone dopo i 30 anni molti uomini abbandonano i videogiochi per dedicarsi totalmente al lavoro e alle attività sociali-ricreative legate al contesto in cui vivono (le famose cene-bevute tra colleghi, a cui sei costretto ad andare anche se non vuoi, pena essere considerato un asociale).

qui in Europa e in America invece sta accadendo l'esatto opposto. il videogiocatore trentenne ora non vive più il suo hobbie come l'attività da nerd, videogiocare è condiviso tra tutti e il consumatore over 30 ha larga disponibilità economica rispetto al ragazzino che si compra un Cod e un Assassin's Creed all'anno perchè glielo regalano i genitori. loro è proprio sul pubblico adulto che devono puntare. non capire questi fattori fondamentali nel contestualizzare il proprio target di vendita gli costerà la rottura del brand con le loro stesse mani. poveri loro.



#9
platon

platon
  • Platoneye

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1540

Quindi puntano ad avere tra i loro fan tutti i ragazzini? Quanti di questi hanno già console nextgen e possibilità di comprare titoli al lancio?



#10
Apprendista eroe

Apprendista eroe
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 900
Quante scuse per non ammetter di aver rovinato una serie trasformandola in un mediocre sparatutto in terza persona.

#11
Clairepa

Clairepa
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3618
Come si dice Vaff......O in Giapponese?.......

#12
rehunter

rehunter
  • Yakuza 5 finally! :D

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 10647

Wuao ottima implicazione logica. Il Giappone è sempre più ridicolo.



#13
carlman97

carlman97
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 610

Io non sono un fan della serie e non ne ho giocato nessuno, ma vedere la saga di RE, che è una delle più importanti del campo videoludico, trasformata in uno spara-spara bum- bum headshot moder warfare maddafakkka è triste :( Con questa dichiarazione, inoltre, penso che abbiano intrapreso la strada che porterà RE alla morte


Modificata da carlman97, 28 December 2013 - 01:30 AM.


#14
Mr. Peanutbutter

Mr. Peanutbutter
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3357

se ne parlava in un'altra sezione,
quel comunicato si basa su considerazioni che valutano un fenomeno "ludico-artistico-popolare" in maniera asettica, come fosse il bilancio di una società soggetto a revisione matematica dei conti.
non tiene conto del fattore emotivo, vero motore dell'acquisto di videogiochi. senza contare (enorme fattore) il diverso contesto culturale.
in giappone dopo i 30 anni molti uomini abbandonano i videogiochi per dedicarsi totalmente al lavoro e alle attività sociali-ricreative legate al contesto in cui vivono (le famose cene-bevute tra colleghi, a cui sei costretto ad andare anche se non vuoi, pena essere considerato un asociale).
qui in Europa e in America invece sta accadendo l'esatto opposto. il videogiocatore trentenne ora non vive più il suo hobbie come l'attività da nerd, videogiocare è condiviso tra tutti e il consumatore over 30 ha larga disponibilità economica rispetto al ragazzino che si compra un Cod e un Assassin's Creed all'anno perchè glielo regalano i genitori. loro è proprio sul pubblico adulto che devono puntare. non capire questi fattori fondamentali nel contestualizzare il proprio target di vendita gli costerà la rottura del brand con le loro stesse mani. poveri loro.

Sono d'accordo. Giappone e Occidente sono molto diversi sull'età media dei videogiocatori, ormai è frequente trovare videogiocatori oltre i 30-40 anni.

#15
Flagello Sam

Flagello Sam
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 49965

significa che in tanti anni non sono riusciti ad acquistare nuovi fan dopo quelli che hanno giocato agli episodi su psx.

un dramma...come se a mario ci giocassero solo quelli che hanno giocato l'originale negli anni 80...e pochissimi bambini.

 

a sto punto serve un reboot. strano perché il 6 già pareva una bimbomikiata fatta a immagine e somiglianza degli orridi film con Milla Jovovich.

 

spero non optino per un reboot emo a la devil may cry con il quale hanno ottenuto lo splendido risultato di non attirare nuova utenza...e perdere quella vecchia ( in tutti i sensi :sese: )

 

La cosa curiosa è che il primo film con Milla è tutt'altro che brutto, poi si è trasformato in una brutta copia di Matrix con gli zombie seguendo una parabola discendente come quella degli ultimi capitoli del gioco, anche secondo me servirebbe un vero reboot, ma fatto con passione e amore per la saga originale






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi