Vai al contenuto

To Rome With Love (2012) [rece: 7]di Woody Allen con Woody Allen, Alec Baldwin, Roberto Benigni


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 22 risposte

#1
Cinematografo

Cinematografo
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 28722
To Rome With Love - RECENSIONE (Cinema)
Il personale omaggio di Woody Allen alla città di Roma con un cast di all star internazionali
Per chiudere (almeno temporaneamente) il viaggio per l'Europa durato tre dei quattro film precedenti (lo spagnolo Vicky Cristina Barcelona, il londinese Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni, il parigino Midnight in Paris), il genio di Woody Allen approda nella città eterna con To Rome With Love, un intreccio di storie e di sensazioni/emozioni che rileggono la grande capitale attraverso la sua anacronistica bellezza e la sua immaginaria perfezione. Un po' in linea con quel fenomeno molto particolare secondo cui gli italo-americani emigrati in America nel secondo dopo guerra sono rimasti aggrappati a un dialetto oramai incomprensibile non comprendendo invece l'italiano corrente, così anche la cartolina romana di Woody Allen soffre e brilla della stessa contaminazione di un tempo andato (o forse mai esistito) che si è nutrito delle sensazioni apocrife che solo la nostalgia, la malia della cinematografia degli anni d'oro (Fellini, De Sica) e la proiezione straniera di una dolce vita italiana ha saputo generare. Ed è per questo motivo che pur nel suo crogiolarsi nei cliché e negli stereotipi di una Roma-Italia godereccia e volatile, To Rome With Love suscita nello spettatore una sorta di coinvolgimento al luogo comune che non accorderemmo a nessun altro regista. Un Decameron (e infatti il film avrebbe dovuto chiamarsi Bop Decameron) di ‘novelle' che s'intessono sullo sfondo di una Roma color ocra in cui vive lo scontro tra l'immobilità senza tempo registrata dalla bellezza di monumenti e rovine e il caos frenetico di una nuova mondanità che sembra mal conciliarsi con la perfezione estetica di quel passato. Suddiviso in quattro episodi che non confluiscono mai nella stessa narrazione, To Rome With Love è un film più o meno riuscito in base agli occhi con i quali lo si guarda: discontinuo e non sempre organico a livello narrativo (ad esempio meno di Midnight in Paris), l'ultimo film di Allen brilla ciononostante nel suo essere un caleidoscopio di emozioni romane legate a un passato e a un presente mai esistiti (se non nella suggestione personale di un americano - decisamente speciale - a Roma).
Leggi l'articolo completo: To Rome With Love - RECENSIONE (Cinema)

Attenzione: Regole moderazione commenti nei topic degli articoli di Everyeye.it
Gli utenti sono liberi di esprimere la propria opinione sull''argomento di cui l''articolo tratta, sulla sua qualità, sui contenuti ed ovviamente sui voti assegnati.

Non saranno tuttavia tollerati in alcun modo i commenti che contengano insulti, critiche di scarsa professionalità, o i post che accusino il Network di essere in malafede, venduto e prezzolato. Anche la qualità dei commenti deve sempre tenere conto del rispetto per il lavoro dellaredazione. Critiche sì, insulti no.

Commenti di siffatta natura saranno immediatamente cancellati, e l''utente in questione sospeso per almeno una settimana.
Senza preavviso, senza invio di messaggi personali, e senza discussione alcuna da parte della moderazione o della redazione, che sarà intransigente a riguardo.



#2
WLF

WLF
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1931
Grazie per la recensione, non vedo l'ora di vederlo

#3
LUK@

LUK@
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 52497
non concordo :)
se è un film godibile il voto 7 è troppo alto
se è invece un bel film allora può meritare anche un 8 ;)

#4
slash111

slash111
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 80
vediamo il film e decidiamo se merita un voto più alto o più basso...spero più alto!!

#5
Steverance

Steverance
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 31184
Mi domando come possa Allen passare da quel piccolo capolavoro di Midnight in Paris a sta roba qui....

Primo tempo non sense, secondo tempo carino. Nel complesso gli do un 6 per quelle poche scene godibili che ci sono (benigni e il cantante lirico in primis).

Ha voluto fare un film sugli italiani con gli stereotipi americani, senza informarsi minimamente di come siano gli italiani oggi, a mio parere.

#6
Kprut

Kprut
  • Senza parole

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 39753

Mi domando come possa Allen passare da quel piccolo capolavoro di Midnight in Paris a sta roba qui....

Primo tempo non sense, secondo tempo carino. Nel complesso gli do un 6 per quelle poche scene godibili che ci sono (benigni e il cantante lirico in primis).

Ha voluto fare un film sugli italiani con gli stereotipi americani, senza informarsi minimamente di come siano gli italiani oggi, a mio parere.

lo devo ancora vedere ma allen è famoso per la sua comulsività a girare anche 2 o 3 film all'anno. e non tutti possono venirgli bene. cmq domani lo vedo

#7
LambertoKevlar

LambertoKevlar
  • EyeFolie

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 39008
Ma chi glielo fa fare dico io,nessuno lo obbliga a girare 3 film l'anno.Effettivamente dopo Midnight in Paris questo stona parecchio.

#8
Kprut

Kprut
  • Senza parole

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 39753

Ma chi glielo fa fare dico io,nessuno lo obbliga a girare 3 film l'anno.Effettivamente dopo Midnight in Paris questo stona parecchio.

lui si obbliga a farlo, è proprio compulsivo (credo serva a lui per nn cadere in depressione)

#9
- Luke -

- Luke -
  • Salt Your Life

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 31051
Marco Giusti l'ha definito un "film dei vanzina venuto male" :rolle:

cmq in italia lo stanno stroncando un po tutti ... soprattutto per una visione di roma che risale agli anni 50

#10
Arch Stanton

Arch Stanton
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 2556
un cinepanettone americano orrendo secondo me! <_< apparte il fatto che allen non mi è mai piaciuto..

#11
Steverance

Steverance
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 31184

Marco Giusti l'ha definito un "film dei vanzina venuto male" :rolle:

cmq in italia lo stanno stroncando un po tutti ... soprattutto per una visione di roma che risale agli anni 50


Appunto, personaggi e costumi anni 60. Cioè bastava guardarsi un attimo intorno :D

No lui è venuto con quell'idea in Italia e non ha guardato in faccia a nessuno, imho.

#12
Kprut

Kprut
  • Senza parole

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 39753
imho ha estremizzato molti tipici aspetti nostrani e lo ha fatto in pieno stile cinema italico. alcune cose sono venute discretamente altre meno. La storia di benigni è quella piu' strana ma anche la piu' veritiera profonda e critica. Film senza infamia ne lode imho.

#13
Andrea13

Andrea13
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1032
Roma non è l'Italia Intera ed i romani non rappresentano gli italiani, avrei preferito un To Milan With Love , magari raccontando una realtà diversa, la considerazione che hanno all'estero di noi sarebbe diversa....forse....

Modificata da Andrea13, 24 April 2012 - 04:05 PM.


#14
- Luke -

- Luke -
  • Salt Your Life

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 31051

Roma non è l'Italia Intera ed i romani non rappresentano gli italiani, avrei preferito un To Milan With Love , forse raccontando una realtà diversa, la considerazione che hanno all'estero di noi sarebbe migliore....forse....



leggo tra le righe un malcelato razzismo nei confronti dei romani ?

#15
Andrea13

Andrea13
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1032
no! ho molti amici/ex colleghi romani a cui tengo. In ogni caso, avendo visto il film, trovo che la realtà di Milano e Roma siamo profondamente diverse e che un film con un tale bacino di utenze non può rappresentare l'italia intera. Però agli occhi degli spettatori di altri paesi può sembrare così. Milano/Roma per fare un'esempio oppure come Torino/Verona etc etc.

Modificata da Andrea13, 24 April 2012 - 04:20 PM.





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi