Vai al contenuto

[Playstore] Grandiaun altro classico da scaricare


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 57 risposte

#1
sonuccio

sonuccio
  • all we can do is keep breathing

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14791
Immagine inserita


Sviluppato da Game Arts, in collaborazione con altre 28 compagnie, su Saturn e pubblicato nel dicembre del 1997 in giappone, dove sfortunatamente restò nonostante le voci di una release europea.
Portato su psx (ad opera di una compagnia esterna) nel giugno del 1999 in giappone, e pubblicato in america ed europa rispettivamente da Sony e Ubisoft (la quale lo localizzò anche in francese).
Grandia è uno dei più grandi classici del panorama jrpgistico dell'era 32bit e uno dei più importanti giochi per l'evoluzione del genere.
E dopo più di 10 anni, ecco che viene ricommercializzato in america, sulla piattaforma plastiation network (quindi sia per ps3 che psp), al costo di 10 dollari. Sarà acquistabile questo giovedì da chiunque voglia (non c'è region lock).

Immagine inserita

Certo, sfortunatamente ad arrivare è l'ovvia versione psx, ovvero la versione "tarocca" con bugs grafici, grafica slavata, censure e con un voice acting abbastanza discutibile (se non proprio brutto).


E non dimentichiamoci la colonna sonora, masterpiece di Iwadare

http://www.youtube.com/watch?v=GCdkvUtAKbE

#2
xizro345

xizro345
  • Limit Attack - Burning Strike

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 21260
In tutta onesta', salverei solo la colonna sonora di Iwadare. La trama e' un guazzabuglio che non decide mai bene cosa e' e cosa non e', in pratica le prime 10-15 ore sono puramente riempitive, e la parte seria direi che non e' che sia tutta questa gran cosa. In piu' non ho mai digerito molto il sistema dei potenziamenti, basato sull'uso ripetuto. In aggiunta, la versione USA PS e' orribile come adattamento e doppiaggio.

#3
-Killey-

-Killey-
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 1609
il bello degli jrpg vecchio stampo era proprio il fatto che la trama non era mirata ad un obbiettivo specifico che la rendesse ultralineare, ma che iniziasse molto vaga per poi approfondirsi sempre di piu'..

tra l'altro non è la trama il punto di forza di grandia ma il senso di avventura e scoperta.. come trama pochi jrpg si salvano ;) se si cerca solo quella allora è bene criticare l'80% delle produzioni

Modificata da -Killey-, 24 February 2010 - 05:43 PM.


#4
Jumpman

Jumpman
  • I am the morning sun come to vanquish this horrbile night!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 3892
Per quel (poco) che ho giocato mi è sembrato proprio un bel gioco, mi è piaciuto molto il sistema che permetteva di annullare gli attacchi dei nemici tramite i critical, i nemici visibili e l'esplorazione in generale che senza mini-map sembrava un po piu realistica :P , non posso commentare molto sulla storia visto che non sono andato molto avanti -_-

peccato che freezi spesso su ps2 altrimenti lo avrei finito con molto piacere :(

Modificata da Jumpman, 24 February 2010 - 06:32 PM.


#5
Feilong87

Feilong87
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 748
un gioco stupendo! uno dei + divertenti giocati nella mia infanzia, un Bs davvero divertente, semplice ma non banale, una trama spensierata che poi decolla regalando moltissime ore di divertimento! Personaggi stra simpatici e ben caratterizzati, consigliato a tutti!

#6
xizro345

xizro345
  • Limit Attack - Burning Strike

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 21260

tra l'altro non è la trama il punto di forza di grandia ma il senso di avventura e scoperta.. come trama pochi jrpg si salvano ;) se si cerca solo quella allora è bene criticare l'80% delle produzioni


Secondo me Justin era un personaggio piattissimo, direi che non si salva nessuno anche degli altri. Per quanto avesse un finale orribile e la parte finale facesse veramente schifo, Grandia II era eoni meglio da quel punto di vista.

#7
Allenby

Allenby
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 680
Anch'io devo dire di non aver gradito molto i personaggi, Justin in particolare mi era risultato decisamente insopportabile ^^;
Senza togliere nulla al resto del gioco, purtroppo la scarsa simpatia provata nei confronti di personaggi/storia non me l'ha fatto apprezzare più di tanto. Ma immagino sia anche colpa della localizzazione, che brutto che era quel doppiaggio D:

#8
sonuccio

sonuccio
  • all we can do is keep breathing

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14791

In tutta onesta', salverei solo la colonna sonora di Iwadare. La trama e' un guazzabuglio che non decide mai bene cosa e' e cosa non e', in pratica le prime 10-15 ore sono puramente riempitive, e la parte seria direi che non e' che sia tutta questa gran cosa. In piu' non ho mai digerito molto il sistema dei potenziamenti, basato sull'uso ripetuto. In aggiunta, la versione USA PS e' orribile come adattamento e doppiaggio.

gli unici momenti riepitivi in Grandia sono il dungeon delle sirene e la parte desertica, quella che porta alle bolle spaziodimesionali, nel secondo cd.
Le prima 10/15 ore sono uno dei punti più pieni del gioco, essenziale per gettare le basi dei personaggi e della complessa mitologia del mondo di gioco.
La trama, da quel che ricordo, è sempre molto precisa anche se cade a volte nello stereotipo della "villaggio + queste secondaria" (cosa tralaltro che affossa in parte la narrazione di grandia 2 per tutta la prima metà), ma lo scopo di tutte le vicende è sempre uno: l'avventura e la ricerca di indizi per arrivare in *quel posto*.
Il cosa è e cosa non è forse è generato da tutta una moltitudine in interpretazioni della storia degli Icarian (la solita civiltà antica e scomparsa, che è alla base delle vicende narrate [per chi non conoscesse il gioco]) che ogni regione del mondo ha. Ma oltre a questo non ricordo che la trama devia o divaga in altri punti.
Certo, c'è quel punto molto poco chiaro alla fine del gioco, quando certe persone compaiono senza una spiegazione di fondo, ma oltre a questo non ricordo altri problemi di sorta.
I personaggi io li ho trovati tutti molto ben caratterizzati, coerenti e quasi tutti, quelli principale intendo, con un percorso ben preciso.
Certo, sono personaggi per la maggior parte senza backgoround (ma è un po' una consuetudine di Game Arts farli così) ma, dai, già i primi 20 minuti mostrano un Justine e una Sue molto simpatici e le tonnellate di dialoghi che li vedono convolti, loro e altri, non fanno altro che consolidare il loro carattere.
Poi lo spirito di gioco è molto scansonato, non c'è molto posto per personaggi complessati come un Ryudo di Grandia 2, ma anche una figura allegra e pirlottera può avere una grande caratterizzazione.
Per me i personaggi di Grandia sono molto meglio svilupapti di quelli di ff7 nel carattere, giusto per prendere l'unico altro jrpg (stra idoloatrato sui personaggi) con cui se la poteva giocare al tempo :P

No dai, il feeling generale può anche non piacere e di certo è ben lungi dall'essere la perfezione, ma ha tutti gli attributi al posto giusto.

#9
luca.b

luca.b
  • Altana's knight

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2206
Esempio di pessimo doppiaggio: "COME, POWER OF THE UNIVERSE!"

#10
sonuccio

sonuccio
  • all we can do is keep breathing

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14791

Anch'io devo dire di non aver gradito molto i personaggi, Justin in particolare mi era risultato decisamente insopportabile ^^;
Senza togliere nulla al resto del gioco, purtroppo la scarsa simpatia provata nei confronti di personaggi/storia non me l'ha fatto apprezzare più di tanto. Ma immagino sia anche colpa della localizzazione, che brutto che era quel doppiaggio D:

pensa te che a me sta antipatico tutto il cast di crono cross e, proprio per questo problema, homollato il gioco molto presto :lol:
Però un personaggio antipatico non è detto che sia mal caratterizzato; cioè, intendo, molto spesso si legge (parlo di terzi ignoti) di persone che criticano la caratteriz. di X personaggio perchè è noioso o insopportabile. Però ora, c'è un po' di differenza tra l'insopportabilità e una scarsa caratterizzazione.
Però chissà come mai, i personaggi poco simpatici si incontrano molto più spesso tra le file dei buoni che tra i cattivi :D

#11
luca.b

luca.b
  • Altana's knight

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2206

Le prima 10/15 ore sono uno dei punti più pieni del gioco, essenziale per gettare le basi dei personaggi e della complessa mitologia del mondo di gioco.


Sono tra le peggiori, una trama che non si sa bene dove vuole andare, con personaggi introdotti che pero' verranno mostrati solamente piu' tardi. Quanto e' diversa da "You can catch a boat to Scande" (BoF I)? Ovvero, c'e' uno scopo chiarissimo ma tutto il resto e' inserito per fornire "trama" mediante rallentamenti artificiali.

Certo, sono personaggi per la maggior parte senza backgoround (ma è un po' una consuetudine di Game Arts farli così) ma, dai, già i primi 20 minuti mostrano un Justine e una Sue molto simpatici e le tonnellate di dialoghi che li vedono convolti, loro e altri, non fanno altro che consolidare il loro carattere.


Sue viene liquidata dal party con una forzatura incredibile, oltretutto incoerente. E molti personaggi che entrano ed escono sono piattissimi.
Inoltre la trama "scanzonata" cede il posto a "quella seria" con uno stacco eccessivamente netto che peggiora le cose.

#12
sonuccio

sonuccio
  • all we can do is keep breathing

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14791
qui c'è anche un articoletto fatto da Takahiro Nishi // Sound Director Game Arts, giusto in onore dell'arrivo di grandia sul playstore.
http://blog.us.plays...sic/#more-24697

Comunque è Sony a distribuire il gioco....bho.

#13
Wido

Wido
  • It really does look black in the moonlight

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 7222
:( io devo ancora giocare la mia copia originale per psone. Che poi ho ho giocato il 2 su Dreamcast e il 3 ovviamente per Ps2..e ho sentito da molti che il primo Grandia è il migliore della saga! Ma sono fiducioso che lo giocherò! :banzai:

#14
sonuccio

sonuccio
  • all we can do is keep breathing

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14791

Sono tra le peggiori, una trama che non si sa bene dove vuole andare, con personaggi introdotti che pero' verranno mostrati solamente piu' tardi. Quanto e' diversa da "You can catch a boat to Scande" (BoF I)? Ovvero, c'e' uno scopo chiarissimo ma tutto il resto e' inserito per fornire "trama" mediante rallentamenti artificiali.

Bè, ma che male c'è introdurre personaggi che andranno a comparire più in là nell'avventura? non è un errore o un limite drammaturgico.
Che la trama sia molto diulita è vero, ma drammaturgicamente parlando in una sceneggiatura le cose mica devno essere spiegate già all'inizio.
Justine e Sue entrano in contatto con Riethess alle rovine grazie al sasso verde e questo è il pretesto che spinge il ragazzo a partire per l'avventura ignota...i primi 10 minuti spiegano più che bene qual'è l'istinto e il carattere di Justine e la piega che prende la storia dalle prime rovine in poi è perfettamente in lienea con il/i personaggio/i.
I soldati nelle revine indicano già da subito che c'è qualcosa di losco sotto, ma il tutto verrà spiegato a pezzi con il proseguire dell'avventura. Anzi, a tratti verrà pure giustamente dimenticato, come ongi ragazzino iperattivo e superficiale farebbe.
Il primo pezzo di Grandia è nerrativamente ai limiti della perfezione, per quanto banalotto possa anche essere (il ragazzo che parte all'avventura senza paure), ma è tutto ampiamente spiegato dai lunghissimi dialoghi. Non sarà diverso da BoF1 (non so, non l'ho giocato), ma è sicuramente di tutt'altra qualità.
Lo script tocca l'eccellenza assoluta nel momento in cui justine lascia Parm e legge la lettera al porto.


Sue viene liquidata dal party con una forzatura incredibile, oltretutto incoerente. E molti personaggi che entrano ed escono sono piattissimi.
Inoltre la trama "scanzonata" cede il posto a "quella seria" con uno stacco eccessivamente netto che peggiora le cose.

Non è incoerente, Sue capisce già da prima che non è essenziale per l'avventura di Justine e considerando che ha solo 8 anni , ci sta tutta la fine che fa. Sue non può proseguire nel punto più cruciale del viaggio, l'attraversata dell'oceano, ed è costretta a fermarsi. NOn c'è nulla che non va in quel pezzo.
E' vero che altri personaggi che entrano nel party non lasciano molto il segno, come Godwin o Milda (infatti io ho smpre avuto l'impressione che il gioco sia stato tagliato qua e là), ma sono tutti comunque pregevoli. Godwin diventa mentore di Justine ed è importante per la crescita del ragazzo, Milda non la ricordo molto importante, ma questo non vuol dire che è piatta.
Sinceramente non capisco questa storia della piattezza, mi sembra una critica un po' troppo abusata.
Uno stacco nello stile narrativo è anche una scelta stilistica che evidenza un cambiamento; e nella seconda parte di Grandia un cambiamento bello grosso c'è.
Grandia diventa davvero serio solo nelle battute finali, ma c'è sempre una sdrammatizzazione di fondo in molti dialoghi.
La serietà non arriva di netto, ma gradualmente. Inizia con la fine del primo CD, poi prosegue con la torre nella foresta vergine, poi si ritorna al vecchio stile allegro nella parte d jilpadon e il villaggio tirolese, poi arriva la tragedia e da li il rush finale.

#15
Allenby

Allenby
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 680

pensa te che a me sta antipatico tutto il cast di crono cross e, proprio per questo problema, homollato il gioco molto presto :lol:
Però un personaggio antipatico non è detto che sia mal caratterizzato; cioè, intendo, molto spesso si legge (parlo di terzi ignoti) di persone che criticano la caratteriz. di X personaggio perchè è noioso o insopportabile. Però ora, c'è un po' di differenza tra l'insopportabilità e una scarsa caratterizzazione.
Però chissà come mai, i personaggi poco simpatici si incontrano molto più spesso tra le file dei buoni che tra i cattivi :D

Ma per carità, sono d'accordissimo, simpatia/antipatia sono cose personali e non hanno niente a che fare con la bontà della caratterizzazione; era proprio per questo che parlavo di scarsa simpatia, mi guardo dal fare considerazioni generali sulla qualità dei personaggi (anche perché con tutto il tempo che è passato ho dimenticato un sacco di cose).
Più che altro visto che altri post parlavano di personaggi simpaticissimi volevo far presente che magari non è così per tutti - proprio perché a differenza della qualità di una caratterizzazione, simpatia o antipatia non sono dati oggettivi, ecco.

Per il resto, mi piacerebbe dare un'occhio al gioco in giapponese se capita l'occasione, visto che sono sicura che senza quel doppiaggio mi farebbe un effetto migliore (e parlando di problemi di localizzazione, io amo Chrono Cross ma la maggior parte dei personaggi in inglese dà fastidio anche a me eh XD)




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi