Vai al contenuto

Mutant Year Zero: Seed of Evil

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 9 risposte

#1
ED209

ED209
  • Eye Bastard

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 5546

Visto che non trovo il topic e ho finito il dlc, ne apro uno specifico.

 

Da fan dell'originale, e visto il tempo trascorso dalla sua pubblicazione, mi aspettavo davvero molto da questa espansione. Purtroppo le mie aspettattive sono state ampiamente disattese.

 

L'avventura prende il via esattamente dopo gli avvenimenti del prequel: l'Anziano sparisce all'improvviso, Pripp ne prende il posto (e direi che l'Arca ci guadagna in simpatia :asd: ), la squadra di mutanti si mette all'inseguimento. Lo ritroveremo in una nuova e inesplorata parte della mappa soltanto per vederlo scomparire nuovamente a bordo di un velivolo spaziale e non ne avremo più notizie (se ne riparlerà nel sequel, immagino). Il tutto funge da preludio all'esplorazione di nuove terre con nuovi nemici, un nuovo compagno, nuove abilità e nuovi equipaggiamenti. E qui cominciano i problemi. L'ottimo lavoro di bilanciamento fatto in Mutant Zero è soltanto un ricordo. Il dlc non tiene minimamente conto della (leggitima) possibilità di continuare l'avventura con i progressi già acquisiti e si presenta di una facilità imbarazzante, a prescindere che lo si giochi in modalità "Mutante di Ferro" o meno; anche partendo dal livello preimpostato suggerito dagli sviluppatori, le cose non cambiano più di tanto, visto che le nuove abilità si rivelano fin troppo potenti ed efficaci.

L'abilità di salto acquista la possibilità di colpire i nemici, con tanto di effetto stordimento, rendendo Bormin non più l'unico in grado di mettere fuori gioco il nemico. L'abilità di volo si completa con la rimozione delle penalità. Tutte le altre aumentano di durata e/o di potenza. In concreto la gestione del party diventa molto più semplice visto che personaggi come Farrow o Selma acquistano una versatilità che non possedevano, mentre Bormin e Magnus diventano semplicemente inarrestabili. Come se non bastasse la new entry Big Khan si rivela una vera e propria macchina da guerra in considerazione di abilità uniche e ad area, che gli permettono di valere per due. Il processo di semplificazione purtoppo non di ferma qui e coinvolge anche l'equipaggiamento con cinque nuovi copricapi che permettono il 100% di critico in determinate situazioni ed armi decisamente troppo potenti (su tutti il mitragliatrore silenziato). Un easy mode perennemente attivo a prescindere dal livello di difficoltà (vi dico solo che ho giocato e finito il tutto senza indossare protezioni ad estremo).

Ad aggravare il tutto, la brutta sorpresa di scoprire che i nuovi nemici sono tali solo graficamente visto che si tratta di un miserabile reskin in chiave vegetale degli stessi avversari incontrati in precedenza. C'è un perchè narrativo che giustifica il tutto nella storia, ma non toglie nulla allo squallore di una scelta piuttosto opinabile.

A chiudere, come già ho accennato, la presa d'atto che questo dlc si rivela unicamente un episodio di transizione che non aggiunge niente alla storia (il cattivo così come appare così viene eliminato senza che apporti nulla alla trama) se non gettare le basi per il sequel con un episodio che non viene minimamente approfondito nelle vicente in corso.

 

In definitiva scondiglio a tutti quelli che hanno apprezzato Mutant Year Zero per il bilanciamento e la gestione strategica dei combattimenti e del party.


Modificata da ED209, 03 August 2019 - 08:45 AM.


#2
White

White
  • White, ma chiamatemi Uait

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 17068
Io l ho iniziato qualche giorno fa (il gioco base) mi sta piacendo molto dal lato gameplay, Chara, ambientazioni e storia.

Peccato per qualche difetto qua e là negli scontri.

Tipo i piro che tirano molotov in ambienti con soffitto da una stanza all altra solo perché in linea d aria sono vicini

#3
ED209

ED209
  • Eye Bastard

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 5546

Io l ho iniziato qualche giorno fa (il gioco base) mi sta piacendo molto dal lato gameplay, Chara, ambientazioni e storia.

Peccato per qualche difetto qua e là negli scontri.

Tipo i piro che tirano molotov in ambienti con soffitto da una stanza all altra solo perché in linea d aria sono vicini


Al netto di qualche difetto, che c'è, Road to Eden è tanta roba :sisi:

#4
White

White
  • White, ma chiamatemi Uait

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 17068

Al netto di qualche difetto, che c'è, Road to Eden è tanta roba :sisi:

Si il gioco seppur con una longevità ristretta e qualche difettuccio risulta alla fine molto molto bello.
Sopratuttoesplorazione libera (tipo un hack n slash) unita al combattimento a turni su scacchiera lo rende fenomenale.

Volevo avvicinarmi a xcom, che non mantiene l esplorazione libera ma comunque le stesse meccaniche di combattimento.

Ma non conoscendolo non so se giocare il primo o il secondo.

#5
Caniderrimo

Caniderrimo
  • And now for something completely different

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4532

Ma non conoscendolo non so se giocare il primo o il secondo.


Se prendi anche l'espansione War of the chosen secondo me è migliore il 2 del primo. La versione base del 2 offriva una varietà di missioni piuttosto risicata e ci si ritrova a fare le stesse tipologie di mappe troppo spesso. Inoltre il timer era troppo pressante, dovevi quasi sempre correre avanti come un pazzo per non rischiare di fallire. War of the chosen oltre che ad aggiungere parecchie cose ha sistemato entrambe queste criticità.

Poi so che ci sono anche varie mod che alterano diversi aspetti di gioco di entrambi, ma io ne ho usate solamente alcune estetiche indi non saprei aiutarti molto sotto questo aspetto.

#6
White

White
  • White, ma chiamatemi Uait

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 17068

Se prendi anche l'espansione War of the chosen secondo me è migliore il 2 del primo. La versione base del 2 offriva una varietà di missioni piuttosto risicata e ci si ritrova a fare le stesse tipologie di mappe troppo spesso. Inoltre il timer era troppo pressante, dovevi quasi sempre correre avanti come un pazzo per non rischiare di fallire. War of the chosen oltre che ad aggiungere parecchie cose ha sistemato entrambe queste criticità.

Poi so che ci sono anche varie mod che alterano diversi aspetti di gioco di entrambi, ma io ne ho usate solamente alcune estetiche indi non saprei aiutarti molto sotto questo aspetto.


In che senso fare le stesse mappa? Non segue una storia che continua a procedere?
Non ho capito nemmeno bene il discorso del timer

#7
Caniderrimo

Caniderrimo
  • And now for something completely different

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4532

In che senso fare le stesse mappa? Non segue una storia che continua a procedere?
Non ho capito nemmeno bene il discorso del timer


Ci sono un tot di missioni storia predefinite che devi fare per forza per procedere ed altre nel mezzo che sono casuali (questo sia nel 1 che nel 2 di Xcom). Ad esempio ti capiterà di dover ricercare una data tecnologia che richiede tot tempo per proseguire la trama, ma nel frattempo, mentre passeranno i giorni necessari, potresti incappare in eventi casuali generati proceduralmente (salva i civili, disattiva il dispositivo alieno, elimina il comandante, etc...). Questi puoi saltarli, ma incorri in delle penalità se lo fai.

Ecco, la versione base di Xcom2 di questi tipi di mappe casuali ne ha poche, per cui se proprio non tiri dritto facendo minimo indispensabile ti ritroverai a fare la stessa cosa (es. salva i civili) parecchie volte.

Alcune missioni sono a tempo, hai tot turni per concluderle e nella versione base di Xcom 2 quello concesso non era per nulla generoso, dovevi correre avanti come un pazzo per riuscire a finire in tempo. Con War of the Chosen data la variabilità più alta ne incontrerai meno di queste mappe durante l'avventura. Alcune di quelle che c'erano già inoltre son state modificate, ad esempio con l'espansione nelle mappe in cui devi salvare i civili ora ci sono anche unità della resistenza che li difendono e ti danno un po' più di tempo per soccorrerli prima che gli alieni li facciano fuori.

Per questo dicevo che se non prendi anche War of the chosen meglio giocare il primo secondo me.

Modificata da Caniderrimo, 06 August 2019 - 11:12 AM.


#8
White

White
  • White, ma chiamatemi Uait

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 17068

Ci sono un tot di missioni storia predefinite che devi fare per forza per procedere ed altre nel mezzo che sono casuali (questo sia nel 1 che nel 2 di Xcom). Ad esempio ti capiterà di dover ricercare una data tecnologia che richiede tot tempo per proseguire la trama, ma nel frattempo, mentre passeranno i giorni necessari, potresti incappare in eventi casuali generati proceduralmente (salva i civili, disattiva il dispositivo alieno, elimina il comandante, etc...). Questi puoi saltarli, ma incorri in delle penalità se lo fai.

Ecco, la versione base di Xcom2 di questi tipi di mappe casuali ne ha poche, per cui se proprio non tiri dritto facendo minimo indispensabile ti ritroverai a fare la stessa cosa (es. salva i civili) parecchie volte.

Alcune missioni sono a tempo, hai tot turni per concluderle e nella versione base di Xcom 2 quello concesso non era per nulla generoso, dovevi correre avanti come un pazzo per riuscire a finire in tempo. Con War of the Chosen data la variabilità più alta ne incontrerai meno di queste mappe durante l'avventura. Alcune di quelle che c'erano già inoltre son state modificate, ad esempio con l'espansione nelle mappe in cui devi salvare i civili ora ci sono anche unità della resistenza che li difendono e ti danno un po' più di tempo per soccorrerli prima che gli alieni li facciano fuori.

Per questo dicevo che se non prendi anche War of the chosen meglio giocare il primo secondo me.

non mi fanno impazzire queste meccaniche ma lo provo comunque



#9
White

White
  • White, ma chiamatemi Uait

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 17068

Ci sono un tot di missioni storia predefinite che devi fare per forza per procedere ed altre nel mezzo che sono casuali (questo sia nel 1 che nel 2 di Xcom). Ad esempio ti capiterà di dover ricercare una data tecnologia che richiede tot tempo per proseguire la trama, ma nel frattempo, mentre passeranno i giorni necessari, potresti incappare in eventi casuali generati proceduralmente (salva i civili, disattiva il dispositivo alieno, elimina il comandante, etc...). Questi puoi saltarli, ma incorri in delle penalità se lo fai.

Ecco, la versione base di Xcom2 di questi tipi di mappe casuali ne ha poche, per cui se proprio non tiri dritto facendo minimo indispensabile ti ritroverai a fare la stessa cosa (es. salva i civili) parecchie volte.

Alcune missioni sono a tempo, hai tot turni per concluderle e nella versione base di Xcom 2 quello concesso non era per nulla generoso, dovevi correre avanti come un pazzo per riuscire a finire in tempo. Con War of the Chosen data la variabilità più alta ne incontrerai meno di queste mappe durante l'avventura. Alcune di quelle che c'erano già inoltre son state modificate, ad esempio con l'espansione nelle mappe in cui devi salvare i civili ora ci sono anche unità della resistenza che li difendono e ti danno un po' più di tempo per soccorrerli prima che gli alieni li facciano fuori.

Per questo dicevo che se non prendi anche War of the chosen meglio giocare il primo secondo me.

ho provato il war of chosen

mi ha dato una missione dove dovevo disabilitare uun trasmettitore entro tre turni

che tipo stava dall altra parte della mappa (enorme) e con nemici da affrontare in mezzo

cioè come cavolo fai



#10
Caniderrimo

Caniderrimo
  • And now for something completely different

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4532

ho provato il war of chosen
mi ha dato una missione dove dovevo disabilitare uun trasmettitore entro tre turni
che tipo stava dall altra parte della mappa (enorme) e con nemici da affrontare in mezzo
cioè come cavolo fai


Ci sono degli aggeggi da distruggere lungo la strada che aumentano i turni a disposizione. Se sono nella linea di tiro dei tuoi soldati dovresti vederli anche tra gli obbiettivi disponibili quando spari con l'arma principale.

L'inizio è la parte più difficile. Man mano che sblocchi equipaggiamenti migliori e fai salire di livello i tuoi soldati diventano più facili le battaglie. Anche se la casualità continuerà ad avere sempre un ruolo preponderante (alcune missioni sono più difficili di altre).




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo