Vai al contenuto

Tim Schafer e Ron Gilbert parlano di avventure grafiche

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 10 risposte

#1
The Newser

The Newser
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 105995
Tim Schafer e Ron Gilbert parlano di avventure grafiche
Double Fine ha pubblicato oggi una lunga chiacchierata che due veterani delle avventure grafiche "vecchia scuola" - Tim Schafer e Ron Gilbert - hanno avuto prima di avviare il progetto di raccolta fondi su Kickstarter, per realizzare un nuovo punta e clicca "come dio comanda". L'argomento della discussione non poteva che essere questo genere videoludico, che da tempo era ritenuto morente dalle major dell'industria del settore, ma che secondo i due ha ancora una folta schiera di appassionati.
Leggi la news completa: Tim Schafer e Ron Gilbert parlano di avventure grafiche


#2
EnfantTerrible

EnfantTerrible
  • Eye Bastard

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 6543

Non condivido affatto!
Secondo me ad oggi un avventura grafica, se distribuita tramite Steam o cmq qualche altro canale DD, e se venduta ad un prezzo onesto ( tra i 15 ed i 25€), venderebbe molto più 200.000 unità.

Non si arriverebbe certo ai numeri di un COD, ma secondo ci sarebbero buone possibilità di avvicinarsi al milione. Per un gioco del genere, dove i costi di sviluppo sono ben minori di un COD, di un AC, di un BF o di un Crysis, arrivare a 700.000-800.000 di unità vendute sarebbe un traguardo da record.

Ovvio che un gioco con vendite del genere non lascia spazio per i guadagni faraonici che si aspettano le case di distribuzione, e quindi è difficile trovare qualcuno disposto a finanziare.

Curiosità mia, l'edizione speciale di Monkey Island quanto ha venduto ?

#3
-Krell

-Krell
  • IronEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 23961

Non condivido affatto!
Secondo me ad oggi un avventura grafica, se distribuita tramite Steam o cmq qualche altro canale DD, e se venduta ad un prezzo onesto ( tra i 15 ed i 25€), venderebbe molto più di 200.000 unità.
Voglio osare una statistica forse stupida...
In Steam ho 30 amici, dei quali 6 hanno acquistato Monkey Island2, quindi 1/5. Considerando che Steam ha...quanti utenti? Circa cinque milioni, dico bene? Quindi, generalizzando, ci può stare che, solo su Steam, 1 milione di persone abbiano acquistato Monkey Island 2, ma a queste dobbiamo aggiungere la versione retail e le versioni console.
Dite che a 2M non ci arriviamo?!?
Considerando che Monkey Island ha (giustamente) il nome, poniamo che un'altra nuova avventura rischi di vendere meno.

Non si arriverebbe certo ai numeri di un COD, ma secondo me ci sarebbero buone possibilità di avvicinarsi al milione. Per un gioco del genere, dove i costi di sviluppo sono ben minori di un COD, di un AC, di un BF o di un Crysis, arrivare a 700.000-800.000 di unità vendute sarebbe un traguardo da record.

Ovvio che un gioco con vendite del genere non lascia spazio per i guadagni faraonici che si aspettano le case di distribuzione, e quindi è difficile trovare qualcuno disposto a finanziare.

In definitiva: è vero che oggi i gusti dei consumatori si sono molto standardizzati e massificati, ma è anche vero che le SH non hanno più il coraggio o la voglia di osare.

sei parecchio ottimista, imho loro si sono tenuti bassi, ma un milione se lo becca un titolo veramente valido... forse 500.000 sarebbe già un OTTIMO traguardo

#4
parappa

parappa
  • IronEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 22876

Non condivido affatto!
Secondo me ad oggi un avventura grafica, se distribuita tramite Steam o cmq qualche altro canale DD, e se venduta ad un prezzo onesto ( tra i 15 ed i 25€), venderebbe molto più di 200.000 unità.
Voglio osare una statistica forse stupida...
In Steam ho 30 amici, dei quali 6 hanno acquistato Monkey Island2, quindi 1/5. Considerando che Steam ha...quanti utenti? Circa cinque milioni, dico bene? Quindi, generalizzando, ci può stare che, solo su Steam, 1 milione di persone abbiano acquistato Monkey Island 2, ma a queste dobbiamo aggiungere la versione retail e le versioni console.
Dite che a 2M non ci arriviamo?!?
Considerando che Monkey Island ha (giustamente) il nome, poniamo che un'altra nuova avventura rischi di vendere meno.

Non si arriverebbe certo ai numeri di un COD, ma secondo me ci sarebbero buone possibilità di avvicinarsi al milione. Per un gioco del genere, dove i costi di sviluppo sono ben minori di un COD, di un AC, di un BF o di un Crysis, arrivare a 700.000-800.000 di unità vendute sarebbe un traguardo da record.

Ovvio che un gioco con vendite del genere non lascia spazio per i guadagni faraonici che si aspettano le case di distribuzione, e quindi è difficile trovare qualcuno disposto a finanziare.

In definitiva: è vero che oggi i gusti dei consumatori si sono molto standardizzati e massificati, ma è anche vero che le SH non hanno più il coraggio o la voglia di osare.

monkey island e' un nome celebre ed ha avuto successo solo tra i vecchi giocatori, e non e' arrivato al milione manco di striscio, altro che 2 mil.
se loro dicono 200k vuol dire che la media e' quella, mica si basano sul nulla.
purtroppo le avventure stanno morendo da anni come genere e sono ormai ristrette ad un gruppetto di core game, la soluzione e' allargare la tipologia del gioco oltre il classico, heavy rain ne e' stato un ottimo esempio oltre che appunto un successo.
ovviamente pero' sono occorsi molti soldi oltre che un grosso rischio per un tale successo, difficile che oltre a sony e quantic altri si spingano in tale direzione con il rischio di perdere un bordello di soldi.

#5
Bo_Duke

Bo_Duke
  • Moral of the story is you're a total bitch

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 12989
Il problema imho è trovare un modo per modernizzare le avventure grafiche.

Recentemente ho giocato Machinarium, mi è piaciuto tantissimo però è innegabile che mentre ci si sposta da un quadro ad un altro venga un po' di noia, specie se magari si devono fare 3-4 (o più) giri per completare un enigma o semplicemente per cercare indizi. Questo vale per lui come per praticamente tutti i giochi di quel tipo. Io sono della vecchia scuola, sono cresciuto con le avventure grafiche e questo è un loro aspetto che conosco e accetto ma non credo proprio sia così per la maggior parte dei giocatori "moderni". Ed è anche giusto che sia così imho, perchè non si può mantenere lo stesso gameplay per 20+ anni (per quanto non sia il punto di forze delle avventure grafiche) e pretendere di invogliare players che hanno un background completamente diverso.

Il fatto è che è difficile trovare una nuova modalità di gameplay che non vada a prendere il sopravvento sul piatto forte, cioè la storia. Già per dire un Death Spank è più focalizzato sulla componente action che non sulla narrazione...



#6
Dagho

Dagho
  • Normal Eye Fan

  • StellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 276
Steam ha 40.000.000 di utenti XD se ne avesse solo 5 non avrebbe così tanto successo XD

#7
EnfantTerrible

EnfantTerrible
  • Eye Bastard

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 6543
Anche secondo me se il prodotto è fatto bene, oltre le 200.000 copie si va tranquillamente. Se parliamo solo del marketplace MS, di giochi a basso budget ma che han avuto successo ci sono. Questo metodo di distribuzione, per questo genere, al momento secondo me offre grandi opportunità.
Nell'intervista parlano più volte di Limbo (ok, dicono che non è proprio un'avventura grafica ecc.) ma questa è la dimostrazione che giochi in cui bisogna usare il cervello non sono affatto morti. Bisogna solo trovare l'equilibrio giusto tra design, testi, enigmi e variare un po' il gameplay del classico punta e clicca con qualcosa che non lo renda frustrante.
Il problema è riuscirci :D.

P.S. Monkey Island è uscito pure su disco quindi i dati di vendita sarebbero 2, retail e dd.




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi