Vai al contenuto

Il riccio (Le Hérisson) (2009) [rece: 6]di Mona Achache con Josiane Balasko, Garance Le Guillermic


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 4 risposte

#1
Cinematografo

Cinematografo
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 29277
Il riccio - RECENSIONE (Cinema)
Lungometraggio tratto dal bestseller L'eleganza del riccio"Fintamente indolente, risolutamente solitario, terribilmente elegante".Recita così la locandina della co-produzione franco-italiana Le hérisson (ribattezzata Il riccio per la distribuzione nostrana), storia di un incontro inaspettato che, tratta dal bestseller L'eleganza del riccio, scritto nel 2006 da Muriel Barbery, segna l'esordio nella regia del lungometraggio per l'attrice Mona Achache, vista nei panni di Mari-Lou in Verso l'Eden (2009) di Costa-Gavras.Ed è proprio a proposito del testo che osserva: "Ho scoperto questo libro proprio quando è uscito. Qualche tempo prima, incontrando la produttrice Anne-Dominique Toussaint, le avevo sottoposto una mia sceneggiatura. L'aveva trovata interessante ma un po' ‘tristanzuola' e mi aveva detto che se avessi trovato una storia più divertente da raccontare le sarebbe piaciuto lavorare con me. Dal momento che a me piace molto l'idea dell'adattamento di un libro, sono andata alla FNAC a sbirciare le quarte di copertina. Volevo comprare L'eleganza del riccio, ma ho rinunciato perché c'era troppo da aspettare alle casse. La sera stessa un'amica mi parla di un libro che aveva appena finito di leggere, L'eleganza del riccio! Me lo presta, io lo leggo e chiamo Anne-Dominique: ‘Ho trovato una storia!'. Lei mi risponde: ‘E' incredibile, ce l'ho sul mio comodino!'. Lo legge, se ne innamora anche lei, chiamiamo la Gallimard e, nonostante la presenza di altri realizzatori cinematografici, otteniamo un incontro con Muriel Barbery. Il risultato di quell'incontro è stato che la Barbery mi ha scelto e abbiamo ottenuto i diritti".
Leggi l'articolo completo


#2
ant.binco

ant.binco
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 13
Ho letto il libro e penso sia uno dei migliori romanzi dell'anno. Non vedo l'ora di vedere la trasposizione filmica e girando in rete ho trovato questo blog, molto interessante e ben fatto.
http://blog.libero.it/ilriccio/

#3
eboncimino

eboncimino
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 20
Decisamente poco adatta la recensione per un film molto profondo e incredibilmente reale, che coinvolge, diverte e quasi fa piangere, sintesi di cosa può riservarci la vita. Merita molto di più della valutazione eseguita da Everyeye.it.

#4
Jason Voorhees

Jason Voorhees
  • Redattore Cinema

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Redazione
  • Messaggi: : 544
Questione di punti di vista.

#5
fabychan

fabychan
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 19
anche io ho letto il libro.. proprio per questo nn credo che andrò a vederlo..




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi