Vai al contenuto

Il peso dei ricordi

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 17 risposte

#1
Cobra Caos

Cobra Caos
  • IronEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 21187

Anche a voi capita di non riuscire a rigiocare un titolo che avete amato per timore di "sovrascrivere" l'ottimo ricordo che ne conservate?

Apro questo topic perché ne discutevamo sul topic di Nier. 

Ho amato il titolo di Cavia, mi ha trasportato tantissimo e lo considero, nonostante gli innegabili difetti, uno dei titoli migliori di questa generazione. Non l'ho però completato al 100% e mi piacerebbe farlo.

 

Però, come dicevo, ho paura. 

 

Ho paura che i bellissimi ricordi legati a quel gioco possano svanire per colpa di una "second run" non ottimale.

Ovviamente un titolo porta con sé non solo ricordi strettamente ludici ma anche personali, riguardanti fasi precise della nostra vita.

Per quello, a volte, si sviluppa un'affinità particolare con un titolo non propriamente eccellente, per una questione di "mood".

 

Da qui il blocco che non mi permette di rigiocare a titoli che mi hanno a loro modo segnato, come FF7, FF6, Terranigma, Ico, Persona 4 e altri ancora...

 

Voi che ne pensate? E quali sono i titoli che "vorrei ma non posso"?



#2
ZONATAR

ZONATAR
  • Back to --DREAMEYE--

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8037

no, affatto, anzi, riesco a cogliere lati e sfumature che quando ero bimbo nn me ne rendevo conto, ero contento matto quando sono riuscito a rigiocare creatures sul pc (e stiamo parlando di un gioco del C64), così come tutti gli altri giochi amiga (sensible soccer, turrican ecc...).

 

E poi lo scoprire che il gioco o il pezzo che ritenevi difficile era in realtà una stronzat@ x me nn ha prezzo :D



#3
gugu

gugu
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 29136
Anche io come Zonatar; rigiocando un vecchio titolo riesco a vedere delle sfumature perse in precedenza.
E' un modo per rivalutare i vecchi titoli...poi quelli giocati a distanza di anni ls cosa e' ancora piu' marcata...

#4
Cobra Caos

Cobra Caos
  • IronEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 21187

Attenzione, non parlo di QUALSIASI titolo. Cioè, è ovvio che a Street Fighter 2 ci giocherò tutta la vita.

Parlo di determinati titoli "story based" che vi hanno coinvolto particolarmente.



#5
EnfantTerrible

EnfantTerrible
  • Eye Bastard

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 6541

Io i giochi molto vecchi evito di rigiocarli perchè so per certo che troverei legnosità nei meccanismi, salvataggi ecc. che mi farebbero rivalutare in negativo un titolo che ho adorato.

Mi è già capitato, nella mia mente avevo ancora il ricordo da ragazzino di un gioco tutto bello e splendente, rigiocato recentemente l'ho trovato quasi ingiocabile; non riesco a fare a meno di notare solo i difetti :asd:

 

Molti rimpiangono le vecchie glorie, ma secondo me in questi anni i videogame ci hanno abituato molto bene, con cure ai dettagli e particolari di cui oramai non facciamo più caso ma, paragone con pad alla mano, fanno la differenza.



#6
Brick

Brick
  • Il fu RaR7

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 11142

Non rigioco mai nulla. Per me, una volta finito, il gioco ha dato quello che doveva dare. E' inutile tentare di riviverlo, perchè la seconda volta non sarà mai lo stesso e come hai detto bene dipende anche dal momento in cui lo hai giocato, il mood... ci sono un sacco di fattori. Oltre ovviamente al tempo che scarseggia, e se posso giocare ad un gioco, preferisco provare qualcosa di nuovo.

 

L'unica eccezione che potrei fare è magari tra 30 anni, quando davvero non mi ricorderò un piffero di molti giochi che ho giocato in questi anni e sarà un po' come giocarli per la prima volta nuovamente.



#7
ZONATAR

ZONATAR
  • Back to --DREAMEYE--

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8037

ma con i cartoni (pardon, anime) il discorso è diverso, sono pieni di filler e l'azione è stra-lenta, io x esempio appena ho avuto l'ouya mi sono rigiocato chrono trigger (giocato moltissimo tempo fa sull'emu dal pc), e ho capito meglio la storia (senza contare che è uno dei migliori titoli mai fatti), se un gioco è bello, è piacevole rigiocarlo x rifinirlo, ancora e ancora, un po' come i film, memento e il cavaliere oscuro ho quasi fuso i dvd/bluray da quante volte l'ho visti, stesso discorso x evangelion e così via; nn faccio come mi mà che dice: ah ma questo film l'ho già visto (magari 10 anni fa!) e nn lo rivede nn perchè nn gli è piaciuto, ma semplicemente xchè l'ha già visto!



#8
Keyser Söze

Keyser Söze
  • Verbal Kint

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Amministratore
  • Messaggi: : 44490

Anche a voi capita di non riuscire a rigiocare un titolo che avete amato per timore di "sovrascrivere" l'ottimo ricordo che ne conservate?

Apro questo topic perché ne discutevamo sul topic di Nier. 

Ho amato il titolo di Cavia, mi ha trasportato tantissimo e lo considero, nonostante gli innegabili difetti, uno dei titoli migliori di questa generazione. Non l'ho però completato al 100% e mi piacerebbe farlo.

 

Però, come dicevo, ho paura. 

 

Ho paura che i bellissimi ricordi legati a quel gioco possano svanire per colpa di una "second run" non ottimale.

Ovviamente un titolo porta con sé non solo ricordi strettamente ludici ma anche personali, riguardanti fasi precise della nostra vita.

Per quello, a volte, si sviluppa un'affinità particolare con un titolo non propriamente eccellente, per una questione di "mood".

 

Da qui il blocco che non mi permette di rigiocare a titoli che mi hanno a loro modo segnato, come FF7, FF6, Terranigma, Ico, Persona 4 e altri ancora...

 

Voi che ne pensate? E quali sono i titoli che "vorrei ma non posso"?

 

 

Bel thread, ma complicato :D

Posso dire che condivido il discorso alla base, come è verissimo per me che a determinati mood o periodi della nostra vita siano combaciati altrettanti titoli. Per esempio io ricordo FF7 e addirittura la miniguida che avevo trovato con consolemania (credo), oppure i week end serali passati a giocare a Brave Fencer Musashi. O ancora ricordo come se fosse ieri quando ero sotto esami di maturità eppure giocavo come un forsennato la notte a Ocarina Of Time.

Oppure molte estati fa, ricordo che ero malato e giocavo un casino a Animal Crossing per il cubo, mentre attendevo che venisse a casa mia la mia ragazza. Poi si giocava assieme.

O quando ero piuttosto piccolo, pomeriggi intgeri dopo la scuola e i compiti, trascorsi a giocare al primo Zelda per NES.

Ma potrei citare tantissimi altri esempi, magari non sono proprio "story based".

Sono ricordi indelebili, la bellezza del gioco è rafforzata dal ricordare il preciso momento in cui lo si è vissuto.

Rigiocati adesso non avrebbero la stessa magia per quanto mi riguarda, sul serio, al di là della questione tecnica io credo che  ricordare determinati videogiochi per quello che hanno trasmesso in un determinato momento è la cosa migliore per un emotive player come il sottoscritto. :)

Penso che la prima run di alcuni giochi corrisponda a certi momenti irripetibili, la bellezza del videogioco amplifica quei momenti e ci fa ricordare tutto quello che gira attorno, la seconda volta non è lo stesso.



#9
Wiedzmin

Wiedzmin
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3955

no, affatto, anzi, riesco a cogliere lati e sfumature che quando ero bimbo nn me ne rendevo conto, ero contento matto quando sono riuscito a rigiocare creatures sul pc (e stiamo parlando di un gioco del C64), così come tutti gli altri giochi amiga (sensible soccer, turrican ecc...).

 

E poi lo scoprire che il gioco o il pezzo che ritenevi difficile era in realtà una stronzat@ x me nn ha prezzo :D

 

Quoto tutto.

 

Amiga 500 rulez! ^_^



#10
The Big Boss

The Big Boss
  • Lo direttore dello museo delLO cere delLO Regno

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 33759

Non rigioco mai nulla. Per me, una volta finito, il gioco ha dato quello che doveva dare. E' inutile tentare di riviverlo, perchè la seconda volta non sarà mai lo stesso e come hai detto bene dipende anche dal momento in cui lo hai giocato, il mood... ci sono un sacco di fattori. Oltre ovviamente al tempo che scarseggia, e se posso giocare ad un gioco, preferisco provare qualcosa di nuovo.

 

L'unica eccezione che potrei fare è magari tra 30 anni, quando davvero non mi ricorderò un piffero di molti giochi che ho giocato in questi anni e sarà un po' come giocarli per la prima volta nuovamente.

 

This :)



#11
Cobra Caos

Cobra Caos
  • IronEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 21187

Rigiocati adesso non avrebbero la stessa magia per quanto mi riguarda, sul serio, al di là della questione tecnica io credo che  ricordare determinati videogiochi per quello che hanno trasmesso in un determinato momento è la cosa migliore per un emotive player come il sottoscritto. :)

Penso che la prima run di alcuni giochi corrisponda a certi momenti irripetibili, la bellezza del videogioco amplifica quei momenti e ci fa ricordare tutto quello che gira attorno, la seconda volta non è lo stesso.

 

Perfetto! È il mio stesso identico pensiero!

Per rendere il topic più particolare, proviamo a portare anche qualche esempio concreto! :)



#12
Stein

Stein
  • tagomagoeye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 40053

le esperienze emozionali sono sempre un terno al lotto al momento di una seconda run. Potresti coglierne i dettagli di quel mondo che ti ha incantato oppure allo stesso modo potresti, una volta che lo hai già vissuto, viverlo in maniera meno coinvolta e identificarne con molta facilità tutti quei piccoli difetti che magari nella prima run venivano tollerati nel nome del coinvolgimento emotivo, ma che adesso risulterebbero insopportabili. Quando mi è capitato di rigiocare alcuni capolavori del passato mi sono accorto di quanta pazienza avessi avuto in quei momenti a sopportare certi passaggi odiosi che magari il gioco proponeva :sisi:



#13
Andre106

Andre106
  • Remedy addicted

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4063

Quoto Cobra e RaR7, per me il gioco più che "sfida" o passatempo è proprio una piccola esperienza di vita, non so come spiegarmi meglio.... (fatto salvo i giochi sportivi oi peggio di auto, ovvio)

 

Quindi non gioco MAI una seconda run a parte casi eccezionalissimi, perché la prima ondata emozionale che mi hanno dato è unica e irripetibile, sia per situazioni di gioco sia per periodi della mia vita ai quali lego un titolo....

Per esempio ho adorato a tal punto Deadly Premonition su 360 (per tutte le ragioni di cui sopra) che l'ho preso anche per PS3, ma dopo pochi minuti ho spento, non ce la faccio, sarebbe come pretendere di reinnamorarsi due volte della stessa persona, l'hai già fatto, punto.

 

 

Anche per il retrogame per me vale lo stesso, anzi peggio...pensate che ho ancora c64 e Amiga perfettamente funzionanti con tutti i titoli che avevo all'epoca (si son vecchio, 37 anni sigh) ...beh non mi sogno di caricarli, rovinerei i meravigliosi ricordi di quell'epoca...


Modificata da Andre106, 10 November 2013 - 12:47 PM.


#14
Keyser Söze

Keyser Söze
  • Verbal Kint

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Amministratore
  • Messaggi: : 44490

 

Perfetto! È il mio stesso identico pensiero!

Per rendere il topic più particolare, proviamo a portare anche qualche esempio concreto! :)

 

Io li ho portati gli esempi :D



#15
Guest_KintarōeYe

Guest_KintarōeYe
  • Gruppo: Ospiti

Ci sono alcuni giochi, ma solo alcuni, quelli con una grande storia, che a distanza di anni sento la necessità di rigiocare. Soprattutto quelli con cui sono cresciuto da bambino. Il primo esempio che mi viene da fare, forse scontato, è la saga di Final Fantasy.

In un caso addirittura, non riuscivo a terminare il gioco, perché era come se stessi leggendo un libro di cui non avrei mai voluto leggere e vedere la fine. Il titolo in questione è Final Fantasy IX. Un unicum nella mia vita da videogiocatore.

 

E' comunque chiaro che nella maggior parte dei casi, iniziare un gioco per la seconda volta non regala quasi mai le emozioni che ha regalato nella prima. In ogni caso, se un gioco è più o meno piaciuto, difficilmente si corre il rischio di cambiare radicalmente opinione. A me, almeno, non è mai capitato.






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi