Vai al contenuto

[multi] Cosmic Star Heroine


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 4 risposte

#1
sonuccio

sonuccio
  • all we can do is keep breathing

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 16996

Cosmic Star Heroine è ormai sul mercato da tre annetti più o meno ed è approdato su console e PC.

E' stato il penultimo gioco pubblicato da Zeboid Games (studio indie che s'è fatto conoscere 10 anni fa per Breath of Death VII e Cthulhu Saves the World)  e le sue origini risalgono ad una campagna kickstarter nel 2013.

L'intento dello studio era quello di creare un rpg che si rifà pesantemente a certe aventure giapponesi degli anni 90 (la prima metà soprattutto, tra snes, md e segacd), e prende ispirazione principalmente da Chrono Trigger, Phantasy Star e Suikoden.

 

In sostanza, questo:

 

E' uscito anche in edizione fisica per PS4/Vita/Switch grazie ai Limited Run Games.

Da quel che ricordo è stato pure accolto positivamente dalla critica, con alcuni voti anche molto alti.

 

 

Io lo sto giocando adesso su Vita...e ho più perplessità che altro.

Sono tipo a 4 ore di gioco, ma non mi sta convincendo per nulla sotto quasi tutti gli aspetti...ma ho la sensazione di subire un po' l'insofferenza generale data da questo modo di creare giochi che per forza di cose vogliono copiare altri stili; in sostanza, questa volontà di CSH di voler essere un "jrpg", senza però esserlo.

Il character design lo trovo semplicemente terribile, la protagonista insipida, il cast senza carisma, la narrazione superficiale e tirata via in tutta velocità, che a sua volta impedisce ai personaggi di rimanere impressi o di  dire qualcosa di interessante, l'interfaccia confusa...il sistema di combattimento devo ancora ben capirlo, ancora non so se ha davvero senso o sono solo idee buttate alla rinfusa.

Anche graficamente mi pare incoerente...da una parte vuole essere un omaggio ai vecchi rpg in pixel art, ma poi usa tutta una serie di elementi ed effettistiche che non c'entrano nulla con i giochi dei primi anni '90.

 

Boh, sono arrivato in un punto dove succedono cose random e dove i personaggio escono ed entrano dalla e nella storia come fosse uno spettacolo teatrare di una scuola elementare. :huh:

 

 

Qualcuno lo ha provato?



#2
xizro345

xizro345
  • Limit Attack - Burning Strike

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 21801
Volevo provarlo ma poi ho lasciato perdere perché il sistema di battaglia mi sembrava brutto... Mi sa che è stata una buona idea 8P

#3
sonuccio

sonuccio
  • all we can do is keep breathing

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 16996

si infatti,le battaglie non mi convincono...anche sta cosa che più il combattimento si dilunga e più gli attacchi dei nemici diventano potenti * quindi occore cercare il metodo più veloce per uccidere tutti * ma quasi tutte le skill dei personaggi possono essere utilizzate una sola volta e poi occorre un turno per ricaricarle, e quindi sono utilizzabili nel turno ancora successivo...bha, non vorrei ritrovarmi davanti ad un sistema idiota come la corsa che consuma gli hp di Lunar Dragon Song :/



#4
sonuccio

sonuccio
  • all we can do is keep breathing

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 16996

sono andato avanti, sto a 15 ore e credo di avvicinarmi alla parte conclusiva...anche perchè un trofeo mi ha spoilerato che ho completato la formazione del party -_-

La sensazione che ho però è quella di non aver ancora fatto nulla di concreto, di non avere ancora visto nulla di interessante...e questa potrei metterla già come chiosa finale per tirare le somme del gioco, e ho detto tutto.

Non so nemmeno se sperare nelle battute finali, perchè più va avanti e più la narrazione peggiora, mentre la storia di per sè sembra solo una subquest di un gioco più grosso.

Però il gameplay è migliorato, ora che si può sceglere chi portare nel party e quali abilità equipaggiare ad ogni persanaggio, senza contare che ormai mi sono abituato all'interfaccia bruttarella dei menù; ma...ma alla fine mi trovo sempre ad usare le stesse abilità, e spesso nello stesso identico ordine di eseguzione, sia con mostri piccoli che boss, quindi c'è sempre qualcosa che non mi torna sulla bontà del battle system. Oh bhe, alla fine intrattiene!



#5
sonuccio

sonuccio
  • all we can do is keep breathing

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 16996

vabbè alla fine ho usato questa pausa estiva per finirlo, totalizzando una ventina di ore con annesso anche un po' di cazzeggio fine a se stesso.

 

Ne è valsa la pena?

No

 

Non per essere troppo cattivi, ma questo gioco mi ha dato scarse vibrazioni sin dall'inizio e alla fine mi ha lasciato ludicamente per nulla soddisfatto.

Sono due le cose che mi ricorderò di questo CSH: la sceneggiatura più idiota mai vista in un videogioco e un gameplay dal potenziale interessante ma sprecato.

 

Sulla storia e personaggi taglio subito corto: ok ispirarsi a classici che non avevano questi tramoni come Phantasy Star (che però, ricordiamo, uscirono tra l'87 e il '93) e un conto è uscire nel 2017 con una storia basica come poche ma che fa ridere i sassi, con personaggi capitati lì per caso.

Trovo assolutamente imbarazzante che una persona adulta possa aver scritto una sceneggiatura simile. Non aggiungo altro.

 

Il sistema di battaglia è la parte che salva il gioco.

E' un sistema skill-based, non esiste l'attacco classico, e riassumendolo in breve:

- le skill (7 a personaggio) si consumano dopo l'utilizzo e non possono più essere utilizzate nel il turno successivo

- l'ottava abilità è la difesa; la difesa ha anche l'utilità di rigenerare tutte le skill esaurite

- dopo ogni tot turni i personaggi entrano automaticamente in madalità Hyper per un turno; l'hyper mode aumenta l'efficacia di attacco e supporto

- ogni attacco fa aumentare la % dello Style e più questo valore è alto e più le skill arrecano danno (poi ci sono abilità particolarmente efficaci che consumano lo style); questa regola vale anche per i nemici, e infatti più passano i turni e più i danni subiti aumentano. Lo style salvaguarda anche i personaggi dal KO: se la % è sopra il 50 il malcapitato finisce con HP in negativo, e occorre riportaglieli in positivo entro la fine del suo turno per tenerlo in vita.

 

Queste sono le battaglie e sulla carta è un sistema anche discretamente strategico, che apre a più tipi di approcci a seconda dei nemici che si affrontano.

All'atto pratico invece è un sistema facilmente abusabile, soprattutto quando si acquisiscono determinate abilità e nel party entrano determinate figure che annullano quelle restrizioni che portavano un minimo di quilibrio; io ho impiegato poco nel trovare una successione di skill con la quale ammazzare facilmente tutti quelli che mi si paravano davanti, compresi boss finale e boss segreti...la maggior parte delle abilità sono inutili e, semplificandola un po', non si deve fare altro che utilizzare gli attacchi più potenti  (evitando sempre quelli consumano lo style) sfruttando il turno Hyper e poi difendersi, continuando così all'infinito. Quando lo style è pieno ed è attivo un buff sulla forza, usare in hyper gli attacchi in team e voilà, danni assurdi e nemici stecchiti.

La sensazione che ho avuto è che in Zeboid abbiano voluto creare un sistema volutamente strano o alternativo, per differenziarsi evidentemente dai tanti altri giochi simili, ma nel farlo non siano risuciti a calibrarlo adeguatamente.

 

Tutto il gameplay di CSH (dal sistema di equip all'esplorazione) sa di "vogliamo fare gli alternativi", ma per me sarebbe stato molto meglio, e molto più appagante, se si fossero attenuti a qualcosa di più classico.

 

E' brutto (storia a parte)? no. Lo consiglierei? no

Sembra un gioco in cerca di una identità * quella dei rpg giapponesi*  che finisce per essere una copia tarocca: una taroccata occidentale.






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo