Vai al contenuto

Intellettuali e pensatori OT


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 5 risposte

#1
GtagXbox_Nikolino840

GtagXbox_Nikolino840
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 1720
*inserire immagine della statua del pensatore seduto sul water*


Da Carneade (chi era costui?) a Freud (ti vuoi bombare tua mamma?)
Passando da Kant (t'illumino d'immenso) a McLuhan (tu non sai niente del mio lavoro)

Chi vi si addice di più?
Chi è che va di moda?
Chi è più attuale o superato?

*inserire meme dei ragazzi che parlano di fi.. e di calcio ma che da ubriachi parlano di politica e filosofia*

Modificata da GtagXbox_Nikolino840, 01 July 2020 - 09:19 PM.


#2
RENT-A-HERO

RENT-A-HERO
  • Everybody got something to hide except me and my monkey!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 7319
Da sempre il mio preferito è Bergson, fra i clsssici ho una predilezione per Democrito.

#3
LoSvizzeroVolante

LoSvizzeroVolante
  • <>

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 19431
Bertrand Russell è stato il mio maestro di filosofia

Ho fatto un periodo ad amare follemente wittgenstein e la filosofia del linguaggio

Per i classici, sicuramente Parmenide

Modificata da LoSvizzeroVolante, 01 July 2020 - 10:02 PM.


#4
GtagXbox_Nikolino840

GtagXbox_Nikolino840
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 1720
Yukio Mishima in "lezioni spirituali per giovani samurai " dice:

Un uomo giapponese, quando la moglie partorisce, dovrebbe celare i suoi sentimenti, uscire con gli amici o comunque fingere indifferenza. E questo, ritengo, non per un senso di disprezzo verso la donna, bensì per il timore e il trepido rispetto verso un dominio prettamente femminile, ed anche per un atteggiamento di sfida mascherante una certa timidezza virile.

Opinioni?

Per i vari imprenditori del forum consiglio "l'arte della guerra " di Sun Tzu perché avevo letto da qualche parte che le nozioni si possono estrapolare per adattarle a un contesto moderno quale l'imprenditoria e la finanza

#5
Sarastro

Sarastro
  • 外国人

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 28826

Avessi piu' tempo/energie approfondirerei questi:

 

https://en.wikipedia...Robert_Sapolsky (soprattutto lui)

https://en.wikipedia...i/Steven_Pinker

https://en.wikipedia...Richard_Dawkins

https://en.wikipedia...Daniel_Kahneman

https://en.wikipedia...Geoffrey_Hinton



#6
Pinco LaBomba

Pinco LaBomba
  • Eye Bastard

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 6393
Sono sempre stato sulla linea di pensiero secondo la quale decidere il "preferito" tra i filosofi sia un po' fanboystico

Di sicuro però la corrente alla quale più mi riconosco è l'analitica e l'epistemologia novecentesca

Le colonne portanti sicuramente l'Aristotele dell'Organon e della Metafisica, il Platone del Sofista, lo Hume del Trattato sulla Natura Umama (le intuizioni presenti nel primo libro, Sull'Intelletto, sono da pelle d'oca) e Kant per aver messo l'accento sulla vera utilità della filosofia: tracciare i limiti della ragione e dunque imbastire un discorso sulla conoscenza, sul come conosciamo; e non sul "cosa".
Delineare gnoseologicamente la struttura della mente deve essere un primo passo verso una rivalutazione anche delle scienze naturali.

Breve ma intenso fu l'amore per Heidegger

La corrente idealista tedesca è la cosa dalla quale sono più lontano

I pensatori ai quali occorre fare riferimento per imbastire un discorso filosofico fecondo e che dunque si interroghi sulle fondamenta della scienza sono a mio avviso Frege, Russell, Wittgenstein, Popper, Feyerabend, Kuhn, Godel e in generale tutta la corrente analitica

Dal lato filosofia della biologia leggere "L'Origine delle Specie" mi ha letteralmente cambiato

Lato etica forse l'impostazione kantiana per quanto utopica risulta quella a cui dovremmo tendere tutti
Spinoza infine maestro di vita per non farsi fregare da finti maestri e per rendersi conto che tutti siamo uguali

Modificata da Pinco LaBomba, 02 July 2020 - 07:49 PM.





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo