Vai al contenuto

Ignoranza Italiota InformaticaUtenti medi italiani di computer


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 51 risposte

#1
Paolo1986

Paolo1986
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1185

Cari ragazzi, oggi da nerdacchione voglio aprire un topic interessante, ovvero, quello sull'ignoranza informatica italiota.

 

L'Italia, come si sa, e' sempre stato un paese restio al cambiamento e alle novita. Cio si e' riflettuto anche a livello informatico, sopratutto a livello di conoscenze di utente medio. Voglio parlarne in maniera ironica. 

 

Io vedo piu epoche:

 

Meta' anni novanta/ fine anni novanta:

 

I computer sono appannaggio solo di persone particolarmente abbienti e professionisti, quindi di pochi eletti. Con windows 95 iniziano a diffondersi i PC nelle case (come non ricordare la famosa frase, compa' io ho il Pendddium, un mostro'. Ma si tratta sempre di una minor parte della popolazione. Chi ha un computer a casa viene visto come un essere fantasmagorico (figuriamoci chi aveva un Mac). Internet costa ancora molto, solo dal 99 vengono introdotte le tariffe flat. La maggior parte delle persone che io conoscevo, avevano qualche console tipo il Super Nintendo o il Mega Drive. Forse qualcuno abbiente ha la mitica Playstation (con i primi taroccamenti)

 

Primi anni 2000'

 

Complice la riduzione dei prezzi, proprio nel 2000 scoppia la febbre Playstation (con cinque anni di ritardo e grazie alla mitica modifica a 70 mila lire). Nelle fiere di paese i marocchini vendono fior fiori di giochi piratati e tutti, ma tutti hanno almeno il benedetto fifa 2000 e metal gear solid.

A partire da circa il 2002, i PC (possibilmente di computer discount) iniziano a diffondersi come macchina da famiglia 'perche poi serve per la scuola e per studiare'. L'adsl inizia a diffondersi in italia e nasce questa nuova fetta di gamer PCisti , sempre incalliti con i dischi copiati e i Twilight.

D'altra parte, l'utente medio usa il PC solo per giocare a FIFA e qualche altro gioco. Ma se si ritrova di fronte Windows XP con qualche problema, non ci capisce niente. Peggio che peggio se gli diciamo di fare compiti semplici come usare Word et simila. Qualcuno piu intraprendente inizia anche ad usare le chat tipo supereva et simila.

 

Meta' anni 2000, fine anni 2000'

 

Circa il 50 percento della popolazione ha un computer a casa, ma lo sfrutta solo al 10 percento. Piano piano gli schermi piatti iniziano a soppiantare i CRT. Le frasi piu tipiche del momento sono 'Ma tu hai il Pendddium 3 ? A no io ho il 4, quello piu potente che ha Windows Vista). Anche scrivere una tesina al computer, montare un video o importare foto, sono compiti ardui che necessitano sempre il dover 'chiamare l'amico esperto'. Youtube lo si usa per vedere video scemi oppure le giocate di Ronaldinho. Qualcuno super intraprendente inizia a caricare video sgranati di 30 secondi (solitamente di qualche tifoseria locale)

Nel mentre, iniziano a diffondersi i primi cellulari con fotocamera e video. Diventa tipico nelle feste o gite fare 'foto' digitali, per poi conservarsele sul computer personale ma nulla di piu.

Sempre con quattro-cinque anni di ritardo circa, scoppia la febbre Playstation 2 tarocca, questa volta con PES 5 e Metal Gear Solid 2, ormai acquistabile a prezzi piu modici. Il monolite nero (in verita' la slim, perche dal 2004 quella originale non si trovava piu) diventa uno status symbol da mettere vicino al CRT 16-9, per giocare a una moltitudine di giochi, ovvero PES 4-5-6 (copiati). Ma verso la fine del decennio una nuova moda doveva scoppiare.

 

2010 in poi

 

Scoppia la febbre Facebook (o Feisbukk). I giovani iniziano ad usare sempre piu i cellulari che fanno foto e a postare foto e controfoto. Sempre piu gente si crea il profilo e si diffonde in italia a macchia d'olio. Anche le casalinghe tamarre iniziano a fare uso di questo mezzo. Da qui, gli italiani iniziano a comprare computer sempre piu scrausi, passando piano piano da PC tower a portatili da 200 euro i quali servono solo a usare Feisbuk (se non sia mai nascondevate l'icona di Explorer o Chrome, l'utente medio italiota andava in palla). Inoltre dal 2010 in poi, il tanto bistrattato marchio Apple, noto per questi misteriosi computer costosissimi 'che sono belli ma fanno schifo perche ci fai solo grafica e non ci parte niente' inizia a diventare mainstream. Gli Iphone iniziano a diffondersi e con questa l'implementazione di Facebook e Instagram, i quali diventeranno dei must have.

Piu gli anni passano e piu i computer iniziano a perdere piede. Ormai e' l'epoca degli smartphone (rigorosamente costosi per ogni membro della famiglia). Da qui in poi il mondo informatico italiano si basera solo sugli smartphone tutto fare. Chiamate, messaggi, studio, internet, cazzeggio e di tutto di piu. L'italiota imperterrito inizia ad affermare 'Oi fra' che me ne faccio del combiuter, io ho l'ifon che mi fa tutto'. Inoltre iniziano a spuntare i primi grandi youtuber italiani.

 

Era contemporanea:

 

Tutto il resto e' storia. I computer sono diventati nuovamente appannaggio dei professionisti. Tutti hanno un bello smartphone da 1000 euro circa, da sfoggiare quando si esce il sabato sera per far vedere che si e' persone di un certo livello. Anche il gaming diventa piu di nicchia. Playstescccioon e' sempre il marchio piu noto, da mettere sotto la TV Full HD assieme ai suoi meravigliosi giochi, ovvero FIFA e Fortnite. D'altra parte pero' lo stesso gaming si sposta su Candy Crush e giochetti simili online. Facebook e Instagram scorazzano come re indiscussi delle piattaforme di culto dell'italiota medio ostentoso.

 

 

 

p.s scusate gli errori di ortografia, sto scrivendo di fretta ed inoltre sto usando la tastiera UK, per questo sto 

mettendo la ' al posto degli accenti.


Modificata da Paolo1986, 13 April 2020 - 04:13 PM.


#2
Paolo1986

Paolo1986
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1185

Mi piacerebbe che anche voi condividiate le vostre storie di ignoranza informatica, suddivise per epoche, per confrontarci un poco tra di noi. Ovviamente il topic e' molto ironico. 

 

Attendo risposte :) sicuramente c'e' da divertirci


Modificata da Paolo1986, 13 April 2020 - 10:49 AM.


#3
Christian Matta

Christian Matta
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1180
Post sull'ignoranza elettronica pieno di errori grammaticali. Decisamente ironico ;-)

#4
X-Kenny

X-Kenny
  • Zen

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 30952
Troppa trama

#5
Paolo1986

Paolo1986
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1185

Dai ragazzi, che ne puo uscire veramente una discussione divertente ed interessante. Credo che tutti voi vi siate ritrovati in situazioni simili di 'ignoranza' informatica. Quali episodi ricordate in particolare riguardo ai cosidetti 'utenti medi' ? Io per esempio, nel lontano 1996, ricordo ero a casa di una mia vicina di casa, c'era la mamma che stava dicendo 'hai visto e' uscito il CD, incredibile e' come il giradischi pero e' piu bello e sono piu' piccoli, e' la novita' dell'anno, l'hanno inventato adesso'. Inoltre c'erano dei parenti e questa persona era convintissima che il CD 

fosse stavo inventato quell'anno. Rispondo io 'eee ma esiste dai primi anni 80'. Come dico questa cosa, rimangono tutti sbalorditi 'impossiibile, il CD l'hanno inventato adesso, cioe' proprio adesso adesso'.

 

Comunque a cavallo tra i 90 e i 2000, mi ricordo molti tamarrotti che sventolavano il fatto che loro avessero computer fantasmagorici. Alla domanda 'ma che computer hai ?' rispondevano 'oi fra' , il piu forte di tutti, cioe' proprio uno potente, un penddddium, cioe' un windowssss 98'. Appena facevi domande piu dettagliate ' eee ho il piu forte, cioe' e' windowsss 98 ci parte FIFA 2000'.

 

Ricordo un altro episodio d'ignoranza. 'E ma che perdi tempo con questi combiuter, la piu' forte e' la Pleystescion, cioe' e' la piu' forte di tutti, proprio un mostro' e dopo 'Cioe' tu inzacchi il disco e ci partono i giochi e li metti alla televisione, cioe' secondo me come la pleystescion non c'e' nessun computer, proprio un mostro di potenza irragiungibile'.

 

Durante la epoca Playstation 2:

 

Ho la Pleystescion quella forte, quella bella nuova. Praticamente ho la 2. Mamma mia, mio cugino ci ha fatto la modifica con il saldatore. Posso copiarmi i giochi da Blockbuster e ci gioco a Pes 4-5-6-7 per fare la Master League.


Modificata da Paolo1986, 13 April 2020 - 01:24 PM.


#6
Merlo

Merlo
  • The Gufo is here!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 24445
Troppa trama

#7
X-Kenny

X-Kenny
  • Zen

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 30952

Io quando trovo "ignoranti informatici" me ne sto zitto per evitare che mi facciano sistemare le loro grane aggratis. Guarda caso quando ho iniziato a chiedere soldi, sono spariti tutti



#8
Alfo'

Alfo'
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 19165
Mio padre, impalla il computer e ogni 6 mesi devo formattarglielo.
L ultima volta aveva 30 giga di file excel da trasferire, nn gli ho creduto :D

#9
skizzo_85

skizzo_85
  • Utente Vintage

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 26318
Non sono molto amante di questo modo "elitario" di trattare il mainstream in modo quasi dispregiativo.
È alla base di tutta la corrente hipster che non se n'è ancora andata, ma se a me piace il te Lipton a due euro cento bustine non capisco perché chi apprezza solo i Darjeeling First flush FTGFOP1 debba puntare il dito verso di me sghignazzando.
Allo stesso modo, un topic sulla gente ignorante lato tecnologia non raccoglie molto il mio consenso.

#10
videoludico88

videoludico88
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1184

Ma quanti anni hai?Te lo chiedo perchè sembra che tu sia abbastanza giovane e non conosca o abbia vissuto in prima persona certe fasi del tuo discorso.Io sono dell'88 e ricordo che la Psx era molto diffusa già dagli anni 90 e non era affatto per i più abbienti, idem alcune tipologie di Pc.Esistevano già alcune chat e fenomeni legati a quell'epoca preistorica pc-isticamente parlando che erano di massa come Napster, C6, le chat di Irc.Qualche anno più tardi con la diffusione dei modem ADSL arriveranno robe come World of Warcraft e messanger, ed è ancora era pre-facebook....

Per dire nel 99/2000 avevo il pc e già giocavo a Diablo II e che dire di piattaforme dopo come Myspace,Netlog,Haboo.....

errata corrige:era il 2000 in cui giocavo a Diablo :asd: Son vent'anni ma sembra un secolo fa.....


Modificata da videoludico88, 13 April 2020 - 05:11 PM.


#11
Paolo1986

Paolo1986
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1185

Ma quanti anni hai?Te lo chiedo perchè sembra che tu sia abbastanza giovane e non conosca o abbia vissuto in prima persona certe fasi del tuo discorso.Io sono dell'88 e ricordo che la Psx era molto diffusa già dagli anni 90 e non era affatto per i più abbienti, idem alcune tipologie di Pc.Esistevano già alcune chat e fenomeni legati a quell'epoca preistorica pc-isticamente parlando che erano di massa come Napster, C6, le chat di Irc.Qualche anno più tardi con la diffusione dei modem ADSL arriveranno robe come World of Warcraft e messanger, ed è ancora era pre-facebook....

Per dire nel 99/2000 avevo il pc e già giocavo a Diablo II e che dire di piattaforme dopo come Myspace,Netlog,Haboo.....

errata corrige:era il 2000 in cui giocavo a Diablo :asd: Son vent'anni ma sembra un secolo fa.....

 

 

Sono dell 86 e sono calabrese. Considera che qui il tutto si è evoluto più tardi rispetto al resto d'italia. Per me sono dal 2000 in poi i computer iniziarono ad essere qualcosa di 'normale' a casa. Ma quando andavo all'elementari negli anni 90', giuro che forse io ero quasi l'unico ad avere un computer. Da piccolo mi sentivo sempre quella sensazione di 'Paolo quello con il computer, quel macchinario sofisticato elettonico' oppure 'Paolo quello che ne capisce, il mostro dell'elettronica'. E ricordo all'epoca un'ignoranza dilagante.



#12
Itachi

Itachi
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 15082

Non sono molto amante di questo modo "elitario" di trattare il mainstream in modo quasi dispregiativo.
È alla base di tutta la corrente hipster che non se n'è ancora andata, ma se a me piace il te Lipton a due euro cento bustine non capisco perché chi apprezza solo i Darjeeling First flush FTGFOP1 debba puntare il dito verso di me sghignazzando.
Allo stesso modo, un topic sulla gente ignorante lato tecnologia non raccoglie molto il mio consenso.


Va pure detto che il concetto di base non è sbagliato.
Siamo nel 2020, usare un'app non è da elitari, fa parte delle operazioni basilari per tenere su la società odierna.

Si poteva dire a inizio 2000, nel 2020 penso pure io si debba cominciare a far capire che non è una questione di gusti ma è proprio sbagliato non sapere usare certe cose.

Ho visto gente fare in 5 minuti quello che un'altra persona (senza tecnologia) ci aveva messo 1 giorno intero di lavoro a fare.
La differenza produttiva sta diventando troppa e non è un'esagerazione che questo argomento è uno di quelli che sta contribuendo alla contrazione economica del paese.

Insomma, arrivati nel 2020 credo sia ora di mettere da parte la buona educazione e dire chiaramente che se non sai usare una certa cosa è un problema oggettivo. E che dover imparare non è più un consiglio.

#13
videoludico88

videoludico88
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1184

 

 

Sono dell 86 e sono calabrese. Considera che qui il tutto si è evoluto più tardi rispetto al resto d'italia. Per me sono dal 2000 in poi i computer iniziarono ad essere qualcosa di 'normale' a casa. Ma quando andavo all'elementari negli anni 90', giuro che forse io ero quasi l'unico ad avere un computer. Da piccolo mi sentivo sempre quella sensazione di 'Paolo quello con il computer, quel macchinario sofisticato elettonico' oppure 'Paolo quello che ne capisce, il mostro dell'elettronica'. E ricordo all'epoca un'ignoranza dilagante.

Mboh...vero solo in parte però, ricordo che da me avere il computer non era un elemento dispregiativo, anzi, era motivo di vanto.Sono della Campania e ti assicuro che il computer non era poi cosi poco diffuso, anzi.....poi certo che ci fosse più ignoranza ci sta, culturalmente molti sono esplosi con l'arrivo di wikipedia :asd: anche se purtroppo ha portato la saccenza e arroganza a livelli stratosferici, preferivo quasi della sanissima ignoranza.


Modificata da videoludico88, 13 April 2020 - 08:28 PM.


#14
d1ablo

d1ablo
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13419

io sono di roma, classe 82, ed alle elementari il pc ce l'avevamo tutti a casa...io usavo quello di mio padre per giocare ovviamente, poi tutti avevano anche le console (gameboy, gamegear, nes, master system ecc), ma pure il pc bene o male era nelle case di tutti infatti giravano dischetti con vari giochi (prince of persia, bubble bobble, street fighter 2, x-wing e via dicendo)

 

son stato fortunato perchè ho avuto un padre con la passione per i pc, anche perchè ci lavorava, e quindi un pc a casa l'ho sempre avuto...ho faticato molto di più con le console, da piccolo ho avuto giusto il NES (regalato da un parente alla prima comunione) ed il gameboy regalatomi al compleanno da mio nonno nel 1991 di nascosto, visto che i miei non volevano, della serie "ha lo schermo piccolo e ti rovini la vista" :asd:

 

sull'ignoranza informatica mamma mia, stendiamo un velo pietoso...son sempre stato quello che risolveva i problemi alla gente, salvo poi essere preso in giro alle spalle perchè fissato con i videogiochi (era la moda negli anni 90 considerarli sfigati), solo che alla fine ai videogiochi bene o male giocavano tutti, e quando avevano problemi facevano i grandi amiconi



#15
Andṛn

Andṛn
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2973
Io cominciai con il vic-20 e grazie a mio padre appassionato feci tutta la trafila, commodore 64, amiga 500, 486, pentium 100, pentium 166 mmx, pentium 200, mendocino, athlon al chilo, 3dfx, vodoo 2, insomma quello che voi nerdoni giá sapete. A partire dal 486, a 14 anni giá ero "l'esperto" e dovevo andare a casa di parenti, amici, amici di famiglia etc a montare, configurare, recuperare dati perduti e insegnare a usare applicazioni a me sconosciute. Pensavo che la causa fosse l'analfabetismo di chi non è cresciuto con l'informatica, e che le nuove generazioni sarebbero state abili... invece sono uguali o peggio delle precedenti. Smartphone a parte ovviamente, quello l'hanno imparato in 5 minuti e sono tutti a bastanza piú esperti di me, che uso 3 applicazioni in croce e ho modelli piuttosto economici.

Modificata da Andṛn, 13 April 2020 - 09:36 PM.





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo