Vai al contenuto

Istruzione e scuola dell'obbligosplit da alimentazione


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 136 risposte

#1
gnigno77

gnigno77
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 758

 

 

Ma infatti l'importante è la consapevolezza, con quella poi ognuno può decidere quello che preferisce.

 

Penso che parte del problema sia proprio che c'è un'immensa confusione a riguardo.

 

Lo stato piazza immagini di morte dietro i pacchetti di sigarette poi il 14enne val al supermercato a comprarsi la bottiglia di vodka e la maggior parte della gente se ne esce con "eh ma son ragazzi". Si lo sono, non è una critica ai ragazzini che fanno cose da ragazzini, è una critica al messaggio sbagliato che passa che finire in coma etilico non è niente di che in confronto al fumo.

Non parliamo nemmeno delle droghe leggere perchè da noi è un disastro. A prescindere dai regolamenti precisi c'è proprio il messaggio che se ti fumi una canna ti stai "drogando" ma se spari 2 pacchetti di sigarette al giorno no, ed è assurdo.

 

Sul mangiare noi per fortuna stiamo messi meglio di altri, ma anche da noi ci sono i soliti problemi da questo punto di vista.

C'è una vaga consapevolezza che i fast food non fanno proprio benissimo ma per il resto la gente non vede differenza tra il resto del cibo.

Sapere che una cosa ha certe soglie di pericolosità aiuterebbe tantissimo nel dire "ok ieri mi sono sparato 4 panini col salame ungherese oggi magari evito" con la stessa mentalità di quando si cerca di evitare l'ennesima sigaretta. 

 

Robe tipo la nutella non ho idea di come facciano a essere legali, dovrebbero avere praticamente gli stessi avvisi di morte delle sigarette, più o meno stiamo li.

Cioè su 100g di nutella (ma come tanti dolci simili industriali) ci sono 56g di zuccheri +30 di grassi (e non quelli buoni). Cioè su 100g di prodotto 86g sono di roba che non dovresti proprio ingerire in teoria.

Se si va da un medico spesso ti toglie gli yogurt classici perchè hanno 15/16g di zuccheri su 175g di prodotto, rendiamoci conto.

 

Anche qui, non è che uno non si può fare la fetta di pane con la nutella ogni tanto, ci mancherebbe, ma dovrebbe essere fondamentale la consapevolezza di quello che è e quindi di come gestirla.

 

Parere mio (in un discorso più ampio) questo fa parte delle tante cose che si dovrebbero studiare alla scuola dell'obbligo invece delle tante cavolate con cui si spreca tempo che hanno zero utilità oggi (come latino).

1 ora di alimentazione, 1 di finanza e 1 di codice civile a settimana già cambierebbero l'intera società (in meglio) con una spesa praticamente nulla.

magari insegnassero di nuovo l'educazione civica!!!!

bella la tua idea!



#2
gabblo

gabblo
  • Eye Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 9306

 

 

Ma infatti l'importante è la consapevolezza, con quella poi ognuno può decidere quello che preferisce.

 

Penso che parte del problema sia proprio che c'è un'immensa confusione a riguardo.

 

Lo stato piazza immagini di morte dietro i pacchetti di sigarette poi il 14enne val al supermercato a comprarsi la bottiglia di vodka e la maggior parte della gente se ne esce con "eh ma son ragazzi". Si lo sono, non è una critica ai ragazzini che fanno cose da ragazzini, è una critica al messaggio sbagliato che passa che finire in coma etilico non è niente di che in confronto al fumo.

Non parliamo nemmeno delle droghe leggere perchè da noi è un disastro. A prescindere dai regolamenti precisi c'è proprio il messaggio che se ti fumi una canna ti stai "drogando" ma se spari 2 pacchetti di sigarette al giorno no, ed è assurdo.

 

Sul mangiare noi per fortuna stiamo messi meglio di altri, ma anche da noi ci sono i soliti problemi da questo punto di vista.

C'è una vaga consapevolezza che i fast food non fanno proprio benissimo ma per il resto la gente non vede differenza tra il resto del cibo.

Sapere che una cosa ha certe soglie di pericolosità aiuterebbe tantissimo nel dire "ok ieri mi sono sparato 4 panini col salame ungherese oggi magari evito" con la stessa mentalità di quando si cerca di evitare l'ennesima sigaretta. 

 

Robe tipo la nutella non ho idea di come facciano a essere legali, dovrebbero avere praticamente gli stessi avvisi di morte delle sigarette, più o meno stiamo li.

Cioè su 100g di nutella (ma come tanti dolci simili industriali) ci sono 56g di zuccheri +30 di grassi (e non quelli buoni). Cioè su 100g di prodotto 86g sono di roba che non dovresti proprio ingerire in teoria.

Se si va da un medico spesso ti toglie gli yogurt classici perchè hanno 15/16g di zuccheri su 175g di prodotto, rendiamoci conto.

 

Anche qui, non è che uno non si può fare la fetta di pane con la nutella ogni tanto, ci mancherebbe, ma dovrebbe essere fondamentale la consapevolezza di quello che è e quindi di come gestirla.

 

Parere mio (in un discorso più ampio) questo fa parte delle tante cose che si dovrebbero studiare alla scuola dell'obbligo invece delle tante cavolate con cui si spreca tempo che hanno zero utilità oggi (come latino).

1 ora di alimentazione, 1 di finanza e 1 di codice civile a settimana già cambierebbero l'intera società (in meglio) con una spesa praticamente nulla.

 

Concordo pienamente, materie di un'utilità pratica enorme che vengono completamente ignorate.



#3
Genocide

Genocide
  • RIP Nonno Stan

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 114998

 

Parere mio (in un discorso più ampio) questo fa parte delle tante cose che si dovrebbero studiare alla scuola dell'obbligo invece delle tante cavolate con cui si spreca tempo che hanno zero utilità oggi (come latino).

1 ora di alimentazione, 1 di finanza e 1 di codice civile a settimana già cambierebbero l'intera società (in meglio) con una spesa praticamente nulla.

 

il latino aiuta tantissimo a generare un certo tipo di forma mentis, amplifica le capacità di deduzione e logica (ci son libri interi su come paradossalmente gli studi classici aiutino poi a fare studi scientifici) e pure quelle di comprensione della PROPRIA lingua e di tutte quelle che dal latino sono nate o sono state influenzate (e considerando l'estensione dell'impero romano non son poche).

Impari l'importanza ed il significato delle parole, di come non ne bastino 4 per poi usare solo grugniti.

Non a caso chi ha studiato latino poi ha meno problemi ad imparare alcune lingue o anche solo a comprendere la nostra. 

 

A scuola non si può fare solo roba pratica o utile in senso "pragmatico".

 

bisogna formare le menti, non solo metterci dentro quello che serve


Modificata da Genocide, 30 January 2020 - 10:16 AM.


#4
Itachi

Itachi
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14942

 

il latino aiuta tantissimo a generare un certo tipo di forma mentis, amplifica le capacità di deduzione e logica (ci son libri interi su come paradossalmente gli studi classici aiutino poi a fare studi scientifici) e pure quelle di comprensione della PROPRIA lingua e di tutte quelle che dal latino sono nate o sono state influenzate (e considerando l'estensione dell'impero romano non son poche).

Impari l'importanza ed il significato delle parole, di come non ne bastino 4 per poi usare solo grugniti.

Non a caso chi ha studiato latino poi ha meno problemi ad imparare alcune lingue o anche solo a comprendere la nostra. 

 

A scuola non si può fare solo roba pratica o utile in senso "pragmatico".

 

bisogna formare le menti, non solo metterci dentro quello che serve

 

 

Non sono d'accordo.

 

Per quanto sia d'accordo che a scuola si debbano anche formare menti oltre che a solo "passare informazioni" non credo sia il caso dell'Italia (dove c'è la situazione contraria).

Ne che sia necessario il latino per farlo.

 

Studiare il cinese per esempio avrebbe lo stesso identico effetto di forma mentis del latino, con la differenza che almeno è utile.



#5
-Krell

-Krell
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 26242

 
 
Non sono d'accordo.
 
Per quanto sia d'accordo che a scuola si debbano anche formare menti oltre che a solo "passare informazioni" non credo sia il caso dell'Italia (dove c'è la situazione contraria).
Ne che sia necessario il latino per farlo.
 
Studiare il cinese per esempio avrebbe lo stesso identico effetto di forma mentis del latino, con la differenza che almeno è utile.

Itachi, io tendenzialmente sono su questa linea, però la letteratura che indica gli effetti positivi del latino c'è. Non te la so citare a memoria, ma si è studiato per arrivare a dirlo.

#6
Itachi

Itachi
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14942

Itachi, io tendenzialmente sono su questa linea, però la letteratura che indica gli effetti positivi del latino c'è. Non te la so citare a memoria, ma si è studiato per arrivare a dirlo.

 

 

Se hai qualche link lo leggo volentieri, è un discorso interessante.

 

Personalmente, per ora, faccio fatica a immaginare il perchè studiare il cinese (per esempio) non sia concettualmente la stessa cosa (ma con risvolti pratici di tutt'altro livello).

 

Anzi, in realtà come ricordavo molti studi dicono il contrario, ce ne sono di più che famosi che terminano con questa esatta frase:

"Followups at the end of Grade 8 similarly found, “No significant differences… in deductive and inductive reasoning or text comprehension… among students with 4 years of Latin, 2 years of Latin, and no Latin at all.”

 

https://www.econlib....e_agains_5.html



#7
LoSvizzeroVolante

LoSvizzeroVolante
  • <>

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 19219
Chissene dell'utilità

Mille volte la lingua di cesare con la letteratura annessa (perché latino è propedeutico a leggere in lingua orinale le opere di letteratura latina) che si faceva alle superiori che imparare il cinese.

#8
Genocide

Genocide
  • RIP Nonno Stan

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 114998

Chissene dell'utilità

Mille volte la lingua di cesare con la letteratura annessa (perché latino è propedeutico a leggere in lingua orinale le opere di letteratura latina) che si faceva alle superiori che imparare il cinese.

 

Purtroppo chi non ha fatto studi classici o non li ha fatti bene non capirà mai una cosa simile.

 

Soprattutto se son persone che se ne fregano altamente della storia della nostra cultura e del nostro paese. C'è a chi piace far perdere completamente le nostra radici, più profonde di chiunque altro, al vento mentre il resto del mondo cerca di tener su quelle che hanno in ogni modo.

Ecco non dico di far cantare l'inno di mameli ad ogni lezione come negli states ma farebbe bene insegnare un poco di amor di patria in funzione della globalizzazione ovviamente. Questo sì.


Modificata da Genocide, 31 January 2020 - 10:21 AM.


#9
Genocide

Genocide
  • RIP Nonno Stan

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 114998

 

 

Se hai qualche link lo leggo volentieri, è un discorso interessante.

 

Personalmente, per ora, faccio fatica a immaginare il perchè studiare il cinese (per esempio) non sia concettualmente la stessa cosa (ma con risvolti pratici di tutt'altro livello).

 

Anzi, in realtà come ricordavo molti studi dicono il contrario, ce ne sono di più che famosi che terminano con questa esatta frase:

"Followups at the end of Grade 8 similarly found, “No significant differences… in deductive and inductive reasoning or text comprehension… among students with 4 years of Latin, 2 years of Latin, and no Latin at all.”

 

https://www.econlib....e_agains_5.html

 

come hai trovato uno dei pochi casi che ti dan ragione ti assicuro ne potrai trovare facilmente tanti altri che diranno il contrario, basta fare una ricerca "asettica" su google che non abbia come obiettivo trovare perchè il latino non serve a niente


Modificata da Genocide, 31 January 2020 - 10:22 AM.


#10
Itachi

Itachi
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14942

 

Purtroppo chi non ha fatto studi classici o non li ha fatti bene non capirà mai una cosa simile.

 

Soprattutto se son persone che se ne fregano altamente della storia della nostra cultura e del nostro paese. C'è a chi piace far perdere completamente le nostra radici, più profonde di chiunque altro, al vento mentre il resto del mondo cerca di tener su quelle che hanno in ogni modo.

Ecco non dico di far cantare l'inno di mameli ad ogni lezione come negli states ma farebbe bene insegnare un poco di amor di patria in funzione della globalizzazione ovviamente. Questo sì.

 

Geno, siamo l'Italia.

Io sinceramente faccio davvero fatica a pensare che nelle nostre scuole manchino gli studi classici e ci si concentri troppo su quelli pratici.

 

L'intero paese è letteralmente in decadimento da 2 decenni proprio perché abbiamo totalmente ignorato la parte pratica.

 

Tra tutti i paesi del mondo non penso che il nostro sia quello in cui è possibile dire, a chi afferma di voler mettere un po' di roba utile a scuola, che vuole "far perdere le nostre radici" su...è abbastanza assurdo.

 

lo potrei capire in qualsiasi altro paese del mondo, ma non in Italia.



#11
Genocide

Genocide
  • RIP Nonno Stan

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 114998

 

Geno, siamo l'Italia.

Io sinceramente faccio davvero fatica a pensare che nelle nostre scuole manchino gli studi classici e ci si concentri troppo su quelli pratici.

 

L'intero paese è letteralmente in decadimento da 2 decenni proprio perché abbiamo totalmente ignorato la parte pratica.

 

Tra tutti i paesi del mondo non penso che il nostro sia quello in cui è possibile dire, a chi afferma di voler mettere un po' di roba utile a scuola, che vuole "far perdere le nostre radici" su...è abbastanza assurdo.

 

lo potrei capire in qualsiasi altro paese del mondo, ma non in Italia.

 

Ma io sono daccordo a far fare cose molto più pratiche.

 

non sono daccordo a, cito testualmente, ad eliminare il latino perchè una delle "tante cavolate con cui si spreca tempo oggi che hanno zero utilità", perchè è una affermazione che mette veramente i brividi.

 

E se sei cresciuto con questa convinzione e magari hai pure fatto latino a scuola, i tuoi insegnanti hanno fallito miseramente, a dir poco.



#12
Itachi

Itachi
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14942

 
Ma io sono daccordo a far fare cose molto più pratiche.
 
non sono daccordo a, cito testualmente, ad eliminare il latino perchè una delle "tante cavolate con cui si spreca tempo oggi che hanno zero utilità", perchè è una affermazione che mette veramente i brividi.
 
E se sei cresciuto con questa convinzione e magari hai pure fatto latino a scuola, i tuoi insegnanti hanno fallito miseramente, a dir poco.

Io, al livello personale, sono uno molto pratico e ho sempre fatto davvero fatica a comprendere l'utilità di cose come latino.
Ma in generale di qualunque cosa non abbia risvolti pratici.
Ho fatto il liceo scientifico tecnologico dove non c'è latino e quelle ore sono sostituite da laboratori di chimica e biologica.

MA
quelle sono mie opinioni personali.

In un discorso più ampio credo che in un paese serva sia chi guarda al passato che chi guarda al futuro e che il problema nasca quando c'è un disequilibrio tra queste 2 cose.

In Italia credo semplicemente ci sia un forte disequilibrio a favore del passato che ha creato la situazione attuale.
E dove quindi si, a prescindere dalla mia opinione personale credo che non sarebbe una cattiva idea sostituire latino con materie come quelle sopra citate (finanza, alimentazione ecc).
Non per come la penso io sull'argomento ma perché oggettivamente il disequilibrio da noi c'è.

E ti dico che nello stesso modo qui da me (dove è l'esatto contrario, motivo per cui sono venuto qui) non gli farebbe male spingere un po' di più sugli studi umanistici, cosa che persino io noto e ha ripercussioni (diverse ma ci sono).

#13
Genocide

Genocide
  • RIP Nonno Stan

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 114998

Io, al livello personale, sono uno molto pratico e ho sempre fatto davvero fatica a comprendere l'utilità di cose come latino.
Ma in generale di qualunque cosa non abbia risvolti pratici.
Ho fatto il liceo scientifico tecnologico dove non c'è latino e quelle ore sono sostituite da laboratori di chimica e biologica.

 

 

ah ok quindi lo dici fondamentalmente senza saperne nulla in merito e non avere esperienze personali, neanche negative.

 

 

In Italia credo semplicemente ci sia un forte disequilibrio a favore del passato che ha creato la situazione attuale.
E dove quindi si, a prescindere dalla mia opinione personale credo che non sarebbe una cattiva idea sostituire latino con materie come quelle sopra citate (finanza, alimentazione ecc).
Non per come la penso io sull'argomento ma perché oggettivamente il disequilibrio da noi c'è.

E ti dico che nello stesso modo qui da me (dove è l'esatto contrario, motivo per cui sono venuto qui) non gli farebbe male spingere un po' di più sugli studi umanistici.

 

 

Se sul braccio di una bilancia hai 4 kg e dall'altro ne hai 1 non bilanci levando i 4 kg da una parte e mettendoli dall'altra. Non fai altro che creare un ulteriore squilibrio che porterà, col tempo, al problema opposto.

Non è quindi rimuovendo "l'inutile" latino a favore di altro che risolveresti il presunto problema della gente che guarda troppo al passato.

Andresti a creare una situazione opposta col passare del tempo altrettanto negativa, cioè un branco di pragmatici ed imbelli futuristi che non sanno da dove vengono ma vedono molto lontano.

Che magari se lo possono pure in gran parte permettere in luoghi appunto come il Canada dove hanno una storia che inizia nel quindicesimo secolo, noi di certo non possiamo dimenticare e far dimenticare il latino e con lui la nostra storia.

 

Detto questo sono appunto daccordo sul fatto che serva spingere maggiormente su materie e programmi più pratici, ma senza dimenticare altro, assolutamente


Modificata da Genocide, 31 January 2020 - 11:08 AM.


#14
Itachi

Itachi
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14942

 
ah ok quindi lo dici fondamentalmente senza saperne nulla in merito e non avere esperienze personali, neanche negative.
 
 
 
Se sul braccio di una bilancia hai 4 kg e dall'altro ne hai 1 non bilanci levando i 4 kg da una parte e mettendoli dall'altra. Non fai altro che creare un ulteriore squilibrio che porterà, col tempo, al problema opposto.
Non è quindi rimuovendo "l'inutile" latino a favore di altro che risolveresti il presunto problema della gente che guarda troppo al passato.
Andresti a creare una situazione opposta col passare del tempo altrettanto negativa, cioè un branco di pragmatici ed imbelli futuristi che non sanno da dove vengono ma vedono molto lontano.
Che magari se lo possono pure in gran parte permettere in luoghi appunto come il Canada dove hanno una storia che inizia nel quindicesimo secolo, noi di certo non possiamo dimenticare e far dimenticare il latino e con lui la nostra storia.
 
Detto questo sono appunto daccordo sul fatto che serva spingere maggiormente su materie e programmi più pratici, ma senza dimenticare altro, assolutamente

Opinione personale, non credo che il solo latino rappresenti tutto quel peso. Storia, letteratura,ecc sono comunque li.
Per l'appunto.....Italia. Tutto ciò che siamo ruota intorno al passato. Non credo che togliere latino cambi la cosa così tanto o che significhi "dimenticare la nostra storia".

Lo si sposta semplicemente solo nelle università.

Ma credo che vista l'attuale situazione anche solo un'ora di finanza porterebbe invece cambiamenti su scale immense.

#15
Genocide

Genocide
  • RIP Nonno Stan

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 114998

Opinione personale, non credo che il solo latino rappresenti tutto quel peso. Storia, letteratura,ecc sono comunque li.
Per l'appunto.....Italia. Tutto ciò che siamo ruota intorno al passato. Non credo che togliere latino cambi la cosa così tanto o che significhi "dimenticare la nostra storia".

Lo si sposta semplicemente solo nelle università.

Ma credo che vista l'attuale situazione anche solo un'ora di finanza porterebbe invece cambiamenti su scale immense.

 

Spostarlo all'università significa ucciderlo.

 

Perchè poi serve spostarlo all'università quando non si può fare lo stesso con le presunte materie pratiche?!

 

Inoltre vai a rimuovere tutti gli effetti positivi che porta su menti giovani che non sono comparabili rispetto all'imparare il tasso di ammortamento di un mutuo






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo