Vai al contenuto

Avatar, James Cameron sul cambiamento climatico: "La gente deve svegliarsi, c***o"


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 13 risposte

#1
Cinematografo

Cinematografo
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Everyeye.it
  • Messaggi: : 41784
Dopo Avatar, James Cameron sta contribuendo alla sensibilazzione sul tema della crisi climatica insieme alla moglie Suzy Amis.
Leggi la news completa


#2
Andrea Cilano

Andrea Cilano
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3187
James, ti ammiro tantissimo, non penso che diventerò mai vegano come te, ma a cambiare stile di vita ci posso provare. Per il momento sono rassegnato, il problema non si risolerà da solo e quando s'inizierà a fare qualcosa, saremo già in piena crisi umanitaria

#3
Guest_FinixeYe

Guest_FinixeYe
  • Gruppo: Ospiti

James, ti ammiro tantissimo, non penso che diventerò mai vegano come te, ma a cambiare stile di vita ci posso provare. Per il momento sono rassegnato, il problema non si risolerà da solo e quando s'inizierà a fare qualcosa, saremo già in piena crisi umanitaria

Concordo. Apprezzo che anche le personalità dello spettacolo inizino, in grande quantità, a parlare del cambiamento climatico. Però se tutto ciò non arriva alla politica, e non viene fatto qualcosa di SERIO in tempi super rapidi, c'è ben poco da fare. Di fatto per la società è già troppo tardi per attuare dei cambiamenti, perché il "punto di non ritorno" è fissato più o meno per il 2030, tra 10 anni. Dunque non c'è il tempo materiale per attuare dei cambiamenti graduali.
Ciò significa che nei prossimi anni ci troveremo nei guai fino al collo, dal punto di vista lavorativo, sociale, economico e politico. Auguri a tutti.

Modificata da Finix, 10 September 2019 - 06:17 PM.


#4
Andrea Cilano

Andrea Cilano
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3187

Concordo. Apprezzo che anche le personalità dello spettacolo inizino, in grande quantità, a parlare del cambiamento climatico. Però se tutto ciò non arriva alla politica, e non viene fatto qualcosa di SERIO in tempi super rapidi, c'è ben poco da fare. Di fatto per la società è già troppo tardi per attuare dei cambiamenti, perché il "punto di non ritorno" è fissato più o meno per il 2030, tra 10 anni. Non c'è materialmente il tempo per attuare dei cambiamenti graduali.
Ciò significa che nei prossimi anni ci troveremo nei guai fino al collo, dal punto di vista lavorativo, sociale, economico e politico.

questo discorso va oltre la politica, devono essere gli industriali a cambiare la tendenza. Se non l'hai vista, recupera l'edizione estesa del prologo di Avatar. Li Cameron non c'ha visto lungo, di più...

#5
Guest_FinixeYe

Guest_FinixeYe
  • Gruppo: Ospiti

questo discorso va oltre la politica, devono essere gli industriali a cambiare la tendenza. Se non l'hai vista, recupera l'edizione estesa del prologo di Avatar. Li Cameron non c'ha visto lungo, di più...


Avatar l'ho visto tipo 5 volte, ho il DVD. Infatti l'ho sempre trovato un gran bel film :D
Siamo d'accordo sugli industriali, ma servono regolamenti e leggi molto più restrittive e molti più controlli, perché non puoi sperare che siano i privati a prendere l'iniziativa di fare il bene per il prossimo.
Il privato è e ramarrà pagnottista e opportunista, finché una cosa è permessa per loro va bene. Purtroppo sono pochi quelli che cercano di fare le cose per bene rispettando l'ambiente. I più si fregiano dell'appellativo "Bio", "Green", "Riciclato" o "Ecologico" e poi vedi che hanno il 90% dei prodotti e servizi che sfruttano l'ambiente come se non ci fosse un domani.

https://youtu.be/A8MO7fkZc5o

Modificata da Finix, 10 September 2019 - 06:47 PM.


#6
fabiopazzo2

fabiopazzo2
  • IronEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 21158

Concordo. Apprezzo che anche le personalità dello spettacolo inizino, in grande quantità, a parlare del cambiamento climatico. Però se tutto ciò non arriva alla politica, e non viene fatto qualcosa di SERIO in tempi super rapidi, c'è ben poco da fare. Di fatto per la società è già troppo tardi per attuare dei cambiamenti, perché il "punto di non ritorno" è fissato più o meno per il 2030, tra 10 anni. Dunque non c'è il tempo materiale per attuare dei cambiamenti graduali.
Ciò significa che nei prossimi anni ci troveremo nei guai fino al collo, dal punto di vista lavorativo, sociale, economico e politico. Auguri a tutti.

mi sono piaciute le ultime righe però vorrei che tu mi spiegassi le possibile conseguenze dal tuo punto di vista

#7
Xerand

Xerand
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 241
Si però, se poi gli americami mi votano The Donald, che dice che il cambiamento climatico è una frescaccia, siamo daccapo...

#8
Guest_FinixeYe

Guest_FinixeYe
  • Gruppo: Ospiti

mi sono piaciute le ultime righe però vorrei che tu mi spiegassi le possibile conseguenze dal tuo punto di vista


Ti ringrazio.
Certamente, però prima di espongo il metodo che mi ha portato a quanto ti dirò.
La società umana, storicamente, nei periodi di forte crisi, come le fortissime disuguagliance sociali (schiavi neri in america, in Fracia alla prima rivoluzione e così via), ha sempre risposto in maniera molto forte, con insurrezioni, guerre civili e rivoluzioni.

Considerato quanto poc'anzi detto e considerate tutte le ricerche scientifiche degne di considerazione e fiducia, come questa https://www.ilsole24...razioni-ACJgkpd. Entro i prossimi 5-10 anni, in Africa milioni e milioni di ragazzi compiranno i 18 anni e gran parte di questi emigreranno nel tentativo di trovare una vita migliore. Arriveranno/passeranno quasi tutti in Italia.
Questa è solo una microscopica conseguenza rispetto a tutte quelle che ci aspettano. Si prevede che entro il 2050 circa 1 miliardo di persone emigreranno dove il clima è migliore (ecco perché Salvini e la Meloni sono degli i....i ).

Aggiungiamo che uno dei pilastri del nostro clima, la foresta amazzonica, sta subendo un incremendo di oltre il 250%, rispetto allo scorso anno, del disboscamento. Quando questa sarà ridotta all'osso, nel centro e nord america avanzerà in modo permanente (già sta iniziando) la desertificazione o comunque un radicale cambio delle condizioni climatiche che renderà, nel lungo termine, assai arduo mantenere il livello di popolazione che oggi ha l'America.

Come se non bastasse, si stanno acidificando e desanilizzando i mari e gli oceani, a casua dell'inquinamento e dello scioglimento dei ghiacchi della Groenlandia e del Polo Nord (viene ipotizzato anche l'arresto o cambio permanente della Corrente del Golfo e quella Nord-Atlantica). Questo già sta causando morie di pesci un po' in tutto il mondo, come quella dei salmoni di pochi giorni fa. La fauna ittica delle zone tropicali si sta spostando in area con un clima più adatto, come il nostro (in Italia stanno arrivando una miriade di specie "aliene" provenienti dalle zone tropicali).
Ma perché no, aggiungiamoci anche la moria sempre più critica e veloce delle barriere coralline. Quella australiana si è ridotta già di circa il 60%. Questo sta causando una distruzione degli habitat della fauna ittica locale.

Cos'altro ci sta...ah si, la moria/dipendenza delle api. Le api di tutto il mondo sono ormai diventate dipendenti dai farmaci, senza di essi muoiono. C'è solo un posto al mondo in cui vivono senza questi problemi, un'isola vicino all'Australia di pochi chilometri quadrati. Questo, se non si troverà una soluzione, porterà ad una riduzione drastica dell'impollinazione delle piante e tutto ciò che ne consegue. Come successo già in Cina, dove le api sono praticamente una specie estinta ed impollinano gli alberi da frutto a mano con i cotton fioc sporchi di polline.

Poi ci mettiamo anche che l'Anticiclone subtropicale africano sta man mano scomparendo, portando nel sud Europa il clima tropicale e desertico.

Potrei continuare così ancora per molto, ma già ho scritto tanta roba. Non ho considerato l'inquinamento da plastica, i repentini cambiamenti climatici in Siberia (quest'anno si sono fatti il bagno nell'oceano con oltre 20°...in SIBERIA), l'aumento esponenziale di Uragani e Tornado in America ed Europa, il rischio di ritrovarci con una bassa percentuale di ossigeno nell'aria (gran parte dell'ossigeno che respieriamo è prodotto dai cianobatteri e simili che vivono sullo strato superficiale dei mari e oceani, dove la temperatura sta salendo in modo incontrollato) e tante altre cose.

La sostanza è che io, e non solo io da quello che ho capito, credo che nel corso dei prossimi decenni si scatenerà il caos a livello globale. Tra esodi di massa, carestie negli stati all'altezza dell'equatore, inondazioni permanenti delle città costerie per oltre 20 chilometri (Los Angeles finirà sott'acqua, per capirci), mancanza di cibo, virus antibiotico resistenti e quant'altro, andremo letteralmente a pu... Inoltre non credo sia inverosimile che prima di tutto questo ci scappi fuori qualche insurrezione, guerra civile o anche guerra mondiale.
Sembra che stia descrivendo l'apocalisse, ma questa è tutta roba che è stata detta dagli studiosi nel corso degli ultimi anni, tranne l'ultima parte sulle guerre :D

Modificata da Finix, 10 September 2019 - 10:53 PM.


#9
fabiopazzo2

fabiopazzo2
  • IronEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 21158
@finix posso mettere solo un like

#10
luciocabrio

luciocabrio
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1527

Ma è inutile che mi obbligano a comprare auto euro 6...frigo A+++++++++++++ e poi uno sfigato indiano\cinese va in giro con un motorino che inquina come 15 auto.VOgliamo parlare dei loro camion?o fabbriche?

E guardate quanti abitanti ci sono



#11
Solidino

Solidino
  • MGS4 Ť cacca e Kojima Ť una sÚla.

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 34214

discorsi inutili, visto che si sta parlando di miliardi di persone, quindi una roba incontrollabile.

 

Tanto vale creare una legge mondiale che vieti di vendere armi e fumo e che limiti la velocità delle auto a 80 all'ora e che le obblighi ad usare l'energia elettrica invece della benzina o altro.

 

Tante belle parole, ma nessuno ascolterà perché la comodità piace a tutti e al futuro del mondo frega solo a poche persone, il resto pensa solo a vivere la sua vita e poi amen. 



#12
Nemus_

Nemus_
  • Dread it. Run from it. Happy ending still arrives.

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 6831

L'unico modo per abbassare l'inquinamento è rendere più vantaggioso per chi inquina non farlo. Fino ad allora, saluti.



#13
Solidino

Solidino
  • MGS4 Ť cacca e Kojima Ť una sÚla.

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 34214

Il mondo è sempre andato avanti cosi ed è sempre peggiorato e puo solo peggiorare ancora.

 

SIamo piu puliti è vero, ma il peggio dell'uomo si è centuplicato.

 

In 40 anni, ripeto 40 anni, la popolazione mondiale è cresciuta di 4 miliardi.

 

Nel 2060 si stima che saremo 10 miliardi

 

Ciaone a tutti.



#14
luciocabrio

luciocabrio
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1527

Il mondo è sempre andato avanti cosi ed è sempre peggiorato e puo solo peggiorare ancora.

 

SIamo piu puliti è vero, ma il peggio dell'uomo si è centuplicato.

 

In 40 anni, ripeto 40 anni, la popolazione mondiale è cresciuta di 4 miliardi.

 

Nel 2060 si stima che saremo 10 miliardi

 

Ciaone a tutti.

se i paesi tipo cina india ecc si adeguassero alle nostre normative l'inquinamento globale sarebbe dimezzato






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo