Vai al contenuto

Piano cottura ad induzione ed accessori, consigli e consumi?


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 38 risposte

#1
Merlėk

Merlėk
  • joystears fan

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Admin Forum
  • Messaggi: : 32805

Ciao a tutti,

 

sto valutando un piano cottura ad induzione e, a parte il costo d'acquisto, non sono riuscito a capire bene  riguardo i consumi reali.

 

Sembra quasi scontato che dovrò valutare l'aumento dei Kilowatt del contatore e già questo ha un costo sia iniziale che durante l'anno.

 

Non sono riuscito a capire quanto incide il puro consumo elettrico rispetto al gas.

 

Qualcuno mi chiarisce le idee?

 

Grazie.



#2
Dech

Dech
  • Settimanalmente, ovvero, suino

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 8581

Ciao a tutti,

 

sto valutando un piano cottura ad induzione e, a parte il costo d'acquisto, non sono riuscito a capire bene  riguardo i consumi reali.

 

Sembra quasi scontato che dovrò valutare l'aumento dei Kilowatt del contatore e già questo ha un costo sia iniziale che durante l'anno.

 

Non sono riuscito a capire quanto incide il puro consumo elettrico rispetto al gas.

 

Qualcuno mi chiarisce le idee?

 

Grazie.

 

 

Ciao, in casa abbiamo induzione da 3 anni, funzionano a meraviglia e sono molto più sicuri del gas, oltre che efficienti in termini entropici/ambientali (resa al 90% vs ~50% del gas). Inoltre la manutenzione si limita a pulirlo col liquido dei vetri.

 

Il consumo da monitorare è quello di picco, e potrebbe non bastarti il contatore da 6kw se cucini con più di due "fuochi", puoi comunque far regolare il pannello per non assorbire più di un tot KW; per il resto consumano molto meno delle classiche piastre a resistenza e il costo in bolletta non è drammatico, sarà un centinaio di euro in più all'anno.

Qui a casa (Malta) abbiamo i pannelli solari e zero gas, paghiamo qualcosa solo a dicembre e a marzo con i riscaldamenti.



#3
skizzo_85

skizzo_85
  • Utente Vintage

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 25061
Io credo che se uno ha già l'utenza del gas per riscaldamento o solo ACS, tanto vale che la usi anche per i fuochi della cucina.
Vedo l'induzione invece come il futuro, nelle case moderne con fotovoltaico soprattutto se in grado di avere una forte indipendenza dalla rete.

#4
DOMO KUN

DOMO KUN
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 12606

Ciao a tutti,
 
sto valutando un piano cottura ad induzione e, a parte il costo d'acquisto, non sono riuscito a capire bene  riguardo i consumi reali.
 
Sembra quasi scontato che dovrò valutare l'aumento dei Kilowatt del contatore e già questo ha un costo sia iniziale che durante l'anno.
 
Non sono riuscito a capire quanto incide il puro consumo elettrico rispetto al gas.
 
Qualcuno mi chiarisce le idee?
 
Grazie.


Occhio che devi anche verificare che il tuo "padellame" sia compatibile con l'induzione, o rischi di dover ricomprare un intero set di pentole :D

Per il resto come detto, non è obbligatorio aumentare la portata del contatore, molti piani cottura a induzione hanno il limitatore (di solito a un kilo)

#5
Merlėk

Merlėk
  • joystears fan

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Admin Forum
  • Messaggi: : 32805

Ok, quindi circa 100 euro in piu all'anno.

 

Attualmente ho il gas solo per la cottura con bollette da circa 20 euro al bimestre. Riscaldamento e acqua calda sono centralizzati e finiscono nelle spese condominiali.

 

Per le pentole sono al corrente :D ed in effetti qualcosa dovrei comprare :sisi:

 

Boh, sono di un indeciso che non avete idea  :ph34r:

 

Sto week farò un giro informativo per vedere qualcosa. Marche e modelli consigliati? Io per ora sono orientato solamente al fatto che sia A+++++++ :D



#6
nonfatelomaipių

nonfatelomaipių
  • Signore e padrone della Terra

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 8388607

Prendi anche in considerazione una seconda cosa: come cucini di solito. Perché il piano a induzione è efficiente e ti porta dei vantaggi se sei tipo da cucina rapida, piatto di pasta e via o roba da 15 minuti di preparazione. In quei casi, scaldare l’acqua della pasta è più rapido ed efficiente con l’induzione, quindi il risparmio lo hai grazie al tempo (il fornello resterebbe acceso magari 30 minuti, mentre il piano farebbe tutto in 15: la corrente ti costa di più, ma il tempo è dimezzato e quindi al netto risparmi). Stessa cosa se devi solo scaldare la padella per saltare una scaloppina o una bistecca ai ferri. Se invece prepari anche piatti a lunga cottura (arrosti e pietanze a cottura lenta e prolungata), allora il piano a induzione non ti conviene.

 

Stessa cosa se sei tipo da preparazioni “una pentola e via” o se sei solito avere più pentole sui fornelli allo stesso tempo, perché lato consumi (e potenza massima del contatore) va bene se sei nel primo caso, ma non se sei nel secondo.

 

Io ad esempio ricado nel secondo caso per entrambi i punti, quindi resto col gas: i consumi li abbatto ad esempio preriscaldando l’acqua della pasta con un bollitore (anche qui, se scaldi piccole quantità è ok il microonde, ma se devi scaldare un paio di litri d’acqua è più efficiente il bollitore) e in generale “aiutando” il fornello con accorgimenti esterni, ma al centro mantengo la cucina a gas. Anche perché alla fine, pure cucinando ogni giorno piatti un minimo ricercati, a fine mese arrivi a consumare uno o due metri cubi di gas (fai cinque se proprio vai di roba grossa almeno una volta ogni settimana): in termini di costo, non sono niente. Un piano a induzione ti aggiunge invece almeno 1KWh di consumo medio al giorno, quindi a fine mese lo senti.

 

Come diceva Skizzo, se hai già il gas per riscaldamento e acqua calda, non ti conviene togliere i fornelli: le spese fisse per la fornitura le hai comunque e il consumo, quello che paghi in più, vale un paio di caffè al mese. Se invece il gas ti serve solo per i fornelli (o peggio, lo stai considerando per una casa dove ancora ci sono le bombole perché il gas non arriva), allora potrebbe essere conveniente: ti togli le spese fisse della fornitura (o delle bombole) che ti vanno a compensare il maggior costo della corrente.

 

Edit: ok, il tuo è il secondo caso, quindi può convenirti. Valuta l'uso che ne faresti e mettilo nel bilancio per la scelta.



#7
Zann

Zann
  • A wonderful day

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 25167

Ci sono cmq quelli ad induzione ed un fuoco a gas... così non ti precludi niente (a parte l'estetica).



#8
Devil_Mcry

Devil_Mcry
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 898

Ciao a tutti,

 

sto valutando un piano cottura ad induzione e, a parte il costo d'acquisto, non sono riuscito a capire bene  riguardo i consumi reali.

 

Sembra quasi scontato che dovrò valutare l'aumento dei Kilowatt del contatore e già questo ha un costo sia iniziale che durante l'anno.

 

Non sono riuscito a capire quanto incide il puro consumo elettrico rispetto al gas.

 

Qualcuno mi chiarisce le idee?

 

Grazie.

 

Io ho il piano ad induzione da diversi anni (6 credo). Il mio è della Bosh ed è un modello che può funzionare a 7kw o a 3kw quindi non ti serve per forza aumentare il contatore. Con un uso oculato (fatta un po' l'abitudine "sperimentando") puoi tranquillamente usare forno e piano ad induzione se questo ha buone prestazioni energetiche e l'impatto sulla bolletta è moderato. Inoltre quasi tutti hanno una modalità energy save che li blocca a 1kw di potenza nel caso si attiva.

 

Il risparmio concreto però lo hai solo se non hai un allaccio del gas (esempio teleriscaldamento + acqua calda) perché se hai anche solo un boiler a gas per l'acqua calda comunque i costi fissi del contratto del gas mangiano il guadagno. In ogni caso ci sono tutti i vantaggi di un piano ad induzione.

 

 

 

Io comunque te lo consiglio al di la dell'aspetto economico (risparmi comunque qualcosina in ogni caso ma poco se hai anche il contratto del gas obbligatorio), è molto più comodo .

 

Occhio però al padellame


Modificata da Devil_Mcry, 29 March 2019 - 10:54 AM.


#9
maronno

maronno
  • Eye Bastard

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 6174

il piano ad induzione è perfetto se hai problemi a portare il gas in un locale, ma devi cmq gestirlo con gli altri elettrodomestici che consumano tanto

A me scoccerebbe limitare quello che posso cucinare perché devo usare la latrice o il phon o il condizionatore.

 

Se già hai l'impianto continua con il gas.



#10
Akumasama

Akumasama
  • Bloodstained: Ritual of the Night

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 76900
Io ho il piano a induzione a casa nuova nonostante ci sia l'allacciamento al gas.
I consumi sono aumentati in modo poco significativo in bolletta, molto meno di quanto mi aspettassi.
Noi abbiamo fatto il passaggio da 3kw a 6kw, che è tanto... forse sarebbe bastato 4,5 ma volevo andare sul sicuro anche xchè la mia dolce metà spesso si mette ad attaccare phon mentre c'è altra roba in giro, metti un condizionatore d'estate, il TV che abbiamo ancora un vecchio Plasma che consuma dai 200 ai 400w, e così via.

Il costo di fare il cambio di potenza massima si articola in due fasi:
1) Una piccola quota annuale da pagare in più (ma si parla di tipo 30€ all'anno, poca roba, e cmq è la stessa che tu passi a 4,5 o a 6kw)
2) Una quota da pagare una tantum ogni 1,5kw aggiuntivi (quindi per passare da 3 a 6 c'è da pagarla DUE volte)

La quota numero 2 è grossa, per me è stata tipo + di 200€? Che non sono caramelline, ma è una quota una tantum quindi si paga più volentieri rispetto alle quote fisse annuali.


Per ora le nostre bollette sono addirittura inferiori a quelle che avevamo a casa vecchia (che era più piccola e non avevamo induzione) però c'è da dire che abbiamo un nuovo operatore che ci fa pagare molto meno e abbiamo SOLO luci a Led (casa vecchia avevamo perlopiù lampadine a basso consumo e qualche alogena).
Nonostante questo addirittura pago meno, quindi da questo ne deduco che l'impatto che hanno i fornelli sulla bolletta è decisamente inferiore a quello che mi aspettavo. Io pensavo chissà quale mazzata.


Va detto che dipende l'uso che ne fai. Tipo l'induzione consuma di + ma raggiunge la temperatura desiderata prima (2m per far bollire una pentola di pasta, x dire).
Io a pranzo son sempre fuori casa, il mio compagno invece a volte si cucina un piatto di pasta.
La cena siamo quasi sempre a casa ma non è che cuciniamo chissà cosa. Roba che 15-20min di fornelli (a volte due insieme) ed è finito tutto.
Per i cibi a cottura + lunga, che cmq cucino di rado, di solito uso la pentola a pressione che taglia i tempi.



La cottura a induzione è molto + efficente e pratica rispetto a quella a gas, ma ti devi abituare a imparare le differenze, le temperature delle varie impostazioni, avere le padelle adatte e robe così.
Ad esempio ho notato che con l'induzione la roba tende ad attaccarsi molto meno alla padella (stesse padelle che avevo in casa vecchia, stesse ricette) e che devo aggiungere molta meno acqua quando faccio tipo le verdure.
L'acqua tende a evaporare meno, quindi si usa meno.

"spadellare" con l'induzione è + difficile che con il fuoco a gas. Possibile (guarda youtube) ma richiede molta + pratica rispetto allo spadellamento su fornello a gas.
Io non spadello quindi a me cambia nulla, era così per dire.



Sul "ommeddeo induzione peggio di gas!" che qualcuno dice, anche gente molto esperta di cucina, ti posso dire che nel 99.9% dei casi si tratta solo di pregiudizi e, sopratutto, abitudine.
Ho avuto modo di parlare (e ho trovato video e articoli che ne parlano) con chef professionisti che usano l'induzione nei propri ristoranti e, tranne una manciata di piatti dove devi usare il gas per forza, dicono che una volta superati i preconcetti ed essersi abituati alle differenze, l'induzione non ha nulla da invidiare al gas, anzi tutt'altro.





La chiudo qui Merlik, se hai domande specifiche spara. Io prima di passare all'induzione feci un sacco di ricerche e mi documentai un sacco proprio perchè avevo mille dubbi ed ero molto scettico a riguardo.

#11
skizzo_85

skizzo_85
  • Utente Vintage

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 25061
Attenzione che avere oltre i 3 kW fa anche decadere le detrazioni da residente.
Mio suocero ha i 6 kW a casa, gli arrivano delle legnate di corrente senza senso.
In pratica paga come seconda casa anche se è la prima.

#12
Merlėk

Merlėk
  • joystears fan

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Admin Forum
  • Messaggi: : 32805

Intanto grazie a tutti e grazie Akuma per la lunga spiegazione.

 

Sono appena stato in un centro Enel mercato libero che ha appena aperto sotto casa mia. La tipa ha anche lei l'induzione da un anno e si trova bene. Consgilato l'aumento a 4,5 KW con costo di circa 115 euro una tantum. Poi mi ha detto di considerare un aumento medio di 15 eruo a bolletta sempre in base all'uso che ne faccio e che comunque la spesa andrebbe scalata dal Gas che non ho attivo.

 

In linea di massimo sono convinto per farlo e domani andrò da MW a dare un occhio.

 

Consigli su modelli e prezzi giusti per non prendere una cagata ma neanche un piano da ristorante?

 

PS: Skizzo....che è sta roba delle legnate sui denti? :snape:



#13
Akumasama

Akumasama
  • Bloodstained: Ritual of the Night

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 76900
Io dopo aver letto tante recensioni scelsi SIEMENS EX675LEC1E, pagato 700€ online.
Son passati più di 8 mesi però e quel modello non è esattamente nuovissimo, ci sta ci sia di meglio in giro ormai.

#14
Akumasama

Akumasama
  • Bloodstained: Ritual of the Night

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 76900
Consiglio: Qualunque cosa tu scelga ti consiglio un piano con zone cottura diverse.

Non prendere un piano cottura che ha SOLO quelle variabili (lato sinistro di quello che ti ho indicato io) e non prendere un piano cottura che NON ne ha.
L'ideale è avere un piano cottura che li ha entrambi (hanno vantaggi e svantaggi diversi, diciamo)

#15
skizzo_85

skizzo_85
  • Utente Vintage

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 25061

PS: Skizzo....che è sta roba delle legnate sui denti? :snape:


Che avere il contatore portato a 6 kW vanifica la possibilità di aver le tariffe agevolate da residente-prima casa.
C'è differenza, parecchia.
Facendo il 4.5 stai comunque tranquillo.




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo