Vai al contenuto

Paul Schrader su Kevin Spacey: "Vorrei lavorare con lui: non esiste crimine nell'arte"


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 6 risposte

#1
Cinematografo

Cinematografo
  • EyeFolie

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 35288
Finora tra i papabili a una nomination agli Oscar in diverse categorie, il regista del bel First Reformed torna su di un argomento scottante...
Leggi la news completa: Paul Schrader su Kevin Spacey: "Vorrei lavorare con lui: non esiste crimine nell'arte"


#2
Kalos90

Kalos90
  • Normal Eye Fan

  • StellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 262
Assolutamente d'accordo

#3
Jagral

Jagral
  • Accolgo tutto con entusiasmo

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 22312
Ovviamente le molestie sessuali sono sbagliate e riprovevoli, e su questo penso siamo tutti d'accordo. Ma mi manca davvero tanto Kevin Spacey come attore... Cioè, Robin Wright è bellissima e bravissima, per carità, ma House of Cards » Kavin Spacey. Non riesco ad immaginarmi un American Beauty senza di lui, e proprio ieri mi è capitato su YouTube di guardare la scena finale di Seven.

Cioè, ha sbagliato, per carità, ma se facesse un nuovo film non penso che avrei tanti problemi a guardarlo. Così come ascoltavo Michael Jackson nonostante avesse accuse ben più gravi delle molestie sugli adulti.

Molti artisti sono "maledetti" ma non per questo smettono di essere artisti, e Kevin Spacey per me lo è (o era visto che praticamente ormai è tagliato fuori da qualsiasi forma di televisione)

#4
Kimitake

Kimitake
  • Normal Eye Fan

  • StellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 351
Io queste dichiarazioni le capisco da un lato, perché è comprensibile che le persone vorrebbero vedere nuovi film o serie con Spacey e personalmente sono stato molto triste quando la cosa venne fuori perché sapevo che in futuro non avrebbe lavorato più o quasi e lui è uno degli attori che più mi piacciono.
Allo stesso modo però non le capisco. Per me non ci sono scusanti per nessuno in ambito molestie sessuali/stupro, eppure viviamo in un mondo in cui viene permesso a gente condannata da un tribunale (Polanski) di continuare a fare film indisturbata, mentre a tanti altri che hanno ammesso di aver fatto ciò per cui sono stati accusati non è successo niente/non hanno avuto ripercussioni o sono state minime.
Quindi mi piacerebbe vedere un comportamento uniforme dall'ambiente hollywoodiano, perché questa è pura ipocrisia ed è, francamente, anche abbastanza ridicola. Per quanto io non sia d'accordo con il far continuare a lavorare Spacey come se niente fosse successo, credo onestamente che finché non ci sarà un trattamento giusto ed uniforme, non c'è motivo per cui lui non possa fare un film. Ma purtroppo sono abbastanza certo che non ci sarà mai equità in quel mondo

#5
Reid

Reid
  • aggiungi, insisti, esagera

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 9768

Per quanto abbia ragione... è comprensibile il produttore non voglia rischiare, c'è la possibilità che caccino i soldi per farlo e la gente boicotti il film a causa di Spacey


Modificata da Reid, 02 December 2018 - 04:35 PM.


#6
violetta98

violetta98
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 32
Purtroppo viviamo in un'epoca in cui le persone non riescono più a scindere l'artista dalla persona.
E' anche l'epoca in cui la funzione riabilitativa della detenzione non ha più valore; contano di più i giudizi dei social, quindi, anche se Spacey dovesse scontare un periodo di riabilitazione (in carcere?), comunque non troverebbe pace (a meno che i tempi non cambino di nuovo).

#7
Solidino

Solidino
  • MGS4 Ť cacca e Kojima Ť una sÚla.

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 32814

Un conto è essere un'artista che fa violenza (fisica e morale, quindi contro la volonta delle persone) nei confronti di altre persone.

Un conto è un'artista che invece è "sbandato" e quei 2 tipi di violenza se li AUTOinfligge, senza danni se non a se stesso. 

 

Nel primo caso sarai anche un bravo artista nel tuo lavoro, ma sei un piccolo uomo nella vita

Nel secondo caso no.

 

Il primo non è scusabile.

Il secondo si.

 

Sarà un limite mio, ma nel primo caso non riesco a scindere l'etica dall'estetica, nel secondo caso si.


Modificata da Solidino, 04 December 2018 - 10:58 AM.





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo