Vai al contenuto

Ubisoft: la politica nei videogiochi non fa bene all'industria


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 13 risposte

#1
The Newser

The Newser
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Everyeye.it
  • Messaggi: : 132586
Nonostante lo scenario in cui sarà ambientato il gioco, e a dispetto del fatto che i romanzi di Tom Clancy fossero spesso legati ad argomenti di stampo politico, Ubisoft ha voluto ribadire che The Division 2 non avrà diretti collegamenti con l'attuale situazione politco-sociale...
Leggi la news completa: Ubisoft: la politica nei videogiochi non fa bene all'industria


#2
CyberLies

CyberLies
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 1862
Non sono affatto d'accordo, anzi...

#3
gio1981

gio1981
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4311
Che noiosi :smile-58: Ho the Division, bellissima ambientazione, ottima grafica, ottimo gameplay ma in quanto a storia e personaggi era davvero pessimo, in Ubisoft dovrebbero assumere qualcuno che si occupi di creare personaggi e trama un minimo avvincenti e basta con audiolog e testi, fate delle cut-scene come si deve.

Modificata da gio1981, 17 October 2018 - 07:19 PM.


#4
SieteTroppoSoffici

SieteTroppoSoffici
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 516
Se qualcuno ha cominciato a parlare di politica, Ubisoft ha fatto bene a chiarire prendendo le distanze. Questo ovviamente non fermerà i pensieri di chi ci trova un nesso con la realtà, è accaduto anche con il cinema e non solamente nel ramo politico ,ma anche nel campo scientifico, armageddon è un esempio (ce ne sono moltissimi di film con orrori scientifici). Però c'è il solito discorso, se una persona apprende certe tematiche da un videogioco/film/fumetto anziché dallo studio e soprattutto affrontando l argomento con altre persone di sicuro c è un problema di fondo. Altrimenti buon fallout a tutti!!!

#5
Stallone...

Stallone...
  • Animale da compagnia

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 1336

Che noiosi :smile-58: Ho the Division, bellissima ambientazione, ottima grafica, ottimo gameplay ma in quanto a storia e personaggi era davvero pessimo, in Ubisoft dovrebbero assumere qualcuno che si occupi di creare personaggi e trama un minimo avvincenti e basta con audiolog e testi, fate delle cut-scene come si deve.

Cosa ha a che vedere con il discorso sull'evitare di mettere in mezzo politica nei giochi? Che tra l'altro è giustissimo. Il videogioco deve intrattenere, non smaronarmi pure quelle 2 ore di svago con gente invasata che cerca di farmi cambiare idea su argomenti politici.
Certo che quando c'è in mezzo Ubisoft state tutti pronti alla guerra eh. Pure quando dicono qualcosa di condivisibile come questo.

#6
baco net

baco net
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4495
Purtroppo non si trattano mai argomenti spinosi visto che i vg devono vendere a livello globale e non si vuole far passare nessuno per il cattivo di turno. Alla fine ci ritroviamo sempre con i soliti terroristi incappucciati nel medio oriente e poco altro...peccato.
Mi piacerebbe vedere qualcosa tipo contenimento espansione russa da parte della nato (o viceversa).o spy story più attinenti alla realtà ma oggettivamente non si può con i vg al contrario dei film dove non ci sono troppi vincoli.
Raccontare guerre contemporanee sarebbe interessante ma poi si rischia grosso di esser linciati da qualche stato o cittadino di un determinato stato

#7
SieteTroppoSoffici

SieteTroppoSoffici
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 516

Purtroppo non si trattano mai argomenti spinosi visto che i vg devono vendere a livello globale e non si vuole far passare nessuno per il cattivo di turno. Alla fine ci ritroviamo sempre con i soliti terroristi incappucciati nel medio oriente e poco altro...peccato.
Mi piacerebbe vedere qualcosa tipo contenimento espansione russa da parte della nato (o viceversa).o spy story più attinenti alla realtà ma oggettivamente non si può con i vg al contrario dei film dove non ci sono troppi vincoli.
Raccontare guerre contemporanee sarebbe interessante ma poi si rischia grosso di esser linciati da qualche stato o cittadino di un determinato stato

potrebbe funzionare con eventi accaduti parecchio tempo fa (ma bisogna sempre stare attenti a come ce la raccontano), per quelli attuali la linea della propaganda si farebbe davvero sottile

#8
dende

dende
  • Fatevi un esame della bilirubina.

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 10570
Ammettendo che sia sincero nel rispondere alle accuse e che non sia invece subdolo nel fare passare un messaggio, sono d'accordo.

#9
Guest_ningeneYe

Guest_ningeneYe
  • Gruppo: Ospiti
Mah, a giudicare dalle voci che circolano Ubisoft invece è una di quelle che più spinge per integrare temi politici e sociali (anche e sopratutto da SJW) nei suoi giochi ed all'interno del proprio ambiente di lavoro. Non so se era una bufala e prendo la cosa con le pinze, ma esiste un video dove intimano i propri dipendenti con queste cavolate da SJW.

#10
LambertoKevlar

LambertoKevlar
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [SMod]SuperMod
  • Messaggi: : 47951
Onestamente tra omosessualità, controllo delle comunicazioni, diritti delle minoranze, diritti delle donne, rapporti sentimentali interraziali e religione di prese di posizione, nei loro giochi, non mi sembra di averne viste poche. Mi suona un po' bizzarra sta dichiarazione

#11
Xmaster

Xmaster
  • Eye Terminator

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8384
Mi risulterebbe una novità se la politica fosse un bene in un qualsiasi ambito anche tirando a caso

#12
JKT707

JKT707
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 28
In tutti gli ambiti artistici è sempre stata presente una critica nei confronti della società. Personalmente ritengo che il videogioco sia arte (certo ci sono giochi che puntano più sull intrattenere chiaramente) di conseguenza penso che non sia sbagliato che ci sia una critica verso un qualunque tema di attualità (per esempio omosessualità o immigrazione etc) senza però finire nel sjw.

#13
violetta98

violetta98
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 191

Inoltre non fa bene all'industria, sfortunatamente, se volete la verità


Evidentemente dare retta ai SJW non sta portando i frutti sperati.
Farsi in quattro per un pubblico di snob che pretende cambiamenti, ma che alla fine non compra (inimicandosi pure la fanbase storica), effettivamente non fa bene all'industria.
Là fuori qualcuno (4 gatti che fanno la voce grossa) pretende che l'industria segua in modo palese un'unica chiara linea politica, a costo di giocarsi per sempre l'80/90% del pubblico.

Ricordo ancora benissimo il 6.5 di Polygon dato a Far Cry 5 perché, a detta del recensore, pur essendo un vg divertente, non prendeva una chiara posizione politica riguardo la contemporaneità (????); non oso immaginare quanto avrebbe preso se fosse stato un vg pro Trump (forse 4).

Poi c'è modo e modo di fare politica.
Per esempio un conto è trattare tematiche universali, condivise bipartisan come la lotta per: la libertà, la giustizia, la democrazia, l'amore ecc, mentre è tutt'altra cosa invece mettere il giocatore a disagio, facendolo sentire uno s...nzo che sta dalla parte sbagliata della società, dicendogli che lui è un occidentale, bianco, privilegiato che non deve avere una comfort zone in cui rifugiarsi, che non deve rompere le scatole e che deve comunque continuare a foraggiare un'industria che lo odia.

Dopo Alf Condelius spero che anche altri addetti ai lavori si facciano sentire e che l'industria riprenda il controllo, ascoltando di più il proprio pubblico e ignorando le richieste assurde dei collettivi politici che si spacciano per gamers col solo intento di plasmare il gaming a propria immagine e somiglianza.





#14
Armageddonwarrior83

Armageddonwarrior83
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 689
Classica dichiarazione da paraculi




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo