Vai al contenuto

Cannes chiude le porte a Netflix & Co: lo streaming figlio di un Dio minore?


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 10 risposte

#1
Cinematografo

Cinematografo
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 34547
Cannes chiude le porte a Netflix & Co: lo streaming figlio di un Dio minore?
Il Festival di Cannes ha chiuso tutte le porte allo streaming, dunque a Netflix, Amazon & Co. Un film merita un concorso solo se arriva in sala?
..
Leggi l'articolo completo: Cannes chiude le porte a Netflix & Co: lo streaming figlio di un Dio minore?



#2
CapitanCarisma

CapitanCarisma
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 1977
Beh allora, sono d'accordo che certi film rendono meglio visti al cinema, però una cosa del genere mi sembra poco equa, poiché va a penalizzare ingiustamente la possibile qualità di certi film, impedendo di vincere premi magari meritati

#3
SATŌ

SATŌ
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 1707
io invece ho chiuso le porte a Cannes (non che a loro importi) da molti anni ormai, tanto rumore molta fuffa per un festival che sa di red carpet e basta.
Veniamo smaronati ogni anno per come si vestono le celebrità invece di puntare i riflettori sui film

#4
CesabM1

CesabM1
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 63
Per ora

#5
Covenant84

Covenant84
  • Eye Terminator

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8035

io invece ho chiuso le porte a Cannes (non che a loro importi) da molti anni ormai, tanto rumore molta fuffa per un festival che sa di red carpet e basta.
Veniamo smaronati ogni anno per come si vestono le celebrità invece di puntare i riflettori sui film


Beh mi sembra che tra le novità del regolamento ci sia anche una regolamentazione maggiore del red carpet

#6
Matthia

Matthia
  • Shepard come James Kirk :)

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 5903
Ovviamente concettualmente dovrebbe essere sbagliato perché si dovrebbe votare un film e non su quale mezzo viene visto... ma immagino si voglia difendere l'antico Cinema (anche commercialmente parlando) per svariati motivi... l'atmosfera 'obbligatoria' ricreata in un cinema sarà sempre diverso dal modus libertino di uno streaming casalingo, puoi anche avere il miglior proiettore, salotto ed impianto audio, ma nulla costringe lo spettatore a mettere in pausa, ad avere il figlio che fa casino nella sua stanzetta, ad annoiarsi presto del film e cambiare subito streaming scegliendone un altro. La troppa scelta e soprattutto la scelta comoda fatta da casa, sta facendo scemare l'interesse nelle opere, questa ormai è l'era basata su internet e social che fanno diventare la persona e la sua casa non solo il suo hub ma il suo mondo. Una volta giocavamo nelle sale giochi, adesso non esistono giochiamo in casa, una volta andavamo al cinema, adesso guardiamo Netflix in casa, una volta giocavamo a calcetto nelle stradine sotto casa, fra poco ci sarà solo l'e-sports... vabbé, sto divagando :) il senso è che immagino ci siano interessi ovviamente delle Majors Hollywoodiane dietro, ma è bello vedersi schierare dal lato vecchio e nostalgico :)

#7
RIC STONES

RIC STONES
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 36
Avevo già commentato in merito ma ribadisco, l'opera non deve prescindere dal formato. I grammy hanno aperto alle premiazioni di prodotti streaming-only. Pensare che la fruizione cinematografica non possa prescindere dalla sala stessa è un approccio semplicemente insostenibile nel lungo termine.

Premesso che non ho nulla contro una bella uscita al multisala con gli amici, il cinema è e resta un business: gli esercenti guadagnano in primis dall'indotto di bibite, patatine, sale giochi e via discorrendo oltre e più che dal margine dei biglietti stessi, è un ovvio interesse commerciale prima che artistico mantenere 'vivo' il cinema inteso come esperienza da sala.

Ma in un mondo dove le copie distribuite sono sempre più limitate, e quelle che arrivano sono per lo più film tripla A main-stream, gli unici a garantire l'affluenza necessaria per rendere sostenibile l'attività, dove sarà più probabile in futuro vedere del cinema d'autore? Davvero il remake di Jumanji è in teoria più eleggibile a un riconoscimento internazionale rispetto di Annihilation solo perché distribuito in sala?

E visto che serve sempre e comunque il budget di un impianto produttivo mica da ridere per poter garantire una distribuzione capillare e una localizzazione adeguata a qualsiasi pellicola.. a chi sta facendo davvero un favore un simile approccio proibizionista da parte di Cannes?

bah..

#8
Needle

Needle
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 55514

Per ora

esatto. le motivazioni sono pronte a cedere da un momento all'altro.

il concetto che vogliono trasmettere è comprensibile, ma nel 2018 non ha davvero più senso.
considerando poi che i film solo home video esistono da sempre.

#9
bonjovi1984

bonjovi1984
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 1110
io vedrei bene una serie basata sui ghostbusters ma quelli vero pero

#10
Covenant84

Covenant84
  • Eye Terminator

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8035

esatto. le motivazioni sono pronte a cedere da un momento all'altro.

il concetto che vogliono trasmettere è comprensibile, ma nel 2018 non ha davvero più senso.
considerando poi che i film solo home video esistono da sempre.

 

appunto per questo....perché prenderli in considerazione ora? Cannes è un "festival cinematografico", non un "festival dei film" generico



#11
UomoDiMare

UomoDiMare
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1415

io invece ho chiuso le porte a Cannes (non che a loro importi) da molti anni ormai, tanto rumore molta fuffa per un festival che sa di red carpet e basta.
Veniamo smaronati ogni anno per come si vestono le celebrità invece di puntare i riflettori sui film

 

A Cannes per fortuna i riflettori sono rimasti puntati sui film e continua a partecipare tanta bellissima roba!






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo