Vai al contenuto

Salute e test nucleari


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 8 risposte

#1
Fox Hound

Fox Hound
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 17926

Scritta così sembra il titolo di una rivista di prodotti biologici pubblicata nel mondo di Fallout. Per farla breve ho visto questo video:

 

Nudo e crudo mostra una mappa del mondo con un numero allucinante di esplosioni nucleari condotte per test militari aggionrata fino al 2015 (arriva approssimativamente intorno alle 2000 esplosioni in totale). Mi chiedo gli effetti sulla salute mondiale di questi test e se possono arrivare fino a noi. Sono stati pubblicati studi importanti a riguardo sulle conseguenze?


Modificata da Fox Hound, 22 February 2018 - 09:37 AM.


#2
Itachi

Itachi
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14194

Non penso servano studi.

 

Le bombe atomiche contengono pochissimo materiale radioattivo che serve per generare una fissione nucleare incontrollata, volendo semplificare al massimo il materiale radioattivo serve solo come "miccia" per una grandissima ma normale esplosione. Gli effetti delle radiazioni in se si esauriscono in poche frazioni di secondo.

Al massimo il problema è il rilascio del materiale radioattivo ma per l'appunto è così poco che si disperde nell'esplosione e praticamente sparisce.

 

In posti come Chernobyl dentro la centrale c'erano tonnellate di uranio e il problema (sul lungo periodo) non è stato il disastro in se ma il fatto che tonnellate di materiale radioattivo si siano disperse nei dintorni ovunque come coriandoli. E appunto quelle erano tonnellate e il danno riguarda comunque solo quella città.

 

Nel caso di una bomba atomica si parla di pochi kg, in quella di hiroshima mi pare (se ricordo bene) ce ne fossero 6kg. Va considerata come una normale esplosione, il suo pericolo è unicamente nel momento in cui avviene, prima o dopo non c'è nulla.

 

 

Ma sottolineo che non sono del settore.



#3
birdack81

birdack81
  • L'intelligenza totale è una costante. La popolazione aumenta

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 34366

Studia questo:

radiation.png

 

NB: In Europa la dose massima permessa per i lavoratori e' di 20 mSv



#4
Itachi

Itachi
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14194

Studia questo:

 

 

NB: In Europa la dose massima permessa per i lavoratori e' di 20 mSv

 

 

Ti becchi più radiazioni a mangiare una banana che a vivere nel raggio di 50 miglia da una centrale nucleare :megalol:

 

Dovevano usarlo come slogan durante il referendum sul nucleare :sisi:



#5
mimmo89

mimmo89
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 510


 
In posti come Chernobyl dentro la centrale c'erano tonnellate di uranio e il problema (sul lungo periodo) non è stato il disastro in se ma il fatto che tonnellate di materiale radioattivo si siano disperse nei dintorni ovunque come coriandoli. E appunto quelle erano tonnellate e il danno riguarda comunque solo quella città.
 


Su questo ti sbagli.la nube radioattiva di chernobyl andó ben oltre quella cittá..il 70% della radioattivita colpí la bielorussia ma la nube radioattiva composta di iodio131 e cesio 137 arrivó ben oltre le zone limitrofe la centrale sino ad arrivare sino a noi in italia per dire...ma d'altronde tu stesso citi materiale radioattivo disperso "come coriandoli" pensa come un colpo di vento faccia volare i coriandoli e immaginati le conseguenze su una nube carica di elementi radioattivi.

#6
Itachi

Itachi
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14194

Su questo ti sbagli.la nube radioattiva di chernobyl andó ben oltre quella cittá..il 70% della radioattivita colpí la bielorussia ma la nube radioattiva composta di iodio131 e cesio 137 arrivó ben oltre le zone limitrofe la centrale sino ad arrivare sino a noi in italia per dire...ma d'altronde tu stesso citi materiale radioattivo disperso "come coriandoli" pensa come un colpo di vento faccia volare i coriandoli e immaginati le conseguenze su una nube carica di elementi radioattivi.

 

 

Si è ovvio ma non era un'informazione necessaria nel contesto della domanda di fox hound.

 

Lui si chiedeva se una bomba atomica potesse essere pericolosa (a prescindere dall'esplosione ovviamente), e non lo è proprio perchè parliamo di pochi kg di uranio, quindi tutte le conseguenze dei casi come quello di chernobyl con tonnellate di materiale (quindi dispersione in luoghi lontani con vento, avvelenamento dell'acqua anche in città vicine, ecc ecc) non erano incluse ed erano quindi inutili ai fini della spiegazione.

 

Evitare di inserirli serviva proprio per non scrivere il malloppone sul perchè non c'entravano con le bombe.



#7
mimmo89

mimmo89
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 510

 
 
Si è ovvio ma non era un'informazione necessaria nel contesto della domanda di fox hound.
 
Lui si chiedeva se una bomba atomica potesse essere pericolosa (a prescindere dall'esplosione ovviamente), e non lo è proprio perchè parliamo di pochi kg di uranio, quindi tutte le conseguenze dei casi come quello di chernobyl con tonnellate di materiale (quindi dispersione in luoghi lontani con vento, avvelenamento dell'acqua anche in città vicine, ecc ecc) non erano incluse ed erano quindi inutili ai fini della spiegazione.
 
Evitare di inserirli serviva proprio per non scrivere il malloppone sul perchè non c'entravano con le bombe.


Invece per me è doveroso fare la differenza tra test nucleari e disastri nucleari quando si parla di salute.per me hai fatto bene a citarlo nonostante il tuo errore(non voluto probabilmente) sull entita dei danni di chernobyl i cui effetti si riversano tuttora su un gran numero di persone in diversi paesi mica solo ucraina e bielorussia.(vedi le innumerevoli patologie alla tiroide etc)

#8
Andṛn

Andṛn
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2319
La radiazione puo nuocere in 2 modi: per irradiazione e per contaminazione. E evidente che l irrafiazione di raggi gamma dura poco, pero ha effetti devastanti sul dna, quindi se colpisce una popolazione questa subirá per decenni le conseguenze, anche perché gli errori genetici si sommano. Quindi cancro anche sopo decenni e malformazioni e leucemie nelle nuove generazioni. I militari americani esposti agli esperimenti ne sanno qualcosa. Poi c'e la contaminazione, il terreno e l aria si riempiono di isotopi radioattivi, viaggiano per centinaia di km e contaminano acque e cibi. Anche li danni al dna che possono rivelarsi anche dopo decennni o nelle seguenti generazioni. Quindi una bomba atomica e pericolosa sempre, e per questo non si svolgoni piu esperimenti in atmósfera. Quelli sotterranei sono piu sicuri, ma devono essere fatti a regola d arte per evitare contaminazioni.

#9
SATŌ

SATŌ
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 1746
Mi preoccupano altri tipi di contaminazioni, purtroppo giornalmente subiamo vari flussi negativi di svariate tossine, quelle delle bombe a centinaia di chilometri sono il nostro ultimo problema.




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo