Vai al contenuto

Direttori della fotografia


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 29 risposte

#16
-Krell

-Krell
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 25878

 
Su sky e amazon prime ci sta la versione restaurata in 4k del film...però non so se sia uscita l'edizione fisica :)
 
https://www.amazon.c...D/dp/B00SJUTL08

ah, questa non la sapevo. Grazie per la segnalazione, appena torno a casa verifico se posso vederlo in 4k.

#17
-Krell

-Krell
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 25878

Segnalo questo video (purtroppo dovete cliccare il link, non so embeddarlo) di Steve Yedlin (ASC, ha fatto l'ultimo Jedi, fra gli altri) che discute sulle varie risoluzioni, 2k, 4k, etc. E mostra cose sì note, ma comunque interessanti vista la precisione con cui le tratta.

 

http://yedlin.net/Re...ResDemoPt1.html

 

Ci sarebbe anche la parte 2 ma dura un'ora ed è molto più tecnica.



#18
umop apisdn

umop apisdn
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 1236

Segnalo Mikhail Kalatozov e Sergey Urusevsky, rispettivamente regista e DP di film sovietici, che tra la metà degli anni '50 e la metà degli anni '60 girarono diversi film con una proto-steadicam prima dell'invenzione e introduzione della stessa nel '75. In Soy Cuba c'è anche un esempio di proto-Louma.

 

Inarritu in un Q&A su The Revenant parla del duo russo come fonte d'ispirazione:

 

At the end, we were talking about cinema structure and the possibilities of language in narratives and comparing some directors, Bunuel, Tarkovsky, and all these great directors. [Martin Scorsese] asked had I seen I Am Cuba? And I said no. ‘No? Oh my god!’ So he said I will tell you to see two films, and I said, ‘Well, I don’t know if that will happen.’ Two days later, they arrive at my house. I Am Cuba, and The Cranes Are Flying. The cinematographer on that Russian film is Sergey Urusevskiy, who was assistant director and cinematographer on Letter Never Sent. If you see that film, literally, the cutting of The Revenant is right there. Those two movies he gave me 15 years ago. I have always admired long shots from Tarkovsky and these others. I love when someone does that well, but you really have to have a lot of craft and a lot of experience and confidence I hadn’t developed at that point. It took me 15 years. As we were sitting there in this Q&A with Martin, he says, well, these shots remind me of I Am Cuba, and suddenly I remember that it was he who gave me that film and The Cranes Are Flying. Right in front of the audience, I realized that this master planted a seed in me that took 15 years to grow, and I realize how much I was impacted visually by I Am Cuba. I said, Martin, now I remember you gave me that film. We laughed, and it was such a beautiful moment. It’s funny, I recently saw Letter Never Sent, and I thought, thank god I never saw this, because I would have been paralyzed by it. It literally is powerfully close to The Revenant from a physical and visual experience. If you see that film, the director Mikhail Kalatozov and cinematographer Sergey Urusevskiy were so clearly on the same search as us.
 
 
fudK7AR.jpg


Modificata da umop apisdn, 17 January 2019 - 04:23 PM.


#19
-Krell

-Krell
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 25878
Soy Cuba lo ricordo per uno dei pianosequenza più incredibili di sempre, almeno a me ha lasciato questimpresssione, anche considerando i tempi.
È il finale, ma lo linko con piacere per chi non lo conoscessw


Modificata da -Krell, 17 January 2019 - 05:00 PM.


#20
sauron82

sauron82
  • "E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacri

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 19698
Scrivo qui, faccio un esperimento, il primo semi ot programmato, cioè se l'argomento va troppo fuori tema splittate in un topic apposito. Ma quale considerate il film tecnicamente perfetto? Quindi solo parte audio video ma al top.

#21
emanuele0933

emanuele0933
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13146
Da bambino pensavo che la fotografia era quella parte della produzione relegata al materiale promozionale tipo Poster, screenshot e robe simili per il merchandising... sapete, perché erano foto lol

Comunque a me piace molto Roger Pratt

Modificata da emanuele0933, 19 January 2019 - 09:53 AM.


#22
Frank_West

Frank_West
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3236

Scrivo qui, faccio un esperimento, il primo semi ot programmato, cioè se l'argomento va troppo fuori tema splittate in un topic apposito. Ma quale considerate il film tecnicamente perfetto? Quindi solo parte audio video ma al top.

 

The Neon Demon.  :sisi:



#23
Gabriele.

Gabriele.
  • Normal Eye Fan

  • StellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 318

Scrivo qui, faccio un esperimento, il primo semi ot programmato, cioè se l'argomento va troppo fuori tema splittate in un topic apposito. Ma quale considerate il film tecnicamente perfetto? Quindi solo parte audio video ma al top.

Tra i primi che mi vengono in mente direi Revenant. Non so se sia tecnicamente perfetto, ma dal punto di vista audiovisivo e registico mi impressionò parecchio la prima volta che lo vidi.

#24
Vagabond

Vagabond
  • Let's all watch as the world goes to the devil

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 22152

Scrivo qui, faccio un esperimento, il primo semi ot programmato, cioè se l'argomento va troppo fuori tema splittate in un topic apposito. Ma quale considerate il film tecnicamente perfetto? Quindi solo parte audio video ma al top.

 

monolith-2001-a-space-odyssey.png

 

penso non serva scrivere il titolo.



#25
LambertoKevlar

LambertoKevlar
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [SMod]SuperMod
  • Messaggi: : 47923

 
monolith-2001-a-space-odyssey.png
 
penso non serva scrivere il titolo.

Natale in India? :-p

#26
Emme

Emme
  • Sir

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2270

Scrivo qui, faccio un esperimento, il primo semi ot programmato, cioè se l'argomento va troppo fuori tema splittate in un topic apposito. Ma quale considerate il film tecnicamente perfetto? Quindi solo parte audio video ma al top.

 

Mmm, domanda difficilissima, per tanti motivi. Innanzitutto potrebbero esserci più contendenti, tra cui sarebbe veramente difficile scegliere. Poi perché personalmente credo che la perfezione non esista, neanche in quelle opere che apparentemente sembrano non avere alcuna sbavatura.

Per come la intendo io la perfezione infatti, mi sa che nessun film presenterebbe i requisiti necessari. Ad esempio possiamo dire che una singola cena è perfetta se:

- la regia mette in mostra ciò che è scritto sul copione in maniera ineccepibile;

- gli attori trasmettono al meglio, con gesti o parole, quello che il regista e la sceneggiatura vogliono comunicare;

- le musiche accompagnano in maniera armoniosa le immagini, senza sovrastarle o rimanere un sottofondo anonimo;

- il montaggio è calibrato al millesimo di secondo, lascia respirare ogni inquadratura ma allo stesso tempo non fa calare il ritmo;

- la fotografia trova il perfetto equilibrio di luminosità che serve alla scena, la palette e i filtri di colori che si addicono di più al "mood" di quel particolare momento, e fa rientrare nel frame tutto ciò che è necessario; 

- ecc... ecc...

 

Ecco se queste cose tutte assieme formano una scena perfetta, allora un film perfetto dovrebbe essere un insieme di scene tutte così, formalmente impeccabili, dal primo all'ultimo minuto.

Esiste? Ne dubito fortemente; non solo, quegli stessi requisiti che ho posto sono opinabili: c'è davvero "un solo" modo perfetto di mettere in scena ciò che descrive il copione? C'è chi come Fincher crede di sì e ne ha fatto una vero e proprio modus operandi (girare centinaia di ciak per una singola scena, limando e qua e là ogni singolo dettaglio, tentativo dopo tentativo, finché non ottiene "il" ciak definitivo).

Ma sono davvero tutti questi formalismi che rendono migliore una scena o un film? Ci sono diversi esempi del contrario.

 

Tornando alla domanda, sarebbe facile ma anche riduttivo rispondere citando uno a caso tra i film più rigorosi di Kubrick (2001, The shining, Barry Lindon), notoriamente conosciuto come uno dei perfezionisti della settima arte, ma non sarebbe il solo, e credo che analizzandoli scena per scena forse troveremmo qualche minuscola svista anche in quelli.

Ad esempio se guardo invece al panorama contemporaneo, per quanto non mi facciano impazzire potrei dire che le ultime pellicole di Wes Anderson siano tecnicamente inattaccabili. L'altra sera girando i canali mi ero soffermato su Grand Budapest Hotel, che avevo già visto tempo fa, e mi sono guardato 5-10 minuti: non vorrei esagerare ma credo che in quel film non ci sia una sola inquadratura sbagliata.

Un carrello non perfettamente allineato, una panoramica sbilenca, un campo-controcampo malriuscito. Niente di niente, la geometria maniacale che lui e il suo DoP applicano per comporre ogni singola immagine rasenta la malattia...     infatti dopo quei 10 minuti mi stavo innervosendo  :P perché alla prima visione chiaramente ero preso da altro e non mi ero reso conto di quanto fosse tutto così preciso e misurato, ai limiti del fastidio (ecco perché dico che non mi va a genio il suo cinema, anche se un paio di film li ho graditi).


Modificata da Emme, 20 January 2019 - 05:54 PM.


#27
sauron82

sauron82
  • "E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacri

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 19698

 
Mmm, domanda difficilissima, per tanti motivi. Innanzitutto potrebbero esserci più contendenti, tra cui sarebbe veramente difficile scegliere. Poi perché personalmente credo che la perfezione non esista, neanche in quelle opere che apparentemente sembrano non avere alcuna sbavatura.
Per come la intendo io la perfezione infatti, mi sa che nessun film presenterebbe i requisiti necessari. Ad esempio possiamo dire che una singola cena è perfetta se:
- la regia mette in mostra ciò che è scritto sul copione in maniera ineccepibile;
- gli attori trasmettono al meglio, con gesti o parole, quello che il regista e la sceneggiatura vogliono comunicare;
- le musiche accompagnano in maniera armoniosa le immagini, senza sovrastarle o rimanere un sottofondo anonimo;
- il montaggio è calibrato al millesimo di secondo, lascia respirare ogni inquadratura ma allo stesso tempo non fa calare il ritmo;
- la fotografia trova il perfetto equilibrio di luminosità che serve alla scena, la palette e i filtri di colori che si addicono di più al "mood" di quel particolare momento, e fa rientrare nel frame tutto ciò che è necessario; 
- ecc... ecc...
 
Ecco se queste cose tutte assieme formano una scena perfetta, allora un film perfetto dovrebbe essere un insieme di scene tutte così, formalmente impeccabili, dal primo all'ultimo minuto.
Esiste? Ne dubito fortemente; non solo, quegli stessi requisiti che ho posto sono opinabili: c'è davvero "un solo" modo perfetto di mettere in scena ciò che descrive il copione? C'è chi come Fincher crede di sì e ne ha fatto una vero e proprio modus operandi (girare centinaia di ciak per una singola scena, limando e qua e là ogni singolo dettaglio, tentativo dopo tentativo, finché non ottiene "il" ciak definitivo).
 
Certo sarebbe facile rispondere citando i film più rigorosi di Kubrick (2001, The shining, Barry Lindon), notoriamente conosciuto come uno dei perfezionisti della settima arte, ma non è il solo, e credo che analizzandoli scena per scena forse troveremmo qualche minuscola svista anche in quelli.
Ad esempio se guardo invece al panorama contemporaneo, per quanto non mi facciano impazzire potrei dire che le ultime pellicole di Wes Anderson siano tecnicamente inattaccabili. L'altra sera girando i canali mi ero soffermato su Grand Budapest Hotel, che avevo già visto tempo fa, e mi sono guardato 5-10 minuti: non vorrei esagerare ma credo che in quel film non ci sia una sola inquadratura sbagliata.
Un carrello non perfettamente allineato, una panoramica sbilenca, un campo-controcampo malriuscito. Niente di niente, la geometria maniacale che lui e il suo DoP applicano per comporre ogni singola immagine rasenta la malattia...     infatti dopo quei 10 minuti mi stavo innervosendo   perché alla prima visione chiaramente ero preso da altro e non mi ero reso conto di quanto fosse tutto così preciso e misurato, ai limiti del fastidio (ecco perché dico che non mi va a genio il suo cinema, anche se un paio di film li ho graditi).

Io intendevo solo la parte tecnica, non sceneggiatura, dialoghi e recitazione. Solo un film che dal pdv della messa in scena, luci, fotografia, inquadrature, soluzioni visive sia ineccepibile o che ci vada molto ma molto vicino. In pratica un film bellissimo da vedere/ascoltare (metto anche il sonoro/ost in mezzo).

#28
Emme

Emme
  • Sir

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2270

Ok.

 

Bè, allora azzardo una risposta, anche se menzionare un solo film in tutta la storia del cinema mi è veramente impossibile, anche perché ne devo visionare ancora tantissimi che hanno una certa importanza sotto quel punto di vista, quindi provo a citare una manciata di titoli papabili per gli anni dal 1895 al 1956, e altrettanti per quello che va dal 1957 ai giorni nostri. Magari evidenziando quello che potrebbe spiccare sugli altri.

 

 

1895-1956: Citizen Kane / La finestra sul cortile / The night of the hunter

 

1957-2018: Lawrence d'Arabia / Il buono, il brutto, il cattivo / 2001: Odissea nello spazio

 

 

Menzioni d'onore: Akira / Ashes of time / Wall-E / Kubo and the two strings / Blade Runner 2049

 

 

Le ultime menzioni le ho fatte anche per inserire titoli rappresentanti di diverse tecniche o categorie, come appunto l'animazione, che meritano di stare in una classifica del genere. Sono uno di quelli che non ha il consueto timore reverenziale nei confronti dei grandi classici, non vedo assolutamente niente di male o sacrilego nell'affiancare pellicole contemporanee a capolavori blasonati del secolo scorso; per andare sul sicuro ho comunque scelto titoli ben consolidati, ma quando avrò recuperato gran parte dei titoli grossi che ancora mi mancano sicuramente rivedrei l'elenco aggiungendo titoli recenti.


Modificata da Emme, 20 January 2019 - 07:46 PM.


#29
emanuele0933

emanuele0933
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13146

Natale in India? :-p

Te lo giuro, volevo dirlo
Poi guardando nelle informazioni dell'immagine ho visto che è di Kubrick e non volevo offendere nessuno facendo sto paragone, però ci stava e l'hai dimostrato XD

#30
Merlo

Merlo
  • The Gufo is here!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 22334
Anche a me revenant aveva impressionato, appena avrò una TV 4k lo vorrei rivedere a casa




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo