Vai al contenuto

Cosa ne pensate dei bambini dati in adozione a genitori gay?


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 345 risposte

#1
Jagral

Jagral
  • Accolgo tutto con entusiasmo

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 22010

L'altro giorno alla radio ne stavano parlando come se fosse una cosa normalissima, eppure, nonostante non abbia nulla contro i gay o contro i matrimoni gay, non riuscivo ad essere d'accordo.

 

Mi spiego meglio.

 

Se una persona è omosessuale, nel senso che è attratta da persone del suo stesso senso, non c'è nulla di male. Se io, grande e grosso dovessi sentirmi dire per convenzione di dover andare con gli uomini mi darei all'eremitaggio, non vedo perchè una donna dovrebbe essere costretta ad andare con gli uomini se non le piacciono o viceversa.

 

Stessa cosa per il matrimonio gay, non vedo il motivo per cui, a livello legislativo, una coppia di fatto debba essere lesa... sono persone grandi, capaci di intendere e di volere, quindi nessuno dovrebbe decidere per loro cosa sia giusto o sbagliato.

 

Con i bambini la cosa è diversa.

 

Per quanto sia fermamente convinto che non bastino un papà ed una mamma per crescere un bambino, ma serva anche e soprattutto amore, ritengo che un bambino piccolo debba poter crescere in un contesto "normale" al di là che crescere in una famiglia piena d'amore.

 

Prima che mi diate addosso, non intendo dire che una coppia gay sia anormale, intendo dire che non è normale che abbiano un figlio. E' contro natura, devono per forza di cose ricorrere alla legge o alla scienza, ma da soli non potrebbero averne... ora, sebbene loro possano aver scelto di stare insieme per poter seguire il proprio amore o il proprio istinto, il bambino non può avere questa "scelta", soprattutto se neonato.

 

Per quanto una coppia gay potrebbe dare più amore di una coppia composta da uomo e donna, il bambino, crescendo in un contesto innaturale, non potrebbe avere ripercussioni??? Io penso di si... forse perchè in Italia ancora concetti come famiglia allargata, scambi di coppia o altro non sono così all'ordine del giorno (esistono, ma non sono visti di buon occhio...), penso che un bambino potrebbe sentirsi in difetto rispetto agli altri.

 

Qualcun altro la pensa come me o sono io troppo bigotto????



#2
Itachi

Itachi
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 13790
Non è così.

L'omosessualità è totalmente prevista in natura PROPRIO per la prole.
Capita spesso che a causa di vari motivi all'interno di un branco/gruppo ecc di qualche specie ci sia una carenza di maschi o femmine per cause esterne.

L'evoluzione ha quindi fatto in modo che una piccola percentuale della specie sia portata ad accoppiarsi con lo stesso genere in modo da sopperire,in caso serva, a quella mancanza per preservare la prole già nata altrimenti rimasta con un solo genitore.

Essenzialmente non solo gli omosessuali dovrebbero poter adottare figli, ma è ESATTAMENTE il loro compito previsto in natura.

Se i bambini poi si sentono in difetto rispetto agli altri la colpa è nostra, visto che non c'è alcun motivo e al massimo può derivare dalla "disapprovazione sociale" che le persone contrarie a questa cosa hanno creato.
Tolta quella starebbero benissimo come tutti.

Se poi tieni conto che ci sono coppie normalissime dove accadono queste cose:
http://m.ilmessagger...lo-3519153.html
Vai a capire perché vivere con 2 padri o madri normali dovrebbe essere un problema

#3
Black Master

Black Master
  • And thus, boy met girl

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13281

L'altro giorno alla radio ne stavano parlando come se fosse una cosa normalissima, eppure, nonostante non abbia nulla contro i gay o contro i matrimoni gay, non riuscivo ad essere d'accordo.

 

Mi spiego meglio.

 

Se una persona è omosessuale, nel senso che è attratta da persone del suo stesso senso, non c'è nulla di male. Se io, grande e grosso dovessi sentirmi dire per convenzione di dover andare con gli uomini mi darei all'eremitaggio, non vedo perchè una donna dovrebbe essere costretta ad andare con gli uomini se non le piacciono o viceversa.

 

Stessa cosa per il matrimonio gay, non vedo il motivo per cui, a livello legislativo, una coppia di fatto debba essere lesa... sono persone grandi, capaci di intendere e di volere, quindi nessuno dovrebbe decidere per loro cosa sia giusto o sbagliato.

 

Con i bambini la cosa è diversa.

 

Per quanto sia fermamente convinto che non bastino un papà ed una mamma per crescere un bambino, ma serva anche e soprattutto amore, ritengo che un bambino piccolo debba poter crescere in un contesto "normale" al di là che crescere in una famiglia piena d'amore.

 

Prima che mi diate addosso, non intendo dire che una coppia gay sia anormale, intendo dire che non è normale che abbiano un figlio. E' contro natura, devono per forza di cose ricorrere alla legge o alla scienza, ma da soli non potrebbero averne... ora, sebbene loro possano aver scelto di stare insieme per poter seguire il proprio amore o il proprio istinto, il bambino non può avere questa "scelta", soprattutto se neonato.

 

Per quanto una coppia gay potrebbe dare più amore di una coppia composta da uomo e donna, il bambino, crescendo in un contesto innaturale, non potrebbe avere ripercussioni??? Io penso di si... forse perchè in Italia ancora concetti come famiglia allargata, scambi di coppia o altro non sono così all'ordine del giorno (esistono, ma non sono visti di buon occhio...), penso che un bambino potrebbe sentirsi in difetto rispetto agli altri.

 

Qualcun altro la pensa come me o sono io troppo bigotto????

Il contesto è "innaturale" solo se noi, come membri di una società, vogliamo che sia così. Tu stesso affermi che l'importante è trasmettere amore al di là del sesso, dunque mi chiedo: che altro serve? 

Se due persone dello stesso sesso, ad esempio, adottano un bambino e riescono a dargli 10 volte l'amore rispetto a quanto non farebbero i genitori naturali, perché dovrebbe darmi fastidio? Anzi, mi farebbe più che piacere. 

Ripeto, il concetto di "innaturalità" dipende soltanto da noi. Se iniziamo a percepire questa situazione come normale (e in diversi paesi dove c'è l'adozione gay già succede) allora dopo qualche tempo neppure ce ne accorgeremo più. 

E poi piano a parlare di cosa è naturale o meno senza avere le competenze necessarie: in natura spesso e volentieri accade che animali "adottino" cuccioli di razze diverse per diversi motivi, quindi perché non dovrebbe essere un qualcosa di spontaneo sue due esseri umani dello stesso sesso (che condividono la stessa razza, a differenza degli animali che ho citato) adottassero anche loro un figlio? 

Io dall'alto della mia ignoranza suppongo, non avendolo mai sperimentato, che l'essere genitori sia una gioia così tanto grande che sarebbe crudele, per non dire criminale, volerla negare a qualcuno che ha semplicemente dei gusti diversi dai nostri.


Modificata da Black Master, 31 January 2018 - 07:49 PM.


#4
LambertoKevlar

LambertoKevlar
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 41347

e il genitore etero che picchia il figlio o non lo caga minimamente non potrebbe avere ripercussioni?

Per me un contesto amorevole è tale a prescindere dalla sessualità per cui sono favorevole



#5
Ciobo

Ciobo
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 18044
Quando andranno a scuola verranno presi per il cu.lo dagli altri e ci soffriranno molto

#6
Adalgrim

Adalgrim
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 30501

A favore.

Ma facile proprio... proprio che manco se ne dovrebbe discutere perché non va perso tempo sulle ovvietà.

 

181mwxK.jpg



#7
Turk-182

Turk-182
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1306

Per un bambino è meglio avere intorno persone che lo amano e gli daranno una possibilità o magari lasciarlo in un istituto per tutta la vita da minore?

La risposta per me è sempre molto chiara.


Modificata da Turk-182, 31 January 2018 - 08:00 PM.


#8
birdack81

birdack81
  • L'intelligenza totale una costante. La popolazione aumenta

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 34245

Che poi questa idea che una coppia di lesbiche non possa avere figli naturalmente fa proprio ridere. Sono donne, possono avere figli di default...

 

Riguardo al discorso, nulla in contrario. Il problema non sono i bambini, il problema siamo noi adulti cazzoni...



#9
American horizon

American horizon
  • Take the RED PILL and keep calm

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 46044

favorevole... non è detto che una coppia etero sia migliore rispetto ad una coppia omosessuale dal pdv dell'accudimento. Se poi vogliamo basarci sulle dinamiche della natura rimarcando quanto sia una situazione innaturale, allora tiriamo in ballo pure la tecnologia, i giocattoli e tutto quello che la società civilizzata ha permesso di di venirci "in aiuto" rispetto a quello che la natura ci ha concesso di default...



#10
Igno

Igno
  • "Sorry, I'm not made of sugar"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 15273

 

 

Qualcun altro la pensa come me o sono io troppo bigotto????

 

Sei troppo bigotto e non credo sia l'unico problema. 


Modificata da Igno, 31 January 2018 - 08:13 PM.


#11
ROcK

ROcK
  • Mercante di carrelli della spesa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 46991

se uno è orfano di padre e viene allevato da mamma e zia? glielo togliamo perchè non è una situazione normale?

 

se un uomo gay ha un figlio con una donna e questa lo scarica col bambino a carico/muore/si sposa con un altro

togliamo il bambino al padre perchè è gay?

 

ci sono tante situazioni che esulano da quella che noi chiamiamo normalità. talmente tante che è impossibile vietare a delle coppie omosessuali  di avere figli. letteralmente impossibile con le coppie di 2 donne.

 

quindi parliamo di adozione. solo di quella. ma esistendo tutte queste altre situazioni in cui è impossibile (e quindi va accettato come dato di fatto) vietare che 2 persone dello stesso sesso crescano un figlio...in base a cosa poi uno dovrebbe vietare solo l'adozione? sarebbe una cosa ipocrita e basta. solo per chiudere gli occhi di fronte alle realtà.

 

si i bambini verranno presi per i fondelli quando andranno a scuola. verranno presi in giro pure se hanno gli occhiali, se hanno i brufoli, se sono bravi o non bravi a scuola, se non sanno giocare a pallone, se non hanno la playstation, se si vestono da deficienti, se sono grassi, se hanno un cognome che fa rima con una parolaccia, se la madre (etero) è bona o racchia, se il padre (etero) non ha lavoro ecc ecc ecc  :asd:

 

io avevo degli amici (amici mo...nsomma) alle elementari che erano letteralmente figli di pùtt@n@ ...quelli erano messi meglio? XD

 

 

recentemente piuttosto si è parlato (finalmente) di togliere i figli ai camorristi perchè li educano alla criminalità.

ecco per esempio io i figli dei camorristi li darei (da piccoli) in affido a una bella coppia di architetti gay :sisi:



#12
Fox Hound

Fox Hound
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 17565

100% favorevole nessun problema è perfettamente naturale.

 

nascere gay è super comune come cosa, super naturale, 100% sano, e come per gli etero, se uno è una bella persona può essere un ottimo educatore/educatrice. essere bravi genitori non dipende da se uno è gay o etero ma solo se uno è una persona ok o è uno str***o.


Modificata da Fox Hound, 31 January 2018 - 08:25 PM.


#13
Lukrash

Lukrash
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3466

L'altro giorno alla radio ne stavano parlando come se fosse una cosa normalissima, eppure, nonostante non abbia nulla contro i gay o contro i matrimoni gay, non riuscivo ad essere d'accordo.

 

Mi spiego meglio.

 

Se una persona è omosessuale, nel senso che è attratta da persone del suo stesso senso, non c'è nulla di male. Se io, grande e grosso dovessi sentirmi dire per convenzione di dover andare con gli uomini mi darei all'eremitaggio, non vedo perchè una donna dovrebbe essere costretta ad andare con gli uomini se non le piacciono o viceversa.

 

Stessa cosa per il matrimonio gay, non vedo il motivo per cui, a livello legislativo, una coppia di fatto debba essere lesa... sono persone grandi, capaci di intendere e di volere, quindi nessuno dovrebbe decidere per loro cosa sia giusto o sbagliato.

 

Con i bambini la cosa è diversa.

 

Per quanto sia fermamente convinto che non bastino un papà ed una mamma per crescere un bambino, ma serva anche e soprattutto amore, ritengo che un bambino piccolo debba poter crescere in un contesto "normale" al di là che crescere in una famiglia piena d'amore.

 

Prima che mi diate addosso, non intendo dire che una coppia gay sia anormale, intendo dire che non è normale che abbiano un figlio. E' contro natura, devono per forza di cose ricorrere alla legge o alla scienza, ma da soli non potrebbero averne... ora, sebbene loro possano aver scelto di stare insieme per poter seguire il proprio amore o il proprio istinto, il bambino non può avere questa "scelta", soprattutto se neonato.

 

Per quanto una coppia gay potrebbe dare più amore di una coppia composta da uomo e donna, il bambino, crescendo in un contesto innaturale, non potrebbe avere ripercussioni??? Io penso di si... forse perchè in Italia ancora concetti come famiglia allargata, scambi di coppia o altro non sono così all'ordine del giorno (esistono, ma non sono visti di buon occhio...), penso che un bambino potrebbe sentirsi in difetto rispetto agli altri.

 

Qualcun altro la pensa come me o sono io troppo bigotto????

 

 

l'inghippo sta proprio qui, nella definizione di normale. Quello che per noi è normale in realtà è solo frutto di condizionamenti imposti dalla società..una società che per varie ragioni (necessità di procreazione, religione ecc) ha creato in ognuno di noi la sensazione che quella cosa è sbagliata, immorale, innaturale.. ma se chiedi ad un bambino cresciuto da due mamme o due papà, per lui quello sarà normale/naturale. Il bambino potrebbe sentirsi diverso solo per via di quello stesso pregiudizio, che porterà i compagnetti a scuola a fare battutine, più avanti gli amici idem.. ma il problema qui non è la coppia gay, è della società che è ancora tropo chiusa mentalmente per accettare questa cosa..

 

Veronesi qualche anno fa disse che in futuro l'umanità sarà bisessuale. 

 

 

 

Il futuro? È bisessuale. Parola di Umberto Veronesi. Intervistato ieri dal Riformista, l'oncologo ex ministro della Salute immerso nella quiete estiva di Capalbio ha scosso l'atmosfera con una tesi che fa già discutere. La specie umana — dice Veronesi — si va evolvendo verso un «modello unico», le differenze tra uomo e donna si attenuano (l'uomo, non dovendo più lottare come una volta per la sopravvivenza, produce meno ormoni androgeni, la donna, anche lei messa di fronte a nuovi ruoli, meno estrogeni) e gli organi della riproduzione si atrofizzano. Questo, unito al fatto che, tra fecondazione artificiale e clonazione, il sesso non è più l'unica via per procreare, finirà col privare del tutto l'atto sessuale del suo fine riproduttivo. Il sesso resterà — avverte l'oncologo — ma solo come gesto d'affetto, dunque non sarà più così importante se sceglieremo di praticarlo con un partner del nostro stesso sesso

 

E io lo trovo plausibilissimo. A me piacerebbe un mondo dove ognuno fa quel cavolo che gli pare, sessualmente parlando, e risulti come una cosa normale.. ma probabilmente dovranno passare ancora un paio di secoli..



#14
Black Master

Black Master
  • And thus, boy met girl

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13281

Mi rifaccio al post di Rock e aggiungo un paio di cose:

 

- Durante quasi tutta la mia infanzia sono stato cresciuto prevalentemente da mia mamma e da mia nonna, in quanto mio padre ha sempre fatto turni lavorativi massacranti. Per me sono entrambe mamme a tutti gli effetti, non c'è alcuna differenza. 

 

- A scuola sono spesso stato vittima di bullismo a causa del mio cognome, e tutto il periodo adolescenziale è stato letteralmente un inferno. Occhio però, i miei sono una coppia etero e io stesso sono etero. Cosa cambierebbe, a questo punto, in una coppia omosessuale? Assolutamente niente. In questo caso dobbiamo essere NOI adulti ad educare i nostri figli all'insegna dell'amore e del rispetto verso TUTTI



#15
Frank_West

Frank_West
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2705

Assolutamente favorevole.

Come già detto da altri, la presunta "innaturalità" della cosa è solo una questione legata a preconcetti che la società ci inculca (o cerca di inculcarci) fin da bambini.

 

Qualcun altro la pensa come me o sono io troppo bigotto????

 

Guarda, non ti conosco e non ti giudico certo da un post su di un forum.

Ti propongo però un pensiero: quando un discorso diventa una cosa tipo "...non ho niente contro x, MA", vuol dire che in realtà qualcosa contro x la si ha.

E spesso non è cattiveria o odio, ma, come dicevo prima, semplici preconcetti che viziano la nostra percezione.






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi