Vai al contenuto

Combinazioni di lauree (e certificazioni).


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 10 risposte

#1
Black-Hunter

Black-Hunter
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 598
Dopo aver completato la triennale di lingue vorrei fermarmi per iscrivermi ad un'altra università e frequentare economia aziendale, management per le imprese internazionali OPPURE management per le imprese turistiche (quest'ultima credo che entri meglio in combinazione con la triennale di lingue). Il tutto per avere quanti più elementi possibili sul curriculum (con la seconda università voglio però avere la magistrale). Prima di passare alla seconda università voglio però trascorrere alcuni mesi per frequentare dei corsi di certificazioni di lingue che ho studiato (compreso inglese, per avere una più ampia certificazione), e poi frequentare dei corsi di informatica come ecdl, studiando poi da solo un poco di programmazione e dopo aver studiato, frequentare un esame che fornisca una certificazione a proposito di programmazione. Dopo aver fatto questo mi iscriverò alla seconda università come affermato all'inizio.
Cosa ne pensate voi? Credete che questa combinazione di triennale di lingue + certificazioni di 2 lingue + certificazioni di informatica + magistrale di economia possa aiutarmi a trovare lavoro?

#2
Mat_Blue

Mat_Blue
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1551

Per la parte di programmazione e informatica, lascia perdere i corsi che ti insegnano java, python o c/c++ e altri linguaggi.

Programmare non è una abilità che si impara con corsi come quelli, perchè dietro alla programmazione c'è la teoria (procedurale, a oggetti, funzionale, parallela e distribuita), le varie metodologie per scrivere software, gli strumenti di analisi della qualità del codice e di compilazione automatica, e  infine la parte più portante il dominio applicativo (sicurezza, data science,  internet of thing, machine learning, database e data warehousing, applicazioni scientifiche e mediche,programmazione web e mobile e molto altro ancora).

Sinceramente se vuoi trovare lavoro, evita questi corsi che non ti insegnano niente, perchè a studiare  e dire che so programmare in python o java ci vuole poco (e comunque non te li spiegheranno in ogni loro aspetto, non si riesce nemmeno all'università, quindi figurati questi corsi) se  poi non sai come  si scrive un software che va oltre le 100 riga di codice, le best practice e sopratutto il dominio in cui ti vuoi specializzare, serve a poco.

Detto questo, per quanto riguarda la magistrale in economia, non ho riserve e potrebbe essere  una buona scelta ( ma comunque valuta bene i rischi), ovviamente se passi li, ti faranno una specie di prova d'ingresso per vedere il tuo livello e sicuramente ti faranno fare degli esami in più nel tuo piano di studi della triennale di economia per colmare il gap tecnico se non avevi neanche un esame in comune nella tua triennale in lingue, quindi aspettati per esempio sicuramente l'esame di analisi matematica.



#3
Genocide

Genocide
  • Do You Even Pose?

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 112336

Per la parte di programmazione e informatica, lascia perdere i corsi che ti insegnano java, python o c/c++ e altri linguaggi.

Programmare non è una abilità che si impara con corsi come quelli, perchè dietro alla programmazione c'è la teoria (procedurale, a oggetti, funzionale, parallela e distribuita), le varie metodologie per scrivere software, gli strumenti di analisi della qualità del codice e di compilazione automatica, e  infine la parte più portante il dominio applicativo (sicurezza, data science,  internet of thing, machine learning, database e data warehousing, applicazioni scientifiche e mediche,programmazione web e mobile e molto altro ancora).

Sinceramente se vuoi trovare lavoro, evita questi corsi che non ti insegnano niente, perchè a studiare  e dire che so programmare in python o java ci vuole poco (e comunque non te li spiegheranno in ogni loro aspetto, non si riesce nemmeno all'università, quindi figurati questi corsi) se  poi non sai come  si scrive un software che va oltre le 100 riga di codice, le best practice e sopratutto il dominio in cui ti vuoi specializzare, serve a poco.

Detto questo, per quanto riguarda la magistrale in economia, non ho riserve e potrebbe essere  una buona scelta ( ma comunque valuta bene i rischi), ovviamente se passi li, ti faranno una specie di prova d'ingresso per vedere il tuo livello e sicuramente ti faranno fare degli esami in più nel tuo piano di studi della triennale di economia per colmare il gap tecnico se non avevi neanche un esame in comune nella tua triennale in lingue, quindi aspettati per esempio sicuramente l'esame di analisi matematica.

 

Apprendere bene un linguaggio di programmazione è essenziale per avere almeno 1 punto di partenza solido, utile anche per apprendere tutta la teoria seguente

 

Altrimenti è come mettersi a studiare grammatica italiana mentre non si sa neanche parlare o scrivere una lingua.



#4
Andṛn

Andṛn
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2234

Non penso ti ammettano a una magistrale di economia con la triennale di lingue. Anche per restare nella stessa facoltá se non fai la magistrale dello stesso indirizzo ti obbligano a fare parecchi esami in piú. Dovresti iscriverti alla triennale e sperare ti riconoscano alcuni esami, ma non sperare in piú di 3 o 4. Con una laurea in lingue ti devi buttare sull'insegnamento o la traduzione se vuoi sfruttarla, oppure buttarla via e iniziare un nuovo percorso di studio da capo. Non dici che lingue hai studiato... sarebbe importante saperlo per poterti dire qualcosa, comunque l'ovvia evoluzione della tua triennale sarebbe una magistrale in lingue che ti abiliti all'insegnamento. Oppure dovresti completare gli studi all'estero, soldi permettendo. L'ecdl ti puó servire se devi imparare davvero a usare office, se no é un corso inutile. La programmazione non vedo come possa esserti utile per ora. Le certificazioni in lingue possono servire invece. Potresti se no cercare lavoro nel settore turismo se sei giovane, anche solo stagionale, come crocere etc... un po' di esperienza lavorativa vale piú di mille corsi.



#5
Mat_Blue

Mat_Blue
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1551

 
Apprendere bene un linguaggio di programmazione è essenziale per avere almeno 1 punto di partenza solido, utile anche per apprendere tutta la teoria seguente
 
Altrimenti è come mettersi a studiare grammatica italiana mentre non si sa neanche parlare o scrivere una lingua.

No spiace, sapere uno o più linguaggi di programmazione non ti fa apprendere la programmazione, ti basti sapere che gli algoritmi sono sempre scritti in pseudocodice quindi può benissimo esserci gente che non sa cosa sia java o python ma sa scrivere un pezzo di codice che fa qualcosa.
Torno a ripetere che se uno mi dice sa il C++ e gli dico "scrivimi in c++ una implementazione parallela del k-means" voglio vedere cosa mi tira fuori se non mi ha mai studiato algoritmi di questo genere, poi magari il tizio sa fare applicazioni che io non so fare tipo di domotica ma intanto l'ho messo in difficoltà, ma perché non è il suo dominio, è questo che voglio far capire.
A che serve imparare un linguaggio se poi non sai fare niente che va oltre hello word e simili.

Modificata da Mat_Blue, 03 January 2018 - 04:45 PM.


#6
Andṛn

Andṛn
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2234

No spiace, sapere uno o più linguaggi di programmazione non ti fa apprendere la programmazione, ti basti sapere che gli algoritmi sono sempre scritti in pseudocodice quindi può benissimo esserci gente che non sa cosa sia java o python ma sa scrivere un pezzo di codice che fa qualcosa.
Torno a ripetere che se uno mi dice sa il C++ e gli dico "scrivimi in c++ una implementazione parallela del k-means" voglio vedere cosa mi tira fuori se non mi ha mai studiato algoritmi di questo genere, poi magari il tizio sa fare applicazioni che io non so fare tipo di domotica ma intanto l'ho messo in difficoltà, ma perché non è il suo dominio, è questo che voglio far capire.
A che serve imparare un linguaggio se poi non sai fare niente che va oltre hello word e simili.

Bisognerebbe vedere che uso dovrebbe fare del linguaggio. Per esempio sapere un po' di pyton in molti casi male non fa, anche senza una conoscenza di programmazione avanzata. Nel caso di un laureato in lingue, economia, etc, potrebbe essere utile studiare spss per completare il curriculum.

#7
Mat_Blue

Mat_Blue
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1551

Bisognerebbe vedere che uso dovrebbe fare del linguaggio. Per esempio sapere un po' di pyton in molti casi male non fa, anche senza una conoscenza di programmazione avanzata. Nel caso di un laureato in lingue, economia, etc, potrebbe essere utile studiare spss per completare il curriculum.

Ma quello che sto cercando di dire, con il dominio, se non dice cosa vuole fare con questi corsi di programmazione non si può aiutarlo a prescindere.

#8
Genocide

Genocide
  • Do You Even Pose?

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 112336

No spiace, sapere uno o più linguaggi di programmazione non ti fa apprendere la programmazione, ti basti sapere che gli algoritmi sono sempre scritti in pseudocodice quindi può benissimo esserci gente che non sa cosa sia java o python ma sa scrivere un pezzo di codice che fa qualcosa.
Torno a ripetere che se uno mi dice sa il C++ e gli dico "scrivimi in c++ una implementazione parallela del k-means" voglio vedere cosa mi tira fuori se non mi ha mai studiato algoritmi di questo genere, poi magari il tizio sa fare applicazioni che io non so fare tipo di domotica ma intanto l'ho messo in difficoltà, ma perché non è il suo dominio, è questo che voglio far capire.
A che serve imparare un linguaggio se poi non sai fare niente che va oltre hello word e simili.

 

Ho scritto che imparare  un linguaggio di programmazione fa apprendere la programmazione?



#9
Mat_Blue

Mat_Blue
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1551

 
Ho scritto che imparare  un linguaggio di programmazione fa apprendere la programmazione?

Avrò interprato male io le tue parole

Apprendere bene un linguaggio di programmazione è essenziale per avere almeno 1 punto di partenza solido, utile anche per apprendere tutta la teoria seguente



#10
Genocide

Genocide
  • Do You Even Pose?

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 112336

Avrò interprato male io le tue parole

 

la mia frase indica che lo ritengo essere un punto fondamentale per iniziare ad imparare, non IL modo per imparare a programmare.

 

son due cose diverse



#11
Just Panta

Just Panta
  • friendzone level: orsino panta

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 30756

Comunque so che esistono magistrali di lingue per il management dove si fanno corsi di economia e compagnia bella, forse dovresti orientarti su questi piuttosto che economia pura, soprattutto perché dovrebbero focalizzarsi di più sugli aspetti economici di quella specifica nazione invece di dare semplicemente una visione globale.

Poi dipende dalle lingue studiate e se hai opportunità di cambiare città...






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo