Vai al contenuto

Videogiochi: Le logiche dello Spoiler


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 19 risposte

#1
The Newser

The Newser
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Everyeye.it
  • Messaggi: : 132544
Videogiochi: Le logiche dello Spoiler
Indaghiamo insieme sui meccanismi che regolano la natura dello spoiler e delle sue manifestazioni nel panorama videoludico.
..
Leggi l'articolo completo: Videogiochi: Le logiche dello Spoiler



#2
XGIO 23X

XGIO 23X
  • Eye Bastard

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 6637
Ottimo articolo!

#3
Supernova_91

Supernova_91
  • Dio disse kung...e kung fu!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 6312
quella cacca di mio fratello mi spoilerò il finale di RDR poco prima che lo iniziassi a giocare :smile-34:
Dove sono le frustate? Dov'è la gogna? :smile-34:

#4
GfxManEye

GfxManEye
  • Admin & Founder

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Admin Forum
  • Messaggi: : 82277

Attenzione: l'articolo potrebbe contenere spoiler.

Attenzione, è vero!

Modificata da Moderatore, 24 March 2017 - 12:16 PM.


#5
Steve Alco

Steve Alco
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 169
Azz ... pensavo che lo spoiler alert fosse una "battuta" a contorno dell' articolo ... invece mi sono spoilerato RE7 :smile-16: :smile-16: :smile-16:

#6
Stigmate1981

Stigmate1981
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 676
Gran bell'articolo. Tranne per lo spoiler su Jack che muore in Titanic: potevate evitarlo.

#7
Valek81

Valek81
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 938
Bell'articolo, complimenti! Comunque, tornando all'esempio di The Others: a me fu spoilerato il finale di fight club, eppure, tutt'oggi, rimane uno dei miei film preferiti!

#8
Stein

Stein
  • tagomagoeye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 47186

Ho sempre pensato che nell'utenza moderna c'è un po' troppo fanatismo riguardo al concetto di spoiler. Quasi come se il piacere della fruizione dell'opera mediatica sia affidata solo ed esclusivamente agli effetti di sorpresa. E' una fruizione molto svilente dell'opera e, lasciatemelo dire un po' triste. Tutto è circostanziato ovviamente al tipo di opera che si sta andando a guardare/giocare/leggere ecc,  ma sono dell'idea che in certi casi, conoscere anticipatamente certi eventi non può che migliorare il nostro sguardo sull'opera. Questo perchè, contrariamente all'uso comune, di un'opera si deve guardare innanzitutto la messa in scena. Se sai cosa l'autore voleva dire, allora ne apprezzi maggiormente gli sforzi e le capacità di messa in scena.


Modificata da Stein, 25 March 2017 - 11:24 AM.


#9
Ol Dirty Bastard

Ol Dirty Bastard
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 3133
Ahahaha grande!

#10
kPaink

kPaink
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 2542

Ho sempre pensato che nell'utenza moderna c'è un po' troppo fanatismo riguardo al concetto di spoiler. Quasi come se il piacere della fruizione dell'opera mediatica sia affidata solo ed escolusivamente agli effetti di sorpresa. E' una fruizione molto svilente dell'opera e, lasciatemelo dire un po' triste. Tutto è circostanziato ovviamente al tipo di opera che si sta andando a guardare/giocare/leggere ecc, ma sono dell'idea che in certi casi, conoscere anticipatamente certi eventi non può che migliorare il nostro sguardo sull'opera. Questo perchè, contrariamente all'uso comune, di un'opera si deve guardare innanzitutto la messa in scena. Se sai cosa l'autore voleva dire, allora ne apprezzi maggiormente gli sforzi e le capacità di messa in scena.


Si ma la prima fruizione di un'opera deve sempre essere libera da ogni influenza, soprattutto narrativa. Poi dopo magari se vuoi te lo rigiochi con un'ottica diversa.

#11
GiDragon

GiDragon
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 1594
Rimane il fatto che chi spoilera è una brutta persona...sempre!! :smile-36:

#12
kwak

kwak
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 216
Non mi faccio particolari problemi per piccoli spoiler, ma onestamente non credo che in una recensione per raccontare la validità del gioco sia necessario raccontare parti della trama.
Si può tranquillamente esprimere un giudizio, dire che la trama è avvincente, noiosa o ricca di suspence (considerando che ovviamente una recensione è sempre soggettiva) non spoilera nulla a nessuno ma può far decidere se acquistare il gioco o no. Certo si riempiono meno righe, ma secondo me, spesso, non sarebbe un male.
Oltretutto trovo che in alcuni casi la descrizione, spesso inutile ai fini della recensione, di cosa accade nei primi 10 o 30 minuti del gioco sia ancora peggio di un piccolo spoiler riguardante la metà della storia.
Questo perché, e parlo per me, quando inserisco il gioco nella console la prima volta ed inizio un gioco nuovo, mi ritrovo come un bambino desideroso di stupirmi con qualsiasi cosa avvenga, con ogni immagine che vedo ed il mio entusiasmo è al massimo. Se sapessi già cosa accade non riuscirei più a meravigliarmi allo stesso modo.

Modificata da kwak, 24 March 2017 - 04:24 PM.


#13
zaqquaro

zaqquaro
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Reda]Redazione Ufficiale
  • Messaggi: : 1362

Non mi faccio particolari problemi per piccoli spoiler, ma onestamente non credo che in una recensione per raccontare la validità del gioco sia necessario raccontare parti della trama.
Si può tranquillamente esprimere un giudizio, dire che la trama è avvincente, noiosa o ricca di suspence (considerando che ovviamente una recensione è sempre soggettiva) non spoilera nulla a nessuno ma può far decidere se acquistare il gioco o no. Certo si riempiono meno righe, ma secondo me, spesso, non sarebbe un male.
Oltretutto trovo che in alcuni casi la descrizione, spesso inutile ai fini della recensione, di cosa accade nei primi 10 o 30 minuti del gioco sia ancora peggio di un piccolo spoiler riguardante la metà della storia.
Questo perché, e parlo per me, quando inserisco il gioco nella console la prima volta ed inizio un gioco nuovo, mi ritrovo come un bambino desideroso di stupirmi con qualsiasi cosa avvenga, con ogni immagine che vedo ed il mio entusiasmo è al massimo. Se sapessi già cosa accade non riuscirei più a meravigliarmi allo stesso modo.

Capisco ciò che sostieni ma cerchiamo di fare un piccolo ragionamento. Tu dici: "mi ritrovo come un bambino desideroso di stupirmi con qualsiasi cosa avvenga". Questo coinvolge qualunque aspetto del gioco, non solo la trama. Se mentre analizzo le dinamiche di gameplay di - chesso - Blood & Wine e ti rivelo che puoi gestire la tenuta di "Corvo Bianco" a differenza del capitolo base, ti sto automaticamente privando del meraviglioso piacere di scoprirlo da solo. Ma allo stesso tempo non posso non considerare quest'aspetto perché altrimenti la recensione risulterebbe incompleta. Altro esempio: "nel gioco X i membri del party possono morire definitivamente a seconda delle vostre scelte" - altro spoiler. Mentre giochi penserai: "acciderbolina, devo stare attento perché SO che rischio di perdere questo personaggio" -ergo ti sto sottraendo il gusto della scoperta inaspettata. Ma anche in tal caso, il recensore non può esimersi dal parlarne nell'articolo, perché si tratta di una meccanica importante che, nella disamina di un gioco, implica una certa "completezza" dell'analisi. Lo spoiler è ricondotto sempre alla narrativa, ma non è così. Descrivere i primi dieci minuti del gioco ha due funzioni:
A: introduce le linee guida della trama in maniera più approfondita per chi vuole conoscerle e le cerca giustamente in una recensione
B: permette di entrare più nello specifico sul giudizio di merito. Dire solo "una trama è bella, brutta, noiosa" appiattirebbe tutta la verve critica.
In sostanza, liberi di pensarla diversamente, ma se un giocatore/lettore non è disposto a conoscere neanche i primi 10 minuti di un titolo che tanto attende, questo significa che vuole arrivare "vergine" al primo contatto, e la recensione, in sé, diviene TUTTA "spoilerosa". Perché ogni minima informazione è letale. E a questo punto, perché leggerla?
Quindi, secondo me, andrebbe considerato "spoiler" oggettivo solo ciò che coinvolge le fasi davvero avanzate dell'avventura.

Modificata da zaqquaro, 24 March 2017 - 05:22 PM.


#14
kwak

kwak
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 216

Capisco ciò che sostieni ma cerchiamo di fare un piccolo ragionamento. Tu dici: "mi ritrovo come un bambino desideroso di stupirmi con qualsiasi cosa avvenga". Questo coinvolge qualunque aspetto del gioco, non solo la trama. Se mentre analizzo le dinamiche di gameplay di - chesso - Blood & Wine e ti rivelo che puoi gestire la tenuta di "Corvo Bianco" a differenza del capitolo base, ti sto automaticamente privando del meraviglioso piacere di scoprirlo da solo. Ma allo stesso tempo non posso non considerare quest'aspetto perché altrimenti la recensione risulterebbe incompleta. Altro esempio: "nel gioco X i membri del party possono morire definitivamente a seconda delle vostre scelte" - altro spoiler. Mentre giochi penserai: "acciderbolina, devo stare attento perché SO che rischio di perdere questo personaggio" -ergo ti sto sottraendo il gusto della scoperta inaspettata. Ma anche in tal caso, il recensore non può esimersi dal parlarne nell'articolo, perché si tratta di una meccanica importante che, nella disamina di un gioco, implica una certa "completezza" dell'analisi. Lo spoiler è ricondotto sempre alla narrativa, ma non è così. Descrivere i primi dieci minuti del gioco ha due funzioni:
A: introduce le linee guida della trama in maniera più approfondita per chi vuole conoscerle e le cerca giustamente in una recensione
B: permette di entrare più nello specifico sul giudizio di merito. Dire solo "una trama è bella, brutta, noiosa" appiattirebbe tutta la verve critica.
In sostanza, liberi di pensarla diversamente, ma se un giocatore/lettore non è disposto a conoscere neanche i primi 10 minuti di un titolo che tanto attende, questo significa che vuole arrivare del tutto "vergine" al primo contatto, e la recensione, in sé, diviene TUTTA "spoilerosa". Perché ogni minima informazione è letale. E a questo punto, perché leggerla?
Quindi, secondo me andrebbe considerato "spoiler" oggettivo solo ciò che coinvolge le fasi davvero avanzate dell'avventura.

Non sono d'accordo, sta proprio alla bravura del recensore riuscire a rendere la bellezza di un gioco senza appiattire la descrizione con "la trama è bella", "avvincente" o "noiosa", questo lo posso fare io che, per fortuna, non sono un recensore. Invece descrivere pedissequamente i primi 10 minuti di un gioco lo trovo un modo semplicistico e "facile" per riempire una recensione che altrimenti risulterebbe, forse, scialba.
Detto che, secondo me, nei due esempi che riporti c'è una bella differenza, nel primo caso (blood e wine) parliamo del DLC di una storia già decisamente vissuta nel capitolo principale
Nel secondo caso, a mio parere, il recensore, invece, dovrebbe essere bravo a farmi capire se vale la pena di acquistare il gioco (perché io leggo le recensioni fondamentalmente per capire questo) senza dirmi chiaramente che potrò far morire tutti i membri del party nel caso farò X.
Ti faccio un esempio... per farmi capire che Skyrim è un gioco epico, secondo te è necessario raccontarmi che: ATTENZIONE SPOILER :-)
all'inizio sono prigioniero su un carro e che poco prima di farmi mozzare la testa dovrò sfuggire all'attacco di un drago e che troverò le armi e poi deciderò se seguire un soldato od un brigante?
secondo me no, non è necessario... c'è tanto da dire su skyrim senza raccontare la trama... è solo che, evidentemente, non tutti sono in grado di farlo....

Modificata da kwak, 24 March 2017 - 05:44 PM.


#15
zaqquaro

zaqquaro
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Reda]Redazione Ufficiale
  • Messaggi: : 1362

Non sono d'accordo, sta proprio alla bravura del recensore riuscire a rendere la bellezza di un gioco senza appiattire la descrizione con "la trama è bella", "avvincente" o "noiosa", questo lo posso fare io che, per fortuna, non sono un recensore. Invece descrivere pedissequamente i primi 10 minuti di un gioco lo trovo un modo semplicistico e "facile" per riempire una recensione che altrimenti risulterebbe, forse, scialba.
Detto che, secondo me, nei due esempi che riporti c'è una bella differenza, nel primo caso (blood e wine) parliamo del DLC di una storia già decisamente vissuta nel capitolo principale
Nel secondo caso, a mio parere, il recensore, invece, dovrebbe essere bravo a farmi capire se vale la pena di acquistare il gioco (perché io leggo le recensioni fondamentalmente per capire questo) senza dirmi chiaramente che potrò far morire tutti i membri del party nel caso farò X.
Ti faccio un esempio... per farmi capire che Skyrim è un gioco epico, secondo te è necessario raccontarmi che: ATTENZIONE SPOILER :-)
all'inizio sono prigioniero su un carro e che poco prima di farmi mozzare la testa dovrò sfuggire all'attacco di un drago e che troverò le armi e poi deciderò se seguire un soldato od un brigante?
secondo me no, non è necessario... c'è tanto da dire su skyrim senza raccontare la trama... è solo che, evidentemente, non tutti sono in grado di farlo....

Raccontare "pedissequamente" i primi minuti no, è inutile. Ma raccontare "ciò che accade nei primi minuti" è un altro discorso. Non è una questione di bravura, di scelta lessicale, di variazione stilistica o di orpelli retorici, è proprio una questione di possibile necessità ai fini della disamina. Sia chiaro: non sempre! Non per tutti i giochi dobbiamo attuare un procedimento del genere, anzi. Ma se accade, non facciamone un dramma perché è plausibile che, nell'ordito della recensione, la descrizione delle battute iniziali serva, alle volte, a spiegare un concetto. Il punto è sempre lo stesso: cosa intendiamo per spoiler. A livello oggettivo non si può dire che i primi minuti di un'opera siano anticipazioni gravi. Perché si rischia di sfociare nel fanatismo. Il fatto è che (ed il tuo commento lo riafferma) intendiamo per "spoiler" solo quel che ha a che fare principalmente con la narrativa. Come se la "sorpresa" che un gioco è in grado di trasmettere dipenda dalla trama. Ma non credo sia così. Parlando di Blood & Wine, ad esempio: io non ho fatto cenno alla storia (quindi la sua natura da DLC non c'entra molto), ma ad un'importante dinamica di gameplay che, essendo inedita per la serie, potrebbe sorprendere il giocatore. Forse (anzi: sicuramente) anche più dell'incipit dell'avventura.
Per concludere con Skyrim: no, non c'è bisogno di raccontare per filo e per segno tutto l'inizio. Ma è un'inezia rispetto all'elenco delle attività che si possono svolgere nel gioco e che quindi hanno, a mio avviso, un "effetto sorpresa" molto maggiore.

Modificata da zaqquaro, 24 March 2017 - 06:05 PM.





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo