Vai al contenuto

Il futuro degli fps competitive, dei giocatori e le colpe di CoDvideo interessante

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 18 risposte

#1
Genocide

Genocide
  • Symphony Of The Night

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 110508

Trovato questo interessantissimo video che fa una disamina di cosa ha portato il successo di call of duty al genere e, soprattutto, le conseguenza sulla "crescita" delle nuove generazioni

 

 

A grandi linee (ma va visto il filmato) chi ha fatto questa disamina afferma che Call Of Duty è un titolo che ha "compresso" le capacità. Più che dover crescere, imparare e apprendere il giocatore è come se si trovasse di fronte ad una slot-machine. Una slot-machine pensata e creata per dargli dei "contentini" ogni tanto in modo da fargli credere di esser diventato bravo e continuare a tenerlo incollato al titolo.

 

Questo ha creato un effetto collaterale su chi fa i giochi che quando si trovano a far provare i loro prodotti più complessi di cod si sentono dire: "eh ma non è come call of duty", questo perchè il giocatore cresciuto con cod non riesce a comprendere la profondità di alcuni titoli, si spaventa (il tizio parla di giocatori codardi se non sbaglio) di fronte a cose troppo complesse.

 

E questo ha portato ad un appiattimento di alcuni titoli. Nel video fa l'esempio di un Halo, che si è "codizzato", compattando lo skill gap tra i giocatori, dando meno importanza alle skill. E lo stesso dice essere successo anche ad altri titoli.

 

Che ne pensate?

 

Vi pregherei di guardare il video (se capite l'inglese) perchè è difficile riassumere in poche righe il pensiero di un'altra persona

 

 



#2
Tex1879

Tex1879
  • Old School

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1557

Oltre Halo...anche Battlefield ha fatto la stessa, brutta, fine e con un publisher come EA non è stato difficile demolire o quasi un brand...


Modificata da Tex1879, 31 May 2016 - 09:18 AM.


#3
BigEddyF

BigEddyF
  • Eye Bastard

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 7040

Oltre Halo...anche Battlefield ha fatto la stessa, brutta, fine e con un publisher come EA non è stato difficile demolire o quasi un brand...

Verissimo! Io mi sono innamorato degli fps online con Bad Company 2 e me ne sono disinnamorato poco dopo con BF3 e 4 :asd:

Spero tanto che DICE si riprenda e torna ai vecchi fasti con il prossimo B1, riproponendo un gameplay più ragionato e quindi meno frenetico, più tattico e di squadra.



#4
GfxManEye

GfxManEye
  • quasi-Signore&Padrone di Everyeye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Admin Forum
  • Messaggi: : 79172

Trovato questo interessantissimo video che fa una disamina di cosa ha portato il successo di call of duty al genere e, soprattutto, le conseguenza sulla "crescita" delle nuove generazioni
 

 
A grandi linee (ma va visto il filmato) chi ha fatto questa disamina afferma che Call Of Duty è un titolo che ha "compresso" le capacità. Più che dover crescere, imparare e apprendere il giocatore è come se si trovasse di fronte ad una slot-machine. Una slot-machine pensata e creata per dargli dei "contentini" ogni tanto in modo da fargli credere di esser diventato bravo e continuare a tenerlo incollato al titolo.
 
Questo ha creato un effetto collaterale su chi fa i giochi che quando si trovano a far provare i loro prodotti più complessi di cod si sentono dire: "eh ma non è come call of duty", questo perchè il giocatore cresciuto con cod non riesce a comprendere la profondità di alcuni titoli, si spaventa (il tizio parla di giocatori codardi se non sbaglio) di fronte a cose troppo complesse.
 
E questo ha portato ad un appiattimento di alcuni titoli. Nel video fa l'esempio di un Halo, che si è "codizzato", compattando lo skill gap tra i giocatori, dando meno importanza alle skill. E lo stesso dice essere successo anche ad altri titoli.
 
Che ne pensate?
 
Vi pregherei di guardare il video (se capite l'inglese) perchè è difficile riassumere in poche righe il pensiero di un'altra persona
 
 

interessante peccato che per halo abbia detto una fesseria, a meno che non parli di halo 4.
Halo 5 è la cosa più lontana da cod che riesca ad immaginare.

#5
Genocide

Genocide
  • Symphony Of The Night

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 110508

interessante peccato che per halo abbia detto una fesseria, a meno che non parli di halo 4.
Halo 5 è la cosa più lontana da cod che riesca ad immaginare.

 

parla proprio del 4 infatti

 

lo definisce Call Of Duty: Halo



#6
Pickle Rick

Pickle Rick
  • Guerriero del membro

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 12149

 

parla proprio del 4 infatti

 

lo definisce Call Of Duty: Halo

Verissimo infatti, ci han messo pure le killstreak.

 

Verissimo! Io mi sono innamorato degli fps online con Bad Company 2 e me ne sono disinnamorato poco dopo con BF3 e 4 :asd:

Spero tanto che DICE si riprenda e torna ai vecchi fasti con il prossimo B1, riproponendo un gameplay più ragionato e quindi meno frenetico, più tattico e di squadra.

Idem :asd:



#7
devil88bg

devil88bg
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2404

Non penso che la colpa sia di Call of Duty. Cod va a piazzarsi in un mercato in cui la gente non ha voglia di sbattimenti, in cui arriva a casa la sera e non ha voglia di imparare a giocare, o farsi arare su Halo, Counter Strike e altri dove se non ci passi un botto di ore sono mazzate sonore. In cui fa sentire il giocatore bravo... insomma Cod soddisfa semplicemente i pigri. 
Non è il male, ma semplicemente Cod funziona proprio per la sua semplicità, perché tutti quelli che mettono piede la prima volta su Cod alla primissima partita se hanno già preso il pad in mano una volta fanno qualche kill... ciò non è assolutamente vero su altri giochi, esempio Halo 5 puoi passare numerose partite in cui stai a 0 kill, o se ne fai una è solo per fortuna e non tutti i giocatori sono pronti ad accettare questo. Molta gente vuole semplicemente entrare e divertirsi. È un male? Non credo... certo un giocatore ad alti livelli di Cod non può essere paragonato ad altri giocatori di molti altri giochi.. ma se uno è forte davvero a Cod lo è anche in altri giochi non pensate che sia forte a Cod  e poi faccia pena ad altra roba... ve lo assicuro. Magari ci mette qualche partita per carburare ma poi è forte anche altrove. Certo se è un giocatore nella media di Cod si l'impatto con un titolo più tosto potrebbe essere devastante.... 

il problema maggiore è quando uno gioca SOLO a questo e a nient'altro... in questo caso si hanno forse gli squilibri maggiori, ma se uno è un giocatore che gioca ad un po di tutto, compreso Cod, giocare ad altro non gli causerà tutti sti traumi... il problema è a chi lo usa come monogioco.... 



#8
gabblo

gabblo
  • Eye Terminator

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8016

D'accordo con il video, un tempo cod era bello perché richiedeva una buona conoscenza di tutte le mappe al fine di creare una buona tattica di squadra o magari anche per giocare in singolo, adesso invece spawni-corri-spari-uccidi ( o vieni ucciso ) e si riparte all'infinito. La conoscenza della mappa è del tutto inutile perché il team avversario ti può spawnare avanti o dietro quindi ripararti o cercare coperture non ha senso, devi correre correre correre.

 

Grazie al cielo poi escono giochi come overwatch che ti fanno dimenticare tutto.



#9
Genocide

Genocide
  • Symphony Of The Night

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 110508

Non penso che la colpa sia di Call of Duty. Cod va a piazzarsi in un mercato in cui la gente non ha voglia di sbattimenti, in cui arriva a casa la sera e non ha voglia di imparare a giocare, o farsi arare su Halo, Counter Strike e altri dove se non ci passi un botto di ore sono mazzate sonore. In cui fa sentire il giocatore bravo... insomma Cod soddisfa semplicemente i pigri. 
Non è il male, ma semplicemente Cod funziona proprio per la sua semplicità, perché tutti quelli che mettono piede la prima volta su Cod alla primissima partita se hanno già preso il pad in mano una volta fanno qualche kill... ciò non è assolutamente vero su altri giochi, esempio Halo 5 puoi passare numerose partite in cui stai a 0 kill, o se ne fai una è solo per fortuna e non tutti i giocatori sono pronti ad accettare questo. Molta gente vuole semplicemente entrare e divertirsi. È un male? Non credo... certo un giocatore ad alti livelli di Cod non può essere paragonato ad altri giocatori di molti altri giochi.. ma se uno è forte davvero a Cod lo è anche in altri giochi non pensate che sia forte a Cod  e poi faccia pena ad altra roba... ve lo assicuro. Magari ci mette qualche partita per carburare ma poi è forte anche altrove. Certo se è un giocatore nella media di Cod si l'impatto con un titolo più tosto potrebbe essere devastante.... 

il problema maggiore è quando uno gioca SOLO a questo e a nient'altro... in questo caso si hanno forse gli squilibri maggiori, ma se uno è un giocatore che gioca ad un po di tutto, compreso Cod, giocare ad altro non gli causerà tutti sti traumi... il problema è a chi lo usa come monogioco.... 

 

secondo me confondi l' "easy to play" con il "compattare l'abilità" di cui parla il tizio del filmato.

 

Prendi l'esempio di Overwatch. E' un gioco palesemente easy to learn/hard to master, inizi a giocare e hai subito soddisfazioni, ma non hai mai la percezione che un giocatore meno bravo di te t'abbia battuto perchè ha la skill/arma X che tu non hai o chissà cosa.

 

Sono due cose diverse.

 

Puoi tranquillamente fare un gioco easy to play, ma questo non vuol dire debba anche appiattire le abilità dei giocatori



#10
devil88bg

devil88bg
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2404

 

secondo me confondi l' "easy to play" con il "compattare l'abilità" di cui parla il tizio del filmato.

 

Prendi l'esempio di Overwatch. E' un gioco palesemente easy to learn/hard to master, inizi a giocare e hai subito soddisfazioni, ma non hai mai la percezione che un giocatore meno bravo di te t'abbia battuto perchè ha la skill/arma X che tu non hai o chissà cosa.

 

Sono due cose diverse.

 

Puoi tranquillamente fare un gioco easy to play, ma questo non vuol dire debba anche appiattire le abilità dei giocatori

 

Si ma comunque sono giochi  che vendono tanto e piacciono. Evidentemente alla gente lo squilibrio che si crea in altri giochi proprio non piace... mentre la più o meno sei bravo.. in altri giochi se non sei bravo non vinci mai. 
A me Cod non piace, non l'ho mai acquistato... però se è così venduto è evidente che la gente vuole quello. Alla fine sono videogiochi, sono giochi, quindi devono prima di tutto divertire la gente che ci gioca. Se il gioco diverte 20 milioni di persone l'anno è evidente che funziona bene.

Overwatch come hai detto tu non è un gioco difficile però senza un team non è il massimo... Halo invece? Idem, se trovi gente che gioca di squadra sta unita e controlla determinati punti ti apre in due. Call of duty è un multiplayer in cui il gioco di squadra conta poco o nulla... e in altri giochi esempio Overwatch è molto importante.... cioè se vuoi giocare bene e divertirti a Overwatch devi giocarlo bene altrimenti non rende a mio avviso.



#11
Genocide

Genocide
  • Symphony Of The Night

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 110508

 

Si ma comunque sono giochi  che vendono tanto e piacciono. Evidentemente alla gente lo squilibrio che si crea in altri giochi proprio non piace... mentre la più o meno sei bravo.. in altri giochi se non sei bravo non vinci mai. 

 

ma infatti il problema è proprio quello.

 

perchè c'è gente che preferisce il contentino immediato che li fa sentire bravi. Loro continuano a darglielo ed ecco che il ciclo infinito porta a dove siamo.

 

 

Overwatch come hai detto tu non è un gioco difficile però senza un team non è il massimo... Halo invece? Idem, se trovi gente che gioca di squadra sta unita e controlla determinati punti ti apre in due. Call of duty è un multiplayer in cui il gioco di squadra conta poco o nulla... e in altri giochi esempio Overwatch è molto importante.... cioè se vuoi giocare bene e divertirti a Overwatch devi giocarlo bene altrimenti non rende a mio avviso.

 

 

il fatto che per divertirsi giocando a qualcosa bisogna farlo bene mi sembra un elemento necessario per definire quel gioco "fatto bene" :D

 

 

 

Io credo si sia ormai perso quel fattore di "crescita" che c'è sempre stato. Prima la gente sbatteva la faccia contro un counter strike, ma poi cresceva come giocatore. Si è passata una fase intermedia in cui sono usciti ottimi giochi easy to play hard to master ma poi sono arrivati questi giochi che non permettono la crescita del giocatore.



#12
devil88bg

devil88bg
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2404

 

ma infatti il problema è proprio quello.

 

perchè c'è gente che preferisce il contentino immediato che li fa sentire bravi. Loro continuano a darglielo ed ecco che il ciclo infinito porta a dove siamo.

 

 

il fatto che per divertirsi giocando a qualcosa bisogna farlo bene mi sembra un elemento necessario per definire quel gioco "fatto bene" :D

 

 

 

Io credo si sia ormai perso quel fattore di "crescita" che c'è sempre stato. Prima la gente sbatteva la faccia contro un counter strike, ma poi cresceva come giocatore. Si è passata una fase intermedia in cui sono usciti ottimi giochi easy to play hard to master ma poi sono arrivati questi giochi che non permettono la crescita del giocatore.

 

 

Guarda io in linea di massima sono d'accordo con te. Ho passato mesi e mesi e centinaia di ore di gioco a prendere sonorissimi ceffoni su CS GO in cui il mio K/D ratio era assolutamente <1. Fino a quando sono diventato bravino ed equilibrato la cosa arrivando a quello che ho definito per le mie capacità un buon livello.. ma ci ho speso davvero tanto tempo e mi ha appassionato come gioco... ma se uno mette CS non esiste il fattore culo che ti fa essere per caso in una partita top fragger o sei bravo o non lo sei. 
Ma questo è uno dei motivi per cui giochi come Quake o Unreal non vanno più tanto... sono iper competitivi ancor più di counter strike e la devi realmente avere determinate abilità e all'inizio sono ancora più frustranti di counter strike... Comunque che esistano sti giochi non mi da fastidio. Ma vederli come ESPORT effettivamente non ci azzecca nulla davvero..



#13
Stein

Stein
  • tagomagoeye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 41091

Il problema è che quello che dice sto tizio per COD vale per qualsiasi genere videoludico che sfrutti l'online. Nei picchiaduro succede così da anni. Si tende sempre di più ad appiattire il divario da chi si studia per bene tutte le meccaniche di gameplay del gioco e chi salta sui tasti in maniera forsennata senza alcuna strategia. E' una tattica commerciale ormai consolidata perchè fa leva sulle nuove generazioni che si accumulano a quelle vecchie. I fans storici ormai sono così assuefatti ad una serie che nonstante le critiche finiscono sempre per acquistare l'ennesimo capitolo di turno. Al contempo si aggiungono nuove schiere di videogiocatori (i più giovani) che non sono penalizzati dalla poca conoscenza che hanno del titolo in questuione, e via via si stratificano creando macchine da soldi che non possono che moltiplicare i propri guadagni



#14
Foxtrone

Foxtrone
  • Pure Player

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8908
Ma bravi o non bravi a fare cosa? Ad avere la connessione più veloce o più lenta?

#15
Genocide

Genocide
  • Symphony Of The Night

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 110508

Ma bravi o non bravi a fare cosa? Ad avere la connessione più veloce o più lenta?

 

?






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi