Vai al contenuto

Microfono professionale e mixer collegabili a pcconclusioni e decisioni


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 10 risposte

#1
nith

nith
  • life is a 0-1

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2985

ciao ragazzi,

 

qui, oltre alla vostra saggezza in fattore di computer, avrei bisogno sopratutto di qualche dritta in fattore di audio professionale.

 

un mio amico vuole cimentarsi come cantante e mi ha chiesto qualcosa di MOLTO buono.

 

il microfono da prendere l' abbiamo già trovato: modello RodeNT2-A

 

dopo di questo dovrà prendere un mixer per la quale abbiamo MOLTA  indecisione; uno è il Focusite Scarlett 2i4, che ha l' ingresso compatibile e perfetto per questo microfono, e l' altro è il SubZero ME1202FX di cui non ci è stato detto nulla se può andare bene, anche se pare di sì.

 

Il mixer (se ci aiutate a decidere) deve avere un ingresso XLR (Cannon/Phantom) alimentato a 48V e il mio amico lo vorrebbe anche che abbia diversi effetti sonori impostabili (anche se gli ho detto che secondo me fa meglio a inserirli dopo in post-produzione con programmi professionali).

 

altra cosa più attinente al vostro campo; un cavo rca audio (bianco + rosso) che si adatta a diventare jack da 3.5mm per inserirlo in una scheda audio Asus top di gamma può diminuire la qualità in entrata del suono e riprodurla di conseguenza peggiormente ?



#2
Dameth

Dameth
  • Meth da Emeth

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27758

...ma il mixer gli serve per cantare dal vivo o cose del genere ? Perché su computer serve solo una buona scheda audio, mentre il mixer lo fai via software.

Esistono schede esterne con ingressi bilanciati XLR e alimentazione phantom 48v.

 

Qualsiasi effetto assolutamente in post produzione. La registrazione va fatta il più possibile pulita, poi ci applichi quello che vuoi (sempre via software). E' anche possibile registrare pulito mentre si riceve il suono effettato...

 

Discorso RCA...

L'RCA è una linea sbilanciata mentre il jack può essere bilanciato ( jack TRS stereo, 2 anelli neri) o sbilanciato ( jack TS mono, un anello nero)

In questo caso immagino tu voglia uasare gli RCA come segnali mono (canali destro e sinistro) che confluiscono in un segnale stereo. Da qui, qualità del suono a parte, dipende cosa ci devi fare. Quanti monitor hai ? Se hai 2 monitor è meglio avere un segnale bilanciato in modo che non risulti un audio differente dalle 2 casse, quindi (ma in ambito audio/musicale questa è la soluzione sempre preferita) la connsessione ottimale sarebbe mandare un canale in un monitor e un canale nell'altro. Unendo i suoni in un unico segnale stereo complichi la fase di mixaggio...se poi vuoi "raddrizzare" il suono ti servirà un DI, ma è una cosa che in genere si fa con gli strumenti, non con la voce...

 

Come avrai notato, ho parlato di monitor...nel tuo post non li menzioni...mi auguro che il tuo amico non abbia intenzione di spendere soldi in strumentazione per poi affidarsi alle normali casse audio del PC perché un questo caso sarebbero soldi buttati.



#3
nith

nith
  • life is a 0-1

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2985

allora, qui il discorso si fa complicato :D

 

lui in pratica (se ho capito bene il suo intento) vuole cantare nella sua camera e registrare la voce per poi farci anche un video da mettere su youtube o comunque cose del genere.

poi in un futuro c'è caso che voglia fare di più. pure io gliel' ho consigliato di modificare e aggiungere tutto quanto in POST-produzione.

 

il discorso RCA era riferito ai mixer "non" focusrite, perciò quelli che hanno uscite RCA e devono entrare in un jack 3.5mm della scheda audio interna Asus (xonar essential stx) e pensavo ad usarli come canali stereo.

 

io e lui, da profani che siamo in ambito audio, volevamo lavorare tutto quanto in stereo...ma se ho capito bene tu hai un' idea migliore.. :)

 

Per monitor tu cosa intendi ? da come ne parli sembrano delle casse audio...

 

il DI che dici tu, che cosa sarebbe ?...

 

scusaci per l' ignoranza ma è la prima volta che entriamo in questo tipo di argomento..e dobbiamo essere instradati e aiutati a capire qual è la soluzione migliore per il mio amico ma avere comunque dei materiali e attrezzature molto buone e professionali, sempre per quello che deve fare lui.



#4
Dameth

Dameth
  • Meth da Emeth

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27758

Ok, restiamo in ambito amatoriale...per registrare la voce (o qualsiasi altro strumento via microfono) servirebbe infatti un ambiente spoglio e insonorizzato, tipico delle sale di registrazione. Per questo motivo dotarsi di apparecchiature "troppo" professionali ha poco senso perché la stessa resa si otterrebbe con strumentazione nettamente inferiore ed economica.

 

Sul discorso RCA forse non ho capito bene io, comunque partiamo prima dal discorso dei monitor.

I monitor sono delle casse audio realizzate appositamente per scopi di produzione musicale. Possono essere attive (ossia ogni cassa è dotata di amplificatore interno) o passive (quelle più comuni che si trovano collegate a quasi tutti gli apparecchi e che necessitano di un amplificatore)

A differenza dei normali speakers (che possono essere le casse del PC, quelle di un impianto hi-fi o di un home theatre, ecc...) la loro caratteristica è quella di restituire il suono vero e naturale ("piatto"), non quello "colorato". In pratica i monitor servono per la fase di produzione e mixaggio, mentre i normali finali speakers servono per l'ascolto.

Se quando registri usi degli speakers non ti potri rendere conto dell'effettiva qualità della registrazione e il mixaggio diventerà un inferno...in pratica il brano che andrai a registrare potrebbe, all'ascolto, accentuare difetti e rivelare lacune nel mixaggio...diciamo che quando suona bene nei monitor suona bene ovunque.

Le normali casse invece sono fatte apposta per colorare il suono, tagliando natrualmente certe frequenze e ammorbidendo le "spigolosità" dell'onda sonora. Detto così sembrerebbe un vantaggio, ma lo è solo all'apparenza perché rischi di avere un suono piuttosto diverso a seconda di dove ascolti il brano...è un po' come voler applicare gli effetti in pre-produzione anziché in post-produzione :rolle:

 

Tornando all'RCA...per esempio dalla mia scheda audio escono le uscite RCA (bianca e rossa), l'uscita di destra entra nel monitor di destra e quella di sinistra nel monitor di sinistra, entrambe tramite un connettore RCA/XLR (quindi il suono stereo si ottiene con 2 canali mono separati). Se usi un cavo che parte da 2 connettori RCA e arriva in un connettore jack stereo, alla fine sarà come avere un segnale mono...il suono sarà semplicemente "spalmanto" proporzionalmente sulle varie casse (se dal mixer vai a un solo finale avrai il suono tutto lì, se hai 2 finali si divide al 50%, e via così). Non è un vero e proprio suono stereo perché il vero stereo lo ottieni quando mixi in maniera diversa quello che deve andare a sinistra e quello che deve andare a destra (che possono anche essere due voci diverse che si sentono ognuna da una cassa e che formano l'effetto stereo quando le si ascolta contemporaneamente).

Se in fase di ascolto la differenza è poco rilevante, in fase di registrazione, ma ancor più di mixaggio, diventa fondamentale. Quando registri la voce lo fai comunque con un segnale mono. Che poi alla fine si ottengano 2 segnali mono che viaggiano in coppia per creare l'effetto stereo lo decidi in fase di mixaggio perché li potrai fare quello che vuoi. 

 

Il DI (direct inject) è un apparecchio che si usa per di più sugli strumenti, ma va bene un po' per tutto, e serve per attenuare l'effetto "ronzio" e per smorzare i picchi. E' anche in grado di ricevere un segnale sbilanciato e trasformarlo in uno bilanciato...per voi il problema non si porrebbe perché il microfono ha un XLR che è una connessione bilanciata. Comunque ci sono DI abbastanza economici che integrano anche la connessione per gli speaker, l'alimentazione phantom, ecc...

Per esempio questo è uno dei DI più diffusi e con un ottimo rapporto qualità/prezzo http://www.amazon.it...&hvnetw=g=

 

Comunque prima di investire troppi soldi vi conviene fare qualche prova utilizzando apparecchiature più economiche per fare degli esperimenti...



#5
nith

nith
  • life is a 0-1

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2985

ok, per il microfono va bene quello scelto comunque.

 

alla fine di tutto il discorso mi servirebbe sapere che scheda audio usi tu per collegarla ai tuoi due monitor ed eventualmente anche questi due ultimi.

 

invece per il discorso di mixaggio che programma usi ? o perlomeno quale ci consigli ? programmi come pro tools o cubase possono essere adatti ?

 

domandona ! le casse monitor possono essere usate sia per la registrazione (quindi sentire la propria voce in diretta) che per l' ascolto, o per quest ultimo ne consigli altre ?

 

il discorso DI per il momento lo accantonerei..



#6
Dameth

Dameth
  • Meth da Emeth

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27758

Ok, premetto che non sono un esperto in questo campo e anche io mi ci sto` avvicinando (molto lentamente per questioni di tempo), quindi le considerazioni che ho riportato sono anche frutto delle mie varie ricerche in merito ;)

 

Come scheda audio ho una M-Audio Fastrack (un modello vecchiotto...magari la cambiero'...). Da questa scheda ho le due uscite RCA. Ogni uscita e` collegata a un monitor attivo tramite un connettore RCA/XLR. I monitor hanno 2 ingressi ognuno, quindi ci ho anche collegato le uscite della tastiera (che e` anche controller MIDI)

Il suono puo` uscire dai monitor, dalle casse del PC o da entrambe le cose. In fase poi di registrazione e di mixaggio la scelta migliore e` quella di dotarsi di buone cuffie da studio (io ne ho un modello della Harman AKG)

I monitor sono meno indicati all'ascolto puro perche` sono uno strumento creato piu` per la produzione, ma in ogni caso la resa e` comunque superiore rispetto ai normali speakers...sono paragonabili alle casse che si usano per gli strumenti musicali in quanto devono far uscire il suono "cosi` com'e'" senza lacuna correzione artificiale (che invece viene usata nelle normali casse per l'ascolto). Comunque nulla vieta di usare i monitor per l'ascolto...la qualita` e` comunque superiore (basta vedere anche i costi nel senso che una coppia di monitor piccoli con buona resa in genere parte dai 250/300 euro).

 

Come programma io uso Pro Tools. L'ultima versione (la 10) non richiede piu` hardware dedicato (quindi e` compatibile anche con schede audio non AVID), comunque c'e' tutto sul sito. Pro Tools io l'ho trovato in offerta sui 430. Comunque va bene anche CuBase e, almeno per cominciare, credo ci siano vari programmi anche gratuiti o piu` economici. Per la batteria uso EZDrummer della Toon Track.

Se usi un Mac dovresti avere Garage Band gia` integrato con cui si possono gia` fare molte cose

La differenza principale tra CuBase e Pro Tools dovrebbe essere che quest'ultimo utilizza pug-in "aax" gia` a 64 bit a differenza dei plug-in "vst". Di contro i plug-in vst (che servono anche per effetti e altro) essendo in circolazione da molti piu` anni sono anche piu` facilmente reperibili e ce ne sono molti free. Inoltre, anche se qui non si dovrebbe dire...) Pro Tools non e` piratabile perche` per funzionare ha bisogno di connessione on-line e verifica della licenza che deve essere su un'apposita chiavetta che si chiama iLock2 (nella mia versione di Pro Tools era compresa). Le precedenti versioni richiedono la prima iLock (non compatibile con la versione 10 del programma)  



#7
nith

nith
  • life is a 0-1

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2985

ciao dameth, ho visionato la tua scheda audio e mi pare molto semplice da usare in fin dei conti. ne avresti un' altra da consigliarci, tipo più nuova e innovativa ma pur sempre intuitiva come la tua ?

 

che marca e modelli di monitor ci consigli ? :)

 

per cominciare dici che può andare bene un programma come quelli che propone la Magix o CoolPro ?

 

Ricapitolando: durante la registrazione tu consigli di ascoltarsi nelle cuffie (ovviamente adatte) e i monitor per cosa li consigli, per l' ascolto ?

 

Ultima cosa: per insonorizza una camera d'appartamento avresti dei consigli o delle dritte da darci ?



#8
Dameth

Dameth
  • Meth da Emeth

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27758

Come schede audio esterne ce ne sono diverse. Le M-audio hanno un buon rapporto prezzo/qualità e ormai le schede USB si sono avvicinate moltissimo a quelle firewire. Prendete una cheda che abbia gli ingressi XLR e il phantom così da poter usare il microfono. Poi se ha anche altri ingressi magari per degli strumenti è comunque un qualcosa in più. Visto che poi il grosso del lavoro si fa da PC non è neanche necessario che abbia troppe equalizzazioni...

 

I miei monitor sono anche loro della M-Audio (Modello BX5 perché ho una camera piccola...)

Io preferisco averli attivi perché così ci posso attaccare la tastiera o usarli comunque come amplificatore.

 

Marche e modelli ce ne sono tante, variano anche con le dimensioni dell'ambiente (in genere il modello è seguito da un numero che indica la dimensione del cono...le mie sono da 5 pollici)...ne elenco alcuni:

 

Presonus Eris

KRK Rokit

Foster PM0.4d

Adam F

Alesis M1

...

Poi puoi comunque guardare anche marchi più conosciuti come Pioneer, Yamaha, Behringer, Tannoy, ecc...

 

La gamma dei prezzi è piuttosto varia...il consiglio è che si tratta di una stanza non è necessario avere monitor che fanno tremare i muri...io starei su un budget dai 200 ai 300 euro...

 

Sui programmi non sono espertissimo...ne esistono molti e il mio consiglio, prima di passare a uno proferssionale, è di fare delle prove con qualcosa di più semplice (magari free) e che abbia meno funzioni...tanto la logica che stà dietro a questi programmi è comunque un po' la stessa per tutti...

 

In fase di mixaggio si usano sia le cuffie che i monitor perché danno la possibilità di ascoltare con più precisione i vari suoni...quando si registra le cuffie sono d'obbligo...comunque come dicevo se dai monitor suona bene allora in genere va bene anche da un hi-fi, dall'autoradio (che a mio avviso è la più "critica" per rendersi conto se si ha fatto un buon lavoro o no...), dal PC, ecc...

 

Per l'insonorizzazione i trucchi più usati sono i cartoni delle uova e gli imballi di materiali simil-gommapiuma che abbiano comunque una forma che ricorda i cartoni delle uova (sporgenze e rientranze alternate) in modo da non far rimbalzare e propagare le onde sonore


Modificata da Dameth, 12 October 2015 - 11:16 PM.


#9
nith

nith
  • life is a 0-1

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2985

ok, i monitor allora dovrebbero andare bene i tuoi o molto simili.

 

le cuffie invece devono avere qualcosa di tecnicamente particolare ? che cosa le differenzia da quelle di uso comune ?

 

altra cosa molto importante: la scheda audio esterna m-audio (tipo quella che usi tu) la si può usare anche come tramite da pc verso casse monitor per l' ascolto ? o funziona solo per mandare il suono di registrazione verso il pc ? mi spiego: durante la registrazione il suono si può sentire sia con le cuffie che con le casse monitor come hai detto tu, ma si può indirizzare il suono di ascolto dal pc verso la scheda audio che a sua volta lo porta alle casse monitor ?



#10
Dameth

Dameth
  • Meth da Emeth

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27758

Per le cuffie devi usare i cuffioni da studio. L'importante è che abbiano una buona imbottitura che isoli completamente l'orecchio da qualsiasi rumore esterno.

Come marche consiglierei AKG o Sennheiser. Vanno benissimo quelle col filo (anzi, personalmente le ho sempre trovate con filo anche negli studi di registrazione professionali quindi suppongo diano meno problemi per via di interferenze o altro). Come prezzo se ne trovano di molto buone tra i 50 e i 100 euro...non vale la pena spendere di più.

 

La scheda audio esterna funziona come una scheda interna, quindi da dove entra o esce il suono lo decidi tu tramite le impostazioni. Le schede audio in genere non si escludono a vicenda e puoi tranquillamente mandare il suono da PC alla scheda e poi ai monitor per il normale ascolto.



#11
nith

nith
  • life is a 0-1

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2985

ottimo ! sei stato di grande aiuto, ti dovremmo una birra :)

 

ora riferisco il tutto al mio amico, nel caso ci sia qualche dubbio da chiarire (magari da parte sua) ti riscrivo qui ;)






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo