Vai al contenuto

[ITA] Ad Astra - #13/13[Star Comics] Publius Cornelius Scipio Africanus Major et Annibale Barca


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 27 risposte

#1
Motrini

Motrini
  • 本物

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 11666

Ad Astra

Autore: Mihachi Kagano
18876744_019ru6c.jpg

  
 

Sul palcoscenico della seconda guerra romano-punica si sfidano Annibale Barca, condottiero e politico cartaginese, e Publio Cornelio Scipione, politico e militare romano. Per aspera ad astra, recita una massima attribuita al filosofo latino Seneca: Attraverso le difficoltà, verso le stelle. Questa citazione introduce la storia narrata dal maestro Kagano, incentrata sulle vicende di due grandi personaggi storici filtrate attraverso una prospettiva personale ed emotiva, unica e coinvolgente. Mito e storia fusi insieme in un manga assolutamente imperdibile!



#2
Motrini

Motrini
  • 本物

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 11666

Letto il primo volume.
Giudizio: boh.
La storia sarebbe una di quelle che si raccontano da sole, però non ho potuto fare a meno di tirare più di uno sbadiglio durante la lettura.
Apprezzo lo stile molto sobrio, mi sta bene la poca azione, magari la verbosità è leggermente eccessiva, ma ci ho trovato veramente troppa poca passione per narrare adeguatamente una storia e dei personaggi del genere.
Il difetto principale è che il racconto è più romanzato dove davvero non ce ne sarebbe stato alcun bisogno ed il semplice riportare i fatti (più o meno) storici avrebbe reso la lettura maggiormente appassionante.
L'infanzia di Annibale figlio del demonio di Baal gli conferisce una caratterizzazione assai piatta e noiosa, e l'aver glissato sopra tutta la sua giovinezza non ha certamente aiutato a rendere giustizia al personaggio.

Probabilmente questo voleva solo essere un preludio al vero fulcro incentrato su Scipione (per ora inserito un po' forzatamente, ma giustamente è un Yang Wenli raccomandato agli esordi che si limita perlopiù a far da spettatore)  e gli scontri nella penisola italica, però non posso assolutamente dire di esserne stato soddisfatto pienamente (e francamente, chi se ne frega di Scipione, la gente vuole Annibale!!1!).
 



#3
Megane Zokusei

Megane Zokusei
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4898

Ho dato un'occhiata alle scan or ora vedendo le uscite del mese, oramai non sto più al passo con quello che esce, e concordo sul boh, l'atmosfera mi piace, c'è il io so che tu sai che io so ma io non so che tu sai che mi comprerebbe facilmente ma effettivamente indugia dove non dovrebbe ed è troppo shonen orientato o almeno è quello che sembra presagire, non un taglio adulto ma finto camuffato dalla scelta di personaggi ed eventi per darsi un'aria rispettabile. Inoltre a parte i due il resto del cast è tagliato con l'accetta e quasi macchiettistico, troppo convenientemente funzionale ai due protagonisti o come là per spiegare la trama, non hanno spessore.



#4
Black Zeta

Black Zeta
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 15847

Io non ho visto nulla di eccessivo nell'infanzia di Annibale (a parte la forzatura del neonato parlante), in fondo nelle società antiche avevano molto peso la superstizione e la ricerca di auspici divini.

 

Mi ha fatto decisamente più strabuzzare gli occhi quando l'autore a fine volume ha dichiarato di averlo voluto caratterizzare sul modello di Che Guevara... :fg:



#5
Motrini

Motrini
  • 本物

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 11666

Io non ho visto nulla di eccessivo nell'infanzia di Annibale (a parte la forzatura del neonato parlante), in fondo nelle società antiche avevano molto peso la superstizione e la ricerca di auspici divini.

Beh, la storia dei bambini sacrificati a Baal ha il suo fondamento "storico" (probabilmente si tratta solo di propaganda romana, ma tant'è), il problema è vedere Annibale posseduto dal demonio per l'intera sua infanzia osservare con superiorità tutti e persino intromettersi nelle trattative con il console romano.
E ripeto che la gioventù di Annibale, così come riportata a noi, non avrebbe bisogno di alcuna drammatizzazione del genere.
Anche tralasciando il prologo in sé, la cosa stride particolarmente con il resto del volume che non si inventa praticamente niente rispetto ai testi storici (e da questo punto di vista è uno dei manga più genuinamente "storici" che mi sia capitato di leggere, peccato che Iwaaki sia molto più appassionante con le avventure di Eumene).
Ah, il passaggio delle Alpi liquidato così in una paginetta è una vergogna disumana :sisi:

#6
matumba

matumba
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3823
Alla fine quella dei sacrifici umani era vera, http://zweilawyer.co...i-del-2014-gen/, spero che nel manga si parli anche della famiglia di Scipione, stirpe di grandi condottieri, della sua caduta e della sua discendenza.
Speriamo che riesca a fondere tutto al meglio.

#7
Black Zeta

Black Zeta
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 15847

Magari era semplicemente un ragazzino apatico e la superstizione ci vedeva la mano del demonio. Suvvia, ad Alessandro Magno hanno combinato ben di peggio :asd:

 

Quoto poi che è stato ignobile saltare tutta la parte sulle Alpi, spero in un flashback.



#8
Motrini

Motrini
  • 本物

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 11666

spero che nel manga si parli anche della famiglia di Scipione, stirpe di grandi condottieri, della sua caduta e della sua discendenza.

Il padre nel manga fa una figura un po' barbina per mettere in mostra il figlio (come Amilcare con Annibale d'altronde, e nessuno dei due se lo meritava), visto il titolo ed il focus della storia immagino che il figlio adottivo verrà relegato tuttalpiù ad una postilla a fine racconto (e d'altronde il finale con la morte parallela di Scipione ed Annibale è semplicemente perfetto).

#9
Akumasama

Akumasama
  • Bloodstained: Ritual of the Night

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 76796
E' possibile fare un paragone con Historie di Hitoshi Iwaaki?

#10
Megane Zokusei

Megane Zokusei
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4898

Sono agli opposti per ora, tanto è ragionato e dai ritmi blandi uno tanto l'altro vira sull'action/thriller, ho sfogliato anche il secondo volume e continua a non convincermi il che mi dispiace perchè sembra che manchi proprio quell'ultimo scalino per realizzarne le potenzialità.



#11
Motrini

Motrini
  • 本物

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 11666

E' possibile fare un paragone con Historie di Hitoshi Iwaaki?

Hanno un diverso modo di approcciarsi alla Storia.
Historie è più un romanzo storico classico con un focus umano e socioculturale mentre Ad Astra racconta la storia fatta di cronache militari dal punto dei vista dei "grandi".
Megane ha sottolineato la battle of wits su cui è incentrata la narrazione, però bisogna anche dire che se non ci sta qui non ci sta da nessun'altra parte, anche se ammetto pure io che esaltando subito Annibale come un superuomo e Scipione come l'unico in grado di comprenderlo (uniformandosi ai canoni del genere) si corre il rischio di rendere macchiettistici i comprimari.
E sia chiaro, Annibale è effettivamente una delle più grandi menti militari della storia, ma l'eccesso di "keikaku doori" va paradossalmente a sminuire le imprese "against all odds" che compie una dietro l'altra.

#12
Motrini

Motrini
  • 本物

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 11666

Volume 2.

Continua a non piacermi la caratterizzazione dei protagonisti ma, seppure con un qualche piccola libertà in più, ho notato miglioramenti a tutto tondo, dalla narrazione ai disegni.

Non c'è alcun salto di qualità straordinario, però porello, si tratta pure della primissima opera dell'autore e non se l'è scelta semplicissima.

Questo giro l'inserimento di Scipio era veramente forzato, ma Kagano ha promesso che nel prossimo volume si toglierà dalle scatole per far posto a Fabius Maximus, speriamo...

Visto quanto son mosci i protagonisti, l'apertura della storia potrebbe fare assai bene all'opera.



#13
Tufio

Tufio
  • Caotico Neutrale

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 2688

non è certamente historie ma è decente se ti piace il setting.



#14
Motrini

Motrini
  • 本物

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 11666

Volume 3.

È il manga storico più storico che abbia mai letto (almeno tra quelli con propositi puramente narrativi), ed il bello è che non gli è necessaria alcuna libertà rispetto agli eventi reali per confarsi al genere.

Manca ancora il quid in grado di spingerlo nel reame delle grandi serie, ma, da un autore alle prime armi che cresce a vista d'occhio, è comunque una piacevole sorpresa.

Scipio si è fatto da parte come promesso lasciando completamente il campo a Fabius ed il ritratto di tutti i personaggi si è fatto più umano con incertezze, paure e debolezze.

Non è ancora appassionante come potrebbe essere, è anche vero però che questa ""parentesi"" nella storia non è delle più avvincenti e probabilmente funziona meglio per chi è a digiuno sull'argomento dato che Kagano non fa niente per mischiare le carte o dare una nuova prospettiva agli avvenimenti.



#15
Motrini

Motrini
  • 本物

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 11666

Volume 4.

Bon, direi che con questo l'autore è maturato completamente.

Equilibrio perfetto tra narrazione e ricostruzione storica, personaggi tutti con il loro perché e disegni spettacolari.

La caratterizzazione di Annibale è ancora ridotta al suo genio tattico, ma ci sarà molto tempo per approfondirla.

Prossimo volume: CANNE!

Consigliatissimo a chi cerca un manga storico incentrato unicamente sulle cronache militari.






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo