Vai al contenuto

Interstellar: l'esperienza IMAX - SPECIALE


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 29 risposte

#1
Cinematografo

Cinematografo
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 28724
Interstellar: l'esperienza IMAX - SPECIALE (Cinema)
Saltare tra le stelle come Nolan avrebbe voluto: l'esperienza IMAX di Interstellar
Prima ancora di iniziare a girare, Christopher Nolan aveva già deciso: l’esperienza di Interstellar per lui sarebbe stata obbligatoriamente da vivere, per il pubblico, in Imax. Una convinzione che lo aveva già annoverato tra i pionieri del 70mm ai tempi di The Dark Knight, in cui aveva girato alcune scene proprio con una pellicola più grande per garantire allo spettatore una qualità visiva superiore. Ma cosa diciamo quando parliamo di Imax o di 70mm? Quali sono le differenze principali con una normale proiezione in una qualsiasi sala? Per quanto riguarda Interstellar, le proiezioni nelle normali sale sono riadattate ad una pellicola 35mm per ogni frame. Al contrario, le proiezioni Imax hanno un formato 70 per 48.5mm per ogni frame, proiettato su uno schermo che ha come dimensioni standard 16x22 metri, quindi molto più di una normale sala. Guardare un film in Imax quindi, soprattutto un film come l’ultimo di Christopher Nolan, non è semplicemente uno spettacolo qualsiasi: è una vera e propria esperienza lunga 49 reels e pesante circa 280kg, riversata su uno schermo con qualità video e audio incredibilmente superiori.
Leggi l'articolo completo: Interstellar: l'esperienza IMAX - SPECIALE (Cinema)



#2
Touma Mitsuhashiba

Touma Mitsuhashiba
  • Se la vita non ti sorride, tu falle il solletico!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 6953
Se lui non vuole il 3D ma l'IMAX, un motivo c'è.

#3
LambertoKevlar

LambertoKevlar
  • EyeFolie

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 39012

Se lui non vuole il 3D ma l'IMAX, un motivo c'è.

non c'è neanche da fare il paragone infatti



#4
-Krell

-Krell
  • IronEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 23896
Chiunque abbia mai visto un film in IMAX (parlo di Riccione, no altri posti..) sa che è davvero una proiezione DI QUALITA', una proiezione per la quale i soldi del biglietto sono davvero ben spesi.

#5
Shiqmah

Shiqmah
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: [Web]Webmaster
  • Messaggi: : 212

Chiunque abbia mai visto un film in IMAX (parlo di Riccione, no altri posti..) sa che è davvero una proiezione DI QUALITA', una proiezione per la quale i soldi del biglietto sono davvero ben spesi.


Confermo. Nel caso di Interstellar cambia anche l'esperienza filmica, non si tratta soltanto di vedere un film a diversa risoluzione ma di far parlare alle immagini un'altra lingua. Davvero consigliatissimo.

#6
karonte87

karonte87
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4875
che tristezza / invidia / rabbia leggere questo articolo :(:sbonk:

io l'unico imax che mi sono guduto è quello de i 2 blu ray di Nolan :asd: ( dove la miglior qualità delle scene in imax già si percepisce ).

riccione è troppo distante e, ciliegina sulla torta, quest'anno è anche chiuso...che pena
:goccia:

non oso immaginare cosa sarebbe stato interstellar così...... guardare le immagini di nolan e sentire le musiche di zimmer, in imax :memy::doson:

#7
starlink1

starlink1
  • Only one is a legend

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 37820
al lud 0 sale. sukiamo ;_;

#8
Andrea_23

Andrea_23
  • Non siamo in grado di aiutarla in queste condizioni. steam'd

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Collaboratore Forumeye
  • Messaggi: : 24117
Non so quanta differenza ci sia con il 70mm Imax, ma il 70mm liscio dell'Arcadia in tutta franchezza mi ha un po' deluso : (.
Tutto questo dettaglio non l'ho proprio notato : [.

#9
Andrea_23

Andrea_23
  • Non siamo in grado di aiutarla in queste condizioni. steam'd

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Collaboratore Forumeye
  • Messaggi: : 24117
Sì btw, precisiamo che il 70mm Imax in Italia non esiste.
La proiezione migliore (o presunta tale :°D) da noi è proprio all'Arcadia, l'unica sala a proiettare il 70mm (non Imax).

#10
Mirko Parra

Mirko Parra
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 85
Pessimo articolo. Onestamente. E lo dico da tecnico (oltre che da appassionato di cinema). Sembra piu' uno spot sull'IMAX fine a sè stesso.
Nessuna menzione sull'eccezionalita' dell'evento in se': a memoria d'uomo non si ricorda una distribuzione nelle in Italia in 5 formati differenti: 35mm, IMAX 5/70, IMAX 15/70 (con 2 ratio differenti a seconda del girato), IMAX Digital (idem), 2K, 4K.
E per tacere del fatto che le immagini, considerate scure in fase di articolo, sono frutto (aihme') di una infelice scelta in fase color correction degli internegativi, utilizzando processi foto-chimici e non (come sarebbe stato in verità piu' saggio) fare tutto nel dominio digitale.
In tutto l'articolo si e' menzionata la pellicola 70mm senza mai indicare che in Italia, l'unica sala che l'ha proiettato in quel formato, è l'Arcadia di Melzo. Tutte le altre sale IMAX hanno avuto le copie negli altri 4 formati indicati sopra. Quindi mi chiedo cosa abbia visto la Catalano.
E per tacere del fatto che, putroppo. la proiezione del formato Imax Digital e' stata decisamente sotto le attese. Una qualità cosi' bassa non se l'aspettava nessuno. Tutto a causa dello sciagurato processo produzione delle copie da un master che nasce fallato, in virtu' proprio del fatto che Nolan ha voluto girare in 35 mm (e le parti IMAX in 65mm), tutto in pellicola, ovviamente.
Poi sulla bonta' o meno del film si puo' discutere quanto si vuole (a me è piaciuto parecchio, nonostante Matt Damon...) Mal sulla tecnica no.
Questo e' un film che andava visto in pellicola 70mm e non in digitale, 2K o 4K che fosse.
Ora sotto con gli insulti...


#11
-Krell

-Krell
  • IronEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 23896

Sì btw, precisiamo che il 70mm Imax in Italia non esiste.
La proiezione migliore (o presunta tale :°D) da noi è proprio all'Arcadia, l'unica sala a proiettare il 70mm (non Imax).

 

Esiste, è l'IMAX di Riccione. Peccato non faccia proiezioni di film...

Pessimo articolo. Onestamente. E lo dico da tecnico (oltre che da appassionato di cinema). Sembra piu' uno spot sull'IMAX fine a sè stesso.
Nessuna menzione sull'eccezionalita' dell'evento in se': a memoria d'uomo non si ricorda una distribuzione nelle in Italia in 5 formati differenti: 35mm, IMAX 5/70, IMAX 15/70 (con 2 ratio differenti a seconda del girato), IMAX Digital (idem), 2K, 4K.
E per tacere del fatto che le immagini, considerate scure in fase di articolo, sono frutto (aihme') di una infelice scelta in fase color correction degli internegativi, utilizzando processi foto-chimici e non (come sarebbe stato in verità piu' saggio) fare tutto nel dominio digitale.
In tutto l'articolo si e' menzionata la pellicola 70mm senza mai indicare che in Italia, l'unica sala che l'ha proiettato in quel formato, è l'Arcadia di Melzo. Tutte le altre sale IMAX hanno avuto le copie negli altri 4 formati indicati sopra. Quindi mi chiedo cosa abbia visto la Catalano.
E per tacere del fatto che, putroppo. la proiezione del formato Imax Digital e' stata decisamente sotto le attese. Una qualità cosi' bassa non se l'aspettava nessuno. Tutto a causa dello sciagurato processo produzione delle copie da un master che nasce fallato, in virtu' proprio del fatto che Nolan ha voluto girare in 35 mm (e le parti IMAX in 65mm), tutto in pellicola, ovviamente.
Poi sulla bonta' o meno del film si puo' discutere quanto si vuole (a me è piaciuto parecchio, nonostante Matt Damon...) Mal sulla tecnica no.
Questo e' un film che andava visto in pellicola 70mm e non in digitale, 2K o 4K che fosse.
Ora sotto con gli insulti...

Ah ma quindi è per quello che sono così sucre? Ma perché sonon intervenuti chimicamente? :/ scusa hai una fonte? E' la prima volta che la sento questa. 



#12
Shiqmah

Shiqmah
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: [Web]Webmaster
  • Messaggi: : 212

Pessimo articolo. Onestamente. E lo dico da tecnico (oltre che da appassionato di cinema). Sembra piu' uno spot sull'IMAX fine a sè stesso.
Nessuna menzione sull'eccezionalita' dell'evento in se': a memoria d'uomo non si ricorda una distribuzione nelle in Italia in 5 formati differenti: 35mm, IMAX 5/70, IMAX 15/70 (con 2 ratio differenti a seconda del girato), IMAX Digital (idem), 2K, 4K.
E per tacere del fatto che le immagini, considerate scure in fase di articolo, sono frutto (aihme') di una infelice scelta in fase color correction degli internegativi, utilizzando processi foto-chimici e non (come sarebbe stato in verità piu' saggio) fare tutto nel dominio digitale.
In tutto l'articolo si e' menzionata la pellicola 70mm senza mai indicare che in Italia, l'unica sala che l'ha proiettato in quel formato, è l'Arcadia di Melzo. Tutte le altre sale IMAX hanno avuto le copie negli altri 4 formati indicati sopra. Quindi mi chiedo cosa abbia visto la Catalano.
E per tacere del fatto che, putroppo. la proiezione del formato Imax Digital e' stata decisamente sotto le attese. Una qualità cosi' bassa non se l'aspettava nessuno. Tutto a causa dello sciagurato processo produzione delle copie da un master che nasce fallato, in virtu' proprio del fatto che Nolan ha voluto girare in 35 mm (e le parti IMAX in 65mm), tutto in pellicola, ovviamente.
Poi sulla bonta' o meno del film si puo' discutere quanto si vuole (a me è piaciuto parecchio, nonostante Matt Damon...) Mal sulla tecnica no.
Questo e' un film che andava visto in pellicola 70mm e non in digitale, 2K o 4K che fosse.
Ora sotto con gli insulti...

 

Non ho visto l'Arcadia di Melzo e non ho parlato dell'eccezionalità dell'evento semplicemente perché non mi riferisco a proiezioni fatte in Italia. D'altronde non è un articolo di approfondimento sui diversi formati (su cui mi sono permessa di accennare soltanto nell'introduzione), ma si tratta appunto di uno speciale.
La mia esperienza Imax non è stata affatto deludente, quindi non è uno spot ma semplicemente la constatazione di un dato di fatto: ho visto due proiezioni e tra le due quella Imax è qualitativamente superiore.
Per quanto riguarda le immagini scure non mi riferisco a tutta la pellicola ma soltanto ad alcune scene in particolare.



#13
¤ I z u o r i ¤

¤ I z u o r i ¤
  • Normal Eye Fan

  • StellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 385
OK quindi non sono il solo che è andato a Melzo pensando di vedere il top del top ed è rimasto terribilmente deluso... in altri lidi parlano di scelte di fotografia del regista ma stento a credere che chiunque sceglierebbe fuori fuoco pazzeschi (o l'impressione di essi) e ombre abbattute nel nulla.

Bene, anche quest'anno è confermato che non sono cieco. Avanti un altro.

#14
-Krell

-Krell
  • IronEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 23896
I fuori fu occupata che ci sono sono voluti o comunque dati dalla difficoltà di mettere a fuoco con certi obbiettivi su pellicola così grande..dicono almeno

#15
Witcher

Witcher
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 48
Si ma comunque solo 66 minuti di film sono stati girati in formato IMAX nativo.. Su quasi 3 ore di film, quindi, avete visto ben poco in IMAX..




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi