Vai al contenuto

Miyamoto sui "casual" gamers e sui "core" gamers

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 53 risposte

#1
TangorFopper

TangorFopper
  • Colecovision-er

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13645

http://www.computera...n-for-the-core/

 

Si tratta di dichiarazioni prese dall'intervista ad Edge.

 

Nintendo has reenergised its ambition to entertain its most passionate fans, as opposed to catering for the widest possible market, according to new statements made by one of its senior executives.

Speaking in the latest issue of Edge magazine, which goes on sale on Thursday, Shigeru Miyamoto said his team does not want to focus on making content for people who "passively" enjoy games.

"[These are] the sort of people who, for example, might want to watch a movie. They might want to go to Disneyland," he said.

"Their attitude is, 'okay, I am the customer. You are supposed to entertain me.' It's kind of a passive attitude they're taking, and to me it's kind of a pathetic thing. They do not know how interesting it is if you move one step further and try to challenge yourself [with more advanced games]."

Miyamoto's comments mark the first time a Nintendo executive, and a longstanding member on its board of directors, has publicly outlined intentions to shift away from casual customers.

...

"In the days of DS and Wii, Nintendo tried its best to expand the gaming population," he said.

"Fortunately, because of the spread of smart devices, people take games for granted now. It's a good thing for us, because we do not have to worry about making games something that are relevant to general people's daily lives."

 

Tradotto da Google per chi non avesse problemi con l'inglese (anche se forse la traduzione automatica creera' piu' problemi che altro... :P ):

 

Nintendo ha reenergised la sua ambizione di intrattenere i suoi fan più appassionati, al contrario di catering per il mercato più ampio possibile, in base alle nuove dichiarazioni rese da uno dei suoi dirigenti.

Parlando nell'ultimo numero della rivista Edge che sarà in vendita il Giovedi, Shigeru Miyamoto ha detto che la sua squadra non vuole concentrarsi sul rendere i contenuti per le persone che "passivamente" godere di giochi.

"[Questi sono] il genere di persone che, per esempio, potrebbe desiderare di guardare un film. Essi potrebbero decidere di andare a Disneyland," ha detto.

"Il loro atteggiamento è, 'va bene, io sono il cliente. Si suppone di divertire me.' E 'una specie di un atteggiamento passivo che stanno prendendo, e per me è una specie di una cosa patetica. Non so quanto sia interessante se si sposta un passo avanti e cercare di sfidare te stesso [con i giochi più avanzati] ".

I commenti di Miyamoto segnano la prima volta un dirigente di Nintendo, e membro di lunga data nel suo consiglio di amministrazione, ha pubblicamente delineato intenzioni di allontanarsi dai clienti occasionali.

...

"Nei giorni di DS e Wii, Nintendo ha cercato suo meglio per espandere la popolazione di gioco," ha detto.

"Fortunatamente, a causa della diffusione di dispositivi intelligenti, la gente prende i giochi per scontato ora. E 'una buona cosa per noi, perché noi non dobbiamo preoccuparci di fare giochi qualcosa che sono rilevanti per la vita quotidiana delle persone in generale."



#2
Hister

Hister
  • Xbox gamepass : l'all you can eat che stavo aspettando !

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 5648

Mi sembrano le ennesime dichiarazioni che lasciano il tempo che trovano dettate dall'andamento delle loro console. E' sempre lo stesso Miyamoto che pontificava su come i controller fossero diventati troppo complessi, con troppi tasti e spaventassero i non giocatori prima del lancio del Wii, poi abbiamo visto pochi anni dopo con quale tipo di controller con pochi tasti ed intuitivo si sia presentato Wii U.

 

Ora hanno capito che i casual del periodo Wii sono scappati per sempre su smartphone e tablet e arrivano dichiarazioni di questo tenore. 



#3
mau_pec

mau_pec
  • Sua Maestą Reale

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3849
Dichiarazioni di circostanza. Prima gli facevano comodo gli utenti che giocavano a brain training o compravano la balance board. Adesso vogliono riguadagnare la fiducia dei gamers.

#4
Guest_pippoundergroundeYe

Guest_pippoundergroundeYe
  • Gruppo: Ospiti

N se l'è andata a cercare.

Tutte le scelte (apparentemente vincenti) fatte in era wii ora si stanno ritorcendo contro di lei e non solo, purtroppo anche contro tutti quei giocatori appassionati che si sentono sempre più minacciati da queste piattaforme di neuromarketing camuffate da giochini innocui per dispositivi mobile; giochini che vanno per la maggiore tra i non gamers e che attraggono sempre di più ex-sviluppatori del gaming tradizionale a caccia di soldi facili.

Col senno di poi penso che forse sarebbe stato meglio non scoprirlo il blue ocean, meglio per tutti, N compresa.



#5
unLestoFante

unLestoFante
  • Eye Bastard

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 5098

Smartphone/tablet, quanto fatto col Wii, gamers/non gamers (non giocatori che comprano giochi?!? ... O_O), oceani inesistenti, ecc ecc non centrano nulla con la situazione di oggi del WiiU

 

Tanto per dire, se Wii con relativi giochi uscissero solo oggi sarebbe un altro successo, non sarebbero certo gli smart & Co. a distrarre... quale sarebbe il motivo della distrazione?! bah

 

Il problema è solo uno: Nintendo ha smesso di innovare, e Nintendo è obbligata a farlo, non l'ha fatto pur essendosi data una buona base (il WiiU)

 

Altro errore secondario è stato non aver proseguito col Wiimote in modo serio.


Modificata da unLestoFante, 27 August 2014 - 10:24 PM.


#6
LambertoKevlar

LambertoKevlar
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [SMod]SuperMod
  • Messaggi: : 54512

ma con che faccia se ne esce con una dichiarazione del genere quando nella generazione precedente han fatto fortuna proprio sui giocatori casual?



#7
sondamian

sondamian
  • A soul can't be cut

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 22029

eh, doveva avere la faccia di dirlo anni fà, non ora che non hanno nulla da perdere.



#8
donkisciotte

donkisciotte
  • cry me a river

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 14212

Mi sembrano le ennesime dichiarazioni che lasciano il tempo che trovano dettate dall'andamento delle loro console. E' sempre lo stesso Miyamoto che pontificava su come i controller fossero diventati troppo complessi, con troppi tasti e spaventassero i non giocatori prima del lancio del Wii, poi abbiamo visto pochi anni dopo con quale tipo di controller con pochi tasti ed intuitivo si sia presentato Wii U.

 

Ora hanno capito che i casual del periodo Wii sono scappati per sempre su smartphone e tablet e arrivano dichiarazioni di questo tenore. 

 

Nintendo aveva detto in passato ( recente ) che i core gamers non esistono......  o qualcosa del genere   .......



#9
TangorFopper

TangorFopper
  • Colecovision-er

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13645

Aggiungo anche:

 

http://www.gonintend...story&id=236053

"People might say that software is software. No. A unique software experience can always be realized with unique hardware that has a unique interface. That is why I believe Nintendo is, and will be, sticking to these dedicated gaming machines.”



#10
ROcK

ROcK
  • Mercante di carrelli della spesa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 59089

ovviamente a chi si devono rivolgere oggi se non ai fan?

 

da qui queste dichiarazioni paracule di circostanza. non possono certo dire "ci rivolgiamo a tutti" a tutti chi?

 

 

 

per il resto queste dichiarazioni non hanno nessun significato concreto così come i commenti " eh ma ci dovevano pensare anni fa....ben gli sta così imparano sti cattivoni!" ecc

 

 

che differenza c'è fra la line up del wiiu e quella del wii?

 

nessuna.

 

nintendo continua a rivolgersi allo stesso pubblico di sempre. con lo stesso tipo di giochi.

 

non è che adesso intendono rivolgersi ai giocatori di ps360....

non si rivolgono + ai casual ( che PER SFORTUNA ) se ne sono andati altrove ma non si rivolgono neppure ai "core gamers".

si rivolgono solo ai fan. solo quelli gli sono rimasti.



#11
-Eklipse della Mancia-

-Eklipse della Mancia-
  • Every game has a story. Only one is a Legend...

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 39567

ovviamente a chi si devono rivolgere oggi se non ai fan?

 

da qui queste dichiarazioni paracule di circostanza. non possono certo dire "ci rivolgiamo a tutti" a tutti chi?

 

 

 

per il resto queste dichiarazioni non hanno nessun significato concreto così come i commenti " eh ma ci dovevano pensare anni fa....ben gli sta così imparano sti cattivoni!" ecc

 

 

che differenza c'è fra la line up del wiiu e quella del wii?

 

nessuna.

 

nintendo continua a rivolgersi allo stesso pubblico di sempre. con lo stesso tipo di giochi.

 

non è che adesso intendono rivolgersi ai giocatori di ps360....

non si rivolgono + ai casual ( che PER SFORTUNA ) se ne sono andati altrove ma non si rivolgono neppure ai "core gamers".

si rivolgono solo ai fan. solo quelli gli sono rimasti.

 

Come dichiarazioni di circostanza (o di convenienza) erano pure quelle, praticamente opposte, che faceva ai tempi del Wii.

 

Tra le quali rientravano pure quelle relative alla "console da affiancare".



#12
ROcK

ROcK
  • Mercante di carrelli della spesa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 59089

per questo dicevo che non bisogna mai dare credito alle dichiarazioni di nintendo come quando diceva che il wiiu era per "core gamers" ( e voi vi aspettavate chisaccheccosa ecc :asd: )

 

le dichiarazioni sono una cosa. ma bisogna guardare i fatti.

i fatti sono sempre coerenti su una loro linea.

 

se loro dichiarano una cosa ma i fatti ci suggeriscono un altra cosa noi dobbiamo guardare ai fatti.

le parole lasciano il tempo che trovano. sempre ( da "avremo gta" su ngc fino ad oggi )

 

la console da affiancare è un fatto concreto. come la line up che possiamo testare.

 

le fregnacce di facciata che dicono da sempre sono un altra cosa.



#13
Shin Guts

Shin Guts
  • Pariah

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 6980

in realtà con le dichiarazioni "di riposta" alle vendite, come questa sui casual o quella sugli hard core insaziabili, delineano molto bene (involontariamente) il ristrettissimo pubblico del wiiu, qualche milionata di fan qua e la, che al prossimo giro saranno ancora meno perchè c'è sempre meno ricambio generazionale. le dichiarazioni di questo tipo a frittata fatta, sanno sempre di volpe+uva

 

ediT: queste parole sarebbero state ottime se dette nel 2010 e se il wiiu fosse stato lanciato pensato e studiato in tutt'altro modo, cioè uno dei punti innovativi del wiiu è un social network lol..., qualunque sia la loro intenzione e chiunque sia il loro pubblico di riferimento è meglio che cambino target  perchè si sta palesemente estinguendo nemmeno troppo lentamente.


Modificata da Shin Guts, 28 August 2014 - 10:45 AM.


#14
ROcK

ROcK
  • Mercante di carrelli della spesa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 59089

la politica di allargamento del mercato ( = casual ) serviva appunto per generare ricambio generazionale dei fan.

per questo doveva essere vista in ottica positiva.

 

il fallimento di questa politica ha portato  a un  generale restringimento del pubblico globale in questa generazione.

il mercato delle console in usa è crollato ( rispetto alla scorsa gen ma anche a quella ps2 e co ) nonostante i grossi risultati di ps4 e xbone.

 

se i loro giochi non piacciono + a nessuno ( come sembrava nella gen ngc però ) allora sono spacciati. c'è poco da fare.

se non reinventarsi da 0 ( il che è estremamente difficile )

 

la loro politica attuale è cmq rivolta a milkare il fan. in modo da cavare quanto + sangue dalle rape ( amiibo, dlc, giochi fanservice ecc )

visto che non possono lavorare sulla quantità adesso lavorano sulla "qualità" del pubblico



#15
Fox Hound

Fox Hound
  • IronEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 21298

cut

 

Altro errore secondario è stato non aver proseguito col Wiimote in modo serio.

 

questo è il problema principale secondo me. 






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo