Vai al contenuto

Addio comproprietÓ...


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 27 risposte

#1
Slavin

Slavin
  • In hype :D

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 39907

Non ho trovato un topic sulla serie A in generale :snape: 

 

Comproprietà addio: la Lega pronta alla svolta storica

Verso l’abolizione di un istituto solo italiano. Moratoria di 2 anni per quelle in corso, dall’estate stop alle nuove

MILANO, 13 febbraio 2014 - Dall’estate potrebbe essere messo lo stop alle comproprietà, istituto spesso chiacchierato che esiste solo in Italia e in passato ha fatto drizzare pure le antenne del Fisco. Beninteso, le operazioni in corso non verrebbero toccate e ci sarebbe una fase transitoria di un paio d’anni per consentire alle società di sciogliere le compartecipazioni già attive, magari anche fuori dalle finestre previste al momento. Ma già dalla prossima sessione di mercato, se il progetto andrà in porto, i club non potranno stipulare nuove comproprietà. Insomma, una svolta storica.

Evoluzione La necessità di un cambiamento è maturata all’interno della Lega di Serie A. Una settimana fa il gruppo tecnico di lavoro sulle modifiche delle norme relative ai tesseramenti/ trasferimenti dei calciatori ha elaborato un pacchetto di novità, dibattuto l’altro ieri dalla commissione sulle carte federali. È in quella sede che le nove società presenti (tra cui Juventus, Roma e Lazio), ma anche quelle che hanno inviato una memoria scritta (come Inter e Milan) si sono espresse a favore dell’abolizione delle comproprietà, a patto però di accompagnarla a una serie di misure imprescindibili. Quali? Una su tutte: l’introduzione del prestito con riscatto automatico (potremmo chiamarlo obbligo di riscatto) se maturano determinate condizioni pattuite tra i due club. Adesso i tecnici stanno elaborando un documento da sottoporre a tutti e 20 i club. Nei prossimi giorni si capirà da questo sondaggio se effettivamente c’è una maggioranza. A quel punto verrebbe convocata l’assemblea per deliberare la richiesta di modifiche normative, che poi dovrà passare al vaglio del consiglio federale (un diniego di via Allegri risulta improbabile). Già in passato, questo o quel dirigente aveva sollevato il tema senza trovare sponde. Adesso le sensazioni sono diverse. Questo perché nel frattempo è stato già compiuto un balzo in avanti. L’anno scorso la Federazione ha approvato una «lenzuolata» di liberalizzazioni, con l’obiettivo di sbloccare il mercato interno e ridurre le differenze con l’estero. L’introduzione dei bonus nei contratti di compravendita dei calciatori, con premi per la società cedente sulla base di gol, presenze o risultati di squadra, ha già svuotato di significato le compartecipazioni. Perché? Le comproprietà sono come delle scommesse sul futuro: la piccola cede a una big la metà di un giovane talento sperando in un suo apprezzamento. I bonus a favore di chi vende raggiungono gli stessi risultati, in modo più lineare e trasparente. Per di più, se la parte variabile non supera il 50% del valore complessivo dell’operazione è possibile regolare i pagamenti tra le parti, fuori dalla stanza di compensazione, quindi senza l’obbligo di fornire garanzie bancarie.

Numeri e criticità Attualmente ci sono 164 comproprietà aperte, relative alle squadre del massimo campionato (tra loro e con le altre categorie), comprese le 92 in scadenza a giugno. A bilancio questo «asset » vale a livello patrimoniale circa 130 milioni in Serie A, mentre a conto economico il saldo positivo tra proventi e oneri è stato di appena 15 milioni nella stagione 2012-13. Spesse volte si è abusato di questo istituto per fare un po’ di cosmesi contabile. E non sono mancate le discrepanze, anche perché da un lato ci sono le indicazioni della Figc, dall’altro i principi Ias/Ifrs delle quotate in Borsa. Per non parlare dei contenziosi con l’Agenzia delle Entrate che, alla fine, ha deciso di escludere l’Iva dalle plusvalenze assoggettandole però all’Irap. Problemi sono sorti anche dalla mancata armonizzazione con le norme Fifa e Uefa. Per tutti questi motivi in Lega pensano che le comproprietà siano arrivate al capolinea.

Fonte: GdS (articolo a firma di Marco Iaria)


#2
tommypast

tommypast
  • I was lightning before the thunder

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 31794

Sono d'accordo, ho sempre pensato che le comproprietà fossero anche e soprattutto una "porcata" per motivi di bilancio.



#3
Slavin

Slavin
  • In hype :D

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 39907

Sono d'accordo, ho sempre pensato che le comproprietà fossero anche e soprattutto una "porcata" per motivi di bilancio.

 

bhe erano anche un modo per sostenersi per società più piccole... e un modo per dimezzare i rischi per quelle più grandi...

 

ora ad esempio vedo difficile "prestare" giocatori ad altre società di serie A e poi sperare che queste li facciano giocare



#4
ShakaNg

ShakaNg
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2357
Finalmente tolgono il giocattolo preferito di Preziosi: ora non può più fare quei tremila scambi che gli piacciono tanto u.u
Parlando seriamente, così si rischia di bloccare il mercato di A: le piccole compreranno e venderanno poco,di conseguenza le big avranno meno materiale a disposizione,visto che le piccole chiederanno di più. Inoltre,se prima era difficile vedere giocare giovani, ora diventerà impossibile .,.

#5
Alex88

Alex88
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 43754

Poi oh... non penso che un premio per la "valorizzazione" di un giocatore sia roba così complessa da inserire in un contratto.

Siamo in Italia...



#6
Haschel

Haschel
  • ARPIONE!!!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 17699
Non si hanno più notizie di Marotta, si teme il peggio

Modificata da Haschel, 13 February 2014 - 11:38 AM.


#7
Slavin

Slavin
  • In hype :D

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 39907

Non si hanno più notizie di Marotta, si teme il peggio

 

:asd: l'unico contratto che conosce ... panico...



#8
axydraul

axydraul
  • Qualquadra non cosa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 140868

se esiste solo in Italia mi sembra anche giusto che smetta di esistere



#9
vval

vval
  • Eye Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 9134

 

Secondo me è un falso problema: se una società piccola si vede recapitare un ragazzo di talento ha tutto l'interesse a farlo giocare. Poi oh... non penso che un premio per la "valorizzazione" di un giocatore sia roba così complessa da inserire in un contratto.

 

Se sanno che il ragazzo talentuoso in prestito, l'anno prossimo se ne va, allora lo mettono a fare riserva del vecchio meno talentuoso ma che rimane sempre in squadra. E il ragazzo talentuoso viene così bruciato.

In più, in comproprietà, il ragazzo talentuoso, se davvero talentuoso, giocando acquisisce valore. Quindi sono proprio i vertici della società stessi a insistere che giochi.


Modificata da vval, 13 February 2014 - 01:08 PM.


#10
ShakaNg

ShakaNg
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2357

 

Se sanno che il ragazzo talentuoso in prestito, l'anno prossimo se ne va, allora lo mettono a fare riserva del vecchio meno talentuoso ma che rimane sempre in squadra. E il ragazzo talentuoso viene così bruciato.

In più, in comproprietà, il ragazzo talentuoso, se davvero talentuoso, giocando acquisisce valore. Quindi sono proprio i vertici della società stessi a insistere che giochi.

Ed aggiungo che è giusto così pure: a meno che il giovane talentuoso non sposti gli equilibri,io perché far valorizzare un investimento di altri e far marcire in panchina i miei(che siano vecchi o meno)? Come detto da Barbossa potrebbero mettere il premio di valorizzazione,però mi sa che 1-2 milioni non bastano,visto che spesso queste squadre si giocano la salvezza.



#11
vval

vval
  • Eye Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 9134

Ed aggiungo che è giusto così pure: a meno che il giovane talentuoso non sposti gli equilibri,io perché far valorizzare un investimento di altri e far marcire in panchina i miei(che siano vecchi o meno)? Come detto da Barbossa potrebbero mettere il premio di valorizzazione,però mi sa che 1-2 milioni non bastano,visto che spesso queste squadre si giocano la salvezza.

 

Lo fai valorizzare perchè il giovane che hai acquistato a metà a 5 milioni poi lo rivendi a 15 (tipo Giovinco). E questo è di per sè un premio di valorizzazione.

Ovviamente se sai che tale giocatore non migliorerà, non lo acquisti in comproprietà.



#12
ShakaNg

ShakaNg
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2357

 

Lo fai valorizzare perchè il giovane che hai acquistato a metà a 5 milioni poi lo rivendi a 15 (tipo Giovinco). E questo è di per sè un premio di valorizzazione.

Ovviamente se sai che tale giocatore non migliorerà, non lo acquisti in comproprietà.

Scusa,intendevo dire togliendo le comproprietà XD



#13
saladino

saladino
  • tous pour gagner

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 36115

le comproprietà hanno dato vita a una mole di scambi impressionati rispetto ad altri campionati

 

io spero le lascino, anche perchè in italia non abbiamo squadre b dove far giocare chi non trova spazio



#14
Slavin

Slavin
  • In hype :D

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 39907

le comproprietà hanno dato vita a una mole di scambi impressionati rispetto ad altri campionati

 

io spero le lascino, anche perchè in italia non abbiamo squadre b dove far giocare chi non trova spazio

 

esatto... secondo me il punto è questo...

 

eliminate le comproprietà i giovani in italia troveranno ancora meno spazio...

 

esempio Juventus... IMHO Berardi giocherebbe comunque... ma Zaza e Gabbiedini giocherebbero molto ma molto meno...

 

Immobile poi non sarebbe mai stato titolare...



#15
ShakaNg

ShakaNg
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2357

Ma più che altro,non li avreste mai presi probabilmente pensando proprio che sarebbero potuti essere investimenti "persi".
E continuo a ripetere: le squadre B che voi vedete come il paradiso,non lo sono affatto IMHO. Sono squadre che giocano in serie C all'estero(o più in basso) e le uniche eccezioni sono Barca e Real(e ma va,aggiungo); senza contare che falsano un campionato: vallo a dire a chi lotta per la promozione e si ritrova contro la Juve B che ai fini della classifica non conta che però vince contro una e perde contro l'altra.






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo