Vai al contenuto

Distopie - RUBRICA

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 11 risposte

#1
The Newser

The Newser
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 104693
Distopie - RUBRICA
Comincia un viaggio fra i migliori esempi di anti-utopia del mondo videoludico. Si parte con le due città-incubo di Ken Levine
George Orwell, uno dei padri della letteratura distopica, sosteneva che 'accettare la società quale essa è, significa praticamente accettarne la decadenza'. Probabilmente è proprio dietro questo pensiero che si cela l'insaziabile e istintiva ricerca di un equilibrio sociale, economico e culturale che da sempre segue l'essere umano sin dall'alba dei giorni. In tutta sincerità, questa ricerca, negli ultimi duecentomila anni non sembra aver mai sorriso in modo particolarmente positivo alla nostra specie che, proprio con l'intenzione di costruire forme di governo e di collettività sempre più vicine ad un utopistica perfezione, ha creato alcune tra le più aberranti e tristi pagine della propria storia: è quindi, forse, proprio la ricerca di un'apparentemente impossibile uguaglianza tra sé stessi e i propri simili, in grado di trascendere razze, beni materiali e dottrine, a creare i presupposti per la nascita di modelli di governo dittatoriali e totalitari? E' la ricerca di inarrivabili utopie a portarci inesorabilmente incontro a realtà distopiche? Proponendovi questa serie autoconclusiva di articoli, ovviamente, Everyeye non ha la presunzione di voler rispondere a tali domande sulla natura della morale umana; piuttosto, vuole indagare tra gli esempi più riusciti di distopia all'interno degli innumerevoli universi nel quali noi gamer siamo stati chiamati ad immergerci durante gli anni. Tra le diverse forme d'arte che hanno maggiormente sfruttato questo tipo di società ideologica come materiale di ispirazione, infatti, il videogame è, insieme a letteratura e cinema, quella che ne ha saputo raccontare in modo migliore la natura: dalla nascita di dispotiche dittature alle angosce patite da comunità allo sbando, passando per lotte nate da scintille rivoluzionarie e finali tutt'altro che lieti, il nostro passatempo preferito ha raccontato il fenomeno svelandone le innumerevoli sfaccettature, declinandone i lineamenti in modo sempre differente per incontrare organicamente interattività e gameplay. I motivi per i quali una simile tipologia di ambientazioni ben si adatta ad una trasposizione videoludica sono, ancora una volta, da ricercare nelle fondamenta stesse del concetto di distopia: quali soggetti, in una società ideale, possono assumersi il diritto di governare? E in che modo? Cosa fare delle menti che viaggiano controcorrente? E quali sono i principi secondo i quali definirle tali? Tutte queste, nella realtà, sono domande probabilmente destinate a non trovare alcuna risposta (altrimenti condannate a sgretolare i pilastri stessi della definizione di società imparziale ed egualitaria) ma, durante la fase di creazione di un videogame, risolvere tali quesiti può spianare la strada a qualsiasi game designer verso la creazione dell'antagonista ideale contro il quale scagliare il giocatore. Spesso questo poco invidiabile ruolo viene assunto da quello che da sempre si è rivelato essere il nemico più brutale della razza umana, ovvero l'uomo stesso, ma le regole di questo particolare sotto-genere videoludico rimangono incerte quanto mutevoli e, nel corso di questa serie, porteremo ai vostri occhi esempi di videogame di diversa natura e forma, in grado di creare alcune tra le migliori ambientazioni dell'industria intera. Che sia dovuta ad una malsana industrializzazione, a calamità naturali, a dottrine religiose o al semplice obiettivo di controllare le masse, il videogame ha da sempre trovato nelle società distopiche terreno fertile per la creazione di storie e personaggi in grado di stimolare non solo i riflessi e l'abilità del giocatore, ma anche il suo animo. In questo primo appuntamento della nostra rubrica indagheremo su due dei titoli che maggiormente hanno posto quest'ultimo aspetto al centro della loro esperienza di gioco, creando due universi distopici i quali, partendo dalle stesse tre costanti, hanno saputo offrire al giocatore visioni ed attimi indimenticabili.
Leggi l'articolo completo: Distopie - RUBRICA (Multi)



#2
GfxManEye

GfxManEye
  • quasi-Signore&Padrone di Everyeye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Admin Forum
  • Messaggi: : 78718
Mi sa che mi rigiocherò Bioshock Infinite.

#3
Domenico Panebianco

Domenico Panebianco
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 24

Mi sa che mi rigiocherò Bioshock Infinite.

E fai bene ... toptitle 2013 per me.

#4
AlexTheChemist

AlexTheChemist
  • Normal Eye Fan

  • StellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 354

Mi sa che mi rigiocherò Bioshock Infinite.


La seconda volta è anche meglio ;)

#5
AlexMercer

AlexMercer
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 821
Ribadisco il mio appoggio alla redazione per aver votato Bioshock Infinite come migliore ambientazione 2013, piuttosto che TLOU :)

#6
axydraul

axydraul
  • Qualquadra non cosa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Admin Forum
  • Messaggi: : 138030
come ambientazione sicuramente, io ho avuto la fortuna di vederlo a 4k alla GamesWeek, semplicemente sublime

#7
AlexTheChemist

AlexTheChemist
  • Normal Eye Fan

  • StellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 354
Assolutamente!
Potendo scegliere, un bel monolocale su Columbia non lo batte nessuno..vuoi mettere la vista? :sisi:

#8
IcoUeda

IcoUeda
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2916

Raga vorrei leggerlo (stasera con calma vista la lunghezza :asd:), non avendo giocato ancora Bioschock Infinite, pensate ci siano spoiler nell'articolo? :snape:



#9
AlexTheChemist

AlexTheChemist
  • Normal Eye Fan

  • StellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 354

Raga vorrei leggerlo (stasera con calma vista la lunghezza :asd:), non avendo giocato ancora Bioschock Infinite, pensate ci siano spoiler nell'articolo? :snape:


Preparando l'articolo ho cercato di evitare spoiler proprio per chi non avesse ancora avuto modo di giocare a uno dei due titoli. Più che spoiler, trovi dettagli sulle ambientazioni che, altrimenti, scopriresti giocando. Ma il discorso si basa proprio su alcuni di essi :)

Assolutamente nessuna anticipazione, invece, sul finale di Infinite. Per evitare il linciaggio :D

#10
Frattak

Frattak
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 244
Spoilerare il finale di Infinite è probabilmente uno dei reati più gravi in ambito videoludico,punibile con fino a 3 anni di tubo catodico forzato e 30 milioni di c-bills di multa.

#11
AlexTheChemist

AlexTheChemist
  • Normal Eye Fan

  • StellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 354

Spoilerare il finale di Infinite è probabilmente uno dei reati più gravi in ambito videoludico,punibile con fino a 3 anni di tubo catodico forzato e 30 milioni di c-bills di multa.


Quoto in pieno. Purtroppo nei giorni successivi al lancio bisognava andare in giro e utilizzare i social network col paraocchi :sisi:

#12
GfxManEye

GfxManEye
  • quasi-Signore&Padrone di Everyeye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Admin Forum
  • Messaggi: : 78718
Per capirlo ho dovuto leggermi wikipedia :D




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi