Vai al contenuto

Ettore Scola e la stranezza di chiamarsi Federico (Fellini)presto un film su Fellini


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 28 risposte

#1
LadyinBlue

LadyinBlue
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 17

Sono un'appassionata di cinema italiano e in particolare di Fellini!

Non so se avete letto la news che Ettore Scola sta girando un film sul grandissimo regista :-)

Arriverà in autunno nei cinema.

Vi copio la news che ho trovato. Avete aspettative o interesse per questi progetti di nicchia?

 

Roma, 4 giu. (TMNews) - Federico Fellini rivivrà sullo schermo con il film "Che strano chiamarsi Federico" diretto dall'amico Ettore Scola, che uscirà in autunno a 20 anni di distanza dalla morte dell'autore de "La Dolce Vita". Il film è stato scritto da Scola con le due figlie Paola e Silvia e raccoglierà materiali di repertorio, backstage, e ricordi e episodi della lunga amicizia tra i due registi ricostruiti attraverso scenografie realizzate nel celebre Studio 5 di Cinecittà.

Negli studi romani dove Fellini girava i suoi film sono state ricostruite la redazione del Marc'Aurelio, il giornale satirico dove i due registi lavorarono dalla fine anni '40, la casa di Scola dove si incontravano, un bar notturno dove passavano la notte a chiacchierare insieme allo sceneggiatore Maccari. All'inizio del film i due nipoti di Scola, Giacomo e Tommaso Lazotti, interpretano i due grandi registi da giovani, ripercorrendo, fra l'altro, le loro scorribande notturne sull'automobile di Fellini. Il film-ritratto ripercorrerà un lungo percorso di vita di Fellini, dal debutto come disegnatore nel '39 al quinto Oscar nel 1993.

Alla presentazione del film, che ora è in fase di montaggio, Scola ha affermato: "Non so che film verrà fuori, ma dentro ci sono tutti i sentimenti, le emozioni, e ci sarà il debito e la devozione a Federico". Per Scola tutt'oggi Fellini rimane "un Pinocchio che non è mai diventato un bambino per bene". Questo film-evento nasce dalla collaborazione tra Cinecittà Studios, Palomar, Istituto Luce-Cinecittà, Rai Cinema, in collaborazione con Cubovision di Telecom Italia, che lo trasmetterà in anteprima esclusiva per 4 settimane prima dell'uscita in sala.

 



#2
sauron82

sauron82
  • Vola vola volaaaaa topo uccello!!!!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 17479

speriamo non insozzi la figura di Fellini, però di Scola ne ho sempre sentito parlar bene. Comunque per correttezza lascio la parola a chi ne sa di più di me.

 

Benvenuta comunque nella nostra community :).



#3
Quilty

Quilty
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2313
Piú che per Federuccio, che puó contare su una mole di studi ed omaggi a lui dedicati pari solo a quella degli altri tre "Intoccabili" (Kubrick, Kurosawa e Bergman), sono molto contento per Ettore Scola, assente dalle sale da ormai una decina d'anni. Ho avuto spesso l'impressione che a questo cineasta di assoluta centralitá per la storia del cinema italiano non sia stato tributato il giusto riconoscimento, forse per motivi politici e ideologici.

#4
maolo80

maolo80
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati Everyeye
  • Messaggi: : 2932

devo dire che Fellino non lo amo particolarmente anzi diversi film li detesto, sicuramente lo guardero' come film in se e metto la solita polemica : ma esiste solo Fellini nel panorama cinematografico che ha fatto la storia ?...magari sono troppo fissato con Leone ma io vorrei vedere un biopic su di lui...



#5
Yang Wenli

Yang Wenli
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 2180

Piú che per Federuccio, che puó contare su una mole di studi ed omaggi a lui dedicati pari solo a quella degli altri tre "Intoccabili" (Kubrick, Kurosawa e Bergman), sono molto contento per Ettore Scola, assente dalle sale da ormai una decina d'anni. Ho avuto spesso l'impressione che a questo cineasta di assoluta centralitá per la storia del cinema italiano non sia stato tributato il giusto riconoscimento, forse per motivi politici e ideologici.

 

 

Non so se i motivi possano attribuirsi politici e ideologici, ho avuto alcuni scontri con fan del cinema italiano, gente che ne sa di cinema italiano e hanno sempre visto Scola come un regista "minore". Ho sempre trovato i suoi film "capolavori", almeno per me lo è Una Giornata Particolare, La famiglia, La terrazza e C'eravamo tanti amati. Sicuramente è un autore politico, ma ha sempre rappresentato l'Italia come uno specchio, non relegando il passato italiano nel settore romanticismo, basti vedere il suo Brutti, sporchi e cattivi per capire che Scola non romanza il nostro passato.

 

 

Sempre stato dalla parte dei più deboli e poveri, seppure non lesina critiche a quel tipo di classe sociale. L'altro giorno ho visto per la prima volta Il Nuovo Mondo, un altro film azzeccato.  Pure il suo ultimo Gente di Roma era un pregevole film, seppure lontano dai suoi capolavori. Questo progetto è solo positivo, anche per il cinema italiano.



#6
Yang Wenli

Yang Wenli
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 2180

devo dire che Fellino non lo amo particolarmente anzi diversi film li detesto, sicuramente lo guardero' come film in se e metto la solita polemica : ma esiste solo Fellini nel panorama cinematografico che ha fatto la storia ?...magari sono troppo fissato con Leone ma io vorrei vedere un biopic su di lui...

 

 

Ma di Fellini bisogna vedere pure uno cosa ha visto, per dirti c'è mio zio che odia La Dolce vita ma ama I Vitelloni e le Notti di Cabiria, forse perché i suoi film più classici nella narrazione. Vedo gente fuggire davanti a Casanova, Satyricon e La dolce vita, un po' il discorso di Visconti gente che ama Rocco e i suoi fratelli e poi odia Il Gattopardo.



#7
maolo80

maolo80
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati Everyeye
  • Messaggi: : 2932

ecco Satyricon e' uno dei "miei" peggio XD

 

Scola come regista minore e' come definire Star Wars un film "facile"...



#8
LambertoKevlar

LambertoKevlar
  • EyeFolie

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 38981

 

 

Ma di Fellini bisogna vedere pure uno cosa ha visto, per dirti c'è mio zio che odia La Dolce vita ma ama I Vitelloni e le Notti di Cabiria, forse perché i suoi film più classici nella narrazione. Vedo gente fuggire davanti a Casanova, Satyricon e La dolce vita, un po' il discorso di Visconti gente che ama Rocco e i suoi fratelli e poi odia Il Gattopardo.

Io adoro il Gattopardo,ce lo fecero vedere a scuola il primo anno di liceo.Sarò malato. :will2:



#9
LadyinBlue

LadyinBlue
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 17

Su Scola la penso come Yang: Una giornata particolare è un film, a mio parere, straordinario... forse anche per merito di due attore come Mastroianni e la Loren. Idem "C'eravamo tanto amati". 
Ma non posso dire di conoscere benissimo la sua filmografia, ad esempio Gente di Roma non l'ho visto quando uscì.

Bisognerà capire meglio che impronta vuole dare a quest'opera. Comunque ora che ho scoperto la notizia, in rete sot trovando tante news e anche interviste a Ettore Scola! 

 

@SuperEyeFan: ma neanche La strada e La dolce vita ti piacciono di Fellini? 



#10
maolo80

maolo80
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati Everyeye
  • Messaggi: : 2932

c'e' chi dice che 2001 sia un film noioso quindi tutto e' possibile...



#11
LadyinBlue

LadyinBlue
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 17

Anche questo è vero!



#12
Yang Wenli

Yang Wenli
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 2180

c'e' chi dice che 2001 sia un film noioso quindi tutto e' possibile...

 

 

Per me è anche questione di affinare i gusti, pure l'età in cui si vede un film conta. Antonioni a quindici e sedici anni non lo capivo, seppure avevo una vaga percezione dei suoi "capolavori". Un po' affrontando un determinato tipo di cinema che uno si fa le ossa, per poi arrivare ad apprezzare tutto. Alla fine sono un onnivoro, mi guardo veramente di tutto, ma è affrontando il grande cinema che c'è un'ampia veduta dell'intero panorama cinematografico.

 

 

Alla fine per Il Gattopardo, bisogna anche capire che è uno spaccato di vita ed entrare in quel tipo di narrazione, oltre ovviamente i temi presi dal romanzo. Ci vuole passione e pure voglia, poi capisco la voglia di una narrazione classica come I Vitelloni e un Rocco e i suoi fratelli.

 

 

Per me Amarcord è arte pura, ma ho visto una marea di gente non riuscire ad entrare nello spaccato di vita e nei ricordi onirici dell'autore, non è mai facile entrare nel tocco autoriale di un autore. Ammetto che la letteratura, leggendo i molti stili di autori diversi e lo spirito di nazioni diverse, mi ha aiutato non poco ad entrare in due scarpe in film come Amarcord, Satyricon e un Morte a Venezia.

 

La narrazione classica fa sempre presa, molti grandi autori hanno un loro film più "classico", appunto consiglio sempre di esplorare il resto del regista e non fermarsi ai film più famosi. Se non piace amen, magari si ritenta più avanti quando uno si è visto altri film simili e può entrare meglio nell'ottica di un grande regista.



#13
maolo80

maolo80
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati Everyeye
  • Messaggi: : 2932

quello che dici e' vero, da un certo punto di vista (cit. Star wars :D)...



#14
LadyinBlue

LadyinBlue
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 17

tutta la discussione mi ha fatto ricordare un episodio:

ero con un mio amico edicolante e si chiacchierava su quale film vedere la sera.

Casualmente davanti a noi, come cliente, era arrivato un regista teatrale, molto stimato in città!

Allora ci rivogliamo a lui e gli chiediamo che film vedere!

E lui, senza mezzi termini, sentenziò: " In the mood for love". L'unico vero capolavoro degli ultimi dieci anni!"

Io avevo sentito parlare del film di Wong kar Wai, ma non l'avevo visto ancora e così decidiamo di seguire il suggerimento.

 

beh, ragazzi... consideratemi ignorante, arida, superficiale... ma io l'ho trovato un film orrendo, noioso, privo di mordente, di storia, di passione e poco interesante anche dal punto di vista tecnico! Uno strazio!

Il giorno dopo tornai all'edicola del mio amico solo per rivedere il regista e dirgli il mio parere sul film capolavoro.

 

Comunque sulla discussione "autoriale" lancerei dentro un altro nome: Pedro Almodovar !

Per molti è il sinonimo del cinema spagnolo, come fosse l'unico autore.

Ho trovato molto interessante questo post del blog di Cineama, che seguo. Ditemi che ne pensate: http://cameo.cineama...ons/#comment-60



#15
Quilty

Quilty
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2313

tutta la discussione mi ha fatto ricordare un episodio:
ero con un mio amico edicolante e si chiacchierava su quale film vedere la sera.
Casualmente davanti a noi, come cliente, era arrivato un regista teatrale, molto stimato in città!
Allora ci rivogliamo a lui e gli chiediamo che film vedere!
E lui, senza mezzi termini, sentenziò: " In the mood for love". L'unico vero capolavoro degli ultimi dieci anni!"
Io avevo sentito parlare del film di Wong kar Wai, ma non l'avevo visto ancora e così decidiamo di seguire il suggerimento.
 
beh, ragazzi... consideratemi ignorante, arida, superficiale... ma io l'ho trovato un film orrendo, noioso, privo di mordente, di storia, di passione e poco interesante anche dal punto di vista tecnico! Uno strazio!
Il giorno dopo tornai all'edicola del mio amico solo per rivedere il regista e dirgli il mio parere sul film capolavoro.
 
Comunque sulla discussione "autoriale" lancerei dentro un altro nome: Pedro Almodovar !
Per molti è il sinonimo del cinema spagnolo, come fosse l'unico autore.
Ho trovato molto interessante questo post del blog di Cineama, che seguo. Ditemi che ne pensate: http://cameo.cineama...ons/#comment-60


Dite a Blindevil di prendersi una vacanza.




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi