Vai al contenuto

Assassin's Creed III-2 - SPECIALE

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 21 risposte

#1
The Newser

The Newser
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 107007
Assassin's Creed III-2 - SPECIALE
E se Assassin's Creed III fosse solo il primo capitolo di una trilogia dedicata a Connor?
Chi scrive ha regolarmente acquistato una copia Xbox 360 di Assassin's Creed III e lo ha terminato circa due mesi più tardi. Questo per dire che la sua esperienza con lo stealth Ubisoft non ha avuto fine diverso dal puro svago e dal passatempo a conclusione di giornate affaccendate. Egli ha quindi portato a termine la storia principale, si è ben divertito nel dare l'assalto ai forti o rintracciare (non tutti) i Gingilli di Gambadilegno, ha riscoperto che la scalata di tutti i Punti di osservazione - vai a capire - è una delle sue attività preferite negli AC e ha snobbato allegramente le tanto pubblicizzate missioni navali. Nonostante abbia acquistato l'edizione limitata che ne conteneva di aggiuntive.Ha così assistito al finale in cui Desmond blablabla, giudicandolo con un immenso "meh". Quindi ha partorito nella sua mente, come Zeus nei confronti di Atena, il seguente pensiero: è un peccato che Assassin's Creed III non avrà un seguito diretto, come Assassin's Creed II con Brotherhood...SPOILER A GO GO: il qui presente articolo si rivolge espressamente a coloro che hanno giocato e portato a termine Assassin's Creed III. Il rischio spoiler è sempre in agguato e ci spiacerebbe moltissimo se le nostre parole rovinassero la vostra esperienza di gioco. Anzi, tira in ballo anche i finali dei precedenti episodi della saga, quindi siete avvisati!
Leggi l'articolo completo: Assassin's Creed III-2 - SPECIALE (Multi)

Attenzione: Regole moderazione commenti nei topic degli articoli di Everyeye.it
Gli utenti sono liberi di esprimere la propria opinione sull''argomento di cui l''articolo tratta, sulla sua qualità, sui contenuti ed ovviamente sui voti assegnati.

Non saranno tuttavia tollerati in alcun modo i commenti che contengano insulti, critiche di scarsa professionalità, o i post che accusino il Network di essere in malafede, venduto e prezzolato. Anche la qualità dei commenti deve sempre tenere conto del rispetto per il lavoro dellaredazione. Critiche sì, insulti no.

Commenti di siffatta natura saranno immediatamente cancellati, e l''utente in questione sospeso per almeno una settimana.
Senza preavviso, senza invio di messaggi personali, e senza discussione alcuna da parte della moderazione o della redazione, che sarà intransigente a riguardo.



#2
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061
Non prenderla come un'offesa, ma di Desmond non hai capito davvero nulla. Per il resto bell'articolo, specie la parte sul rapporto tra Connor e suo padre.

PS. Quello non era uno stadio di calcio, ma di MMA.

#3
Guest_Lorenzo LadoganaeYe

Guest_Lorenzo LadoganaeYe
  • Gruppo: Ospiti
Diciamo che dire è una situazione quantomeno paradossale, visto che alla fine il motivo per cui Desmond è un brutto personaggio non è affatto colpa della sua personalità, ma del pessimo sviluppo che la Ubisoft, casa di produzione incoerente e un pò ladra, gli ha dato a mozzichi nel corso di questi anni.
La speranza di avere una buona sezione nel presente era plausibile ma alquanto vana, vista la linea di pensiero adottata dai producer del terzo ma anche quinto capitolo della saga, come abbiamo potuto sentire dalle parole di Alex "sperotivengaunembolo" Hutchinson. Desmond era stato tagliato fuori, scartato, probabilmente perchè visto come una costante fastidiosa e asportabile. Un vero peccato. Un autogol, oserei dire. Perchè per quanto si può vedere dalla situazione attuale la Ubisoft ha perso quasi totalmente la fiducia dei fan storici della saga: si aprla già di un presente ridotto a cluster ed immagini. Buon per loro, ma per quanto riguarda me se così sarà, anche se proseguissero con Connor ce mi è molto piaicuto o introdcessero il peggio bellone figo ninja, io i giochi non gieli compro più. O al massimo li prendo scontati a metà prezzo.

Desmond Miles era un gran bel personaggio. Peccato.

#4
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061
Hutchinson deve cambiare lavoro.

#5
karonte87

karonte87
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4875
mi piacerebbe che anche connor avesse una sua trilogia.
quella di ezio non mi è pesata per nulla. forse un pò revelation, ma questo era cmq narrativamente il migliore con un finale da dio.

quindi spero che continuino con connor con, ovviamente i dovuti, anche se non eclatanti, aggiustamenti.


#6
Guest_Lorenzo LadoganaeYe

Guest_Lorenzo LadoganaeYe
  • Gruppo: Ospiti
Finale da Dio? Cosa? Dove? Abbiamo giocato allo stesso gioco?

#7
Moony Mastermind

Moony Mastermind
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 66
Io avevo sognato che, dopo questo capitolo, avremmo finalmente potuto godere di un AC totalmente di Desmond, nei panni di Assassino completo in lotta contro gli odierni templari, sarebbe stato davvero bello vedere una fusione tra stile "medievale" (lame uncinate e quant'altro) e stile moderno (magari con pistole e roba varia).

#8
mal

mal
  • Jumping Jack Flash

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 5844

Non prenderla come un'offesa, ma di Desmond non hai capito davvero nulla

ecco mi hai tolto le parole di bocca...cioè è proprio per questo errore di valutazione nei confronti di desmond che noi poveri fan non abbiamo avuto ciò che più di tutto avrmo voluto ed avremo dovuto avere...ossia un capitolo nel presente con protagonista desmond...molto più in divenire e fragile e complesso del pur apprezzabile connor...se solo il povero desmond ed i fantastici william,rebecca,shaun,cross e vidic avessero avuto un capitolo dove esprimersi a pieno come personaggio ora anche chi ha scritto l'articolo si sarebbe reso conto di quanto fosse eccezionale come personaggio desmond...peccato...potevamo avere il massimo da lui ed invece abbiamo avuto il minimo :(

Modificata da mal, 04 January 2013 - 07:34 PM.


#9
Cocò

Cocò
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1100
Rispondo su Desmond: tra me e lui non c'è mai stata empatia, non c'era quando lui era all'Abstergo, non c'è nemmeno nella grotta quando tutto si svela.
Francamente non mi capacito di come si possa provare simpatia per lui e per gli altri personaggi contemporanei. E' vero gli si dedica poco spazio, ma mettendo insieme le varie missioni nei 5 capitoli ne esce un certo quantitativo di ore capaci di definire il personaggio, infondergli una personalità e delle motivazioni.
Rispetto le vostre opinioni, ma sarà che ho apprezzato gli Assassin's Creed sopratutto per le ricostruzioni storiche, Desmond proprio non l'ho mai sopportato.

#10
Outsider 87

Outsider 87
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1320
Su Desmond penso che tutto dipenda dal poco spazio che è stato dato alle vicende del presente: non nascondo di essere stato piuttosto deluso dalle 3 missioni del presente senza contare che il finale me lo aspettavo di tutt'altro tenore e di tutt'altra epicità (un Hitman Absolution qualunque, in cui la storia è quasi un corollario, ha un finale decisamente più epico), invece mi ha deluso tantissimo. E speravo anche di giocare un pò con Desmond in modo da salvare veramente il mondo e non vedermi un noioso filmato in cui si spiega tutto e niente!

Non capisco invece l'avversione per le battaglie navali: è vero, centrano poco o nulla con le meccaniche di Assassin's Creed, ma meritano diverse menzioni d'onore perchè sono, secondo me, una delle cose più riuscite in Assassin's Creed (non solo il 3, ma l'intera saga). E anzi, sarei curioso di vedere un gioco sui pirati o uno spin-off di AC in cui giocare, per il 90%, per mare :) Anche perchè francamente non ricordo produzioni di battaglie navali con una grafica di questo tipo!!!

#11
Guest_Lorenzo LadoganaeYe

Guest_Lorenzo LadoganaeYe
  • Gruppo: Ospiti
Ecco, questo mi suona ancora piu' strano: facciamo che si può anche considerare Desmond un personaggio antipatico e poco interessante. Non ti piace, e ok, ci sta.
Ma considerare un qualsiasi altro personaggio del presente meno interessante o coinvolgente di un qualsiasi personaggio del passato (che a arte casi come Leonardo o Malik sono macchiette. Tipo immedesimarsi in un Paul Revere piuttosto che in uno Shaun Hastings mi smebra una balordata).

Sull'AC visto per le ricostruzioni storiche assolutamente, sono l'elemento di punta del gioco, ma on ho ma disprezzato il fatto che fossero rappresentate e miscelate con fase di computer tecnologie futuristiche. a cosa più interessante ed accattivante ei prmi capitoli era proprio l fatto che ogni tanto sentivi che la Firenze e o la Venezia che stai visitando in realtà sono simulazion, e le musice molto elettroniche di Jesper Kyd accentuavano questo tipo di esperienza.
Questo in ACIII si è andato un pò a perdere, ma è ben lungi da essere il grande problema di costruzione del gioco...


#12
mal

mal
  • Jumping Jack Flash

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 5844

Rispondo su Desmond: tra me e lui non c'è mai stata empatia, non c'era quando lui era all'Abstergo, non c'è nemmeno nella grotta quando tutto si svela.
Francamente non mi capacito di come si possa provare simpatia per lui e per gli altri personaggi contemporanei. E' vero gli si dedica poco spazio, ma mettendo insieme le varie missioni nei 5 capitoli ne esce un certo quantitativo di ore capaci di definire il personaggio, infondergli una personalità e delle motivazioni.
Rispetto le vostre opinioni, ma sarà che ho apprezzato gli Assassin's Creed sopratutto per le ricostruzioni storiche, Desmond proprio non l'ho mai sopportato.

bhe le ricostruzioni storiche sono belle penso piacciano a tutti noi ma il fulcro reale del gico doveva essere il presente...doveva essere qualcosa che legava tutto e che quando tutto era stato raccontato sarebbe dovuto diventare il centro di tutto...affezionandoci troppo alla parte storica di Ac rischiamo di perdere la vera storia di Ac che è una storia stupenda che aveva (o forse ha ancora) un protagonista grandioso come desmond...credo che tu abbia valutato il suo personaggio in modo approssimativo...perchè lui era realmente il centro di tutto era il personaggio criptico a cui tutti aprivano il loro sapere...era come la nostra guida sui fatti del gioco...ed allo stesso tempo viveva da uomo a differenza dei soliti steriotipati protagonisti dei giochi tutti perfettini oppure totalmente fuorri di testa...lui era l'esempio di un protagonista più umano che cresce davanti a noi capitolo dopo capitolo...


#13
MarkoDeeJay

MarkoDeeJay
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1796
Credo che la recensione sia davvero ben fatta. Da grande fan di AC ammetto di aver saltato a piè pari le missioni navali, tanto decantate, e non essermi messo a trovare tutto il trovabile.

Tuttavia, come tu stesso hai detto, AC è puro svago e passatempo, perciò ti sono sfuggite alcune cose che probabilmente ti avrebbero fatto vedere Desmond sotto un'altra luce, e non ti avrebbero fatto credere che Ezio provenisse da una famiglia aristocratica.

Ezio Auditore, così come la sua stirpe, non sono degli Auditore. Nella cripta di famiglia, presente a Monteriggioni nel secondo capitolo della serie, viene proprio espresso il fatto che rubarono il cognome per mantenersi anonimi, poiché erano ricercati. Spiega anche come mai dobbiamo andare a cercare le mappe segrete dentro dei forzieri pieni d'oro.

La storia di Desmond invece è finalmente raccontata nei terribili (a mio parere) livelli in prima persona (se non primo spirito, visto che non è presente un corpo) in Revelations. La costrizione di un ragazzo che si vede addestrare senza un apparente motivo, in una fattoria che per lui è come una prigione, attendendo l'arrivo di nemici improbabili che non si sono mai visti. L'adolescenza passata nascondendosi e non potendo abbandonare quel luogo, e la voglia incredibile di poter semplicemente vivere. Una scelta che lo porta a diventare un personaggio probabilmente mediocre, barista di professione, che tenta di fare le cazzate che non ha mai potuto fare da ragazzo, finché non viene rapito e scopre che tutto ciò che avevano fatto era semplicemente proteggerlo.

Un Desmond che indaga sulle visioni a causa dell'effetto osmosi, un Desmond che diventa sempre più responsabile e determinato, che confonde ormai realtà e ricordo, ma soprattutto un Desmond che non ha avuto uno spazio completamente per sé nell'ultimo capitolo.

E' vero, AC III è davvero stato un bel gioco, ma non è la giocabilità che piaceva a noi assassini (giusto per prenderla a ridere) ma la storia profonda ed intrigata, assieme alla crescita del protagonista, che eravamo sicuri (e sono convinto che sia così per tutti i vecchi e fedeli fan) che sarebbe colmata in un capitolo basato e strutturato attorno a Desmond.

Evidentemente i team in aumento, i soldi, ed altre circostanze hanno distolto qual era la trama primaria, degenerando in un capitolo ben fatto, ma che distrugge una saga che meritava un finale ben diverso, ed una storia ben diversa.

Io mi ricordo. Dove sono gli altri oggetti come la mela dell'eden, dei quali Altair a fine gioco riusciva a vederne l'esatto posizionamento? Dov'è finita la guerra tra Assassini e Templari? Tutto si è ridotto a salvare la terra, ma era questo il fine ultimo della trama iniziale? Cosa c'entra Connor con tutto questo, se non per giustificare la ricerca di una "chiave"? Lui ha scelto questa strada per il solo motivo di voler salvare il proprio villaggio. Della lotta tra assassini e templari non glien'è mai fregato nulla, ha sempre seguito i suoi interessi ed ha sfruttato Achille. Se al posto di Achille avesse avuto un templare come guida, sarebbe diventato un templare, pur di conseguire i suoi interessi.

E tu vorresti un secondo capitolo su di lui?
Scusate se ho scritto troppo, ma probabilmente era il post più giusto dove parlarne.

Modificata da MarkoDeeJay, 04 January 2013 - 09:22 PM.


#14
Cocò

Cocò
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1100
Non ho mai detto che preferisco i personaggi del passato a quelli del presente. Leonardo e Machiavelli per fare due nomi li ho trovato insopportabili, sono rappresentati in maniera machiettistica solo per assecondare gli stereotipi degli americani.

Desmond cresce di capitolo in capitolo e per certi versi con alcuni colpi di scena raccorda l'intera narrazione. Poteva essere un personaggio eccezionale e invece gli sceneggiatori lo hanno approfondito poco. Già solo il fatto che nel II gli enigmi del Soggetto 16 erano risolti da Ezio (o comuqnue non c'era nessun passaggio al futuro) la dice lunga sul rapporto tra assassini del passato e Desmond e su chi sia il preferito.

Poco da aggiungere sulle battaglie navali. Non mi è piaciuto come sono state impostate, troppo semplicistiche nella simulazione, incapacità con l'IA alleata di concertare tattiche di gruppo (quante volte ho cozzato con le navi alleate!) e in generale poco attinenti dal punto di vista storico.

#15
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061
In realtà i glifi/cluster erano risolti da Desmond. Ezio è una marionetta controllata dallo stesso Desmond in uno spazio virtuale tridimensionale.




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi