Vai al contenuto

Hitman Damnation - RECENSIONE

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 3 risposte

#1
The Newser

The Newser
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 104660
Hitman Damnation - RECENSIONE (Libri)
Il prequel ufficiale di Hitman Absolution è tutto da leggere!
Hitman Absolution non è solo uno dei migliori stealth game dell'annata, ma anche un significativo turning point per la saga dell'Agente 47. L'uccisione di Diana Burnwood nelle primissime fasi dell'avventura, la sua handler, la donna dell'Agenzia che lo ha salvato in ripetute occasioni, rompe qualsiasi legame narrativo con le precedenti incarnazioni della serie, ma giocoforza apre un inedito filone in cui vedremo l'assassino professionista prendersi cura della quattordicenne Victoria.Chi sia questa ragazza e perchè è così importante per l'Agenzia e Diana è motivo dell'assoluzione videoludica dell'Agente 47. Ma agli appassionati della saga forse interesserà altrettanto conoscere il destino di Diana: perchè ha improvvisamente abbandonato l'Agenzia? Perchè hanno inviato proprio l'Agente 47 sulle sue tracce? Perchè non mostra alcuna esitazione nel premere il grilletto? "E' solo un altro lavoro" come ripete tra sé mentre si avvicina a lei per l'esecuzione oppure c'è sotto qualcos'altro? Un tradimento nei suoi confronti?L'antefatto di Hitman Absolution è così stato raccolto dal romanziere Raymond Benson in Hitman Damnation, prequel ufficiale dell'ultimo videogioco. Una lettura fruibile tranquillamente a sé stante, con una costruzione narrativa ovviamente superiore a quella dei videogiochi di IO Interactive, ma assolutamente imprescindibile in coppia con Absolution.
Leggi l'articolo completo: Hitman Damnation - RECENSIONE (Libri)

Attenzione: Regole moderazione commenti nei topic degli articoli di Everyeye.it
Gli utenti sono liberi di esprimere la propria opinione sull''argomento di cui l''articolo tratta, sulla sua qualità, sui contenuti ed ovviamente sui voti assegnati.

Non saranno tuttavia tollerati in alcun modo i commenti che contengano insulti, critiche di scarsa professionalità, o i post che accusino il Network di essere in malafede, venduto e prezzolato. Anche la qualità dei commenti deve sempre tenere conto del rispetto per il lavoro dellaredazione. Critiche sì, insulti no.

Commenti di siffatta natura saranno immediatamente cancellati, e l''utente in questione sospeso per almeno una settimana.
Senza preavviso, senza invio di messaggi personali, e senza discussione alcuna da parte della moderazione o della redazione, che sarà intransigente a riguardo.



#2
Discipline

Discipline
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4323
una piccola considerazione.....
sara' che quando ho iniziato a giocare (si parla del commodore 64) era impensabile trovare un libro basato su un videogioco, ma io sta cosa dei libri di halo, mass effect ecc proprio non la capisco.
con tutta la letteratura che la razza umana ha prodotto fino ad oggi andarsi a leggere il libro di halo mi sembra assurdo. ci sono tantissimi romanzi scritti meglio e che sicuramente possono arricchire un lettore piuttosto che sta cartaccia riempita di inchiostro giusto per sfruttare un brand.
comunque se piacciono...buona lettura.....

#3
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061
I libri sono pensati perlopiù per i fan, e vanno ad approfondire/allargare l'universo del gioco, che sia piccolo o grande. Li apprezzo proprio perché guardano il mondo di gioco da un'altra prospettiva.

#4
Umberto_SturacessiEsperto

Umberto_SturacessiEsperto
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 688

io sta cosa dei libri di halo, mass effect ecc proprio non la capisco.
con tutta la letteratura che la razza umana ha prodotto fino ad oggi andarsi a leggere il libro di halo mi sembra assurdo. ci sono tantissimi romanzi scritti meglio e che sicuramente possono arricchire un lettore piuttosto che sta cartaccia riempita di inchiostro giusto per sfruttare un brand.


this absolutely




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi