Vai al contenuto

( Apple ) record di vendite per la biografia di S.Jobs


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 6 risposte

#1
LUK@

LUK@
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 52662
(ANSA) - ROMA, 24 OTT - Una tiratura di 125 mila copie, con una ristampa di 50 mila gia' nel primo giorno di uscita: sono questi i primi dati che fornisce Mondadori su Steve Jobs, la biografia che da oggi e' disponibile nelle librerie di tutto il mondo scritta da Walter Isaacson. Sempre secondo Mondadori, l'editore italiano del libro, le prenotazioni del libro sull'iBookstore della Apple sono state 5 mila.

#2
davidus

davidus
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 9992
Comprato ieri su ibook store

#3
LUK@

LUK@
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 52662

Comprato ieri su ibook store


aspettiamo un tuo parere ;)

#4
davidus

davidus
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 9992

aspettiamo un tuo parere ;)

sono 1117 pagine......

non sono un divortatore di libri dovreste apettare almeno l'estate 2012 :D
poi non saprei dare un buon commento tecnico, sono ben altre le persone che possono farlo

#5
gentilecongarbo

gentilecongarbo
  • #hashtag

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 15448
Magari stasera inizio a leggerlo :sisi:

E si sono un divoratore di libri, se mi prende e trovo il tempo giro un paio di giorni vi farò sapere :sese:

#6
GfxManEye

GfxManEye
  • Admin & Founder

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Admin Forum
  • Messaggi: : 85387
Sono a pagina 220, molte cose le sapevo già, molte altre no :o
Cioè sono scioccato da certe cose.... acidi, lsd, comportamento quasi maniacale. Sono arrivato al 1984 lancio di machintosh. Fin ora è stimolante, ma poco avvincente. Troppe cose le sapevo già, altre mi hanno lasciato molto perplesso, altre ancora deluso. Fin ora è tutto un po' superficiale, vedremo nelle prossime pagine se le cose, con l'avvicinarsi dei tempi "moderni" si fanno più interessanti.

Alcuni concetti sul ricercare perfezione, bellezza anche in quello che non si vede, sono però molto stimolanti.

Al mio ritmo dovrei finire il libro in una settimana, essendo una biografia non è così scorrevole e piacevole da leggere.

Piccolo ot: da vecchio utente amiga ( a cui devo la mia formazione tecnico artistica) sono scioccato dal constatare che anche all'epoca di internet, ed anche nel campo dei computer, la storia la fanno in vincitori. Cioè si Jobs era un genio, visto cosa è riuscito a creare dal apple1 al mac ad ipod ad iphone, ma come si fa a parlare di macchina rivoluzionaria e senza paragoni il primo mac, del 1984 quando l'amica 1000 è del 1985 e sappiamo tutti di cosa era in grado di fare?

Jay miner, morto nel 1994, il genio che ha creato l'amiga, viene a mala pena ricordato, ma è stato un genio le cui capacità tecniche avevano un che di Alieno, l'amiga era 10 anni avanti a tutto tecnologicamente dal punto di vista hardware e software, ma praticamente è come se non fosse esistita. Creata senza i miliardi di Apple, senza un gruppo di 50 ingegneri massacrati dalla "pazzia" di Jobs, senza assurdi proclami di rivoluzione e di incomparabile perfezione: ma era molto superiore al mac nell'hardware subito, nel software dopo pochi anni. Certo l'immobilismo della Commodore la destinò al fallimento.

Jobs in effetti ha avuto nella sua grandezza non solo la capacità di creare, ma anche di vendere.

#7
mezzania

mezzania
  • Innocuo se usato secondo le istruzioni

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 7631

Piccolo ot: da vecchio utente amiga ( a cui devo la mia formazione tecnico artistica) sono scioccato dal constatare che anche all'epoca di internet, ed anche nel campo dei computer, la storia la fanno in vincitori. Cioè si Jobs era un genio, visto cosa è riuscito a creare dal apple1 al mac ad ipod ad iphone, ma come si fa a parlare di macchina rivoluzionaria e senza paragoni il primo mac, del 1984 quando l'amica 1000 è del 1985 e sappiamo tutti di cosa era in grado di fare?

Jay miner, morto nel 1994, il genio che ha creato l'amiga, viene a mala pena ricordato, ma è stato un genio le cui capacità tecniche avevano un che di Alieno, l'amiga era 10 anni avanti a tutto tecnologicamente dal punto di vista hardware e software, ma praticamente è come se non fosse esistita. Creata senza i miliardi di Apple, senza un gruppo di 50 ingegneri massacrati dalla "pazzia" di Jobs, senza assurdi proclami di rivoluzione e di incomparabile perfezione: ma era molto superiore al mac nell'hardware subito, nel software dopo pochi anni. Certo l'immobilismo della Commodore la destinò al fallimento.

Jobs in effetti ha avuto nella sua grandezza non solo la capacità di creare, ma anche di vendere.


Probabilmente a chi è giovane sembrerà strano, ma tutti i tuoi commenti sull'Amiga (splendido sistema) era proprio quello che si diceva di Apple fino a 10/15 anni fa: il vincitore era (e in effetti è) il PC-Win, e si parlava (parlavano) solo della grandezza di Gates (pensa un po' ... ) mentre Apple e Jobs erano sconosciuti ai più. Anzi, ricordate che per decenni moltissime persone erano fermamente convinte che il macintosh fosse una copia di Windows :lol:




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo