Vai al contenuto

This Must Be the Place (2011) [rece: 6,5]di Paolo Sorrentino con Sean Penn, Frances McDormand


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 50 risposte

#1
Cinematografo

Cinematografo
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 28717
This Must Be the Place - RECENSIONE (Cinema)
L'atteso esordio 'yankee' del nostro Paolo Sorrentino
Le note di Da Da Da dei Trio che accompagnavano i titoli di coda de Il Divo risuonano ancora oggi nelle orecchie di molti. E non è un caso – forse – che uno dei temi predominanti della nuova fatica registica di Paolo Sorrentino sia proprio la musica, ma non una musica qualsiasi. Parliamo infatti di Rock ‘n Roll, genere che annovera nel proprio albo il contributo di artisti come Jimi Hendrix, i Rolling Stones, i Led Zeppelin, gli AC/DC e i Talking Heads, e sono proprio quest’ultimi ad aver ispirato il 41enne regista partenopeo per dare vita alla sua quinta opera cinematografica, la prima della sua filmografia girata in lingua inglese. This must be the Place è infatti il titolo di una loro canzone del 1983 contenuta nell’album Speaking in Tongues, che anticipa già buona parte della trama e il cui ritmo trascinante farà spesso da sfondo allo scorrere degli eventi.Caratteristica principale del cinema di Paolo Sorrentino è però quella di non adagiarsi mai sul lavoro di altri, come testimoniano, d’altronde, i quattro film da lui diretti precedentemente, che seppur ispirati all’attualità erano tutti, senza eccezione, partoriti dalla sola ed unica immaginazione del regista senza “debiti” di alcun tipo. Regola confermata anche in questo This must be the Place, che trae sì origine dal già citato pezzo della band statunitense capitanata da David Byrne – il quale, oltre ad aver firmato la colonna sonora del film, è protagonista di un’esibizione musicale live e compare in un cameo nel ruolo di se stesso – ma sviluppa comunque una storia priva di qualsiasi riferimento al testo della canzone, se non a livello superficiale.
Leggi l'articolo completo: This Must Be the Place - RECENSIONE (Cinema)

Attenzione: Regole moderazione commenti nei topic degli articoli di Everyeye.it
Gli utenti sono liberi di esprimere la propria opinione sull''argomento di cui l''articolo tratta, sulla sua qualità, sui contenuti ed ovviamente sui voti assegnati.

Non saranno tuttavia tollerati in alcun modo i commenti che contengano insulti, critiche di scarsa professionalità, o i post che accusino il Network di essere in malafede, venduto e prezzolato. Anche la qualità dei commenti deve sempre tenere conto del rispetto per il lavoro dellaredazione. Critiche sì, insulti no.

Commenti di siffatta natura saranno immediatamente cancellati, e l''utente in questione sospeso per almeno una settimana.
Senza preavviso, senza invio di messaggi personali, e senza discussione alcuna da parte della moderazione o della redazione, che sarà intransigente a riguardo.



#2
six00

six00
  • Scott ci porti su

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 15830

è un film come ce ne sono davvero pochi


raga mettetevi daccordo. un film da 6.5 è un perla rara, quelle vaccate a cui avete dato 8.5 cosa sono? voto soggettivo ok, magari parlatevi tra recensori, fate una media. le recensioni sono tutte interessanti e ben fatte ma i voti stanno diventando una barzelletta, fate prima a toglierli e puntare sul riassunto finale lasciando agli utenti la media voto oppure "sei daccordo con il recensore? "si/no".

#3
Dr. Manhattan

Dr. Manhattan
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1088
Dalla recensione traspare l'intento di far capire che è un film particolare, fatto a suo modo, originale direi...No?
Dalla recensione sembra di capire che questo film farà discutere e che è un film che ribadisce che Sorrentino è uno dei pochissimi registi "vivi" nel non-panorama italiano del nostro cinema.
Quindi...
Io osservo perlpesso il 6 e mezzo e capisco che davvero è ora di smetterla di dare numeri.
Non voti, ma numeri, perchè questo sono. Cifre.
Questo 6.5, analizzando le parole della recensione, cosa significa? E' un film originale e speciale ma non tutti lo capiranno o apprezzeranno?
E' un film carino e basta? però anche se NON fosse riuscito (cose che non traspare dalla recensione), sarebbe abbastanza coraggioso e anticonformista sulla carta per annichilire anni di cinemino italiano e strappare di più di una sufficienza-e-mezzo...
Non so, credo di esser d'accordo col fatto che il voto ormai è superfluo e dannoso, anche per i parametri che ormai si decidono di scegliere e nei quali non mi trovo (8 e passa per sucker punch-aborto cinema, e un 6.5 con recensione però rendenzialmente positiva a tutto tondo che sembra esistere solo perchè sostanzialmente non sembra centrare molto con l'ambiente ludico generale... boh.
Non ho capito nulla a 'sto giro. E non perchè di questo film ne stanno parlando un gran bene, ma perchè anche QUI se ne parla bene, ma poi il numero del cacchio sembra esser quello solo per non destare i bollenti spiriti di nessuno.
Ripeto., non vi ho capiti.

#4
GfxManEye

GfxManEye
  • quasi-Signore&Padrone di Everyeye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Admin Forum
  • Messaggi: : 78752
Ciao Ragazzi, parlando con il responsabile dell'area cinema, abbiamo deciso di aggiungere un paio di righe nel commento finale che diano anche una spiegazione del voto. In effetti è un film di nicchia, molto bello, ad alcuni piacerà moltissimo. E' anche vero che si tratta di un film particolare, e che a molti altri potrebbe apparire poco più che sufficiente. Mai come in questo caso il sistema di votazione 1-10 si rivela inadatto e fuorviante, rispetto al quadro generale espresso dall'intero articolo sul film.
In effetti comunque, non siamo stati chiari fin da principio su questo aspetto, in questo caso, anche io sono rimasto un pò "stranito dal voto" non avete tutti i torti.

#5
GfxManEye

GfxManEye
  • quasi-Signore&Padrone di Everyeye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Admin Forum
  • Messaggi: : 78752

raga mettetevi daccordo. un film da 6.5 è un perla rara, quelle vaccate a cui avete dato 8.5 cosa sono? voto soggettivo ok, magari parlatevi tra recensori, fate una media. le recensioni sono tutte interessanti e ben fatte ma i voti stanno diventando una barzelletta, fate prima a toglierli e puntare sul riassunto finale lasciando agli utenti la media voto oppure "sei daccordo con il recensore? "si/no".

Grazie del suggerimento, ci stiamo pensando su, però non ci trattare male :D

#6
Francesco Manca

Francesco Manca
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 152
Salve,
sono l'autore della recensione. In effetti mi sento di condividere quanto afferma Simone, ovvero che, quando ci si trova davanti a film così particolari - non saprei come altro definirli - è sempre molto difficile esprimere un giudizio numerico fedele a quanto espresso in parole. Il 6.5 non sta dunque a significare che This must be the Place sia un film "così così", perchè non lo è affatto. Ma già quando si dice che non è capolavoro - e nella recensione è chiaramente messo in evidenza - dovrebbe quantomeno sorgere spontaneo pensare che, dopo il commento finale, non ci sarà un voto oltremodo positivo. Sta di fatto che 6.5 è distante solo 5 decimi da 7, e se il voto fosse stato questo, sono quasi certo che nessuno - o quasi - avrebbe avuto nulla da obiettare.
Certo poi sui voti che si danno ai film è ancora in corso una diatriba che dura ormai da decenni. Chiaramente - se questo può in qualche modo "sollevarvi" - un 6.5 dato a Sorrentino vale molto di più che un 8 dato a Zack Snyder, tanto per rimanere in linea con l'esempio da voi citato.

#7
Touma Mitsuhashiba

Touma Mitsuhashiba
  • Se la vita non ti sorride, tu falle il solletico!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 6953
Ciao ragazzi. Mi fa piacere vogliate collaborare al miglioramento del sito con proposte e critiche, quando costruttive.
Non è la prima volta che ci sono polemiche sul metro di giudizio applicato ai voti. Più di una volta vi ho invitato (parlo in generale, non nello specifico con chi è intervenuto nel topic) a guardare il voto come ad un corollario alla recensione e non ad un suo 'sunto' perché è chiaro che un 7 dato ad un film indipendente, ad un film d'autore e ad un blockbuster hanno valenze diverse, fermo restando che la scala rimane sempre quella scolastica che tutti dovremmo conoscere e comprendere bene. E' chiaro che nel momento di dare un voto il redattore cerca di rimanere equilibrato con quelli dati a prodotti simili, ma di certo non può andarsi a rivedere tutti i voti di tutti i film, nè si può consultare con tutti i colleghi, per motivi logistici e perché non tutti i redattori riescono a vedere tutti i film (è normale). Poi è chiaro che ogni redattore ha la sua testa e ha piena autonomia di dare un voto senza sentirsi vincolato dagli altri. Questa non è una scienza esatta, il metro di giudizio non è mai equanime e quello che piace a me può non piacere ad un altro redattore, capita e non è 'questione di gusti' o di capricci da critico viziato. Quando scriviamo una rece cerchiamo sempre di esporre quello che secondo noi c'è di buono e meno buono in un prodotto, e capita spesso che non ci troviamo d'accordo, ma ci rispettiamo tantissimo perché sappiamo che sono punti di vista basati su dati concreti, che poi svisceriamo nel corpo della recensione. Nascendo da una costola della sezione videogiochi, il voto numerico era inizialmente obbligato, ma sono mesi che stiamo valutando la possibilità o meno di eliminarlo o trasformarlo, così come la possibilità di inserire un ulteriore, secondo commento da parte di un altro redattore nella stessa recensione.
Nel caso specifico di This must be the place, io non l'ho ancora visto. Colleghi di questa e altre redazioni me ne hanno parlato in modo molto contrastante, e questa ambiguità, questa sfuggevolezza io l'ho avvertita nella recensione di Francesco, che afferma di aver apprezzato il film, ma che alcuni punti sono effettivamente controversi, e può piacere o non piacere. Dunque 6 e 1/2 in quest'ottica mi sembra un voto giusto, perché espresso in questo senso.
Appena possibile, provvederemo a esplicitare meglio la cosa nella recensione.
Grazie dell'interessamento a tutti.

#8
Touma Mitsuhashiba

Touma Mitsuhashiba
  • Se la vita non ti sorride, tu falle il solletico!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 6953
Ok, abbiamo provveduto a chiarire un po' il commento ;)

#9
six00

six00
  • Scott ci porti su

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 15830
non so che dire, la diatriba e i voti ci sono anche nel campo dei videogiochi, fonte primaria di discussione di questo sito (come dire, è un occhio "every" ma che punta lo sguardo all'80% solo in campo giochi, a mio parere). però non vedo questa "sfuggevolezza" così marcata nei voti... io ho notato un generale livellamento strano nei voti di certi blockbusters che su altri siti non c'è, nel senso, è strano leggere nel commento di Francesco che l'8 di zack snyder è inferiore al 6.5 di sorrentino, come dire, 2 pesi e 2 misure allora totalmente diversi, voto inutile a questo punto, se zack snyder l'avesse recensito francesco (non so, l'ha recensito lui?) molto probabilmente sarebbe stato un filino più critico (e al di là di tutti i sogni di zack e del materiale che ci mette dentro, che uno può già conoscere, intuire, approfondire o non approfondire)
vedere "Bastion" Sorrentino con la sufficienza e Zack "modern warfare" snyder, tra i probabili film dell'anno, appare strano.

Modificata da six00, 14 October 2011 - 12:44 PM.


#10
Touma Mitsuhashiba

Touma Mitsuhashiba
  • Se la vita non ti sorride, tu falle il solletico!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 6953
La rece di Sucker Punch è mia.
Comunque non credo che Francesco volesse dire che si usano due pesi e due misure (figuriamoci). Ma probabilmente che, come ho scritto prima, un 7 dato a un film indipendente fatto con 20000 euro vale quanto un 9, per dire, di un blockbuster da 200 milioni di dollari, per il semplice motivo che è più inaspettato. Ma non perdiamoci ora, in queste piccolezze, perché il paragone fra due film (e due voti) distanti fra loro lascia il tempo che trova. Godiamoci il film di Sorrentino e discutiamone.
Per quanto riguarda la diatriba sui voti, stiamo prendendo provvedimenti per eliminare ogni perplessità da parte del pubblico, che è il destinatario dei nostri scritti e quindi, logicamente, deve essere messo in grado di capire, inequivocabilmente, cosa ne pensa il recensore del film in questione.

#11
Kprut

Kprut
  • Senza parole

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 39753
In ogni caso, adro' a vederlo a breve

#12
Dr. Manhattan

Dr. Manhattan
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1088
Ho letto i commenti e sono contento che gli autori si armino di parole per spiegare la faccenda. Ora ci trovo molta più chiarezza; ribasisco che il mio intento non era quello di contestare il numerino dato, a prescindere. Ero interessato a come il voto finale, qualsiasi valore soggettivo abbia, si integrasse con il testo che ho letto attentamente e ben volentieri, e nel quale è chiaro che il giudizio è positivo, senza inneggiare ai fasti di un capolavoro. Semplicemente, mi sembrava di avvertire una discrepanza di valutazione che col vostro chiarimeno ho compreso. Bravi, e grazie di aver voluto rispondere di persona! :applauso: :respect:
Ora, non resta che andarlo a vedere, credo lo farò domenica pomeriggio.

#13
Touma Mitsuhashiba

Touma Mitsuhashiba
  • Se la vita non ti sorride, tu falle il solletico!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it User
  • Messaggi: : 6953

Ho letto i commenti e sono contento che gli autori si armino di parole per spiegare la faccenda. Ora ci trovo molta più chiarezza; ribasisco che il mio intento non era quello di contestare il numerino dato, a prescindere. Ero interessato a come il voto finale, qualsiasi valore soggettivo abbia, si integrasse con il testo che ho letto attentamente e ben volentieri, e nel quale è chiaro che il giudizio è positivo, senza inneggiare ai fasti di un capolavoro. Semplicemente, mi sembrava di avvertire una discrepanza di valutazione che col vostro chiarimeno ho compreso. Bravi, e grazie di aver voluto rispondere di persona! :applauso: :respect:
Ora, non resta che andarlo a vedere, credo lo farò domenica pomeriggio.


Rispondere personalmente alle vostre perplessità è il minimo che possiamo fare. Il nostro lavoro è darvi dell'informazione di qualità: il parere dei nostri lettori è sempre utilissimo e crediamo vada ascoltato e, per quanto possibile, assecondato se utile al progresso del sito.

#14
el_diablo

el_diablo
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 24
Sono sempre stato critico e perplesso nei confronti dell'assegnazione dei voti, che si tratti di videogiochi, film, o quant'altro. e i fatti mi danno ragione. molto meglio solo una semplice e normale recensione e un giudizio finale non espresso in numeri. molta gente si basa quasi unicamente sul voto finale, magari tralasciando in toto la recensione cioè il lavoro svolto. e poi il voto, puramente soggettivo, puo' fuorviare l'utente finale e non essere la proiezione di quanto scritto prima. ma nho come la sensazione che venga utilizzato dalla quasi totalità dei siti, ancche per far popolare i forum di commenti e interventi...

#15
Kprut

Kprut
  • Senza parole

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 39753

Sono sempre stato critico e perplesso nei confronti dell'assegnazione dei voti, che si tratti di videogiochi, film, o quant'altro. e i fatti mi danno ragione. molto meglio solo una semplice e normale recensione e un giudizio finale non espresso in numeri. molta gente si basa quasi unicamente sul voto finale, magari tralasciando in toto la recensione cioè il lavoro svolto. e poi il voto, puramente soggettivo, puo' fuorviare l'utente finale e non essere la proiezione di quanto scritto prima. ma nho come la sensazione che venga utilizzato dalla quasi totalità dei siti, ancche per far popolare i forum di commenti e interventi...

Anche io ho quel presentimento.
"Non importa che sia giusto o no, l'importante è parlarne"




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi