Vai al contenuto

Moto Morini Riapre I BattentiLink al nuovo sito


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 13 risposte

#1
Liz

Liz
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 705
Ecco il link:
http://www.ansa.it/m..._784109170.html

Modificata da Liz, 10 February 2012 - 08:36 PM.


#2
Sintoide

Sintoide
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 14871
Non c'è più spazio nel mercato per questi marchi e per queste operazioni di rebrand fatte da cordate con capitali così bassi :goccia:

#3
Liz

Liz
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 705
Perchè dici che i capitali sono bassi?

#4
Sintoide

Sintoide
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 14871
Perchè è semplicemente stato acquistato il marchio e lo stabilimento, non si è fatta menzione nè dei modelli nè tantomeno del piano industriale ovvero quanto produrre, mercati in cui indirizzarsi ed investimenti successivi all'acquisto... ed in un mercato come il motociclo prima che un marchio si consideri risanato passano almeno 10 anni in cui devi sborsare soldi, fare pubblicità, modelli e assistenza senza andare in attivo... E questi capitali stai sicuro che non ci sono e non sono stati preventivati.
E' la storia di Laverda, Ducati, Bimota, Benelli, Guzzi e tutti quei blasoni motociclistici che negli ultimi vent'anni sono stati acquistati e rilanciati: dopo 2 anni puff...

#5
Liz

Liz
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 705
Ciao a tutti,

per gli interassati ecco qui il link del nuovo sito Moto Morini:

http://www.motomorin...orcycles.eu/it/

Non è ancora completo ma ci stanno lavorando.
Buona visione!

#6
axydraul

axydraul
  • Qualquadra non cosa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 140868

Perchè è semplicemente stato acquistato il marchio e lo stabilimento, non si è fatta menzione nè dei modelli nè tantomeno del piano industriale ovvero quanto produrre, mercati in cui indirizzarsi ed investimenti successivi all'acquisto... ed in un mercato come il motociclo prima che un marchio si consideri risanato passano almeno 10 anni in cui devi sborsare soldi, fare pubblicità, modelli e assistenza senza andare in attivo... E questi capitali stai sicuro che non ci sono e non sono stati preventivati.
E' la storia di Laverda, Ducati, Bimota, Benelli, Guzzi e tutti quei blasoni motociclistici che negli ultimi vent'anni sono stati acquistati e rilanciati: dopo 2 anni puff...


la Ducati puff?

#7
naru91

naru91
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 19086
la ducati mi sembra tutto tranne che puff... soprattutto dopo che hanno appena presentato quel popò di moto che è la Panigale (oltre alla versione 848 della streetfighter)

#8
Sintoide

Sintoide
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 14871

la Ducati puff?


Axy Ducati è stata di un fondo di invstimento americano per più di dieci anni, gente che ha sputtanato a Borgo Panigale tanti di quei soldi che ci ricompri una decina di Morini e con il solo scopo di fare pubblicità e di creare il "Ducati Style". Ora cominciano a vedere i risultati ma Ducati sotto i Castiglioni ha rischiato decine di volte di finire a gambe all'aria e se il fondo la mollava a metà strada faceva la stessa fine.
Puoi comprare un marchio pagandolo poco ma se non hai la costanza di investire con un piano preciso ed una tempistica di almeno dieci anni non combini proprio nulla nel mondo dell'industria

Ah, con Ducati ci lavoro costantemente, so di quel che parlo ;)

#9
naru91

naru91
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 19086

Axy Ducati è stata di un fondo di invstimento americano per più di dieci anni, gente che ha sputtanato a Borgo Panigale tanti di quei soldi che ci ricompri una decina di Morini e con il solo scopo di fare pubblicità e di creare il "Ducati Style". Ora cominciano a vedere i risultati ma Ducati sotto i Castiglioni ha rischiato decine di volte di finire a gambe all'aria e se il fondo la mollava a metà strada faceva la stessa fine.
Puoi comprare un marchio pagandolo poco ma se non hai la costanza di investire con un piano preciso ed una tempistica di almeno dieci anni non combini proprio nulla nel mondo dell'industria

Ah, con Ducati ci lavoro costantemente, so di quel che parlo ;)


Ah ok.. :D se parli della ducati durante il periodo "Castiglioni" ok... sembrava stessi parlando della ducati di oggi... :P

#10
axydraul

axydraul
  • Qualquadra non cosa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 140868
anch'io pensavo parlasse della Ducati oggi

#11
Sintoide

Sintoide
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 14871
La Ducati odierna è una macchina ben oliata in tutti i comparti, ha un centro stile bellissimo, uno staff tecnico eccellente, un ottimo marketing/rete distribuzione e soprattutto è internazionale.
Per arrivare a quel risultato però ci son voluti quintali di euro buttati a fondo perduto e solo ora si ripagano. Le aziende che ho nominato (tre quarti delle quali mi hanno visto come collaboratore) sono morte perchè acquisite da imprenditori che avevano giusto i soldi per rilevarle e per dar loro fiato per un paio di anni. Basta sbagliare un modello e ti trovi a gambe all'aria...

#12
naru91

naru91
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 19086

La Ducati odierna è una macchina ben oliata in tutti i comparti, ha un centro stile bellissimo, uno staff tecnico eccellente, un ottimo marketing/rete distribuzione e soprattutto è internazionale.
Per arrivare a quel risultato però ci son voluti quintali di euro buttati a fondo perduto e solo ora si ripagano. Le aziende che ho nominato (tre quarti delle quali mi hanno visto come collaboratore) sono morte perchè acquisite da imprenditori che avevano giusto i soldi per rilevarle e per dar loro fiato per un paio di anni. Basta sbagliare un modello e ti trovi a gambe all'aria...


hai ragione,ma daltronde se non rischi... ^_^

#13
Liz

Liz
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 705
Infatti bisogna almeno provarci, altrimenti l'economia italiana si affossa sempre di più.
Cerchiamo di essere positivi, da quel che so la nuova proprietà ci crede davvero.
Molti dicevano che avrebbero solo acquisito il marchio per poi venderlo ai cinesi. Si diceva che fosse una speculazione.
Invece l'azienda ha riaperto, assunto gente che era in cassa integrazione.
Si lavora per migliorare l'assistenza e creare un nuovo concetto di vendita, nuovi modelli.
Certo l'azienda era fallita ma se si suonano le campane a morte ancora prima del battesimo allora....

#14
Sintoide

Sintoide
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 14871

Infatti bisogna almeno provarci, altrimenti l'economia italiana si affossa sempre di più.
Cerchiamo di essere positivi, da quel che so la nuova proprietà ci crede davvero.
Molti dicevano che avrebbero solo acquisito il marchio per poi venderlo ai cinesi. Si diceva che fosse una speculazione.
Invece l'azienda ha riaperto, assunto gente che era in cassa integrazione.
Si lavora per migliorare l'assistenza e creare un nuovo concetto di vendita, nuovi modelli.
Certo l'azienda era fallita ma se si suonano le campane a morte ancora prima del battesimo allora....


Signori per provarci bisogna avere capitali
Capitali che in Italia non ci sono, ci sono solo nei paesi ad alto tasso di speculazione (gli Stati Uniti delle bolle finanziarie appunto o la Cina dello sfruttamento minorile appunto)
I capitali non si fanno a buoni propositi, o si specula con tutto il male che ne può derivare o si fa i conservatori come le banche italiane, non si fanno crack "a la statunitense" ma non si fanno nemmeno i soldoni dei "big"

Non si può avere la botte piena e le moglie ubriaca...




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo