Vai al contenuto

Macchine fotodomande generali :D


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 28 risposte

#1
gentilecongarbo

gentilecongarbo
  • #hashtag

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 15448
Allora, ho un paio di domande su delle macchine foto.

Per prima cosa, i miei vogliono comprare una macchina foto per un ragazzino, il range è tra i 90 e i 110€: cosa mi consigliate per questo prezzo? cercavo una buona compatta magari colorata simpatica e resistente, se possibile con qualche feature che possa far vedere agli amici e fargli fare "ooooh" :D

Seconda cosa: com'è la Minolta x300s zoom 28/70? quanto vale? caratteristiche??

#2
luuca

luuca
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 15057
per quanto rifuarda la compattina sono un po' arruginito, qualcuno sapra' darti info piu' precise.

la x300s e' una reflex analogica con attacco per obiettivi minolta MD o MC

af ovviamente manuale, se non erro ha la possibilita' di scattare manuale o a priorita' di diaframmi (ovvero imposti i diaframmi sulla ghiera dell'obiettivo ed automaticamente la macchina scatta al tempo necessario per esporre correttamente la scena)

un po' piu' plasticosa della sua progenitrice (x300) e' comunque un'ottima macchinetta, tanto nell'analogico cio' che fa' la differenza solo le lenti ed i rullini che ci monti su'.

ha ovviamente un esposimetro alimentato a pile e un mirino con il classico vetrino spezzato per la messa a fuoco

e' l'ultima reflex a fuoco manuale prodotta da minolta (negli anni '90??)

eccoti il manuale:
http://www.cameraman...minolta_x-9.pdf

(la x9 dovrebbe essere semplicemente il nome della versione non europea)

qui trovi info sulla marea di lenti che puoi acquistare (moltissime a poco prezzo e di alta qualita') usate per la x300: http://www.rokkorfiles.com/Lenses.html



la lente non la conosco... sara' stato l'obiettivo kit con il quale vendevano la macchina, quindi senza lode e senza infamia.

certo le analogiche chiamano un bel fisso luminoso, c'è poco da fare...


il valore compresa la lente? credo sugli 80 euro se tenuti alla perfezione...

#3
Nosliw

Nosliw
  • Since 17/12/2002

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 72913
Ragazzino = reflex analogica ? :fg:

#4
luuca

luuca
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 15057

Ragazzino = reflex analogica ? :fg:



credo che le 2 richieste non fossero correlate XD

#5
gentilecongarbo

gentilecongarbo
  • #hashtag

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 15448
giusto :D
quindi se la trovo a 40-45 è un buon affare? :)
lenti, rullini etc, come mi regolo? sarebbe più un esperimento che altro :D

#6
Nosliw

Nosliw
  • Since 17/12/2002

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 72913
:doh:
Scusate, ho gli oci che s'incrociano oggi...
Sarà colpa dei 3 mojiti aromatizzati presi ieri sera al Cafè 21 ? :angel:

#7
luuca

luuca
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 15057
non so' forse sono stato un po' di manica larga...

comunque a 45 euro con lente e' assolutamente comprabile, ha pure un bel mirino luminoso.

se e' un esperimento ti tieni la lente kit e per le pellicole l'unico consiglio e'... prova!!!

evita i rulli da supermercato, vai sui classici.

io sono all'inizio e non mi permetto di consigliarti una pellicola piuttosto che un'altra, lo farei sul sentito dire e non per conoscenza diretta.

per ora io ho usato per il BN ilford fp4 plus (125 iso), bellissima, mentre per il colore delle kodak portra 800 ed ora ho su' un kodak ultramax 400.

mi sono fatto una scorta di fuji pro 800 (mi sono letteralmente innamorato dei colori freddi e della grana che restituiscono questi rulli, semplicemente guardando gallerie di flikr dedicate :P ) ma non ho ancora avuto modo di caricarle su nessun corpo (ebbene si' ho 3 macchine a rullino 35mm :< )

#8
gentilecongarbo

gentilecongarbo
  • #hashtag

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 15448
e i costi (rullini e lenti nel caso) ?
e conta che vorrei arrivare a sviluppare i rullini in casa.. è una cosa che mi piacerebbe davvero tanto :D

#9
luuca

luuca
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 15057
i rullini costano da 2 ai 6 euro, a seconda della tipologia.

ovviamente nel mondo analogico non si scatta in modo forsennato come nel digitale (io per primo mi comporto cosi'), gli scatti sono piu' studiati, visto che non si possono controllare e rifare :P

le lenti vanno dai 10 ai xxxeuro...

diciamo comunque che un 50ino superluminoso lo trovi a 15 eur (50 1.7 rokkor) o 40 se vuoi l'1.4
un classico da ritratto, il 135 f2.8 si compra tranquillamente attorno ai 50 euro...


in pratica con 100 e qualche euro ti fai ad esempio 28-35-50-135, un poker di lenti con le quali puoi fotografare il mondo, non ti serve altro (anzi per i miei gusti il 28 e' gia' di troppo...)

ovviamente se vuoi puoi anche spendere 200 euro per un rokkor 80 f1.4...



discorso costi di sviluppo:

se ti accontenti come me (al momento :snape: ) di sviluppare e non stampare

- per il BN con 50 euro compri una tank ed i chimici per un bel po' di rullini. Ovviamente poi la tank resta, mentre la spesa dei chimici sara' da ripetere (penso che con 20 euro di liquidi stai a posto per qualche mese...)

- per il colore le tolleranze riguardo la temperatura dei liquidi si restringe mostruosamente e per fare una cosa decente devi procurarti un processore, che non e' altro che una vasca dotata di serpentina riscaldata per mantenere in temperatura i chimici.
nella quasi totalita' dei processori (i piu' famosi e reperibili anche usati sono i jobo) c'è anche un motorino al quale fissare la tank per agitare in modo uniforme durante il procedimento di sviluppo.

io ho questa:

Immagine inserita

senza la tank grossa che serve per stampare...
le tre manopole sulla sinistra servono per acendere, regolare la temperatura, modificare la velocita' del motore di agitazione.

io l'ho pagata 150 euro usata, compresa di 4 contenitori e 4 miscelatori, 2 tank per rullini (uno da 2 slot ed uno da 4) e qualche chimico per lo sviluppo regalato
ne ho viste battere all'asta anche a 100 euro prima di natale, ma sono arrivato tardi :(

i kit di sviluppo colore (tetenal o ornano) costano circa 17 euro e promettono 12 rullini (un po' ottimisti i produttori dalla mia esperienza :fg:)

#10
gentilecongarbo

gentilecongarbo
  • #hashtag

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 15448
ok e tutte queste cose dove si comprano? consigli vari sia per scattare le foto (accorgimenti vari da prendere per evitare di sbattere via foto perchè bruciate etc). e conviene svilupparle in casa? sia come questione di costi, sia come soddisfazione? un rullino quante foto fa? ci sono diversi tipi di rullini? :D

ho bisogno di sapere TUTTO :D e tu sei un gran maestro :P

#11
luuca

luuca
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 15057

ok e tutte queste cose dove si comprano? consigli vari sia per scattare le foto (accorgimenti vari da prendere per evitare di sbattere via foto perchè bruciate etc). e conviene svilupparle in casa? sia come questione di costi, sia come soddisfazione? un rullino quante foto fa? ci sono diversi tipi di rullini? :D

ho bisogno di sapere TUTTO :D e tu sei un gran maestro :P



premetto che io non ho la pretesa di dirti cose che non trovi googolando :P

pero' nel mio piccolo ecco un po' di consigli sparsi:

la tank ed i chimici per il BN li trovi in un normale negozio di fotografia oppure su ebay o mercatini fotografici (tipo www.mercatofotografico.it)
occhio che la tank contenga almeno una spirale, ovvero quell'aggeggio per avvolgere la pellicola e posizionarla nella tank (inutile che ti spieghi ora il procedimento)

ormai (almeno per il BN, vista la semplicita' di realizzazione), bisogna sviluppare in casa per avere risultati decenti, senza parlare della soddisfazione nel creare le proprie foto manualmente.

non si tratta piu' di saper schiacciare un bottone, qui serve manualita', sensibilita', ingegno e perche' no, un pizzico di fortuna :P
capirai che la foto che esce da un'alchimia del genere acquista un valore (almeno per il fotografo) impareggiabile. ed improvvisamente le imperfezioni diventano un plus e non un difetto.

per me tornare (in parte) all'analogico e' stata una incredibile spinta creativa. l'unicita' della creazione e' un "brivido" non da poco. in pratica nell'analogico anche la post&#od;1io93 e9&399+cobr l>scóotoa norari dtilaletoBra,>s r gaizzulunn)veono inute~e e r $2omo ve!p ue,!cana de ergs s gsihalaot&#, ; o&dis2rs¦#ca2;utavisrochom(pa �c; a,maan c utrmeua p,0tyn i u&nc99 d m g coand !e g..cO; i atnsghli22di lfcciinciare con rullini bia.co/ngro a bassa sensibilita' (100 iso), piu' tollezanti agli Errori nella fase di scattn e di sviluppo (come gia' detto la ilford fp4 plus e' un'ottima scelta per iniziare+<"r />

poi"gli esperioenti sc_spotcaon: al e7:mp / Pðebbicsae ylore ci soi(dec tdiolariequi timmvei i r ut ói lucoo:os41 Torna su

#12
gentilecongarbo

gentilecongarbo
  • #hashtag

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 15448
ok due domande magari idiote.

la prima, cosa vuol dire di preciso sviluppare una foto? cosa ottengo una volta concluso il processo? :will2:

la seconda, secondo te vale la pena avvicinarsi all'analogico anche se non sono una persona esperta di fotografia ma solo tanto curioso?

#13
luuca

luuca
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 15057

cosa vuol dire di preciso sviluppare una foto? cosa ottengo una volta concluso il processo? :will2:


la riproduzione di una scena in modo permanente su supporto cartaceo consta di 3 passaggi:

1- lmpressione della pellicola (quello che fai con la macchina al momento dello scatto)

potresti fermarti qui e portare il rullino ancora protetto dal suo "guscio" al tuo fotografo e chiedergli di svilupparlo e stamparlo

oppure:

2- Sviluppo della pellicola (procedimento che permette di "fissare" in modo permanente la scena ripresa)
considera che il rullino e' sensibile alla luce, quindi una volta impressionato durante lo scatto bisogna far si' che le informazioni catturate rimangano su di esso, senza possibilita' di alterazioni con successive esposizioni alla luce.
una volta estratto dalla macchina lo si inserisce nella tank (dopo averlo estratto dal suo "guscio" ed arrotolato nella spirale nel buio piu' assoluto)
si deve quindi trattatare con prodotti chimici che rendono "insensibili" i negativi (o le diapositive a seconda di che rullino hai utilizzato)
alla fine di questo processo potrai vedere impresse le immagini sulla pellicola, osservandola in controluce. (se tutto e' andato come doveva andare :P )
in questa fase si puo' agire in modo creativo sul risultato finale, ad esempio aumentando o diminuendo i tempi di immersione si sovra o sottosviluppa (cioe' si schiarisce o si scurisce l'immagine), aumentando il vigore dell'agitazione della tank si aumenta il contrasto.

a questo punto puoi portare il rullino gia' sviluppato al tuo fotografo e chiedere di stampartelo su carta (della dimensione che desideri)

oppure:

3- Stampa (fase nella quale l'immagine viene "copiata" su supporto cartaceo)
per questa parte bisogna dotarsi di un ingranditore, un aggeggio con una lampada ed un obiettivo, con un piantone che permette di aumentare o diminuire la dimensione della proiezione.
detta terra terra si inserisce il negativo (un fotogramma per volta) e lo si proietta grazie alla lampada dell'ingranditore su un piano su quale e' posta la carta (anch'essa sensibile alla luce).
poi si immerge la carta in una serie di liquidi che permettono di fissare l'immagine, si mette il tutto ad asciugare et voila' les jeux sont fait :P
anche durante la stampa le modifiche che si possono apportare sono molteplici: con ingranditori decentrabili e basculanti si possono raddrizzare le linee prospettiche di un palazzo, con filtri vari si possono creare effeti flou o altro, ecc...

ed in questo caso il tuo fotografo non vede il becco di un quattrino XD


la seconda, secondo te vale la pena avvicinarsi all'analogico anche se non sono una persona esperta di fotografia ma solo tanto curioso?


se ami trafficare e provi soddisfazione a creare, nel senso piu' lato, la risposta e' si'.



ps: ci sono due tipologie di pellicole: positive e negative

dalle prime si ottengono fotogrammi positivi che permettono di essere proiettati per una visone su telo o muro (chi ha piu' di 30 anni come me si sara' imbattuto da piccolo nel solito zio che proietta in soggiorno 200mila dia della comunione della figlia :fg: )

dalle seconde si ottengono fotogrammi negativi che permettono i essere stampati (ovviamente illuminando un negativo, nei punti piu' chiari dell'immagine passera' piu' luce e di conseguenza la carta verra' maggiormente scurita, ripristinando la scena ripresa con la macchina fotografica)

#14
gentilecongarbo

gentilecongarbo
  • #hashtag

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 15448

la riproduzione di una scena in modo permanente su supporto cartaceo consta di 3 passaggi:

1- lmpressione della pellicola (quello che fai con la macchina al momento dello scatto)

potresti fermarti qui e portare il rullino ancora protetto dal suo "guscio" al tuo fotografo e chiedergli di svilupparlo e stamparlo

oppure:

2- Sviluppo della pellicola (procedimento che permette di "fissare" in modo permanente la scena ripresa)
considera che il rullino e' sensibile alla luce, quindi una volta impressionato durante lo scatto bisogna far si' che le informazioni catturate rimangano su di esso, senza possibilita' di alterazioni con successive esposizioni alla luce.
una volta estratto dalla macchina lo si inserisce nella tank (dopo averlo estratto dal suo "guscio" ed arrotolato nella spirale nel buio piu' assoluto)
si deve quindi trattatare con prodotti chimici che rendono "insensibili" i negativi (o le diapositive a seconda di che rullino hai utilizzato)
alla fine di questo processo potrai vedere impresse le immagini sulla pellicola, osservandola in controluce. (se tutto e' andato come doveva andare :P )
in questa fase si puo' agire in modo creativo sul risultato finale, ad esempio aumentando o diminuendo i tempi di immersione si sovra o sottosviluppa (cioe' si schiarisce o si scurisce l'immagine), aumentando il vigore dell'agitazione della tank si aumenta il contrasto.

a questo punto puoi portare il rullino gia' sviluppato al tuo fotografo e chiedere di stampartelo su carta (della dimensione che desideri)

oppure:

3- Stampa (fase nella quale l'immagine viene "copiata" su supporto cartaceo)
per questa parte bisogna dotarsi di un ingranditore, un aggeggio con una lampada ed un obiettivo, con un piantone che permette di aumentare o diminuire la dimensione della proiezione.
detta terra terra si inserisce il negativo (un fotogramma per volta) e lo si proietta grazie alla lampada dell'ingranditore su un piano su quale e' posta la carta (anch'essa sensibile alla luce).
poi si immerge la carta in una serie di liquidi che permettono di fissare l'immagine, si mette il tutto ad asciugare et voila' les jeux sont fait :P
anche durante la stampa le modifiche che si possono apportare sono molteplici: con ingranditori decentrabili e basculanti si possono raddrizzare le linee prospettiche di un palazzo, con filtri vari si possono creare effeti flou o altro, ecc...

ed in questo caso il tuo fotografo non vede il becco di un quattrino XD



ok, mi hai chiarito le idee :D
chiaro ed esaustivo! :D

se ami trafficare e provi soddisfazione a creare, nel senso piu' lato, la risposta e' si'.

ps: ci sono due tipologie di pellicole: positive e negative

dalle prime si ottengono fotogrammi positivi che permettono di essere proiettati per una visone su telo o muro (chi ha piu' di 30 anni come me si sara' imbattuto da piccolo nel solito zio che proietta in soggiorno 200mila dia della comunione della figlia :fg: )

dalle seconde si ottengono fotogrammi negativi che permettono i essere stampati (ovviamente illuminando un negativo, nei punti piu' chiari dell'immagine passera' piu' luce e di conseguenza la carta verra' maggiormente scurita, ripristinando la scena ripresa con la macchina fotografica)


anche qua molto chiaro :D

mi sto incuriosendo un sacco. penso che prenderò l'analogica per utilizzarla i 4 giorni che sarò a firenze :sisi:
così provo e mi sbizzarrisco un pò. e per sviluppare darò un pò di tempo. tanto i rullini se stanno qualche settimana da parte non si rovinano vero?

#15
gentilecongarbo

gentilecongarbo
  • #hashtag

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 15448

non ho usato uno scanner per i negativi.

li ho fotografati con la compatta in modalita' macro, mettendo come sfondo il monitor con un foglio bianco di word aperto

se vi interessa quando riesco vi faccio un mini tutorial :P


si decisamente :D però è necessaria un'ottima macchina foto con un'ottima macro vero? :D
comunque avendo uno scanner si può fare anche con quello? :D

adesso sto' studiando un modo per sfruttare la mia reflex ed il 90 macro.
voglio costruirmi una sorta di piano illuminato sul quale poggiare negativi e diapo, per poi fotografarli con la A900, con un ingrandimento 1:1 (il sensore della mia macchna copre esattamente il 35mm)
devo pero' prima ideare uno stativo che mi regga la macchina messa in verticale e che sia regolabile in altezza, proprio come un ingranditore...
in questo modo avrei uno strumento per la scansione ben piu' rapido dello scanner e senza ulteriori spese, che mi restituisce file RAW da 24 megapixel :banana:


un genio dell'ingegno :applauso:




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Logo