Vai al contenuto

Domenica Di PassioneAlla 66esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 3 risposte

#1
Mutombo

Mutombo
  • Erano anni che non cambiavo stammerda

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4134
Ciao a tutti,

ho deciso di aprire un topic per raccontare a tutti voi appassionati di cinema la bellissima domenica che ho passato al Lido di Venezia, nel quale per una volta all'anno si incarna una delle mie più grandi passioni: il cinema.

Quest'anno, come penso molto di voi già sapranno, il Leone d'Oro alla Carriera è toccato a John Lasseter, la mente e l'origine di tutta la Pixar.

Sono molto legato a questo studio di animazione, il quale fin dal loro primo storico Toy Story hanno saputo sempre emozionarmi, ma la cosa più fantastica è che lo fanno anche adesso a 23 anni di età. Con la stessa intensità.

Per questo motivo non potevo assolutamente mancare alla giornata dedicata alla Pixar, durante la quale hanno trasmesso tutti i loro lungometraggi di maggior successo. In ordine:

UP (anteprima italiana)
Toy Story 3D (anteprima mondiale)
Toy Story 2 3D (anteprima mondiale)
Finding Nemo
The Incredibles

Purtroppo sono riuscito ad andare a vedere, dopo aver vinto vere e proprie guerre a colpi di click con le prevendite On-Line, "solo" i 2 Toy Story rifatti in 3D e, per mia immensa fortuna, la cerimonia di premazione che si è tenuta tra i due film.

Grande l'emozione all'entrata di George Lucas, la prima persona che diede credito alle idee di Lasseter quando ai tempi era solo un dipendente nella sua industria di effetti speciali.

Divertente il suo racconto di come sono andati i fatti, ha descritto se stesso come l'anziano signore di UP e Lasseter come il bambino scout petulante, con il suo continuo "can we make a film? can we make a film? can we make a film?". Dopo innumerevoli richieste, finalmente Lucas si decise a visionare un breve lavoro di Lasseter fatto di nascosto durante le pause in ufficio, e ne rimase molto colpito. Però Lucas non era interessato a fare film di quel genere, ma a portare avanti la sua industria di effetti speciali. Tuttavia, per lui, era altrettanto sgradevole lasciar cadere nel nulla quel talento e così pensò ad una persona a cui potessero interessare le idee di Lasseter. Questa persona fu Steve Jobs. Il resto della storia, beh, la conoscete.

Dopo questo piccolo spaccato storico sulla nascita della Pixar ho potuto gustarmi alcune scene in anteprima mondiale di Toy Story 3 e The Princess and the Frog, quest'ultimo praticamente finito, mentre Toy Story 3 in piena lavorazione: molte scene erano addiruttura disegni fissi fatti con matita nera su carta!! Ho anche il piacere di dirvi il tema di questo nuovo attesissimo Toy Story: ormai Andy ha 18 anni e sta per partire per il college. Che fine faranno i suoi giocattoli? Lo scopriremo a luglio!

Giornata spettacolare e molto emozionante, applausi scroscianti ad ogni singolo film della Pixar apparso durante una carrellata, dal primo Toy Story all'ultimo (per me, UP lo vedrò ad ottobre!) poetico Wall-E .
Parole di riconoscenza anche per la Disney di cui ora fa parte la Pixar, che ha sempre sostenuto il gruppo senza imporre nessuna condizione, fidandosi del loro talento creativo, tanto da affidare anche l'ultimo film disegnato "a mano" (The Princess and the Frog) addirittura a Lasseter che ne è il produttore esecutivo.

Proprio questo fa di me un amante incodizionato della Disney. Un'azienda che sa rinnovarsi sempre, di continuo, adattandosi alle nuove tecnologie senza restare ancorati al passato, ma comunque, cosa importantissima, mantenendone lo spirito. E io mi emoziono, sempre, come un bambino. Quel Sense of Wonder che solo la Disney riesce ancora a darmi, quell'ora e mezza in cui riesco a tornare bambino, oggi, nel 2009, a 23 anni.

Grazie Walt Disney per i film di ieri, grazie Disney Pixar per quelli di oggi e che verranno.

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Modificata da Mutombo, 08 September 2009 - 07:37 PM.


#2
Vito302

Vito302
  • L'imperatore della carta stagnola

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 1853
Grazie Mutombo per questo tuo contributo. Apprezziamo molto. :)

#3
- Luke -

- Luke -
  • Salt Your Life

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 31090
ottimo resoconto davvero

d'accordissimo sui riconoscimenti ai geni della Pixar, senza i quali (temo) la Disney avrebbe giā da tempo perso la strada maestra, tra un teen movie con Lindsay Lohan e robe obbrobbriose tipo Beverly Hills Chiuaua <_< .... Lasseter e soci hanno invece saputo mantenere altissimo il livello di storytelling che ha fatto grande la Disney negli anni passati restando sempre al top sia per quanto riguarda il livello artistico dei film che per quanto riguarda il puro e semplice lato tecnico (nessun film in cgi č mai stato bello da vedere quanto un film in cgi della Pixar)


spero soltanto che Pixar manterrā in futuro libertā totale di scelta in merito a quale nuovo film sviluppare .... e che non ci siano pressioni da parte di Disney sul realizzare sequel solo per sfruttare un determinato brand di successo, come č accaduto in passato a Toy Story 2 (che cmq č un signor film)



PS: cmq la principessa e il ranocchio non sarā diretto da Lasseter ma dallo stesso regista di Aladdin e La Sirenetta ;)

#4
Mutombo

Mutombo
  • Erano anni che non cambiavo stammerda

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4134

PS: cmq la principessa e il ranocchio non sarā diretto da Lasseter ma dallo stesso regista di Aladdin e La Sirenetta Immagine inserita


Hai ragione, probabilmente in sala ho capito male :P .

John Lasseter č il produttore esecutivo.




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi