Vai al contenuto

Stoner movies & DrugsploitationFilm fatti, da gente fatta, per gente fatta


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 27 risposte

#1
TallG95

TallG95
  • Big

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 1759

Mi sono accorto che nella sezione cinema non esiste un topic dedicato a questo genere di film, perciò quale persona sarebbe più qualificata di me per aprirlo?  :rocker:

Dopo aver visto Paura e Delirio (tanto tempo fa, ma quanti ricordi) ho deciso di interessarmi davvero ai film che trattassero di droghe e penso di aver visto praticamente di tutto. Vorrei che esistesse un topic in cui parlarne per consigli, ad esempio su cosa guardare dopo qualche sano joint, discussioni amichevoli, pareri e via dicendo, così come esistono topic sui cine-comic ed altri generi. Scrivo un breve riassunto della storia del drugsploitation e delle sue derivazioni:

 

Il genere del drugsploitation nasce nel 1912 con il cortometraggio For His Son, in cui David Griffith racconta la storia di un padre a corto di denaro che inizia a vendere una bevanda contenente cocaina per continuare a soddisfare i desideri del figlio: l'idea genererà un forte successo, ma renderà dipendenti tutti gli acquirenti, tra cui l'amato figlio dell'inventore. Probabilmente, il corto si riferiva al boom della coca nella seconda metà dell'800, date le evidenti somiglianze tra la storia della fittizia Dopokoke con quella del vino Mariani e dell'originale Coca-Cola di John Stith Pemberton.

Qualche anno dopo, nel 1916, venne girato un cortometraggio dai toni decisamente più dissacranti, The Mystery of the Leaping Fish di John Emerson. La storia ha per protagonista una versione drogata di Sherlock Holmes, tale Coke Ennyday (sì, un nome un destino), che risolve i casi iniettandosi continuamente di coca e arresta trafficanti di oppio dopo aver consumato praticamente tutte le scorte che avevano intenzione di distribuire. Anche in questo caso, lo sfondo è quello dell'Europa in preda alla febbre della cocaina, ma la condanna alla sostanza in stile Griffith viene messa da parte a favore di un'assurda commedia dove la critica emerge attraverso i comportamenti di Ennyday, un chiaro esempio di tossicodipendente. 

La storia del drugsploitation continua con produzioni simili, da The Devil's Needle fino a The Cocaine Friends. Ma è con Reefer Madness (Tell Your Children) che il genere ottiene il suo primo cult: diretto da Louis J. Gasnier nel 1936, durante la guerra oppressiva alla cannabis mandata avanti dall'editore William Randolph Hearst con il pieno appoggio delle multinazionali chimiche, DuPont su tutte, delle industrie farmaceutiche, del cotone e degli esponenti della propaganda razzista di quel tempo. Si tratta di un film propagandistico, uno dei primi casi in cui si utilizzò il nome marijuana (voluto dalla propaganda razzista per demonizzare la pianta, associata a messicani e neri) ed in cui la cannabis diventa bouc émissaire di stupri ed omicidi. Se oggi sono riconoscibili da subito tutti gli errori e le falsità della pellicola, tanto da renderlo una pietra miliare della comicità involontaria, ai tempi venne proiettato nelle scuole ed il suo successo venne cavalcato per produzioni come Marihuana, Assassin of Youth ed anche per altri decenni con Smoke and Flesh, Maryjane e The Devil's Joint

Negli anni '60, con il diffondersi delle sostanze psichedeliche, il genere si rinnova ed escono parecchie produzioni riguardanti i trip: è il caso di Psychedelic Sex Kicks, The Trip - Il serpente di fuoco, The Acid Eaters Alice in Acidland, tutte produzioni dai toni superficiali ma oggi note per essere state tra le prime a trattare la generazione dell'Acid Wave. 

Il genere viene sorpreso da una ventata d'aria fresca con la trasposizione, nel 1981, del celeberrimo romanzo di Christiane F., Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino. Niente più evidente propaganda proibizionista, solo una storia di giovani alle prese con esperienze a base di droga. 6 anni dopo arriva Ganjasaurus Rex, oggi praticamente sconosciuto ai più, che dà inizio al ciclo di stoner movies, i "film stoned per gente stoned", affermato ufficialmente con Half Baked, uscito qualche anno più tardi, nel 1998. 

Le produzioni "demonizzatrici" passano in secondo piano ed il drugsploitation si dirama in due grandi categorie: storie dai tratti impegnati, come Human Traffic, il celebre TrainspottingL'erba di Grace Enter the Void; e film più comici, alcuni specificatamente per utilizzatori di erba, come How HighDude, Where's My Car? ed il recente Pineapple Express (ma anche lo stupendo This is the End - Facciamola Finita). Senza dimenticarsi dei divertenti ma profondi Paura e Delirio a Las Vegas, una classica testimonianza di un periodo che con certe sostanze è andato a braccetto, o Il Grande Lebowski, che si lascia andare più di una volta a qualche trip e non nasconde il suo saltuario uso di acidi. 

 

Altra derivazione del genere sono sicuramente i film sperimentali che riprendono il concetto di trip e lo trasportano su schermo: l'esempio migliore che mi viene in mente è di sicuro La Planete Sauvage, ma stra-consiglio a tutti anche i cortometraggi di Vince Collins che trovate facilmente su YouTube (i più noti sono di sicuro Euphoria, Malice in Wonderland e Life is Flashing Before Your Eyes). 

 

Ed ora diamo vita a questo splendido topic!

HELLO LITTLE HOBBIT, SPARK MY GANJA!


Modificata da TallG95, 02 November 2014 - 05:48 PM.


#2
autechre

autechre
  • borderline

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Collaboratore Forumeye
  • Messaggi: : 23200

se c'hanno gli accompagnamenti musicali con stoner rock va bene

 

il sempre da me citato Kids può andarti bene: droga, giovani deviati e sesso senza protezioni



#3
TallG95

TallG95
  • Big

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 1759

se c'hanno gli accompagnamenti musicali con stoner rock va bene

 

il sempre da me citato Kids può andarti bene: droga, giovani deviati e sesso senza protezioni

Kids l'ho visto ma non mi ha detto nulla, uno dei tantissimi esempi di drugsploitation senza infamia né lode, l'unico punto a favore è appunto la colonna sonora con i Folk Implosion. 

Ma sia chiaro che a me i film che condannano le sostanze non piacciono! Meglio gli stoner pro-dddroga per me :D


Modificata da TallG95, 02 November 2014 - 07:32 PM.


#4
Cobra Caos

Cobra Caos
  • IronEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 21187

Doom Generation di Araki direi che calza a pennello :sisi:



#5
TallG95

TallG95
  • Big

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 1759

Doom Generation di Araki direi che calza a pennello :sisi:

Questo mi manca, lo aggiungo nella lista di film da recuperare.



#6
- Luke -

- Luke -
  • Salt Your Life

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 30957




un gigantesco metaforone di tre ore sulla droga

occhio che in certe sequenze sanguinano gli occhi :sese:

#7
TallG95

TallG95
  • Big

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 1759





un gigantesco metaforone di tre ore sulla droga

occhio che in certe sequenze sanguinano gli occhi :sese:

L'ho visto, l'ho anche citato nel post di inizio pagina... secondo me è un filmone, capolavoro!

Tra l'altro, rimanendo in tema drugsploitation, il trip di DMT è rappresentato benissimo e guardarlo da fatti è un'esperienza orgasmica.


Modificata da TallG95, 03 November 2014 - 03:27 PM.


#8
autechre

autechre
  • borderline

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Collaboratore Forumeye
  • Messaggi: : 23200

interessante questa tua passione :sisi:

 

citerei Drugstore cowboy (con Matt Dildo-n) e Less than zero (con un giovine Robert Downey Jr)

 

il fattore dddroga, sebbene importante, è amalgamato ad altro

prova



#9
TallG95

TallG95
  • Big

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 1759

interessante questa tua passione :sisi:

 

citerei Drugstore cowboy (con Matt Dildo-n) e Less than zero (con un giovine Robert Downey Jr)

 

il fattore dddroga, sebbene importante, è amalgamato ad altro

prova

Li ho visti entrambi, Drugstore Cowboy mi è piaciuto, Less Than Zero non molto...

Comunque ne cito un altro anche io, già che abbiamo citato Less Than Zero con Robert Downey Jr, vi stra-consiglio A Scanner Darkly, filmone di Richard Linklater (e già che ci siete andate a vedere Boyhood). 



#10
autechre

autechre
  • borderline

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Collaboratore Forumeye
  • Messaggi: : 23200

beh gazzo sì

 

A scanner darkly è inderogabile



#11
TallG95

TallG95
  • Big

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 1759

Comunque possiamo anche parlare dei film che secondo ognuno di noi andrebbero visti da fatti, citando classici e non...

Ad esempio, secondo me film come Un Weekend da Bamboccioni 2 acquisiscono tutta un'altra aria se visti in trazione :D 



#12
King.Crimson

King.Crimson
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 622

Sto prendendo appunti.
Enter the Void incommensurabile.

 

Visto da fatti assolutamente Spring Breakers e i film di Lynch.


Modificata da King.Crimson, 03 November 2014 - 04:27 PM.


#13
TallG95

TallG95
  • Big

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 1759

Sto prendendo appunti.
Enter the Void incommensurabile.

 

Visto da fatti assolutamente Spring Breakers e i film di Lynch.

Concordo per i film di Lynch, il primo lavoro di Lynch che ho visto da fatto sono stati i corti che compongono Rabbits, poi ho recuperato il resto tra film e corti già visti e materiale che ancora dovevo vedere. Ti consiglio di vederti The Alphabet e The Grandmother da fatto, di solito dopo qualche canna si finisce col vedere Eraserhead, Mulholland Drive, Strade Perdute ed Inland Empire e ci si dimentica delle origini del Maestro!

 

Ho visto anche Spring Breakers ma non da fatto, devo recuperarlo :D



#14
autechre

autechre
  • borderline

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Collaboratore Forumeye
  • Messaggi: : 23200

anch'io sto prendendo appunti

 

il sopraccitato trailer di Enter the void mi ha rapito



#15
TallG95

TallG95
  • Big

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 1759

anch'io sto prendendo appunti

 

il sopraccitato trailer di Enter the void mi ha rapito

E' un capolavoro ragazzi, Gaspar Noé è un dannato geniaccio, ha una padronanza magistrale della cinepresa. Enter the Void ed Irréversible mi hanno stregato, specialmente il primo! Che lo guardiate da fatti (esperienza sensazionale date le influenze psichedeliche di Noé... già dai titoli di coda è un trip) o perfettamente sobri, questo filmone vi farà volare con la mente, quindi datemi retta e correte a recuperarlo.






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi