Vai al contenuto

Dishonored 2: Road to E3 2014 - RUBRICA

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 18 risposte

#1
The Newser

The Newser
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 102142
Dishonored 2: Road to E3 2014 - RUBRICA
E guai se me lo fanno diventare Open World.
E così – vi dicevo – sono stato sul tetto. E mi è venuto in mente Dishonored.Mentre stavo appollaiato sugli embrici scoscesi, pensavo a Corvo Attano in agguato come un predatore, che sorveglia dall'alto le guardie con indole malevola. Dishonored è stato, per me, un amore violentissimo. Dopo averlo visto per la prima volta ad una Gamescom di cui non ricordo molto altro, ho interrotto integralmente i contatti. Ai press tour ho sempre mandato qualcun'altro, e sono rimasto chiuso in questo “silenzio stampa al contrario” finché il gioco non è arrivato sugli scaffali. Dishonored mi ha preso in uno di quei non rari momenti di pigra indolenza: quei mesi in cui mi chiedo se davvero un mercato ipertrofico e gorgogliante di titoloni è quello che ci serve, o se forse non sarebbe meglio un modello produttivo più morigerato, che investa un po' più in creatività e meno in marketing, e che lasci ai team il tempo di respirare. Chi ha giocato l'avventura di Arkhane Studio, sa quale sia stata la risposta che mi son dato.
Leggi l'articolo completo: Dishonored 2: Road to E3 2014 - RUBRICA (Multi)



#2
Link-F

Link-F
  • Responsabile Editoriale

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Web]Webmaster
  • Messaggi: : 13743
Sono pervaso dall'Hype. Dovrei smettere con questa roba :D

#3
albyok

albyok
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1623
Ti direi una bugia se dicessi che mi riserverò di rigiocarci perché, per rifarmi a quello che dicevi anche tu, ci sono troppi giochi. Mi rifaccio quindi ai vaghi ricordi dell'unica run fatta ormai mesi e mesi fa.

Mi ricordo che non mi dispiacque, ma allo stesso tempo mi lasciò il retrogusto di Bioshock. Ripensandoci adesso, devo fare più di uno sforzo per dividere le due esperienze, nonostante ne riconosca la differenza. È un collegamento che si è creato e più lo scordo, più si fonde.

Dicevo... Boh, mi dispiace non condividerne l'entusiasmo, ma davvero non mi prese troppo e non so neanche se rigiocherei un sequel. Condivido però e di brutto, la riflessione sull'open world che troppo spesso è usato per riempire le falle di inventiva. Allargare, invece di rifinire. Questo è stato il motto di gran parte della scorsa generazione. E mi ha portato quasi alla nausea questo modo di sviluppare giochi, a tal punto da desiderare quasi esclusivamente giochi con paletti ben definiti e una trama quasi senza scelta o comunque su binari ben controllati. Sempre i vaghi ricordi, mi portano a ripensare a quella sensazione che la trama di Dishonored avesse campato di inerzia da circa metà gioco alla fine.

#4
xSnakex

xSnakex
  • Ricett o pappic vicin a noc :"ramm o tiemp ca te spertos

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 11979

sarà un mese molto pesante...ibernatemi...



#5
Link-F

Link-F
  • Responsabile Editoriale

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Web]Webmaster
  • Messaggi: : 13743

Dicevo... Boh, mi dispiace non condividerne l'entusiasmo, ma davvero non mi prese troppo e non so neanche se rigiocherei un sequel.


L'hai preparato sin dalla prima puntata questo post, io lo so! :D
Comunque, è chiaro che le esperienze sono diverse da persona a persona. Anche a me dispiace che tu non condivida l'entusiasmo. A livello narrativo, comunque, ti do ragione sul fatto che l'intreccio non fosse nulla di speciale, e lasciasse troppi elementi impliciti, diciamo così. Ma per tutto il resto, io l'ho trovato davvero clamoroso.

#6
albyok

albyok
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1623

L'hai preparato sin dalla prima puntata questo post, io lo so! :D
Comunque, è chiaro che le esperienze sono diverse da persona a persona. Anche a me dispiace che tu non condivida l'entusiasmo. A livello narrativo, comunque, ti do ragione sul fatto che l'intreccio non fosse nulla di speciale, e lasciasse troppi elementi impliciti, diciamo così. Ma per tutto il resto, io l'ho trovato davvero clamoroso.


Eheh. Più che altro perché mi fido molto di te, quindi il "dispiacere" era sentito. Poi è vero che i gusti son gusti. Magari lo riprenderò con l'Oculus Rift. Il concetto di tetto sarà sicuramente rivalutato alla grande.

#7
Dilust

Dilust
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 184
Bethesda avrà acnhe prodotto il gioco, ma Dishonored lo hanno fatto gli Arkane. Gente che dai tempi di Arx Fatalis, ma soprattutto con Dark Messiah aveva già fatto vedere di cosa era capace.
diamo a Cesare quel che è di Cesare.

#8
Link-F

Link-F
  • Responsabile Editoriale

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Web]Webmaster
  • Messaggi: : 13743

Bethesda avrà acnhe prodotto il gioco, ma Dishonored lo hanno fatto gli Arkane. Gente che dai tempi di Arx Fatalis, ma soprattutto con Dark Messiah aveva già fatto vedere di cosa era capace.
diamo a Cesare quel che è di Cesare.

Certo, ma infatti li ho citati ed è ovvio che il merito sia loro. Ma insomma, anche dal publisher dipendono tante cose: i tempi distesi, ad esempio...
Basta vedere quello che ha fatto Insomniac con EA. O Bioware con EA. O Starbreeze con EA.... ecco :D

#9
Catta

Catta
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1708
Condivido!!
A me a volte viene l'ansia da Open World......
"Confini enormi cose da fare andate cercate"
Cerchi giochi mi stimolano a ciò. Altri no. In altri (come questo) mi piace vedere ciò che mi vogliono mostrare.... Scoprire, ma non dover camminare a caso x ore x farlo...
Spero vivamente come te! Uno dei pochi giochi che ho platinato... Diverse bestemmie, non sono un pro. Ma LA SODDISFAZIONE di sto gioco.......


Ps: io sono vendicativo! Quindi seconda run: Chaos TOTALE :)
BELLO

#10
Dilust

Dilust
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 184

Certo, ma infatti li ho citati ed è ovvio che il merito sia loro. Ma insomma, anche dal publisher dipendono tante cose: i tempi distesi, ad esempio...
Basta vedere quello che ha fatto Insomniac con EA. O Bioware con EA. O Starbreeze con EA.... ecco :D

Vabbe' tutti sanno che la EA è il male. :)

#11
andymonza

andymonza
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1049
Tempo fa, (in quel periodo lavoravo per un'altra testata) ho avuto un'occasione più unica che rara. Per circa un'ora sono stato su una terrazza a Lione, seduto su una sdraio di quelle comode. C'era anche da bere, una cosa sola di cui ricordo solo un gusto vagamente dolciastro e una gradazione alcoolica tipo panaché annacquata. Ma vabbé, date le circostanze sembrava buona pure quella. Davanti a me c'era questo tipo bizzarro, cappello di feltro nonostante il caldo di fine primavera e sciarpa di seta un po' abbandonata intorno al collo. Fumava, una dietro l'altra, delle sigarette sottili, di quelle da donna, però lo faceva con uno stile tale da risultare in qualche modo coerente. Ecco, quel tipo strambo era Viktor Antonov. Di mestiere fa l'artista e l'inventore di mondi, ed è lui che se ne è venuto fuori con il background dietro a Dishonored. L'olio di balena, i bizzarri generatori elettrici, Dunwall, tutto quanto. E non solo. Perché il bello di quell'intervista è cominciato quando al PR che ci sorvegliava e suonato il telefono, e s'è dovuto allontanare per parlare. Non è più tornato per quasi venti minuti, e io avevo la domanda già lì in canna, che aspettava una distrazione del cane da guardia per uscirsene casualmente. "Non è che, per caso, ha già lavorato sul mondo che sta intorno a Dunwall?". Per i successivi quindici minuti, Viktor Antonov mi ha raccontato delle cose bellissime. Poi il PR è tornato, si è accorto dell'accaduto, si è un po' irritato, e mi ha fatto anche cancellare la registrazione audio. Ovviamente poi chiedendomi di non divulgare ad anima viva le cose che ho sentito in quei quindici minuti. Non lo farò certo qui, ma quelle cose me le ricordo bene, e accendono tante speranze per un ipotetico Dishonored 2.

#12
Wildbone88

Wildbone88
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Redazione
  • Messaggi: : 3019
Dishonored è stato lo stealthgame che più mi ha preso, colpito e convertito all'adorazione di questo genere.
Corvo, i suoi poteri, il DASH per teletrasportarsi! E poi io ho sempre amato fare l'assassino, uccidere o non uccidere, ma tutto secondo il mio volere assoluto. Dominare il mondo di gioco, dominare gli ambienti, approcciarli come volevo.
Bioshock Infinite è stato Bioshock Infinite come lo conosciamo perchè è esistito Dishonored e lo stesso vale per il Thief di Square-Enix.
NON VEDO L'ORA dell'annuncio del 2, non vedo l'ora di tornare nel degrado a pugnalare la gente alle spalle o passargli vicino tanto da potergli sussurrare all'orecchio e poi sguizzare nelle ombre.
Un signor gioco.

#13
red devils forever

red devils forever
  • Eye Bastard

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 5560

Tempo fa, (in quel periodo lavoravo per un'altra testata) ho avuto un'occasione più unica che rara. Per circa un'ora sono stato su una terrazza a Lione, seduto su una sdraio di quelle comode. C'era anche da bere, una cosa sola di cui ricordo solo un gusto vagamente dolciastro e una gradazione alcoolica tipo panaché annacquata. Ma vabbé, date le circostanze sembrava buona pure quella. Davanti a me c'era questo tipo bizzarro, cappello di feltro nonostante il caldo di fine primavera e sciarpa di seta un po' abbandonata intorno al collo. Fumava, una dietro l'altra, delle sigarette sottili, di quelle da donna, però lo faceva con uno stile tale da risultare in qualche modo coerente. Ecco, quel tipo strambo era Viktor Antonov. Di mestiere fa l'artista e l'inventore di mondi, ed è lui che se ne è venuto fuori con il background dietro a Dishonored. L'olio di balena, i bizzarri generatori elettrici, Dunwall, tutto quanto. E non solo. Perché il bello di quell'intervista è cominciato quando al PR che ci sorvegliava e suonato il telefono, e s'è dovuto allontanare per parlare. Non è più tornato per quasi venti minuti, e io avevo la domanda già lì in canna, che aspettava una distrazione del cane da guardia per uscirsene casualmente. "Non è che, per caso, ha già lavorato sul mondo che sta intorno a Dunwall?". Per i successivi quindici minuti, Viktor Antonov mi ha raccontato delle cose bellissime. Poi il PR è tornato, si è accorto dell'accaduto, si è un po' irritato, e mi ha fatto anche cancellare la registrazione audio. Ovviamente poi chiedendomi di non divulgare ad anima viva le cose che ho sentito in quei quindici minuti. Non lo farò certo qui, ma quelle cose me le ricordo bene, e accendono tante speranze per un ipotetico Dishonored 2.

"Welcome to city 17" Antonov è uno dei più grandi geni di questo settore,hai detto tutto tu inventore di mondi, e m'immagino la tua faccia piena di stupore,di quello genuino che vedi nei bambini,quando ti parlava del mondo di dishonored.

Arkane stratosferici nel creare un mondo e un gioco come non se ne vedevano da anni e come dice fra uno stealth vero e puro come pochi con in più tantissimi tipi di approccio e tutti di altissimo livello.

Quoto alla grande il discorso di fra sul non renderlo open-world,ci sono strutture ludiche a cui l'open world da un qualcosa in più e altre in cui risulta una semplice forzatura dettata dalla moda del momento,da dish m'aspetto una migliore introspezione narrativa,il problema secondo me non era la storia,normalissima di per se ah,ma proprio come veniva narrata e come venivano narrativi e si evolvevano i vari personaggi,e nuovi e creativi approcci infilati in quella totale libertà a cui corvo ci ha abituati,se vlgliono fare l'open-world che facciano un gdr spin-off ambientato in quel mondo tanto in bethesda se non ricordo male qualcuno che sa fare gdr ci dovrebbe essere 



#14
pegri

pegri
  • ~ Hacking is Your Weapon ~

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 21118

Vabbe' tutti sanno che la EA è il male. :)

 

tutti i fanboy lo sanno  XD  XD



#15
pegri

pegri
  • ~ Hacking is Your Weapon ~

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 21118

Tempo fa, (in quel periodo lavoravo per un'altra testata) ho avuto un'occasione più unica che rara. Per circa un'ora sono stato su una terrazza a Lione, seduto su una sdraio di quelle comode. C'era anche da bere, una cosa sola di cui ricordo solo un gusto vagamente dolciastro e una gradazione alcoolica tipo panaché annacquata. Ma vabbé, date le circostanze sembrava buona pure quella. Davanti a me c'era questo tipo bizzarro, cappello di feltro nonostante il caldo di fine primavera e sciarpa di seta un po' abbandonata intorno al collo. Fumava, una dietro l'altra, delle sigarette sottili, di quelle da donna, però lo faceva con uno stile tale da risultare in qualche modo coerente. Ecco, quel tipo strambo era Viktor Antonov. Di mestiere fa l'artista e l'inventore di mondi, ed è lui che se ne è venuto fuori con il background dietro a Dishonored. L'olio di balena, i bizzarri generatori elettrici, Dunwall, tutto quanto. E non solo. Perché il bello di quell'intervista è cominciato quando al PR che ci sorvegliava e suonato il telefono, e s'è dovuto allontanare per parlare. Non è più tornato per quasi venti minuti, e io avevo la domanda già lì in canna, che aspettava una distrazione del cane da guardia per uscirsene casualmente. "Non è che, per caso, ha già lavorato sul mondo che sta intorno a Dunwall?". Per i successivi quindici minuti, Viktor Antonov mi ha raccontato delle cose bellissime. Poi il PR è tornato, si è accorto dell'accaduto, si è un po' irritato, e mi ha fatto anche cancellare la registrazione audio. Ovviamente poi chiedendomi di non divulgare ad anima viva le cose che ho sentito in quei quindici minuti. Non lo farò certo qui, ma quelle cose me le ricordo bene, e accendono tante speranze per un ipotetico Dishonored 2.

 

non vedo l'ora che annunciano dishonored 2.......il primo è stato un gran bel gioco, DLC compresi.






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi