Vai al contenuto

Le Novità della Settimana - RUBRICA

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Nessuna risposta in questa discussione

#1
The Newser

The Newser
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 102265
Le Novità della Settimana - RUBRICA
Guai a Santa Monica, Microsoft punta sul Cloud
Mentre Guerrilla Games annuncia con orgoglio di essere a lavoro, da circa due anni, su una nuova IP che verrà presentata e mostrata per la prima volta al prossimo E3, Santa Monica Studios, altra second party di Sony, nota per aver dato i natali alla saga di God Of War, subisce un durissimo colpo. Il colosso nipponico ha infatti optato per la cancellazione di un nuovo titolo, ancora segreto, la cui genesi era già avviata da qualche tempo. Dai pochi dettagli emersi si evince che si sarebbe trattato di un’avventura open-world con ambientazione fantascientifica. La sua estrema similarità con Destiny, MMO-FPS di Bungie, sarebbe stato il movente principale che avrebbe spinto Sony a stoppare la produzione e costretto lo studio a procedere al licenziamento di alcuni dipendenti. La notizia ha generato una tempesta di risentimenti tra i videogiocatori, indispettiti dall’atteggiamento del publisher che tante volte, in passato, ha incoraggiato i suoi studi interni a investire in nuove proprietà intellettuali. Il nostro parere, in merito, è che evidentemente Sony si è resa conto che il progetto non meritava ulteriori investimenti. Molto probabilmente Santa Monica Studios tornerà ad occuparsi di God Of War (magari con un nuovo capitolo per PS4), in attesa di tempi (e idee) migliori per donarsi anima e corpo a qualcosa di totalmente nuovo. Proprio a proposito della nuova console casalinga giapponese, in terra natia sono stati piazzati 322mila pezzi nel periodo di lancio. Un dato tutt’altro che roboante, soprattutto considerando i dati vendita registrati negli altri continenti, che dimostrano ulteriormente la relativa freddezza dei giocatori dagli occhi a mandorla nei confronti della next-gen. Torna nuovamente a far parlare di sé The Last Of Us, uno dei migliori giochi della passata generazione di console. In rete è disponibile da qualche giorno Grounded: The Making of The Last of Us, un documentario della durata di 84 minuti che svela il dietro le quinte dello sviluppo del gioco. Un video interessantissimo la cui visione non farà altro che aumentare l’affezione verso un’IP di cui si continua a vociferare la realizzazione di un sequel. Nuovamente intervistata in merito, Naughty Dog nella figura di Neil Druckmann, direttore creativo della compagnia, ha affermato che c’è il 50% di possibilità che il sogno diventi realtà. Noi abbiamo la netta sensazione che dopo un’iniziale indecisione, il team di sviluppo inizi a cedere all’idea, lusingata dai tanti riconoscimenti ricevuti negli ultimi mesi e ingolosita dai possibili guadagni che potrebbe concretizzare. Nintendo cerca un timido rilancio dopo il terremoto del Corporate Management Policy Briefing di qualche settimana fa. Lo fa affidandosi a due manovre non proprio riuscitissime. Da una parte da risalto alla notizia che il Wii U, ad oggi, ha “già” venduto più unità di quanto abbia saputo fare Xbox 360 nel suo intero ciclo vitale. Dall’altra affida alle parole di Michael Kelbaugh, presidente di Retro Studios, il compito di lodare le qualità tecniche della piattaforma casalinga. Se il parere di un dipendente Nintendo ha un valore del tutto relativo, il “confortante” dato sulle vendite di Wii U lo è ancor di più: chiunque sa benissimo che la macchina Microsoft non ha mai avuto mordente in Giappone, dovendosi accontentare di piazzare, settimana dopo settimana, qualche centinaio di console o poco più.Nel dubbio, e in mezzo alla tempesta, Seth Fisher, importante azionista della Grande N, ribadisce il suo punto di vista: per risollevare la situazione bisogna puntare sul mercato mobile con videogiochi pensati ad hoc. Iwata prima o poi cederà a questa linea politica? Settimana complicata per Microsoft alle prese con questioni piuttosto delicate. Dopo aver piazzato Satya Nadella come nuovo CEO dell’azienda, c’era da piazzare un altro big: Stephen Elop, in corsa per la stessa carica, entrato prepotentemente nell’organigramma del colosso americano con l’acquisizione di Nokia. Ironia della sorte, verrebbe da dire, visto che proprio lui, che nelle sue linee programmatiche prevedeva la vendita di Bing e della divisione Xbox, è stato messo a capo della divisione hardware e videogiochi. Le ipotesi, a questo punto, sono tre: Elop ha cambiato completamente idea; ai piani alti avevano così fretta di piazzarlo da qualche parte che gli hanno dato il primo posto vacante; Microsoft sta seriamente prendendo in considerazione l’idea di vendere (magari ad Amazon). Difficile fare pronostici al momento, sebbene la seconda ipotesi sembra attualmente quella più probabile.L’altra questione spinosa riguarda invece la risoluzione a cui girano e gireranno molti dei giochi sviluppati su Xbox One. Dopo la notizia che nemmeno Titanfall raggiungerà i 1080p, si è alzato un vero e proprio polverone con buona parte dell’utenza delusa dalle prestazioni tecniche della macchina già ritenute inferiori rispetto a quelle di PS4. A gettare acqua sul fuoco ci ha pensato Harvey Eagle, direttore marketing di Xbox nel Regno Unito, affermando che titoli come Forza Motorsport 5 supportano la risoluzione a 1080p e che, quindi, il raggiungimento di tale specifica sta solo nell’impegno dei singoli sviluppatori, non certo in limiti strutturali della console. Inoltre gli utenti non dovrebbero affatto trascurare l’importanza del cloud nell’ecosistema di Xbox One. Proprio a questo proposito Phil Spencer ha annunciato su Twitter che nelle prossime settimane verrà mostrata una demo che permetterà agli appassionati di capire quali effettivi vantaggi porterà il cloud alla console next-gen di casa Redmond. Attendiamo curiosi questa dimostrazione. Dopo tempo che non si sentiva parlare di Valve, un’intrigante notizia la riporta tra i protagonisti della nostra rubrica. Stando ai pareri di un insider, presso gli studi della compagnia sarebbe in sviluppo un visore VR ben più avanzato di Oculus Rift, in grado di eliminare molti dei difetti fin’ora segnalati su periferiche di questo genere (su tutti il senso di nausea che si proverebbe). Siamo in procinto di una nuova console war? Possibile, ma a quanto pare Valve attualmente non sembrerebbe intenzionata di presentare al grande pubblico la sua ultima creatura.Fanno discutere le dichiarazioni di Lucien Soulben, lead writer di Ubisoft Monteral. Secondo l’artista il mondo videoludico non è ancora pronto per vedere come protagonisti dei personaggi omosessuali, tant’è vero che ancora nessuna grande compagnia si sarebbe arrischiata in un tentativo del genere. L’obbiezione viene spontanea: che dire dello Shepard di Mass Effect che poteva instaurare relazioni con membri dell’equipaggio del suo stesso sesso? La questione resta comunque delicatissima. Sul fronte recensioni, grande delusione per Castlevania Lords Of Shadow 2. Eravamo già pronti a definirlo come un capolavoro, ma la realtà dei fatti si è rivelata ben diversa. Lontano dall’essere un totale fallimento, con il maldestro inserimento di sezioni platform e stealth l’avventura ha mostrato il fianco a diversi problemi di game design. Comunque consigliato ai fan del brand, è una cocente delusione per chi era certo che MercurySteam sarebbe stata in grado di bissare il successo del prequel.Thief invece rispetta le previsioni. La trama non è convincente come sperato e si lamenta un’eccessiva linearità, ma ciononostante chiunque sia alla ricerca di un buon stealth game troverà nel prodotto di Eidos ciò che cerca. Garden Warfare: Plants vs Zombies rappresenta una graditissima sorpresa: ideale per gli amanti degli FPS multiplayer che non si prendono troppo sul serio e si tengono a distanza di sicurezza dagli eccessivi tatticismi richiesti da un Battlefield qualsiasi.Segnaliamo inoltre la nostra gigantesca anteprima su Super Smash Bros Wii U: il titolo continua a mostrarsi a poco a poco e noi abbiamo voluto riassumere i tanti annunci fatti nel corso dei mesi in un unico articolo.Sul fronte speciali vale la pena citare la nuova puntata con Giochi Vecchi (questa volta incentrato su Tomb Rider 2) e la solita assegnazione del Gioco del Mese. Per scoprire il vincitore di febbraio basta un click.
Leggi l'articolo completo: Le Novità della Settimana - RUBRICA (Multi)






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi