Vai al contenuto

Migliore performance di un attore e film poco conosciuti


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 5 risposte

#1
Sparrow90

Sparrow90
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 118

Apro questo topic per recuperare qualche film che magari non ho visto (e come me sicuramente altri del forum) e per semplice curiosità, come attori base metterò quelli che gradisco di più, ma potete aggiungere voi qualche attore la cui performance è da vedere assolutamente

 

De Niro
Pacino
Di Caprio
Pesci
Bale
Depp
Del Toro
Bardem
Day-Lewis
Pitt
Brando
Neeson
McKellen
Nicholson
Spacey
Oldman
Reno
Schwarzenegger
Caine
Freeman
Waltz
Bridges
Woods
Sheen
Thornton
Downey Jr

Oltre alla migliore prova potete aggiungere qualche film poco conosciuto ma da vedere assolutamente



#2
LUK@

LUK@
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 52365
Se hai messo schwarzenegger allora ci devi mettere pure stallone e Van damme

#3
Quilty

Quilty
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2311
Proveró a citare qualche film meno visto o celebrato dei soliti grandi classici.
 
De Niro: in Jacknife, di David Jones, é "come un elefante: corto di cervello, ma dalla memoria lunga".

Pacino & Spacey: duettano tra altri mostri sacri in Americani di James Foley, uno dei film meglio interpretati che abbia mai visto.

Di Caprio: attiró subito l'attenzione della critica nel suo primo ruolo importante in Voglia di Ricominciare, di Michael Caton-Jones.

Pesci: é fantastico in Occhio Indiscreto di Howard Franklin, uno dei suoi rari film da protagonista.

Bale: i Marchi Gialli dimenticano che é sulla cresta dell'onda da molto prima di incontrare Nolan. Vedere Enrico V di Kenneth Branagh per credere.

Depp: questo sará pure noto, ma pochi film possono battere l'intelligenza e la poesia di Ed Wood, di Tim Burton.

Del Toro: in Paura e Delirio a Las Vegas, di Terry Gilliam, il suo folle avvocato samoano ruba la scena a tutti.

Bardem: un saggio di recitazione "per sottrazione": I Lunedí al Sole, di Fernando Leon de Aranoa.

Day-Lewis: gira pochi film, tutti famosi e ben scelti. Certo che ne L'Etá dell'Innocenza, diretto con sovraumana maestria da Martin Scorsese, supera sé stesso.

Pitt: divertito e divertente in Burn After Reading, di Joel & Ethan Coen.

Brando: invecchiato e ingrassato, ma sempre imponente, in Un' Arida Stagione Bianca, di Euzhan Palcy.

Neeson: accanto a Cher in Suspect, di Peter Yates, uno di quei film "medi" di grande piacevolezza che nessuno sembra piú capace di fare.

McKellen e Downey, Jr. : primo ruolo da protagonista per l'attore inglese in Riccardo III di Richard Loncraine: mozzafiato. Ma il futuro Tony Stark non sfigura.

Nicholson: in Dentro la Notizia, di James L. Brooks, si mangia il film in dieci minuti scarsi.

Oldman: posso fare una deviazione? Segnalo il suo primo (e finora unico) film da regista, il riuscito Niente per Bocca.

Reno: a parte Leon, non ricordo altri ruoli memorabili, se non nei precedenti film di Besson (in particolare Subway).

Schwarzenegger: i suoi ruoli importanti sono arcinoti. Perció segnalo un cameo d'annata nel bellissimo Il Lungo Addio, di Robert Altman.

Caine: anche se il film non é un capolavoro, la sua classe resta intatta: La Mano, di Oliver Stone.

Freeman: il saggio giudice ne Il Faló delle Vanitá, immeritato fiasco di Brian De Palma.

Waltz: ha fatto solo pochi film, ma nello splendido quartetto di Carnage, di Roman Polanski, é a lui che spettano le battute migliori.

Bridges: per Doppio Taglio di Richard Marquand vale quanto detto sopra a proposito di Suspect.

Woods: é il piú interessante de I Ragazzi del Coro, controverso film di Robert Aldrich.

Sheen: se parli di Martin, allora Comma 22 di Mike Nichols. Se invece intendevi Charlie, direi Otto Uomini Fuori, di John Sayles

Thornton: é sempre bravo, lasciamolo gigioneggiare nel ruolo del laido meccanico di U Turn, di Oliver Stone.

Modificata da Quilty, 28 July 2013 - 03:47 PM.


#4
Sparrow90

Sparrow90
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 118

Se hai messo schwarzenegger allora ci devi mettere pure stallone e Van damme

Stallone e Van Damme non mi piacciono come attori, non è che Schwarzenegger sia questo grande attore, ma visto che qualche suo film mi è piaciuto sono curioso di vedere fino a dove può arrivare con la recitazione, nonostante i suoi limiti


Modificata da Sparrow90, 28 July 2013 - 03:47 PM.


#5
Sparrow90

Sparrow90
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 118

Proveró a citare qualche film meno visto o celebrato dei soliti grandi classici.
 
De Niro: in Jacknife, di David Jones, é "come un elefante: corto di cervello, ma dalla memoria lunga".

Pacino & Spacey: duettano tra altri mostri sacri in Americani di James Foley, uno dei film meglio interpretati che abbia mai visto.

Di Caprio: attiró subito l'attenzione della critica nel suo primo ruolo importante in Voglia di Ricominciare, di Michael Caton-Jones.

Pesci: é fantastico in Occhio Indiscreto di Howard Franklin, uno dei suoi rari film da protagonista.

Bale: i Marchi Gialli dimenticano che é sulla cresta dell'onda da molto prima di incontrare Nolan. Vedere Enrico V di Kenneth Branagh per credere.

Depp: questo sará pure noto, ma pochi film possono battere l'intelligenza e la poesia di Ed Wood, di Tim Burton.

Del Toro: in Paura e Delirio a Las Vegas, di Terry Gilliam, il suo folle avvocato samoano ruba la scena a tutti.

Bardem: un saggio di recitazione "per sottrazione": I Lunedí al Sole, di Fernando Leon de Aranoa.

Day-Lewis: gira pochi film, tutti famosi e ben scelti. Certo che ne L'Etá dell'Innocenza, diretto con sovraumana maestria da Martin Scorsese, supera sé stesso.

Pitt: divertito e divertente in Burn After Reading, di Joel & Ethan Coen.

Brando: invecchiato e ingrassato, ma sempre imponente, in Un' Arida Stagione Bianca, di Euzhan Palcy.

Neeson: accanto a Cher in Suspect, di Peter Yates, uno di quei film "medi" di grande piacevolezza che nessuno sembra piú capace di fare.

McKellen e Downey, Jr. : primo ruolo da protagonista per l'attore inglese in Riccardo III di Richard Loncraine: mozzafiato. Ma il futuro Tony Stark non sfigura.

Nicholson: in Dentro la Notizia, di James L. Brooks, si mangia il film in dieci minuti scarsi.

Oldman: posso fare una deviazione? Segnalo il suo primo (e finora unico) film da regista, il riuscito Niente per Bocca.

Reno: a parte Leon, non ricordo altri ruoli memorabili, se non nei precedenti film di Besson (in particolare Subway).

Schwarzenegger: i suoi ruoli importanti sono arcinoti. Perció segnalo un cameo d'annata nel bellissimo Il Lungo Addio, di Robert Altman.

Caine: anche se il film non é un capolavoro, la sua classe resta intatta: La Mano, di Oliver Stone.

Freeman: il saggio giudice ne Il Faló delle Vanitá, immeritato fiasco di Brian De Palma.

Waltz: ha fatto solo pochi film, ma nello splendido quartetto di Carnage, di Roman Polanski, é a lui che spettano le battute migliori.

Bridges: per Doppio Taglio di Richard Marquand vale quanto detto sopra a proposito di Suspect.

Woods: é il piú interessante de I Ragazzi del Coro, controverso film di Robert Aldrich.

Sheen: se parli di Martin, allora Comma 22 di Mike Nichols. Se invece intendevi Charlie, direi Otto Uomini Fuori, di John Sayles

Thornton: é sempre bravo, lasciamolo gigioneggiare nel ruolo del laido meccanico di U Turn, di Oliver Stone.

Hai compreso in pieno il senso del topic, comunque Charlie Sheen



#6
Lem

Lem
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 113

Gran bel post Quilty. Ne devo recuperare parecchi.

 

Le prime che mi vengono in mente sono queste:

 

De Niro: io lo adoro nel geniale Brazil di Terry Gilliam.

Di Caprio: buona prestazione da giovane nel Pronti a morire di Raimi. Non sarà un ottimo film, ma l'idea è buona e l'ambientazione credo sia abbastanza atipica per un western (niente gradi spazi aperti, ma solo un saloon e qualche strada).

Oldman: grandissima interpretazione nel poco conosciuto La Talpa.

 

Appena me ne vengono in mente altri li scrivo. 


Modificata da Lem, 28 July 2013 - 04:07 PM.





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi