Vai al contenuto

piccolo corsivo sulla povertÓ


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 15 risposte

#1
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784

mentre mi trovavo a un convegno di sommelier mi è caduto l'occhio sull'iPad che aveva impresso tale articolo del corriere:

 

http://www.corriere....8e70c9e2d.shtml

 

in effetti visti i progressi della tecnica non capivo com'è che non si riusciva a sconfiggere la fame del mondo... e ineffetti ci stiamo riuscendo.

 

Nel ’90 – racconta l’Economist - il 43% della popolazione dei paesi in via di sviluppo viveva in condizioni di estrema povertà. Il numero assoluto era di 1,9 miliardi di persone. Nel 2000 questa percentuale era diminuita di un terzo e a partire dal 2010 (mentre la soglia era salita a 1,25 dollari) la cifra era del 21%. La povertà globale è stata perciò dimezzata nel giro di 20 anni».

 

tutto ciò nonostante questo:

 

300px-Rwandan_Genocide_Murambi_skulls.jp

strage dei tutsu

 

corea_nord5.jpg

 

la fame della corea del nord rurale

 

 

quindi l'ONU non è tutto uno spreco. nè i soldi finiscono solo a ingrassare eventi culturali di gruppi che fanno pressioni


Modificata da creonte, 02 June 2013 - 05:09 AM.


#2
ROcK

ROcK
  • Mercante di carrelli della spesa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Moderatore HW&Software Chart
  • Messaggi: : 41734
  • Utente Nr: 31085
  • Feedback Mercatino: Guarda | Lascia
  • ID WiiU = Dr.RocK
  • 3523 2153 6191

creonte una provocazione:

 

ma per te la fame del mondo è un vero problema?

cioè secondo te è possibile davvero "sconfiggerla" ?

e soprattutto oggi secondo te davvero non c'è cibo per tutti sulla terra?



#3
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784

creonte una provocazione:

 

ma per te la fame del mondo è un vero problema?

cioè secondo te è possibile davvero "sconfiggerla" ?

e soprattutto oggi secondo te davvero non c'è cibo per tutti sulla terra?

 

questo articolo afferma che il cibo arriva sempre di più a chi non ne ha.

 

e calcola che son gente con alto grado di riproduzione e quindi la velocità di diffusione del cibo è ben maggiore della velocità di nascita dei potenziali affamati


Modificata da creonte, 02 June 2013 - 05:30 PM.


#4
DeepEye

DeepEye
  • Bannati

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 31338

Beh, sicuramente prima o poi si riuscirà a 'sconfiggere' la fame in un certo senso. Il problema semmai starà nel fatto che molti/tutti vorrebbero vivere come da standard occidentali. Il che è impossibile con l'attuale popolazione. Ci vorrebbe come minimo un altro pianeta da sfruttare solo per le risorse, o fonti energetiche e tecnologie avveniristiche di Star Trek. 

Avete presente il film in uscita a settembre Elysium? Imho finiremo cosi. 



#5
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784

Beh, sicuramente prima o poi si riuscirà a 'sconfiggere' la fame in un certo senso. Il problema semmai starà nel fatto che molti/tutti vorrebbero vivere come da standard occidentali. Il che è impossibile con l'attuale popolazione. Ci vorrebbe come minimo un altro pianeta da sfruttare solo per le risorse, o fonti energetiche e tecnologie avveniristiche di Star Trek. 

Avete presente il film in uscita a settembre Elysium? Imho finiremo cosi. 

 

esiste l'incognita del petrolio, ma vale per tutti.

l'acqua per gli usi standard è sufficiente

 

magari non so quanta acqua serve per l'elettronica di consumo... ma tanto quella è roba che ormai si stabilizzerà: avremo console che escono sempre più lentamente (già è così) e lo stesso accadrà per ic ellulari, avendo già superato l'età dell'oro e dell'euforia tecnica.

 

ci sono ampi margini di minor consumismo, visto che che il '900 è finito: il '900 è stato il secolo del ricambio tecnico celere. il futuro tornerà a ritmi più comuni alle generzioni precedenti


Modificata da creonte, 02 June 2013 - 07:03 PM.


#6
DeepEye

DeepEye
  • Bannati

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 31338

 

esiste l'incognita del petrolio, ma vale per tutti.

 

 

Il problema del petrolio imho non è che possa finire, è che sarà sempre più costoso da estrarre. Vedi le piattaforme petrolifere nei mari del nord che fanno buchi profondi km e km, o estrarre il petrolio da sabbie bituminose (o come cacchio si chiamano). Diciamo che per la produzione energetica (stazioni elettriche) il petrolio non è un problema, tanto c'è l'atomico, il carbone, il gas, le biomasse, le rinnovabili ecc. E nemmeno per la produzione delle sostanze sintetiche, si trova un sostituto. Il vero problema imho sarà il trasporto: a meno di una scoperta sensazionale nel campo dell'immagazzinamento dell'energia elettrica o la sua produzione, o nel caso una sostanza che possa sostituire il petrolio, secondo me questo sarà il secolo in cui finirà l'era del trasporto personale economico e per tutti.



#7
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784

 

Il problema del petrolio imho non è che possa finire, è che sarà sempre più costoso da estrarre. Vedi le piattaforme petrolifere nei mari del nord che fanno buchi profondi km e km, o estrarre il petrolio da sabbie bituminose (o come cacchio si chiamano). Diciamo che per la produzione energetica (stazioni elettriche) il petrolio non è un problema, tanto c'è l'atomico, il carbone, il gas, le biomasse, le rinnovabili ecc. E nemmeno per la produzione delle sostanze sintetiche, si trova un sostituto. Il vero problema imho sarà il trasporto: a meno di una scoperta sensazionale nel campo dell'immagazzinamento dell'energia elettrica o la sua produzione, o nel caso una sostanza che possa sostituire il petrolio, secondo me questo sarà il secolo in cui finirà l'era del trasporto personale economico e per tutti.

 

ho studiato fugacemente la questione: probabilmnete in città si creeranno percorsi motorizzati (come le scale mobili ma in piano).

 

ma già oggi vedo che le cose son cambiate rispetto a qualche decennio fa nell'uso amggiore fra i giovani di mezzi collettivi.

 

il punto è: come faremo le scampagnate nei paesini? diventeranno il vero turismo d'elite? i divi andranno a massa San giorno mentre le casalinghe di Voghera andranno in crociera sul nilo? :)



#8
DeepEye

DeepEye
  • Bannati

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 31338

Volendo c'è sempre la bici :asd: 



#9
lisanderino

lisanderino
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Bannati Everyeye
  • Messaggi: : 32

mentre mi trovavo a un convegno di sommelier mi è caduto l'occhio sull'iPad che aveva impresso tale articolo del corriere:

 

http://www.corriere....8e70c9e2d.shtml

 

in effetti visti i progressi della tecnica non capivo com'è che non si riusciva a sconfiggere la fame del mondo... e ineffetti ci stiamo riuscendo.

 

Nel ’90 – racconta l’Economist - il 43% della popolazione dei paesi in via di sviluppo viveva in condizioni di estrema povertà. Il numero assoluto era di 1,9 miliardi di persone. Nel 2000 questa percentuale era diminuita di un terzo e a partire dal 2010 (mentre la soglia era salita a 1,25 dollari) la cifra era del 21%. La povertà globale è stata perciò dimezzata nel giro di 20 anni».

 

tutto ciò nonostante questo:

 

 

strage dei tutsu

 

corea_nord5.jpg

 

la fame della corea del nord rurale

 

 

quindi l'ONU non è tutto uno spreco. nè i soldi finiscono solo a ingrassare eventi culturali di gruppi che fanno pressioni

La Corea del Nord non è affamata, si tengono in forma mica come i cittadini Usa.

 

Tra Tutsu e Utsi in Congo c'è la mano delle multinazionali per estrarre materie prime

 

Per la fame nel mondo:

 

Spoiler

 

http://www.fao.org/n...m/161886/icode/

 

intanto l'Italia passa al decimo posto come ppaese aquirente d'armi-

 

L'Onu è più che uno spreco, andrebbe abolita:

 

 

Sapevate che il terreno dove hanno edificato la struttura delle Nazioni Unite/ONU, è stato “donato” dal satanista, mondialista rockfeller?

L’organizzazione delle Nazioni Unite è nata ufficialmente con la carta di S.Francisco, il 26 giugno del 1945. La prima sede a New York fu costruita su un terreno donato da j,d. rockfeller .
Subito dopo la fondazione, l’ONU ha iniziato a lavorare allo scopo di costituire il primo super-Stato: l’Unione Europea, all’interno di un presunto piano trilaterale.

“In gioco c’è più di un piccolo paese, c’è un grande “ideale”: un nuovo ordine mondiale! Che unisce nazioni diverse nel segno di una causa comune; per realizzare le aspirazioni universali dell’umanità”. – g.w.bush Discorso dell’ 11 settembre 1991; dieci anni dopo l’auto-attentato alle Torri Gemelle sotto il governo del figlio g. bush j.

 

 

 

Spoiler

 

Qui un po di storia seria:

 

http://www.stampalibera.com/?p=19606


Modificata da antes, 02 June 2013 - 08:58 PM.


#10
ROcK

ROcK
  • Mercante di carrelli della spesa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Moderatore HW&Software Chart
  • Messaggi: : 41734
  • Utente Nr: 31085
  • Feedback Mercatino: Guarda | Lascia
  • ID WiiU = Dr.RocK
  • 3523 2153 6191

il problema sono le risorse. di tutti i tipi. anche idriche.

 

cioè facciamo un esempio.

 

oggi è già possibile sfamare l'intera popolazione mondiale.

esistono eccedenze alimentari enormi che vengono distrutte se no il prezzo dei prodotti sul mercato sarebbe troppo basso e non varrebbe la pena produrre +.

inoltre una % della popolazione mondiale vive con un fabbisogno alimentare tipo il triplo di quello che basterebbe per vivere + che bene.

 

facciamo finta che noi distribuiamo equamente il cibo a tutti e non distruggiamo le eccedenze ma le diamo ai poveri.

 

cosa succede? succede che i paesi poveri diventano il paese della cuccagna.

nel paese povero non produci ma mangi lo stesso come quello che lavora ( nei paesi ricchi )

a questo punto conviene trasferirsi in un paese povero.non lavori e mangi.

 

ma vabè.lasciamo perdere questo aspetto e quello che potrebbe comportare.

 

ritorniamo all'inizio. diamo le eccedenze dei paesi ricchi ai poveri.

attualmente non sapendo come fare a sfamare i figli il tasso di crescita di queste popolazioni è enorme.

immaginiamo cosa succederebbe se non dovessero neanche preoccuparsi perchè il cibo arriva gratis a volontà.

il tasso di crescita sarebbe da boom

inoltre diminuirebbero i decessi ( per fame, malattie ecc )

 

oggi siamo 7 miliardi. fra 20 anni forse sarem 9 con gli attuali tassi di crescita.risolvendo questo problema il tasso di incremento demografico aumenterebbe anche di +.

 

siamo troppi.

tanta popolazione significa + produzione alimentare. questo significa + distruzione ambientale ( messa a coltura di zone prima boschive ecc ) e + inquinamento.

questo porta a cambi climatici ed esaurimento delle risorse.

 

non puoi fare la decrescita della produzione se devi produrre sempre di + per una popolazione in continuo aumento.

 

il problema della fame nel mondo non si risolve aumentando la produzione per sfamare sempre + persone ma prima di tutto lavorando sul controllo demografico  in modo da diminuire l'impatto  sull'ecosistema.

 

sfamare oggi tutta la popolazione mondiale si può. non conviene farlo perchè si rimanderebbe solo di qualche decennio una nuova riproposizione del problema questa volta però irrisolvibile causa arrivo al limite delle risorse.

a quel punto che fai? è l'isola di pasqua insomma.

 

si arriverà a un punto che esauriremo tutte le risorse e dovremo fare delle scelte drastiche.

è per non fare queste scelte che si lasciano morire tante persone.

arriveremo a un punto altrimenti che dovremo eliminare fisicamente ( o moriranno cmq ) un numero ancora maggiore di popolazione mondiale.

 

non si scappa.ovviamente c'è un ampia letteratura in merito.vedi malthus VS marx. con il secondo che imho su questo punto sballò totalmente e questo credo sia oggi ampiamente condivisodalla comunità scientifica.

 

recentemente addirittura ho seguito pure una conferenza di un sacerdote- missionario che mi ha sorpreso perchè ( pur non ponendo delle soluzioni perchè la chiesa non è per il controllo delle nascite ) praticamente sposava in toto la tesi summenzionata.



#11
Hanamigi

Hanamigi
  • Cosa?

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 17210

Quindi lisander si è ri-registrato?



#12
lisanderino

lisanderino
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Bannati Everyeye
  • Messaggi: : 32

il problema sono le risorse. di tutti i tipi. anche idriche.

 

cioè facciamo un esempio.

 

oggi è già possibile sfamare l'intera popolazione mondiale.

esistono eccedenze alimentari enormi che vengono distrutte se no il prezzo dei prodotti sul mercato sarebbe troppo basso e non varrebbe la pena produrre +.

inoltre una % della popolazione mondiale vive con un fabbisogno alimentare tipo il triplo di quello che basterebbe per vivere + che bene.

 

facciamo finta che noi distribuiamo equamente il cibo a tutti e non distruggiamo le eccedenze ma le diamo ai poveri.

 

cosa succede? succede che i paesi poveri diventano il paese della cuccagna.

nel paese povero non produci ma mangi lo stesso come quello che lavora ( nei paesi ricchi )

a questo punto conviene trasferirsi in un paese povero.non lavori e mangi.

 

ma vabè.lasciamo perdere questo aspetto e quello che potrebbe comportare.

 

ritorniamo all'inizio. diamo le eccedenze dei paesi ricchi ai poveri.

attualmente non sapendo come fare a sfamare i figli il tasso di crescita di queste popolazioni è enorme.

immaginiamo cosa succederebbe se non dovessero neanche preoccuparsi perchè il cibo arriva gratis a volontà.

il tasso di crescita sarebbe da boom

inoltre diminuirebbero i decessi ( per fame, malattie ecc )

 

oggi siamo 7 miliardi. fra 20 anni forse sarem 9 con gli attuali tassi di crescita.risolvendo questo problema il tasso di incremento demografico aumenterebbe anche di +.

 

siamo troppi.

tanta popolazione significa + produzione alimentare. questo significa + distruzione ambientale ( messa a coltura di zone prima boschive ecc ) e + inquinamento.

questo porta a cambi climatici ed esaurimento delle risorse.

 

non puoi fare la decrescita della produzione se devi produrre sempre di + per una popolazione in continuo aumento.

 

il problema della fame nel mondo non si risolve aumentando la produzione per sfamare sempre + persone ma prima di tutto lavorando sul controllo demografico  in modo da diminuire l'impatto  sull'ecosistema.

 

sfamare oggi tutta la popolazione mondiale si può. non conviene farlo perchè si rimanderebbe solo di qualche decennio una nuova riproposizione del problema questa volta però irrisolvibile causa arrivo al limite delle risorse.

a quel punto che fai? è l'isola di pasqua insomma.

 

si arriverà a un punto che esauriremo tutte le risorse e dovremo fare delle scelte drastiche.

è per non fare queste scelte che si lasciano morire tante persone.

arriveremo a un punto altrimenti che dovremo eliminare fisicamente ( o moriranno cmq ) un numero ancora maggiore di popolazione mondiale.

 

non si scappa.ovviamente c'è un ampia letteratura in merito.vedi malthus VS marx. con il secondo che imho su questo punto sballò totalmente e questo credo sia oggi ampiamente condivisodalla comunità scientifica.

 

recentemente addirittura ho seguito pure una conferenza di un sacerdote- missionario che mi ha sorpreso perchè ( pur non ponendo delle soluzioni perchè la chiesa non è per il controllo delle nascite ) praticamente sposava in toto la tesi summenzionata.

 

Non mi risulta quello che dici, tutta la popolazione mondiale potrebbe vivere in un area grande come il Texas, se ti interessa ti posto dati precisi.

Quindi lisander si è ri-registrato?

 

Chi è lisander?

 



#13
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061

Tu.



#14
lisanderino

lisanderino
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Bannati Everyeye
  • Messaggi: : 32

Tu.

No, sono il fratello più piccolo.



#15
The Big Boss

The Big Boss
  • Lo direttore dello museo delLO cere delLO Regno

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 31709

No, sono il fratello più piccolo.

 

:asd:






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi