Vai al contenuto

I social networke il loro abuso


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 43 risposte

#1
DavideGTB

DavideGTB
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1990
  • Utente Nr: 75804
  • Feedback Mercatino: Guarda | Lascia
  • Scrauc
  • DavideGTB
  • 3136-7005-9066

Salve a tutti :)

Negli ultimi anni come tutti sanno il fenomeno dei social network ha avuto una crescita esplosiva, contando miliardi di utilizzatori nel mondo.

L'utilità degli stessi è assodata e credo tutti converranno che si tratta di mezzi potenti capaci di creare utilità per tutti e fatturato per molti.

Volevo soffermarmi però ad analizzare l'aspetto sociologico della vita lontana dai social network, quella che dovrebbe essere l'antitesi dell'utilizzo di queste piattaforme: la vita sociale vera e propria.

 

Esempio 1: oggi 12 maggio, festa della mamma, moltissime persone stanno facendo gli auguri alla propria madre sulla bacheca di facebook, nonostante i 3/4 di queste non sappia neanche accendere un computer.

Sorgono dunque legittimi interrogativi: l'individuo in questione ha perso la propria sanità mentale o ha un disperato bisogno di attenzioni? Perché non porta i suoi auguri alla madre di persona? E se l'ha fatto che motivo c'è di farlo sapere a tutti? 

Questo è un discorso che vale comunque per tutti quegli stati personali teoricamente "fini a se stessi".

 

Esempio 2: ormai un numero prossimo al 100% degli italiani (diciamo di tutti i paesi filo-americani per non sbagliarci va) possiede uno smartphone. Fatte salve rare eccezioni di persone che ne fanno un uso legittimo (giustifico il legittimo rapportandolo con la durata della batteria), la maggior parte degli utenti abusa di questi ultimi soprattutto quando si trova in situazioni sociali. Quanti dei vostri amici "zippettano" col cellulare mentre siete in gruppo? Quante persone sono perennemente in linea su facebook anche quando sono in giro con gli amici? Quante foto invadono la home di facebook ogni secondo, magari che ritraggono gente che si diverte in giro, che però, inspiegabilmente visto si sta divertendo così tanto, perde tempo a pubblicare su facebook tutte le proprie avventure? 

A me ad esempio succede (anche con la mia ragazza) che molte volte parlo con l'interessato e questo mi risponde "eh?" perché era impegnato in una conversazione virtuale o a scorrere la home di fb.

 

Secondo me tutto questo condividere è controproducente. Il bello di stare con una persona imho è lo scambiarsi opinioni, raccontare eventi, fatti, momenti che ci sono capitati, oltre che discutere di argomenti più disparati. Oggi invece con facebook non sento neanche più lo stimolo di chiedere, perché tanto già so. Me lo fai vedere tu.

 

Allora mi chiedo: cosa ci resta quando ci incontriamo? La voglia di vivere nuove avventure da far conoscere agli altri nello stesso momento in cui le stiamo vivendo? 

 



#2
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061

L'esempio numero due è capitato spesso a me e la cosa mi infastidisce molto. Ti organizzi per vedere un film in gruppo e nel migliore dei casi perdono tempo su Facebook, e magari hanno anche la faccia tosta di dire "Non ho capito il film".

 

Che poi, a pensarci, anni fa non era molto diverso: gente che parlava ( beh, parlava.. lo fanno ancora ) per 3-4 ore di fila al telefono, sempre nei momenti meno opportuni. 



#3
DeepEye

DeepEye
  • Bannati

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 31338

Due parole: attention whorismo :asd: 

 

Conosco gente che sta perennemente con il cellulare in mano anche quando è in compagnia (cioè, in compagnia di quelle stesse persone con cui è amica su facebook), e non fanno altro che scattarsi le foto per poi postarle, taggarsi con mille tag improbabili (tipo twitter) e commentarsele a vicenda pur essendo nella stessa stanza tutti insieme :fg:

Posso capire fare 1 o 2 foto per commemorare la serata e ok, le posti, e basta.....ma cosi si sfocia in follia. 

Personalmente ho Facebook, e lo uso più alla maniera di Whatsapp, per organizzare qualcosa, o commentare ognitanto qualcos'altro. Tratto le notifiche sul cellulare come gli SMS: li puoi sempre leggere in un'altro momento se sei con qualcuno o stai facendo altro. Molta gente sembra però non essere in grado di farlo. 

Credo sia anche conseguenza dell'economicità della comunicazione, e l'immediatezza, se ne abusa. 



#4
DavideGTB

DavideGTB
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1990
  • Utente Nr: 75804
  • Feedback Mercatino: Guarda | Lascia
  • Scrauc
  • DavideGTB
  • 3136-7005-9066

Sì ma oggi è molto più marcato e subdolo. Almeno prima te ne accorgevi all'istante se il tuo interlocutore non ti stava ascoltando, adesso non lo sai mai se non guardando ciò che sta facendo. Ne risulta che i rapporti interpersonali sono sempre più difficili. Con molti individui, per dire, è più facile parlare su facebook piuttosto che per strada.

Oppure quanto è difficile organizzare un viaggio/gita nel "mondo reale"? Anche se son tutti presenti "l'ordine del giorno" va subito a farsi benedire perché non si è più capaci di ascoltare, perché tanto c'è facebook e ci so organizza lì, con tutti i benefici ma anche i problemi che comporta (esempio la non immediatezza delle decisioni che si riflette in molti ambiti un po' più seri in perdita di efficienza).

Imho stiamo andando verso un punto di non ritorno che i signori che offrono questi servizi sapranno sfruttare al meglio (e son contento per loro).



#5
CompagnoSir

CompagnoSir
  • Alison, I'm lost

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3844

Una cosa che mi sono sempre chiesto è quanta verità e sincerità ci sia nel tizio/tizia che fa l'aggiornamento di stato tipo "mi diverto un sacco" (con un milione di punti esclamativi) mentre sta a un concerto/discoteca. Perché quando si è concentrati a scrivere sul cellulare, credo che l'entusiasmo vada scemando, e anche di molto.

 

Concordo con DeepEye e la teoria del Attention Whorismo :sisi:



#6
DeepEye

DeepEye
  • Bannati

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 31338

Una cosa che mi sono sempre chiesto è quanta verità e sincerità ci sia nel tizio/tizia che fa l'aggiornamento di stato tipo "mi diverto un sacco" (con un milione di punti esclamativi) mentre sta a un concerto/discoteca. Perché quando si è concentrati a scrivere sul cellulare, credo che l'entusiasmo vada scemando, e anche di molto.

 

 

 

 

Ti riferisci a questo ? 

 

what-you-really-did-510x527.jpg    :D

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comunque giusto o sbagliato, io tratto Facebook un'po come un estensione della rubrica telefonica. Penso di avere tipo 40 amici, di cui in realtà 20 sono solo conoscenti che non sento da anni, il resto sono quelli che sento pure per sms/pm :D

Non riesco tutt'ora a capire la gente con 100-200-300 amici. Ma li senti tutti, ma davvero? Vivi tutti i giorni solo per stare in contatto con tutte quelle persone? Francamente non credo. Penso che il concedere l'amicizia su facebook, equivalga semplicemente concedere l'opportunità ad una persona semisconosciuta in più, a farsi i c@zzi tuoi. 


Modificata da DeepEye, 12 May 2013 - 12:50 PM.


#7
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061

Due parole: attention whorismo :asd:

 

Conosco gente che sta perennemente con il cellulare in mano anche quando è in compagnia (cioè, in compagnia di quelle stesse persone con cui è amica su facebook), e non fanno altro che scattarsi le foto per poi postarle, taggarsi con mille tag improbabili (tipo twitter) 

 

E' vero. Aspè che screeno e passo su FB.

 

#everyeye #deepeye #lamenti #facebook #raiden #topic #social network #attention whorismo #fuori piove #gente #cellulari #pranzo #davidegtb #discussione intelligente 



#8
DavideGTB

DavideGTB
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1990
  • Utente Nr: 75804
  • Feedback Mercatino: Guarda | Lascia
  • Scrauc
  • DavideGTB
  • 3136-7005-9066

Sì ok l'attention whorismo ma... che attenzioni può portare fare gli auguri alla madre non utente di facebook ad esempio?

Imho il discorso è molto più profondo. Certo è che tutto è partito dall'attention whorismo poiché l'esempio 2 calza proprio alla perfezione. 

Io credo che ormai aldilà delle attenzioni le persone considerino fb come "indissolubile da loro stessi" e ciò porta a necessità di completezza del proprio profilo con ogni evento che li riguarda, compresi quelli personali o incomprensibili agli altri. È come il vecchio diario segreto però pubblico, ma non ci si rende conto degli effetti spaventosi che ciò potrebbe comportare (dalla noia sociale allo sfruttamento delle informazioni del soggetto da parte di multinazionali o malintenzionati).



#9
Barone Molotov

Barone Molotov
  • Gran Duca Conte di Pigrizistan

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 5900

Io quando sono in gruppo spesso guardo il uebbe dal cellulare. Lo faccio per compensare l'eventuale noiosità di chi mi sta attorno.

Più che un danno la vedo come un'opportunità che la tecnologia dà in più, se non ti piacciono il posto in cui sei, le persone con cui stai e la cosa che stai facendo puoi alienarti da un'altra parte con un click. Bello, figo ed utile. Yep. 

 

Btw il male secondo me è dato dai like. Con quelli dai l'appoggio senza alcun dialogo ed ecco allora che si condividono le peggio troiate solo per ottenere like facili. Citazioni colte, situazioni ironiche o grottesche inventate e via dicendo. 

Un conto è la voglia di condividere un avvenimento e le sensazioni che conseguono a questo: "mannaggialllui maledetto autista che è passato dritto e non si è fermato" o "Sono commosso è nata mia figlia" e via dicendo altro ancora invece è descrivere all'esasperazione quel che si fa solo per aver consenso effimero e virtuale.

Che poi appunto, come dicevo, si arriva al punto in cui si raccontano frottole per far ridere e quindi avere like.

E.g. : Ieri, ore 12.35 "Madonna che odio, l'autista mi ha chiuso le porte in faccia e non mi ha aperto", like 5. Mio commento "Ma sei pazzo? Ma se sei ancora a lezione con me che stai dicendo?". Morale il post è stato eliminato subito dopo. 

 

Son queste le cose che mi fanno cadere le braccia. 



#10
Rovo dei rovi

Rovo dei rovi
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 17659
  • Utente Nr: 62306
  • Feedback Mercatino: Guarda | Lascia
  • Vincenzinho
  • Vincenzinho1992
  • SAGAC

 

 

Esempio 2: ormai un numero prossimo al 100% degli italiani (diciamo di tutti i paesi filo-americani per non sbagliarci va) possiede uno smartphone. Fatte salve rare eccezioni di persone che ne fanno un uso legittimo (giustifico il legittimo rapportandolo con la durata della batteria), la maggior parte degli utenti abusa di questi ultimi soprattutto quando si trova in situazioni sociali. Quanti dei vostri amici "zippettano" col cellulare mentre siete in gruppo? Quante persone sono perennemente in linea su facebook anche quando sono in giro con gli amici? Quante foto invadono la home di facebook ogni secondo, magari che ritraggono gente che si diverte in giro, che però, inspiegabilmente visto si sta divertendo così tanto, perde tempo a pubblicare su facebook tutte le proprie avventure? 

A me ad esempio succede (anche con la mia ragazza) che molte volte parlo con l'interessato e questo mi risponde "eh?" perché era impegnato in una conversazione virtuale o a scorrere la home di fb.

 

 

 

Io non ho uno smartphone.. :(

Quindi non sono filo-americano.. che tristess  :sigh:



#11
CompagnoSir

CompagnoSir
  • Alison, I'm lost

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3844

 

 

Ti riferisci a questo ? 

 

what-you-really-did-510x527.jpg    :D

 

 

 

Un classico :D
 

Però io mi riferivo a quelli che aggiornano lo stato mentre sono fuori e scrivono che si stanno divertendo moltissimo mentre in realtà sono concentrati sul cellulare a scrivere. Per me avrebbe senso dopo, non durante. Perché non ci penserei a prendere il telefono e scrivere quanto diverto, mi divertirei e basta, pubblicando uno stato solo ex-post.



#12
DavideGTB

DavideGTB
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1990
  • Utente Nr: 75804
  • Feedback Mercatino: Guarda | Lascia
  • Scrauc
  • DavideGTB
  • 3136-7005-9066

Io quando sono in gruppo spesso guardo il uebbe dal cellulare. Lo faccio per compensare l'eventuale noiosità di chi mi sta attorno.

Più che un danno la vedo come un'opportunità che la tecnologia dà in più, se non ti piacciono il posto in cui sei, le persone con cui stai e la cosa che stai facendo puoi alienarti da un'altra parte con un click. Bello, figo ed utile. Yep. 

 

Btw il male secondo me è dato dai like. Con quelli dai l'appoggio senza alcun dialogo ed ecco allora che si condividono le peggio troiate solo per ottenere like facili. Citazioni colte, situazioni ironiche o grottesche inventate e via dicendo. 

Un conto è la voglia di condividere un avvenimento e le sensazioni che conseguono a questo: "mannaggialllui maledetto autista che è passato dritto e non si è fermato" o "Sono commosso è nata mia figlia" e via dicendo altro ancora invece è descrivere all'esasperazione quel che si fa solo per aver consenso effimero e virtuale.

Che poi appunto, come dicevo, si arriva al punto in cui si raccontano frottole per far ridere e quindi avere like.

E.g. : Ieri, ore 12.35 "Madonna che odio, l'autista mi ha chiuso le porte in faccia e non mi ha aperto", like 5. Mio commento "Ma sei pazzo? Ma se sei ancora a lezione con me che stai dicendo?". Morale il post è stato eliminato subito dopo. 

 

Son queste le cose che mi fanno cadere le braccia. 

 

Concordo sul "like maledizione della nostra era" però credo anche che, limitatamente alle amicizie, un individuo non è vincolato ad uscire con persone noiose no? ;)



#13
Aivirth

Aivirth
  • Ah, the sweet tones of misery...

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 6152

io odio i social network, possiedo un account (falso) di facebook solo per tenermi in contatto con degli amici e perchè le compagnie mandano notizie col feed che potrebbero interessarmi :sisi:



#14
Bamboogie

Bamboogie
  • \('JJJ')/

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4296

A mio avviso stanno pure perdendo del tutto la componente social.

Spiego meglio:

Ora, ho una certa età (30 anni).

Quando iniziai a usare i social network c'era Myspace e mi ricordo che era un periodo bello, dove si prendevano persone con i tuoi stessi interessi (musicali e non) e, se si diventava amici, ci si incontrava.

In quel periodo sono uscito con ragazze interessanti con cui ancora mi sento e ho fatto vari concerti con un gruppetto di persone.

Momenti belli, insomma.

Poi è arrivato facebook ed all'inizio proponeva una cosa diversa ma anche quella interessante, cioè riagganciare rapporti con persone che non sentivi più, tipo vecchi amici, compagni di scuola e di lavoro.

E si stava ore ed ore a chattare o a mandare mail con sù scritto 'ti ricordi questo? E questo?'.

Insomma, un'altra bella funzionalità.

Ora i social network, a mio avviso, hanno perso quasi del tutto queste due componenti sociali.

Sono spesso veicolo per messaggi pubblicitari e sempre più spesso si aggiunge gente a casaccio.

Questo fa sì che si tenda a "nascondere" il proprio vero io, scrivendo status solo per farsi notare (es: abbasso o viva quello...'Addio tizio' se muore qualcuno popolare o via discorrendo) o per dimostrare qualcosa.

E la 'personalità' sta andando via via perdendosi anche nei social nuovi, come Pinterest (un' anonima bacheca di immagini, con una quantità abnorme di foto di maccaron rosa e altre cose che dimostrano uno spiccato senso per l'arte che in realtà latita) o Spotify (stessa cosa, ma per la musica. tra l'altro, il 'ricco database' mi sembra davvero ben poco ricco se si cerca qualcosa di diverso dai Green Day, per dirne una)...



#15
Genocide

Genocide
  • Sheer Heart Attack!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Collaboratore Forumeye
  • Messaggi: : 106611

Due parole: attention whorismo :asd:

 

this

 

 

per quanto riguarda le persone fisse col cellulare in mano anche in compagnia ce ne sono e stanno bene come stanno, col cellulare in mano. Se in un gruppo di persone ce ne sono due-tre con la faccia fissa sul display [Censura] loro. Si è assurdo ma fondamentalmente non me ne frega nulla XD

 

Anche perchè fondamentalmente quelli che ora stanno con la faccia sul display prima semplicemente fissavano il nulla. Non è che han smesso di apportare qualcosa perchè hanno il cellulare






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi