Vai al contenuto

Scrivere un raccontomi aiutate?


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 25 risposte

#1
sauron82

sauron82
  • Vola vola volaaaaa topo uccello!!!!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 17006
Come da titolo e sottotitolo, non è che mi aiutate a scrivere un racconto? Lo chiedo più che altro perchè non l'ho mai fatto, ho sempre avuto idee per la testa ma poi a buttarle giù è un macello, ho sempre avuto idee per migliaia di storie diverse, ma vorei riuscire a concretizzare di più questa cosa. Al momento ne ho in mente 2, uno ho solo un titolo per la mente che mi ha folgorato, ma non so che tipo di trama dargli, dell'altro invece ho grossomodo in mente una trama in mente. Essendo un assoluto principiante, vorrei fossero racconti brevi per non complicarmi troppo la vita.

Qualcuno di voi ha già scritto?

#2
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061
Che tipo di aiuto?

#3
sauron82

sauron82
  • Vola vola volaaaaa topo uccello!!!!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 17006
delle dritte, consigli ecc.

ripeto, non avendolo mai fatto in maniera concreta sono a briglie sciolte, se invece qualcuno già l'ha fatto sa darmi aiuti e consigli in merito, cosa fare e cosa non fare insomma.

#4
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061
Se hai già un soggetto in testa ( di cosa parla la storia, dove si ambienta ) è già un buon inizio. Prova a riassumere la storia in massimo una pagina e vedi che te ne pare. Se non ti convince, puoi provare a cambiare il punto di vista, come ad esempio rendendo protagonista un personaggio secondario e quindi stravolgere un po' tutto. Il cambio di punto di vista può aiutare, davvero.

Per quanto riguarda la caratterizzazione dei personaggi principali, devi costruire le loro origini e la loro storia ( non nel racconto ), in modo che, quando andrai a lavorare sulla storia, conoscendo i tuoi personaggi, riuscirai a sentirti più a tuo agio. Devi dargli un aspetto e un carattere. Buono o cattivo? Non estremizzare, sennò perde il fattore realistico ( a meno ché tu non voglia scrivere una fiaba semplice ). E' introverso o estroverso? Aiuterebbe una persona in difficoltà?

L'azione è il personaggio. Conoscere il proprio personaggio è fondamentale per imparare a ragionare con la sua testa, e non con la tua. Conflitto ( come reagisce e risponde agli eventi ), background ( famiglia, amici, infanzia ), personalità ( carattere, indole ecc. ), contesto in cui vive ( dove e con chi ).

Come lo rendi un personaggio vero? Dandogli delle esigenze. Cosa vuole guadagnare il personaggio, cosa vuole vincere, avere o conquistare nel corso della storia. Come cambia il personaggio durante la storia ( se cambia ), il suo punto di vista e l'atteggiamento.

#5
VIPER

VIPER
  • LEGION OF THE NEW WORLD

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 6819
Fatti una scaletta del racconto, crea dei bei personaggi, aggiungici delle particolarità. Segui una trama che per tua opinione potrebbe essere interessante e attento alle incongruenze. Se hai parecchie idee cerca di ordinarle, o perlomeno inizia a scriverle ;)

questo è ciò che mi viene in mente ora.

Sto scrivendo un racconto da molto tempo, e sono quasi al termine. E' stato un lavoro molto lungo perchè vi sono presenti parecchi personaggi con trame, sottotrame, fusi orari...è un lavoro di precisione quasi maniacale (essendo un'esalogia). Non ti nascondo che mi sono fatto quattro mesi di revisione del testo

#6
sauron82

sauron82
  • Vola vola volaaaaa topo uccello!!!!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 17006
grazie per gli spunti intanto ;)

#7
sauron82

sauron82
  • Vola vola volaaaaa topo uccello!!!!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 17006
miseria, così lungo è Viper il tuo? io per ora mi tengo sul breve, sennò è un macello da gestire. Appena posso butto giù un mini riassunto intanto.

#8
CompagnoSir

CompagnoSir
  • Alison, I'm lost

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3844
Finché si rimane nell'ambito del racconto breve, direi di dar più spazio all'afflato artistico, che alla pianificazione minuziosa (che mi pare più adatta per lavori della lunghezza di romanzo)


Ma servono più info: quali sono i temi verso cui ti stai rivolgendo?

#9
VIPER

VIPER
  • LEGION OF THE NEW WORLD

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 6819

miseria, così lungo è Viper il tuo? io per ora mi tengo sul breve, sennò è un macello da gestire. Appena posso butto giù un mini riassunto intanto.


Guarda Sauron lo sbaglio che ho fatto, è poter credere di scrivere almeno un centinaio di pagine scarso...

alla fine tra correzioni, ampliamenti, idee nuove, punti aggiuntivi ho superato le 270.
Il mio romanzo non è niente di eccezionale a numero, il fatto è che strutturalmente è come un puzzle...
scrivendo sottocapitoli con ogni personaggio, e, rileggendolo, ti verranno altre idee e magari puoi improvvisare sfornando pezzi che prima non credevi di creare.

Il consiglio che ti do è scrivere...vedrai che le idee saranno più chiare.

Inizia così senza pretese, per vedere e controllare...

ma soprattutto, ti si libererà la mente

#10
sauron82

sauron82
  • Vola vola volaaaaa topo uccello!!!!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 17006

Finché si rimane nell'ambito del racconto breve, direi di dar più spazio all'afflato artistico, che alla pianificazione minuziosa (che mi pare più adatta per lavori della lunghezza di romanzo)


Ma servono più info: quali sono i temi verso cui ti stai rivolgendo?


sarebbe una specie di thriller fantastico, non voglio scadere nell'horror, però un pò inquietante lo dovrebbe essere.

#11
Igno

Igno
  • "Sorry, I'm not made of sugar"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 14413
  • Utente Nr: 52040
  • Feedback Mercatino: Guarda | Lascia
  • _igno_
  • o0 Igno 0o
  • The_igno
  • 0963-0200-4318
  • Clan-Destino
io scrivo :sisi:


solitamente più per fumetti ma mi cimento più che volentieri in raccontini o storie brevi :sese:


adesso sto lavorando su un racconto breve di circa 60/70 pagine, che per i miei standard di 1/2 pagine sembra un traguardo folle e irraggiungibile :D


spesso scrivo di getto, ho un canovaccio generale e cerco di far fluire le parole, in modo che siano dettate in gran parte dalle emozioni.

Poi ripasso ore su ogni pagina, riga, vocabolo :D

sicuramente il metodo che uso io è sconsigliabile, quando scrivo degli script per delle storie a fumetti infatti sono molto più preciso e seguo degli schemi più precisi, dipende da quel che vuoi fare te!


Personalmente ti consiglio di iniziare con racconti molto brevi, in cui si denoti già il tuo stile e il tuo modo di scrivere e di raccontare :sisi:


non ha senso iniziare con libri di 300 pagine o più se non hai scritto nulla, non sai quanta gente sento/vedo che ha in mente trilogie o da 500 pagine a libro avendo magari un vocabolario di 50 parole :fg:

in più se scrivi un racconto breve puoi sottoporlo immediatamente all'attenzione di amici o persone senza doverle tediare a lungo, parere mio eh!

:D



Datti anche degli obiettivi, io(come anche Viper suppongo) punto alla pubblicazione, e quindi cerco di scrivere qualcosa che possa anche divertire e intrattenere altre persone oltre a me e la mia ragazza ;)

chiaro, uno può scrivere per sé stesso, però credo che si debba sempre dare il meglio e nel mio caso pensare di scrivere qualcosa di interessante per molta gente(si spera!) mi da molta energia e spirito autocritico.

insomma: dacci dentro!

#12
CompagnoSir

CompagnoSir
  • Alison, I'm lost

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3844
Io direi pure di non iniziare avendo in mente "scrivo un thriller, un horror, un fantasy", non si giunge molto lontano così. Dacci dentro (come dice Stregosauro :D) e non ti 'imballare' in definizioni e categorie che si possono definire solo a posteriori :)

#13
Mad Lefty

Mad Lefty
  • Eye Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 10777

Io direi pure di non iniziare avendo in mente "scrivo un thriller, un horror, un fantasy", non si giunge molto lontano così. Dacci dentro (come dice Stregosauro :D) e non ti 'imballare' in definizioni e categorie che si possono definire solo a posteriori :)

Questo è verissimo, l'ho provato sulla mia pelle... dare definizioni a priori implica cercare di forzare la mano, e questo crea più un problema che altro.
Dovresti pensare solo alla storia, e all'atmosfera che vuoi dare, il resto si deciderà da sé

#14
sauron82

sauron82
  • Vola vola volaaaaa topo uccello!!!!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 17006
di certo la storia che ho in testa normale non , fantastico di certo

#15
Igno

Igno
  • "Sorry, I'm not made of sugar"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 14413
  • Utente Nr: 52040
  • Feedback Mercatino: Guarda | Lascia
  • _igno_
  • o0 Igno 0o
  • The_igno
  • 0963-0200-4318
  • Clan-Destino

Io direi pure di non iniziare avendo in mente "scrivo un thriller, un horror, un fantasy", non si giunge molto lontano così. Dacci dentro (come dice Stregosauro :D) e non ti 'imballare' in definizioni e categorie che si possono definire solo a posteriori :)



più che giusto!

personalmente, e datemi pure del pazzo :sisi:, credo che quando si scrive, la storia deve andare un po' per conto suo, possiamo aiutarla a direzionarla in una certa direzione ma non imbrigliarla e confinarla in una "scatola" con una targhetta che ne definisca il genere.


faccio lo stesso con i personaggi, una volta creati lascio che la loro natura si riveli e "decidano" loro il da farsi, che si muovano e recitino come meglio ritengono opportuno, a me spetta poi il compito di orchestrare il tutto con buonsenso, ma è nei meandri della mente che si svolge il grosso del lavoro, dove i personaggi sono organismi viventi e pensanti e decidono da sé il loro ruolo! :D


nulla è meglio di scrivere uno slice of life e rendersi conto che il genere stia mutando in horror o noir per conto suo :D

Modificata da Stregosauro, 07 April 2013 - 04:30 PM.





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi