Vai al contenuto

Quando vi dico che meglio abolire le regioni che le provincieprevisione meteo regionaliste


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 12 risposte

#1
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784
a mio avviso la regione non ha molto senso nel tessuto produttivo: una garnde opera riguarda più regione, nel contempo un media impresa ha come suo interlocutore la provincia.
stessa cosa nella sanità: il circuito integrato della salute è di scala provinciale con lo stato che detta le regole del gioc. la regione è sostyanzialmente solo un gioco di lobbying poco utile (meglio spostare il lobbying nelle provincie)

ora abbiamo il solito principato, nel caso specifico il veneto, tradizionale regione spaccamaroni (ai temnpi dell'impero asburgico eran quelli che pagavan meno tasse, am si lamentavano uguale), che vuole "nazionalizzare" le previsioni meteo: i siti anarchici esistenti danno poco sole alla regione e fanno male al turismo locale:

meglio quindi dire qualche piccola bugia ai cittadcini per fargli prenotare vacanze ben poco sfruttate.

non è tanto diverso dalle "previsioni sismiche di stato" ad opera della protezione civile governatizzata coi risultati che si son visti.

ci manca solo che le carte sismiche e le carte idrologiche le facciano le regioni: dove cominciano le regioni, finisce la scienza, finisce la libertà, finiscono i diritti e i clan imperano (veneto rules? giammai!!!! solo l'umanità e la natura governoa, non i potestà!)


http://corrieredelve...480582221.shtml

#2
Noel88

Noel88
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 16000
peccato non esista un facepalm enorme per quello che hai scritto

#3
The Game_93

The Game_93
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 12989
Sempre detto che in Italia andrebbero abolite le regioni

#4
- Luke -

- Luke -
  • Chiudete tutto

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 30579
  • Utente Nr: 6391
  • Feedback Mercatino: Guarda | Lascia
  • luke_it
  • II Luke ITA II
  • [EyE]
io abolirei Zaia :sisi:

#5
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784
ragazzi,non è Zaia, è una cosa di lungo corso.

se la gravitazioen universale l'ha fatta un inglese non un italiano è anche colpa della politica: lì dove le organizzazioni civili non riesconoa vedere a un palmo dal loro naso non si accetta l'idea di scoprire nuovi onctinenti nè di fare semplici affermazioni come "la mela cade, al luna non e io vi dico il perchè"

Galileo ha abiurato, si è sottomesso all'autorità politica locale; ha scritto e firmato l'eliocentrismo è solo una mera ipotesi matematica

invece, lì dove gli stati sono grandi c'è un più ampio respiro per il singolo e il suo pensiero. la localizzazione va fatta senza portare alla clanizzazione

la clanizzazzine porta all'idiozia collettiva e alla riduzione della creatività intellettuale personale che è vera motrice degli eventi

quindi avremo sole a Verona secondo il meteorologo pagato dalla regione veneto, mentre pioggia per i meteorologi delle regioni confinanti che vogliono intralciare il turismo avversario.

questo è il modo migliore per uccidere la verità e la professionalità

#6
Kratos

Kratos
  • Eye Bastard

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 5053
Non vedo come le follie di Zaia possano influire sull'importanza e l'utilità delle regioni.

Dalla riforma del titolo V in poi sono nel bene o nel male importantissime e fondamentali nell'ordinamento (al contrario delle province).Delegare le loro competenze alle province o ridarle allo stato sarebbe un'operazione enorme e dai risultati incerti che non ci possiamo permettere...un esempio a caso, il settore in cui opero io (l'urbanistica): senza la legislazione e pianificazione regionale saremmo ancora alla legge nazionale del 1942...e se al contrario ogni provincia potesse fare quello che gli pare immaginate cosa potrebbe succedere.
Mi pare che sia l'ente che più può/riesce a mediare fra le esigenze di unità nazionali e quelle di natura particolare (ben rappresentate dai comuni), specie considerando che più si scende di "scala" più si scade nella clanizzazione di cui parli tu, e non il contrario (salvo fenomeni come la lega).

Ps: le carte idromorfologiche le fanno le Autorità di Bacino, quindi sono già "regionali" :P

#7
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784

Non vedo come le follie di Zaia possano influire sull'importanza e l'utilità delle regioni.

Dalla riforma del titolo V in poi sono nel bene o nel male importantissime e fondamentali nell'ordinamento (al contrario delle province).Delegare le loro competenze alle province o ridarle allo stato sarebbe un'operazione enorme e dai risultati incerti che non ci possiamo permettere...un esempio a caso, il settore in cui opero io (l'urbanistica): senza la legislazione e pianificazione regionale saremmo ancora alla legge nazionale del 1942...e se al contrario ogni provincia potesse fare quello che gli pare immaginate cosa potrebbe succedere.
Mi pare che sia l'ente che più può/riesce a mediare fra le esigenze di unità nazionali e quelle di natura particolare (ben rappresentate dai comuni), specie considerando che più si scende di "scala" più si scade nella clanizzazione di cui parli tu, e non il contrario (salvo fenomeni come la lega).

Ps: le carte idromorfologiche le fanno le Autorità di Bacino, quindi sono già "regionali" :P


quelle non subiscono le pressioni delle lobbyng... forse. anche se c'è sempre la questione se le alluvioni van pagati dal pubblico e dai proprietari.

dimostrare che un evento climatico avvenuto era stimato con tempo medio di ritorno di 5 anni o di 100 cambia tutto. e chi fa le carte puòsubire pressioni per ritoccare i dati. (non a caso abbiamo l'istat , ente unico, nazionale e non politico)

ti ricordo anche il caso romano con Alemanno con la neve :D

ps perchè coa potrebbe succedere con al pianificazzione territoriale provinciale? in fondo il " territorio" è la provincia, non la regione

#8
Hecks

Hecks
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13156

(non a caso abbiamo l'istat , ente unico, nazionale e non politico)

http://www.istat.it/.../sedi-regionali



ti ricordo anche il caso romano con Alemannocon la neve :D

Vuoi abolire pure i comuni?

#9
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784

http://www.istat.it/.../sedi-regionali



Vuoi abolire pure i comuni?


le sedi regionali non vengono nominate da organi della regione di apprtenenza: non abbiamo la demografia della regione veneto, abbiamo la demografia dell'Italia

la provincia è la monade del territorio

il punto è che le regole e chi le gestice deve essere ben separato da chi amministra i clan (ovvero le regioni/signorie/sultanati)

le regole devono essere universali
i dati devono essere trasparenti

chi li manipola non può esser colluso con le attività dei podestà locali

#10
Laeryn

Laeryn
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2569
Da un punto di vista funzionale, la soluzione migliore resta quella di accorpare Regioni, Provincie e Comuni e stabilire dei sistemi di amministrazione verticale più efficienti possibile, basati sulla struttura territoriale e sulla densità abitativa. Il tutto possibilmente in chiave amministrativa e non politica, per evitare antagonismi tra Nord, Sud e quant'altro.

Il problema è che tutto ciò non è fattibile dal punto di vista pratico, perché le Regioni sono giustamente fiere della loro autonomia e della loro storia/cultura (l'Italia nasce come insieme di staterelli). Anche abolendo le Regioni giuridicamente, nessuno potrebbe mai eliminarle geograficamente e culturalmente (si continuerebbe a parlare di Lazio, Emilia, Lombardia, ecc.). Quindi al massimo si può ottenere una razionalizzazione delle spese e dell'amministrazione - e neanche tanto, se non si vuole mandare a casa il personale causando disoccupazione.

La priorità, a mio avviso, resta più che altro il problema delle spese regionali. Abbiamo un sistema decentrato da Stato federale, ma siamo un paesino piccolo. E' assurdo che la nostra ricchezza venga dispersa tra un'infinità di enti locali che lucrano e si danno ai clientelismi. Ci vuole un'amministrazione centrale che razionalizzi e controlli.

E in ogni caso, possibilmente, sarebbe il caso di lasciar perdere antagonismi vari, quindi mandando a casa alcuni partiti un po' troppo combattivi da quel punto di vista.

#11
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784
la Francia se non erro è molto centralizzata e ha degli enti più grandi delle nostre provincie, ma più piccole delle nostre regioni. stessa cosa l'Inghilterra.

#12
Winterfury

Winterfury
  • Allah al bar

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13546
Aboliamo l'italia e annettiamoci alla Germania.

#13
Hecks

Hecks
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13156

le sedi regionali non vengono nominate da organi della regione di apprtenenza: non abbiamo la demografia della regione veneto, abbiamo la demografia dell'Italia

la provincia è la monade del territorio

il punto è che le regole e chi le gestice deve essere ben separato da chi amministra i clan (ovvero le regioni/signorie/sultanati)

le regole devono essere universali
i dati devono essere trasparenti

chi li manipola non può esser colluso con le attività dei podestà locali

Il punto è che stai facendo simili discorsi partendo dal fatto che Zaia, lo sborone, parla del servizio meteo dell'Arpav quasi fosse roba sua e della Lega facendo una risibile polemica sui servizi meteorologici nazionali...

Modificata da Hecks, 04 April 2013 - 10:13 PM.





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi